"it">Giacinto Plescia</H1title="Speciale:Ricerca/Giacinto Plescia" href="/wiki/Speciale:Ricerca/Giacinto_Plescia"><B>Cerca</B></A> nell'enciclopedia se esiste un titolo simile.</SPAN> <BR>Nelle altre lingue: <A title="en:Special:Search/:Giacinto Plesci

  1. "it">Giacinto PlesciaCerca

nell'enciclopedia se esiste un titolo simile.
Nelle altre lingue: inglese
· tedesco
· francese
· polacco
· spagnolo
· olandese
· portoghese
· svedese
· tutte
Negli altri progetti: dizionario
· notizie
· fonti
· citazioni
· libri
· lezioni
universitarie
· guide
turistiche

Voci
che iniziano
con "Giacinto Plescia" · Richiedi la creazione della
voce · Puntano
qui

  • clicca
    quiA class="external text" href="//it.wikipedia.org/w/index.php?title=Giacinto_Plescia&action=purge">aggiornare
    la
    paginaindex.php?title=Speciale:CreaUtenza&returnto=Giacinto+Plescia">R=Speciale:Entra&returnto=Giacinto+Plescia">E/index.php?title=Giacinto_Plescia&action=.php?title=Discussione:Giacinto_Plescia&action=edit&redlink=1"
    rel="discussion">Discussionetle="Modifica questa pagina [alt-v]" accesskey="v"
    href="/w/index.php?title=Giacinto_Plescia&veaction=edit">Crea
  • Crea
    con wikitesto
  • " href="/w/index.php?title=Giacinto_Plescia&action=info"?title=Giacinto_Plescia&mobileaction" href="https://it.wikipedia.org/wiki/Giacinto_Plescia? ratio non pensa è pensata

  1. è catastrofe, i catastrofe in sé..  "Bisogna che muoia" morte è morire, perché anche nella morte potrà essere per la morte...

Non è un caso che molti di quegli attori, alla fine della loro vita, si siano sentiti abbandonati e traditi e che qualcuno di loro, al culmine dell’amarezza, abbia detto che per lui era arrivato il momento di togliere il disturbo. La chiamano depressione

Non è un caso che molti di quegli attori, alla fine della loro vita, si siano sentiti abbandonati e traditi e che qualcuno di loro, al culmine dell’amarezza, abbia detto che per lui era arrivato il momento di togliere il disturbo. La chiamano depressione. La tipica depressione dell’attore. E si tratterà pure di questo. Ma la realtà è che loro erano venuti per dirci chi siamo, povere maschere di una commedia che è tutta nostra, e dunque a inquietarci, sì, a disturbarci. Ricevendone in cambio un applauso di maniera è un consenso di circostanza. Meglio, a quel punto, togliere il disturbo. Infatti erano venuti proprio per quello, prima ancora che per farci divertire, e noi li avevamo fraintesi.

Quanto è tragico il comico! E quanta comicità nella tragedia. Beckett, che in queste cose aveva uno sguardo d’aquila, sosteneva che non c’è come la disgrazia che possa apparire comica. Il caso, questa potenza insignificante ma beffarda, è in grado di produrre senza sosta situazioni di una doppiezza maligna. Più crediamo di padroneggiarlo, più ne siamo succubi. Niente ci fa ridere come vedere qualcuno in balìa del caso. E siccome il caso è all’opera ovunque si prepari una catastrofe, ogni catastrofe ha in sé qualcosa di ridicolo.

Proprio questa capacità di cogliere il comico nel tragico per Leopardi esprime bene il carattere degli italiani. Agli occhi dei quali il tragico è talmente intriso di comicità, che alla fine di esso non ne è più nulla. Un antico cinismo maturato nei secoli ha trasformato la vita in uno spettacolo da cui trarre occasioni di riso. Ma se gli italiani sanno vedere il comico nel tragico, però sono ciechi di fronte alla tragicità del comico.

Quando qualcuno gliela fa notare e quasi toccar con mano (per l’appunto, verrebbe da aggiungere, i grandi attori della commedia dell’arte o i non meno grandi attori che ne hanno proseguito la tradizione nella commedia all’italiana e poi nel cabaret teatrale e televisivo) finisce immancabilmente che gli voltano le spalle e lo dimenticano, peggio, lo ignorano. Salvo tributargli quel melenso omaggio postumo che non è fatto per ricordare ma per dimenticare. E cioè per gettare un velo definitivo sulla loro inesauribile volontà di rovesciare il tavolo della vita e mettere tutti quanti di fronte a uno specchio impietoso. Sempre più spesso l’ultimo commiato è accompagnato da un “ciao” bonario e corrivo che in realtà li consegna brutalmente all’insignificanza. Lo stesso ciao che è tracimato dalle cerimonie funebri alle inserzioni mortuarie, ai tweet, ecc. Ciao Zietta, ciao Nonnino, ciao Papino, ciao Pippo, ciao Pippa... La morte viene così ridotta a pretesto del più banale e insulso gigionismo.

“Ogni vita ha un destino tragico e un’esistenza comica”: parola del filosofo George Santayana. Che ogni vita abbia un destino tragico, lo sa chiunque sia stato toccato o quanto meno sfiorato dalla sciagura: che è una presenza inaggirabile, minacciosa, pronta a invadere la nostra vita in ogni momento, come accade sempre di nuovo e immancabilmente. E se sotto i colpi della sferza impugnata da una mano implacabile c’è chi ha preferito trasformare il suo dolore in una danza buffonesca e triviale, costui ha con ciò confermato quanto possa essere tragico il comico e comico il tragico. Eccoci così ricondotti allo strano pensiero da cui siamo partiti e che ci è stato suggerito dalla morte di una grande attrice comica: bisogna forse morire, per trovare uno straccio di verità sul proprio conto? E se le cose stanno così, perché in genere accade proprio il contrario?

Pensiero strano e non soltanto strano, ma anche difficile da accettare: tale apparve al primo che osò formularlo, vale a dire Dante Alighieri. “Bisogna che la mia donna muoia”, scrive Dante nella “Vita nova”. Dante ha un sogno angosciosissimo: una voce gli annuncia non soltanto che Beatrice sta per morire, ma anche che questa morte è necessaria. Una cosa orribile, e infatti Dante si sente smarrito, perso, e come chi sta per uscir fuori di testa, salvo poi, tra mille dubbi e sofferenze, dar ragione a quella voce. Sì, Beatrice deve morire, perché soltanto se Dante saprà amarla anche nella morte, Beatrice potrà essere per lui una luce e una promessa di felicità. Solo così quel suo amore (abbastanza sconsiderato, visto che Beatrice non sarebbe mai stata sua) avrebbe potuto diventare amore salvifico e non solo rischiarare il suo cammino, non solo permettergli di uscire dal brutto pasticcio in cui si era cacciato, ma portarlo dove sappiamo.

Aveva qualcosa in comune con la Beatrice dantesca, Anna Marchesini? Sì e no. No per tanti motivi, uno in particolare: Anna diffidava dell’amor platonico, di cui invece Beatrice era l’incarnazione, e prendeva partito senza riserve a favore dell’amor carnale, di cui fece un elogio bellissimo e spiritosissimo. Per lei l’amore era tanto più seducente, quanto più “impuro”. E impuro voleva dire: trasgressivo, libero da qualsiasi legame, estraneo al matrimonio (su questo punto anche Beatrice avrebbe potuto dire la sua). Ma anche sì per altrettanti motivi, forse perfino più convincenti.

Anna era puntigliosa, non meno di Beatrice. Recitava la sua parte di fronte a un pubblico anonimo e vasto, ma intanto ammiccava singolarmente a questo o a quello, come se dicesse: amico mio, sto parlando di te, non di qualcun altro, ma di te, proprio di te. Era difficile sfuggirle e non essere messi alle corde, fino a provare un profondo disagio. Come chi viene colto sul fatto, un fatto di cui può soltanto vergognarsi. Ecco perché il desiderio di guardare altrove era forte. Così come la tentazione di tributarle un applauso liberatorio, purché la sottile tortura finisse. Ma se si aveva il coraggio di seguirla fino in fondo, e fino in fondo stare al gioco, allora si poteva anche essere premiati. Non che ti portasse in paradiso. Intanto però ti aveva aiutato a fare chiarezza su te stesso e sul mondo. Insomma, aveva fatto della sua arte uno strumento di conoscenza, mettendola a disposizione di chi avesse saputo approfittarne.

E questo ditemi voi se è poco.

florex daseinontology

  • ((
  1. ここに脚注を書きます
  2. florex daseinontology

gpdimonderose | Logout | Aiuto

1. Dettagli della storia»
2. Riepilogo»
3. Copertina»
4. Anteprima»
5. Crea la tua storia»
6. Pubblicazione



Anteprima della copertina
f:id:gpdimonderose:20160604215949p:plain





Impossibile caricare l'URL: Il dominio di questo URL non è incluso nel dominio dell'app. Per poter caricare questo URL, aggiungi tutti i domini e i sottodomini della tua app al campo App Domains nelle tue impostazioni.















Storiebrevi
Narrativaper Smartphone
Tieniti aggiornato!


Mi piace






30















Come scrivere una storiaLa selezione delle storieSpunti per la creatività












monderose53@yahoo.it | Logout | Aiuto

1. Dettagli della storia»
2. Riepilogo»
3. Copertina»
4. Anteprima»
5. Crea la tua storia»
6. Pubblicazione



Anteprima della copertina
f:id:gpdimonderose:20160604215956p:plain





Impossibile caricare l'URL: Il dominio di questo URL non è incluso nel dominio dell'app. Per poter caricare questo URL, aggiungi tutti i domini e i sottodomini della tua app al campo App Domains nelle tue impostazioni.















Storiebrevi
Narrativaper Smartphone
Tieniti aggiornato!


Mi piace






30















Come scrivere una storia
La selezione delle storie
Spunti per la creatività












monderose53@yahoo.it | Logout | Aiuto

1. Dettagli della storia»
2. Riepilogo»
3. Copertina»
4. Anteprima»
5. Crea la tua storia»
6. Pubblicazione



Anteprima della copertina
f:id:gpdimonderose:20160604220001p:plain





Impossibile caricare l'URL: Il dominio di questo URL non è incluso nel dominio dell'app. Per poter caricare questo URL, aggiungi tutti i domini e i sottodomini della tua app al campo App Domains nelle tue impostazioni.















Storiebrevi
Narrativaper Smartphone
Tieniti aggiornato!


Mi piace






30















Come scrivere una storia
La selezione delle storie
Spunti per la creatività












monderose53@yahoo.it | Logout | Aiuto

1. Dettagli della storia»
2. Riepilogo»
3. Copertina»
4. Anteprima»
5. Crea la tua storia»
6. Pubblicazione




Versione mobile iPhone e Android
nouspoietikontologydi giacinto giacinthom
Genere: UmorismoMood: Fantasia
crea creatore poieticapoietichemetafisicamatematica dà "dà Già esistenza da parte del corpo in modo indipendente e immortale - .. *) 3) in primo luogo, la mente fisica è sapere unico modo ha conseguito riconoscono in realtà, la sua mancanza di un altro, separato dalla natura dell'uomo , sostanza puramente spirituale cui le idee vengono comunicate 25). 22) Lib. Natura. VI. pag. 5. c. 2 ° princ. Id quo de nulla est dubitatio BOC est quod in bomine est aliqua substantia, quae apprebendit intelbgibilia recipiendo. Dicemus ergo, quod substantia, quae est in subjectum intelligibilium, non est cor- pus neque babens esse propter corpus Ullo modo, eo quod est virtus in eo aut Essere ed essenza a causa della varietà delle loro materie, le sue volte di creazione, crea





AA




[evernote:4e8f49ec484b146cea664b2bf8bff15e アップロード中]





AA












La tua storia è stata validata dal sistema*
Sei soddisfatto dopo aver guardato e riletto attentamente la storia in preview? Allora accetta le condizioni contrattuali e invia subito la tua storia, potresti essere pubblicato sul sito "storiebrevi.it". Ricorda che potrai inviare massimo 2 storie al mese in valutazione, per cui controlla che sia perfetta prima di inviarla. Se invece hai trovato degli errori o vuoi modificare qualcosa, ad esempio mettere in corsivo un titolo, puoi usare il pulsante "Modifica testo" qui sotto e, subito dopo, inviare la storia.Ricorda che potrai inviare massimo 2 storie al mese in valutazione
Ho letto e accettato le Condizioni e termini di utilizzo del servizio Approvazione ai sensi degli articoli 1341 e 1342 Cod. Civ. servizio

la validazione del sistema è di tipo tecnico. Non entra nel merito di eventuali errori ortografici e/o della qualità dei contenuti


Impossibile caricare l'URL: Il dominio di questo URL non è incluso nel dominio dell'app. Per poter caricare questo URL, aggiungi tutti i domini e i sottodomini della tua app al campo App Domains nelle tue impostazioni.















Storiebrevi
Narrativaper Smartphone
Tieniti aggiornato!


Mi piace






30















Come scrivere una storia
La selezione delle storie
Spunti per la creatività












monderose53@yahoo.it | Logout | Aiuto

1. Dettagli della storia»
2. Riepilogo»
3. Copertina»
4. Anteprima»
5. Crea la tua storia»
6. Pubblicazione



Anteprima della copertina
[evernote:a8a3b1e82638708e8231af3133e5be52 アップロード中]





Impossibile caricare l'URL: Il dominio di questo URL non è incluso nel dominio dell'app. Per poter caricare questo URL, aggiungi tutti i domini e i sottodomini della tua app al campo App Domains nelle tue impostazioni.















Storiebrevi
Narrativaper Smartphone
Tieniti aggiornato!


Mi piace






30















Come scrivere una storia
La selezione delle storie
Spunti per la creatività






















[evernote:80e5edee1e3af1d1b2b6ac2a3ba8c8cc アップロード中]

[evernote:618a774a14b11e1f0a7c8792b5363a3c アップロード中]

Notizie
Leggi
Autori
Special
App




18d

ontologia dell'essereventux



[evernote:618a774a14b11e1f0a7c8792b5363a3c アップロード中]

gpdimonderose0b0i


nihilxdell'essere nihildella metafisicanihilnihilmetafisicametafisicassoluta.EssereCreatrixdell'essere" metafisicadell'essere. Metaontofenoumenontoteología in sé nihilmetafisicafondazione metafisicadel sé ESSErlontology È senzapercHé'ontologia del Dasein per superare la metafisica SenzapercHé eventontologia". Thom'ontology eventusEsse'ontologia è fenoumenontologiadell'essereventità"noumenontology". Dasein: essere è esserci senzaperché D''esserlontologydell'essereventità già crea essereventità: "perché essere anzich-nulla" senza"perché eventità è l'essere dell'eventità è essereventità l'Essereventità oltre la metafisica in sé già eventità oltre la metafisica "morte di Diopan" della metafisica. Dasein verità dell'esserevento è l'essere in sé Oltremetafisica: essere dell'evento panulla è l'essereventità Essere senza"perché Essere absolutontology "senza" Perché in Sé essere" dal nulladell'essereventO fenoumenontologia "Senza la metafisica della verità. D'esservi creatrix"ontologica" là"ontologiadell'esserEventontology Oltre la verità della veritàMetafisica. Diopan è la Verità senzaperché è in Sé essereventitàdell'essere sEnzaperché. Essereventod'essereventontology dellA verità dell'essere senzaPerché in sé. ONTology creativa creatrix è senzaperché creativa oltremetafisica kreatrix eventONTOloGy È senzaPEhé già crea iN sé poetanteveNtontology“pensiero abissale”senzaperché È l’eventontology dà: «Giacché!»già essereventontology“oltre”«La metafisica abissontology dell’esserevento»dà senzaperché“l씓là”diradanza oltre la metafisica–Paneraclitontology. «Giacché senzaperché nient’altro»’essere dell’eventontology panullasenzaperché. L’eventontologia Senzaperché«abissaleventontology»crea vi crea”crea»creatrix crea senzaperché diradanza in sé È paradossontology iN sé là essere-nel- deserto»ultimo diopaneVento già creatrix crea crearevento crea creatrix crea’creativeventò crea: «crea:crearsi crea»creativontology. «Crearsi in sé“dà”»È creatriceventontology crea senzaPerché Eraclitontology”È EraclitoNtologia crea in sé È crea senzaperché crearevento senzaperché evento crea“senzaperché”È in«sé diradanza»creatricevento creatrice È EraclitoNtològy oltre Il pensiero metafisico crea.
La creatrice creatrix creatriceveNtontologia crea la morte di diopan È raduraLì crea È“senzaperché”
È la morte di Diopan’al di là’al di là’al di là morte di Diopan creatrix creatio ex nihilx già crea. CreatrIx in sé da sé senzaperché in sé crea essernevento.
Crea crea-evento. Creatrix crea è senzaperché creareVento È crea la “morte di diopan”crea Da creatore dà dal panulla: È per sé panulla morte di diopan creareventontology crea senza–perché È crea La morte di diopan Diopan della metafisicrea Zarathustra creatrice creareventux crea dèi creareventology essere diopan! Dèi metafisikamentevento senzaperché’ultimàcreatric’EventUx. La creatrice dell’eventontology crea crearevento è creatrix la morte di Diopan in sé di sé crea creareventontology creatriceventology crea crea-senzaperché Al di là crea senzaperché creatrix.
Crea crea-dà’essereventontologydell’essere – è creatriceventontology dell’eventessere demiurgontology dell’evento“crea”senzaperché È“al di là” delLa metafisicamente crea«al di là» è“al di là”crea in sé esserevento». L’essereventontolOgy esserevento È al di là.
Crea crearevEntux in sé È’evento È“abissaleventontology”senzaperché abissalevenTux“senzaperCh锓abissaleventologia”senzaperché È stringravità. È già esserevento crea stringravità stringholexgravità stingravità’infinità dello spaziotempo stringravità-metafisica in sé abissalevento!–«abissaleventontology»stringravità Eventontologico dell’eterno ritorno. L'exstasispaziotempora essere-già-futurontology. Essere-già-eventontology crea eventempora»«stringravità!!»esseregiàesserneesseregiàeventontology senzaperché«Esserègiàevento:– esserci già in sé esSercigià esseregiàeventux essernegià’eventofuturontology senzaperché essercigià senzaperché–esserci––già“abissaleventontology”crea creapanulla senzaperché crea è già creatontology metafisicamente stringravità creareventontology senzaperché già crea crea-di-già dal-panulla creativontology creaEventontology–È eracliteontology crea
La metafisicamente eventodell’esseregià oltre la metafisica eventodell’esseregià eventontologydell’essere». Noumènestasi eventestasi in sé futurontology senzaperché estasieventontologico–«dell’esseregià»–eventodell’esseregià aleggia la morte di diopan esserGià––È lì al di là in sé senzaperché essercigià stringravità stringholex-gravità:esservigià!»stringravitàcreatontology stringravità:«stringholexgravità»senzaPerché creativontologystringravità metafisicamente al di là senzaperché al di là Stringravità creatorevento. È in sé aleggia eventontology morte di diopan esseregià oltre la metafisicamente.
Vi è abissalevento:«abissaleventontology!»dell’esseregià eventodell’esseregià l’eventodell’essercigià dell’essernegià“là”in sé È essercigià oltre la metafisicamente al di là“là”»già-evento senzaperché è già Evento crea’eventO Vi è già Evento eventontology l’evento”vi è””evento–creerà’eventità paradossalità paradossontology poetanteveNto senzaperché È spaziaL’Ontopologia diradanza“l씓là”diradanza futurontology SenzapErché spaziotemporaeventontoLogy diradanza oltremetafisicAmenx senzaperché Erixontology”kreatriceventux metafisicamènx creareventology olremetafisica creareventux creatrix crea senzaperch锓destinontology”»È destinontologia crea poetanteveNtontology sovraevento morte di diopan«morte di diopan» nihilontology nihilx-senzaperché diopan è morto senZaperché stringravità Zarathustrontoteology Zoroastrontoteology Zarathustringholex panulla Diopan è "! Zarathustrontòteologia crea lì lì-in-sé è senzaperché dà senzaPerché panulla'ultimoZarathustrontoteology: caosontology in sé diradanza C'è'ultimontology è crea esserlontology C'è è panulla senzaperché soggiorna dà è metafisicreatoreventontoteology. Creatoreventologiax.
Creatoreventux creatoreventontologia Creatrix.
Creatriceventontology Zarathustringholex creatorx pensanteventontology senzaperché: pensanteventux lì pensanteventontologia già crea creatrix crea crea di per sé creazioneventux.
Creare in sé nuovo inizio della creazioneventux nel mondo ontologia-dell'esserevento È si dà dà lì già lì già Sognontology creatrix Creatoreventosenzaperché crea oltre Al di là creatontology al di là! Crea crea là estasievento in sé in sé di sé C'è inSé vi è in Sé crea creatontology crea creatrixevento crea:crea al di là senzaPerché creareventux al di là in sé già dà KrEatrix in Sé crea C'è stringravità stringholexgravità!
L'evEntontology là crea al di là di per sé sublimEventux sublimità c'è È Metaeventontology crea Dà senzaperché si dà Vuotontology Senzaperché Là già già-senzaPerché«È. È! È già si dà C'è esserci! senzaperché crea È crea creatrix in sé lì creatrixeventux! Creatoreventontology crea l'ultima creazioneventologia. PanontoLogy crea creatrix crea lì senzaPerché crea È lì lì-L'è creatrix vuotontology nello spaziOntology si è al di là crea creareventux al di là è lì È già in sé lì crea crea crea creatRix creatoreventux! crea vuotontology È dà al di là vi è lì già​




j
modifica
Y
elimina


Ti piace questa storia?
b Mi piace (0)

Condividi questa storia
ehcl







[evernote:618a774a14b11e1f0a7c8792b5363a3c アップロード中]
Other stories by
giacintx plex


katatokreontology
27d0b


essermene
105d2b


essermi
144d5b


esserne
122d3b





Other stories



Storia del giorno: Con te
139d13b


Storia del giorno: Riflessioni di un vecchio scrittore
95d6b


Storia del giorno: Non sei sola
150d6b


#WritingTips: la parola a Stephen King
132d16b











20lines Inc.Accordo generalehec







monderose53@yahoo.it | Logout | Aiuto

1. Dettagli della storia»
2. Riepilogo»
3. Copertina»
4. Anteprima»
5. Crea la tua storia»
6. Pubblicazione




Versione mobile iPhone e Android
ontologia dell'essereventuxdi giacinto giacinthom
Genere: NarrativaMood: Romanticismo
Creare in sé nuovo inizio della creazioneventux nel mondo ontologia-dell'esserevento È si dà dà lì già lì già Sognontology creatrix Creatoreventosenzaperché crea oltre Al di là creatontology al di là! Crea crea là estasievento in sé in sé di sé C'è inSé vi è in Sé crea creatontology crea creatrixevento crea:crea al di là senzaPerché creareventux al di là in sé già dà KrEatrix in Sé crea C'è stringravità stringholexgravità!
L'evEntontology là crea al di là di per sé sublimEventux sublimità c'è È Metaeventontology crea Dà senzaperché si dà Vuotontology Senzaperché Là già già-senzaPerché«È. È! È già si dà C'è esserci! senzaperché crea È crea creatrix in sé lì creatrixeventux! Creatoreventontology crea l'ultima creazioneventologia. PanontoLogy crea creatrix crea lì senzaPerché crea È lì lì-L'è creatrix vuotontology nello spaziOntology si è al di là crea creareventux al di là è lì È già in sé lì crea crea crea creatRix creatoreventux! crea vuotontology È dà al di là vi è lì già





AA




[evernote:613053cdadb5207ff11b953c8ab23c0c アップロード中]





AA












La tua storia è stata validata dal sistema*
Sei soddisfatto dopo aver guardato e riletto attentamente la storia in preview? Allora accetta le condizioni contrattuali e invia subito la tua storia, potresti essere pubblicato sul sito "storiebrevi.it". Ricorda che potrai inviare massimo 2 storie al mese in valutazione, per cui controlla che sia perfetta prima di inviarla. Se invece hai trovato degli errori o vuoi modificare qualcosa, ad esempio mettere in corsivo un titolo, puoi usare il pulsante "Modifica testo" qui sotto e, subito dopo, inviare la storia.Ricorda che potrai inviare massimo 2 storie al mese in valutazione
Ho letto e accettato le Condizioni e termini di utilizzo del servizio Approvazione ai sensi degli articoli 1341 e 1342 Cod. Civ. servizio

la validazione del sistema è di tipo tecnico. Non entra nel merito di eventuali errori ortografici e/o della qualità dei contenuti


Impossibile caricare l'URL: The domain of this URL isn't included in the app's domains. To be able to load this URL, add all domains and subdomains of your app to the App Domains field in your app settings.















Storiebrevi
Narrativaper Smartphone
Tieniti aggiornato!


Mi piace






30















Come scrivere una storia
La selezione delle storie
Spunti per la creatività











))

eventontology

  1. eventontology.....Ontology EraclitOntOlogy ontologia in Eraclito di per sé HeraclitOnTology in sé" in sé" EraclitOntoloGy l'anima deve parlare

Greca, o resi in uno spirito più cosmopolita, l'anima deve "parlare la lingua" (B107).

Ora che è stato stabilito che Eraclito non è scettico circa il valore del

percezione sensoriale come Parmenide, si può tentare di valutare l'affermazione della dottrina del flusso basato

sulla testimonianza dei sensi. Sembra poco probabile che ci potrebbero essere molte prove sensoriali per Platone

interpretazione del cambiamento perpetuo. Guthrie porta in primo piano l'immagine usata da Aristotele per illustrare il il-

moria di flusso come potenziali prove sensoriali, cioè quello di gocce d'acqua su una pietra.

12

Si tratta di supporto

prove posedly che, anche se la percezione sensoriale non è in grado di rilevare il cambiamento, come si verifica, l'erosione, che

si svolge nel tempo può testimoniare il flusso costante di tutte le cose. Ma ci sono diversi problemi

con questa immagine. Il gocciolamento dell'acqua non è esso stesso un flusso continuo. Il cambiamento che provoca

è infatti impercettibilmente piccola, ma è intermittente, non è continuo. Questo non è un punto banale, ma è

uno che può essere corretta semplicemente modifica l'immagine a quella di un flusso continuo di acqua; in

ordine per l'argomento di lavorare a sostegno della spiegazione di Platone, ta panta rei, tutto il cambiamento deve essere

dimostrato di essere continuo.

Si può cercare di salvare l'argomento postulando una fase invisibile di cambiamento che persiste

tra gocce, ma per fare ciò, si deve porre una sorta di movimento impercettibile, un'idea

che l'avversione Eraclito 'stato già osservato in precedenza. E il problema è ancora più netto per le cose che

non si stanno muovendo in alcun modo ovvio, come una pietra senz'acqua versa sopra affatto. Di Più

in generale, uno non forse percepisce una tendenza di tutte le cose da portare via con il tempo, ma non vi è cer-

tamente alcuna evidenza percettiva a suggerire che questa erosione è continuo e non intermittente, come

sembra più intuitiva almeno per oggetti.

Proprio come Eraclito non è uno scettico per quanto riguarda il valore della percezione sensoriale, né è

3

11

L'obiettivo di questo frammento è probabilmente la religione greca, come descritto da poeti (anche sotto attacco in B44 e B33), e / o ex

filosofare trasensual come quella di Anassimandro, che pone l'esistenza di un Apeiron (illimitata, senza limiti) sostanza

che rimane impercettibile.

12

Guthrie, 202.



pagina 4

Sul potenziamento nei fiumi

impegnata a qualsiasi tipo di relativismo. Nella sopra B99 frammento discusso, Eraclito mette in chiaro

che vi è una componente cognitiva coinvolta nella comprensione complementare ai sensi, cioè

il linguaggio dell'anima, che gli permette di comprendere i loghi e non semplicemente sentire, come se si ri-

mained assente durante la sua presenza (B34). I loghi, che viene generalmente tradotto come "conto", "parola", oppure

"Ragione", si riferisce qui a ciò che è inerente l'ordine delle cose indipendenti dalla nostra percezione sensoriale

di esso. Quindi, anche se la maggior parte delle Eraclito premi quelle cose che possono essere viste e ascoltate come fisico

modifiche, che sono percepibili, queste cose non sono da prendere come vero solo sulla base di sin-

UAL percezione. Essi sono vere, perché sono in un certo senso "governate" da un logos che esiste

a prescindere da qualsiasi individuo: "... anche se [il logos] è comune, ma molti vivono come se avessero un pienza

dom di loro "(B2). Se si può essere autorizzati a parlare di un "epistemologia" di Eraclito, è

chiaramente oggettivo e non relativistica. Alla luce di queste considerazioni, uno dei frammenti che meglio

si presta ad una interpretazione relativistica possono essere compresi in modo diverso. Eraclito 'afferma che "il mare

è la più pura e l'acqua impura; pesce può bere ed è un bene per loro; per gli uomini è imbevibile

e distruttiva "(B61). Questo è visto meglio come una dichiarazione paradossale come l'acqua di mare è la sua

la natura sia puro e impuro, piuttosto che una affermazione che l'acqua di mare è in qualche modo in sé e per sé differenza

ent per gli uomini di quanto non sia per i pesci.

13

Dato che questa discussione comincia a incidere su alcune interpretazioni controverse di Eraclito '

teoria delle unità nell'opposizione, basti dire che Eraclito è impegnata in un mondo e di un logo

che sono comuni a tutti. Possiamo essere d'accordo con Platone che queste affermazioni non sono facilmente conciliarsi con un

visione del mondo in cui le cose sono in costante evoluzione. Ci sono gravi difficoltà sia con un

teoria del linguaggio e una teoria della verità che derivano da negare che tutto ciò che mai rimane costante.

Ma ammettere, come si deve sulla forza delle evidenze testuali, che Eraclito ha dedicato molto

pensato per l'esistenza eterna del cosmo, per i quali i loghi rimane invariato, mentre contemporanea-

neamente supponendo che egli sostiene che tutte le cose sono in costante evoluzione, è quello di accusare Eraclito di un

inconsistenza intellettuale estremamente fondamentale e altrettanto improbabile.

Per tornare ancora una volta la questione della percezione, Eraclito osserva che diversi sensi

sono utili in diverse condizioni: "Se tutte le cose sono state trasformate a fumare, le narici sarebbero distin-

guere loro "(B7). Mentre Eraclito chiaramente non crede che tutte le cose sono fumo, questo frammento

fa fornire un indizio su quello che crede di essere il senso più preziosa in questo mondo; gli uomini-

zione di fumo crea associazioni di fuoco. E infatti Eraclito collega esplicitamente la visione con il fuoco in

frammento B26: "L'uomo è acceso e messo fuori come una luce nella notte-tempo." Vision è quindi meglio in grado

per dare un senso di un mondo, che è illuminata dal fuoco, o il sole.

Eppure si tratta di un frammento di circa il sole che sembra più contraddice i tentativi di dissociare

Eraclito dalla dottrina della ta panta rei. Nel frammento di B6, Eraclito scrive: "Il sole è nuovo ogni

giorno. "Se il sole è nuovo ogni giorno, quindi sembra essere il genere di cosa, che è in perenne mutazione

e anzi in modo tale che questo cambiamento è impercettibile, come il sole generalmente non apparire segnale

significativamente diverso da un giorno all'altro. Premesso che il sole può occasionalmente comparire un colore diverso

in determinate condizioni atmosferiche, ma ciò non è una connessione necessaria che causerebbe uno

4

13

Per un argomento diverso di come questo frammento non impegna Eraclito a qualsiasi forma di relativismo, vedere Marie I. George,

"Quello che la saggezza è Secondo Eraclito l'Oscuro", in Lyceum, vol. 5, No. 1, (1993), 11.



pagina 5

Stephen Aylward

parlare di un nuovo sole "tutti i giorni". E mentre modello relativo del sole attraverso i cieli fa

il cambiamento in modo necessario, sembra improbabile che questo cambiamento quotidiano è un motivo sufficiente per posit-

zione l'esistenza di un intero sole nuova o anche sostanzialmente diverso. Questa impercettibile cambiamento cer-

tamente sembra parlare contro gli argomenti su Eraclito e percezione sensoriale di cui sopra.

Ma forse c'è un motivo particolare per considerando che il sole può essere un'entità privilegiata in questo

considerare. In effetti, questo non deve sorprendere, dato il ruolo chiave data al fuoco. come Eraclito

afferma, "il mondo ... era mai, è, e sempre sarà un fuoco sempre vivente ..." (B30), e attribuisce cen-

trale brillantezza cosmica al sole, affermando: "Se non ci fosse il sole, sarebbe notte", dal momento che l'altra

inizia non basterebbero per rendere giorno (B99).

Il luogo privilegiato data dal Eraclito a fuoco nella sua filosofia conferisce un simi- superficiale

rità di monismo materiale dei Milesi, che erano, è vero, le sue principali influenze filosofiche.

Nel monismo materiale di Anassimene, per esempio, tutte le cose vengono all'esistenza per rarefacation

e condensazione di aria. Se fosse semplicemente il caso che tutto viene ad essere da fuoco in un simile

modo, sarebbe facile spiegare perché il sole sarebbe nuovo ogni giorno, dato che una parte diversa

il suo fuoco sarebbe stata condensata o rarefatto in nuovi esseri. Ma il fuoco eracliteo alla base della

universo in un modo che è fondamentalmente diverso da acqua o aria Thalesian Anaxeminesian.

14

Il

Interpretazione Milesian di Eraclito 'Cosmologia si basa sul frammento B90: "Tutte le cose sono ex-

cambiato per il fuoco, e il fuoco per tutte le cose, anche come merce per l'oro, e l'oro per gli articoli ". Ma come Guthrie

sottolinea, questo cambiamento non è una semplice questione di trasformazione; Eraclito avrebbe potuto facilmente scritta

che l'oro assume la forma di gioielli, o candelieri, o qualsiasi altri articoli.

15

Ma invece ha de-

scribi la vicenda come una sorta di commercio.

In effetti, può valere la pena sottolineare, per estendere l'analogia, che il commercio può aver luogo

sulla base del credito, in modo che l'oro non deve essere immediatamente trasferita per merci, ma che questo

potrebbe avvenire nel corso del tempo. Così come il commerciante umana tiene traccia di ciò che è dovuto personalmente,

un contabile cosmica tiene traccia di quanto le è dovuto: "Il sole non oltrepassare le sue misure; se lui

fa, le Erinni, le ancelle di giustizia, lo scoprire "(B94). Eraclito può quindi difficilmente può essere

ha detto di tenere una teoria fisica elementare, almeno non nel senso di Mileto. Inoltre, egli descrive

questione non in termini di propria sostanza, ma come qualcosa di tensione di essere tirato in diversa direzione

zioni.

16

I tre principali sostanze individuate nei frammenti esistenti sono il fuoco, l'acqua e la terra (cf.

B36). Egli scrive, "Le trasformazioni del fuoco sono, innanzitutto, di mare; e la metà del mare è terra, la metà

[accensione] "(B31). Prendendo mare per essere un sostituto per l'acqua, si vede che l'acqua non è mai definito nel proprio

termini, o in termini di sue proprietà. Invece, è descritto come qualcosa perennemente in tensione

tra le altre due sostanze; la metà di esso rimane il fuoco, da dove è venuto in essere, e la metà di

diventa terra, che viene ad essere dall'acqua (B31). In questo senso, allora, "la salita e la strada

giù è uno e lo stesso "(B60).

Per lasciare da parte la complessità della eracliteo cosmologia, vediamo che anche se il fuoco di

ruolo nel sistema è fondamentalmente diversa da quella di acqua per Talete, siamo ancora in grado di vedere

5

14

Gregory Vlastos, "On Eraclito" in The American Journal of Philology, vol. 76, No. 4 (1995), 367.

15

Guthrie, 205.

16

Gregory Vlastos, "uguaglianza e la giustizia in Cosmologie greci presto," in filologia classica, vol. 42, No. 3 (1947), 164.



pagina 6

Sul potenziamento nei fiumi

come il fuoco è coinvolto nelle prossime ad essere di altri esseri. Per tornare al problema del frammento sole

B6 discusso in precedenza, ora possiamo dire che è il coinvolgimento del fuoco in tutti i cambiamenti che si svolge

(anche se questo cambiamento non avviene continuamente), che rappresenta un "nuovo sole" aumento ogni

giorno.

Al fine di delineare un'idea di ciò che il vero scopo della immagine del fiume è, se non a sug- è

gest una teoria materialistica del flusso, si dovrebbe prendere in considerazione il luogo di psukhe (anima) nel contesto della

frammenti esistenti. Il ruolo centrale svolto dal psukhe nel pensiero di Eraclito 'è stata spesso eccessiva

in ombra dai suoi più drammatici nozioni cosmici di fuoco, l'identità degli opposti, e, naturalmente, il

la teoria del flusso. Questa tendenza ha rivendicato il sostegno del titolo presunto del libro di Eraclito ', di Na-

tura.

17

Ma questa è la prova incerta nella migliore delle ipotesi, dal momento che la designazione dei presocratici come "di Aristotele NAT

filosofi Ural "ha causato praticamente ogni testo presocratici a venire ad essere conosciuto con questo nome, ed è

quasi certamente non un titolo autentico.

18

D'altra parte, in un recente lavoro interessante, romana

Dilcher ha proposto che proemio al lavoro Eraclito '(B1) è in realtà abbastanza simile ad altri proems

della sua giornata.

19

Questa analisi lo porta alla conclusione che gli "atti ei fatti" di cui sono B1

il vero oggetto del suo lavoro, che suggerisce che lo studio della psukhe è più centrale

quella del cosmo per eracliteo pensiero.

Lasciando da parte queste considerazioni filologiche ancora una volta, è abbastanza chiaro dal testo

che ogni interpretazione del flusso in Eraclito deve tenere adeguatamente conto dell'anima. Per le anime sembrano essere

un buon esempio di qualcosa che scorre e costantemente cambia. L'anima umana è Al-

modi influenzati da ciò che sperimenta, e dal momento che l'anima sperimenta in ogni momento della giornata, è

costantemente in uno stato di flusso. Morevoer, questa lettura sembra coerente con gli altri frammenti chiave ri-

Lating all'anima. Ad esempio, nel frammento di B45, si dice che anche nel viaggiare ogni percorso dell'anima,

non troverete i suoi confini perché i suoi loghi è così profondo. Ciò suggerisce che l'anima è efficace

senza limiti, e quindi incomprensibile. Uno dei motivi per qualcosa potrebbe dire di essere efficace senza limiti

è che cambia continuamente, in modo che, anche se siamo in viaggio ogni percorso, dal momento che abbiamo finito, i percorsi

si sarà diverso. L'anima è senza limiti, perché è sempre in movimento; infatti, contiene

il principio della sua propria crescita (B115). Inoltre, pur riconoscendo che la ricerca per trovare la

confini dell'anima non sarà mai pienamente successo, Eraclito approva questa ricerca, in un irregolare auto

frammento referenziale: "Ho cercato per me" (B101). Si tratta di una affermazione riguardante il suo metodo,

che forse anche gli permette di affermare di avere un rapporto privilegiato con la verità con tanta spavalderia in

frammento di B1.

Naturalmente, l'affermazione che l'anima è costantemente in uno stato di flusso non sarebbe affatto essere superficie

Premiazione di un sostenitore dell'interpretazione eracliteo ta panta rei. Ma secondo la lettura

sopra, l'anima è in movimento in maniera privilegiata. Perché l'anima è ciò che è più immediato per noi,

e perché possiamo avere comprensione di esso in modo indipendente della percezione sensoriale esterno, possiamo vedere

che è sempre in uno stato di cambiamento. Ma per Eraclito a proporre ricerca dell'anima come ac- significativo

tività, ha bisogno di permettere che ci sia in un certo senso una unità ontologica della persona che conduce la

6

17

Françoise Joukovsky, Le Feu et le Fleuve, (Ginevra: Librairie Droz, 1991), 53.

18

GS Kirk, JE Raven, e M. Schofield, il presocratici Filosofi, 2

ND

Ed,. (Cambridge: CUP, 2007), 184.

19

Romano Dilcher, Studi di Eraclito, (Zürich: Hildesheim, 1995), in particolare 11-18.



pagina 7

Stephen Aylward

ricerca. Per quanto riguarda gli effetti dell'invecchiamento, scrive che in realtà è la stessa cosa essere giovani o

vecchio (B88). In virtù di diventare vecchio, non si diventa essenzialmente diverso. Alcuni aspetti della

proprio essere sono semplicemente invertiti. Quando le cose sono in continuo mutamento, come il fiume, il punto non è che essere-

venire qualcosa di diverso; il loro logo rimane la stessa. Il punto è piuttosto che solo cambiando che

qualcosa può trovare il riposo, che può essere quello che è. Quindi, "non riposa cambiando" (B84a). È a causa di

questo che si tratta, in un certo senso la morte di qualcuno a dormire. Una più se stessi è, perché il flusso

di cambiamento nell'anima è stato temporaneamente interrotto (B26). Analogamente, la bevanda orzo separa

quando non viene agitata (B125). La bevanda può essere solo ciò che è di essere in movimento.

In questa lettura, l'immagine fiume è significativa in un modo diverso. Eraclito sta facendo un ar-

gomento contro un'ontologia strettamente materialista, non per questo. Egli non significa che un essere persiste

nel tempo solo in virtù delle sue componenti materiali, ma che vi è un componente non materiale, o

logos, che definisce che l'essere. Quando si fa notare che un fiume è sempre in movimento, non lo fa

intendo dire che cessa di essere il fiume che è; alla luce della lettura sopra, si potrebbe cessare solo

essere il fiume che è omettendo di essere in continuo mutamento. L'immagine Fiume sottolinea che "acque dolci scorrono in

su di voi ", come ti trovi nel fiume, ma ciò che questo è destinato a dimostrare, è che, nonostante il riale

cambio rial del fiume, non rimangono gli stessi. Come tanti altri frammenti di Eraclito, il

sostengono che non si può stare nello stesso fiume due volte viene così meglio inteso come un paradosso, destinata a

attirare la nostra attenzione al rapporto tra composizione del materiale e il logos che è il vero

essendo di tutti gli esseri. Si tratta di un artificio retorico, non una seria ipoteca sulla struttura ontologica del

mondo. Anche se in realtà non sempre cambiare, tutte le cose sono suscettibili di cambiare; anche il sole, la

simbolo del fuoco, che appare più immutabile, è infatti di nuovo ogni giorno. Ma la natura delle cose (unità PHU-

SIS) non può nascondere (B123), da ciò che non tramonta mai (B16), che può sempre essere visto ed è comune

a tutti, i loghi (B2). E 'dunque il logos che governa essere per Eraclito, non il sbilanciamenti temporanea

ANCES di trucco materiale, che sono in ogni caso sempre restituiti al contabile cosmica.

Questa rilettura dei frammenti esistenti nel tentativo di dissociare Eraclito dal

dottrina del flusso pone le proprie domande imbarazzanti: che tipo di esistenza è il logos stesso significato per

possedere in ontologia Eraclito ', e come si può governare l'essere degli esseri senza essere connessi

con qualsiasi materiale particolare di essere? Fa permettendo che tutte le cose possono cambiare in linea di principio, anche se

non sono in realtà in continua evoluzione, davvero evitare i problemi epistemologici e linguistici in origine

sollevato da Platone nel Cratilo? Indipendentemente dalle risposte a tali domande, che non possono essere affrontate

sotto i vincoli di questo documento, è chiaro che l'interpretazione sopra è più coerente con la

resto della filosofia di Eraclito 'che l'antica visione di Eraclito, come il filosofo della ta panta rei.

Domanda principale Eraclito 'non può essere stato inteso come un avallo di stretta materialismo, dal momento che il suo

impegno per l'esistenza indipendente di un logos che governa tutte le cose rende tale riduzione

ontologia tionist impossibile. Se l'esistenza di un fiume è determinata esclusivamente dalle acque che

flusso attraverso di esso, non ci sarebbe ovviamente alcun bisogno per essere governata da loghi esterni, la sua

composizione materiale sarebbe già sufficiente per il suo essere. Cratilo è quindi seriamente missione

preso quando ha affermato che la filosofia di Eraclito f:id:gpdimonderose:20160310034157p:plainf:id:gpdimonderose:20160310034240p:plainf:id:gpdimonderose:20160310034309p:plainf:id:gpdimonderose:20160310034339p:plainf:id:gpdimonderose:20160310034359p:plainf:id:gpdimonderose:20160310221148p:plainf:id:gpdimonderose:20160312231034p:plainf:id:gpdimonderose:20160321035640j:plainf:id:gpdimonderose:20160321035650j:plainf:id:gpdimonderose:20160321035717j:plainf:id:gpdimonderose:20160323224936p:plain

Filosofia della matematica...Filosofia della matesis...metafisica della mathesix...creazione di equazioni, che costituiscono il punto di partenza indispensabile di tutte le ricerche analitiche. Ma questo lavoro preliminare è stato notevolmente semplificat

Filosofia della matematica...Filosofia della matesis...metafisica della mathesix...creazione di equazioni, che costituiscono il punto di partenza indispensabile di tutte le ricerche analitiche. Ma questo lavoro preliminare è stato notevolmente semplificato dalla creazione di analisi trascendente, che ha così accelerato il momento in cui la soluzione ammette di uniforme e precisa applicazione dei metodi generali e astratti; riducendo, in ogni caso, questo lavoro speciale alla ricerca delle equazioni tra le grandezze ausiliari; da cui il calcolo porta poi a equazioni direttamente riferiti alle grandezze proposte, che, prima di questa concezione ammirevole, era stato necessario stabilire direttamente e separatamente. Se queste equazioni indiretti sono differenziali equazioni, secondo l'idea di Leibnitz, o equazioni di limiti, conformably alla concezione di Newton, o, infine, derivati ​​equazioni, secondo la teoria di Lagrange, la procedura generale è evidentemente sempre la stessa.


Ma la coincidenza di questi tre metodi principali non è limitata all'effetto comune che producono; esiste, inoltre, nel modo stesso di ottenimento. In realtà, non solo fare tutte e tre considerano, al posto delle grandezze primitive, alcune quelli ausiliari, ma, ancora più in là, le quantità così introdotti come filiale sono esattamente identici nelle tre metodi, che di conseguenza differiscono solo nel modo di visione loro. Questo può essere facilmente dimostrare prendendo per il termine generale di confronto una qualsiasi delle tre concezioni, soprattutto quella di Lagrange, che è il più adatto per servire come un tipo, come il più libero da considerazioni estere. Non è evidente, per la stessa definizione di derivati ​​FUNC zioni, che non sono altro che ciò Leibnitz chiama differenziali coefficienti oi rapporti di differenziale di ogni funzione a quello della variabile corrispondente, in quanto, nel determinare il differenziale primo, saremo costretti, per la natura stessa del metodo infinitesimo, limitarsi a prendere l'unico termine del l'incremento della funzione che contiene la prima alimentazione di infinitamente piccolo incremento della variabile? Allo stesso modo, non è la funzione derivata, per sua natura, allo stesso modo il necessario limite verso cui tende il rapporto tra l'incremento della funzione primitiva e quella della sua variabile, nella misura in cui quest'ultimo diminuisce indefinitamente, in quanto esprime evidentemente quello tale rapporto diventa quando si suppone l'incremento della variabile

per essere uguale a zero? Ciò che è designato dal - nel

dx

Metodo di Leibnitz; ciò che dovrebbe essere notato come

Ay L - in quella di Newton; e ciò che ha Lagrange

ASCIA

indicato con / '(z), è sempre una stessa funzione, visto da tre diversi punti di vista, le considerazioni di Leibnitz e Newton correttamente consistente nel far conoscere due proprietà necessarie generali della funzione derivata. L'analisi trascendente, esaminato astrattamente e nel suo principio, è quindi sempre lo stesso, qualunque sia la concezione che viene adottato, e le procedure di calcolo di funzioni indirette sono necessariamente identici in questi diversi metodi, che in modo analogo devono, ad qualsiasi applicazione qualunque sia, portano risultati costantemente uniformi rigore.

VALORE COMPARATIVA DEI TRE METODI.

Se ora cerchiamo di stimare il valore comparativo di questi tre concetti equivalenti, ci troveremo in ogni vantaggi e gli inconvenienti che le sono proprie, e che ancora impedisce geometri da limitandosi a uno qualsiasi di loro, considerati come finale.

Quella di Leibnitz. La concezione di Leibnitz presenta incontestabilmente, in tutte le sue applicazioni, una marcata superiorità, guidando in modo molto più rapido, e con uno sforzo molto meno mentale, alla formazione di

H

equazioni tra le grandezze ausiliarie. E 'al suo utilizzo che si deve l'alta perfezione che è stata acquisita da tutte le teorie generali della geometria e della meccanica. Qualunque sia le diverse opinioni speculativi di geometri rispetto al metodo infinitesimo, in un punto astratta di vista, tutte tacitamente concordano nell'impiegare entro preferenza, non appena essi devono trattare una nuova domanda, per non complicare la necessaria difficoltà da questo ostacolo puramente artificiale procedendo da un accanimento fuori luogo l'adozione di un corso meno rapido. Lagrange se stesso, dopo aver ricostruito l'analisi trascendentale su nuove basi, ha (con quella franchezza nobile, che così bene adatto suo genio) ha reso un suggestivo ed omaggio decisivo alle proprietà caratteristiche della concezione di Leibnitz, seguendo esclusivamente in tutto il sistema della sua Mecanique Analy tique. Tale fatto rende inutile qualsiasi commento. Ma se consideriamo la concezione di Leibniz in se stesso e nelle sue relazioni logiche, non possiamo sfuggire ammettendo, con Lagrange, che è radicalmente vizioso in questo, che, adottando le sue espressioni, la nozione di infinitamente piccole quantità è & falsa idea, di cui è di fatto impossibile ottenere un concepimento chiaro, tuttavia possiamo ingannarci quella materia. Anche se adottiamo l'idea geniale di compensazione di errori, come sopra spiegato, questo comporta l'inconveniente radicale di essere obbligati a distinguere in matematica due classi di ragionamenti, quelli che sono perfettamente rigoroso, e quelli in cui abbiamo designedly commettiamo errori che successivamente essere compensata. Una concezione che porta a tali strane conseguenze è indubbiamente molto soddisfacente in un punto logico di vista.

  1. f:id:gpdimonderose:20160310034157p:plainf:id:gpdimonderose:20160310034240p:plainf:id:gpdimonderose:20160310221148p:plainf:id:gpdimonderose:20160312231034p:plain

abdux

ONTologia del possibile nella filosofia di

Peirce HEIDEGGER ontologia del possibile

nella filosofia di Peirce HEIDEGGER

ABDux Ecstatic

Naturalismo (Schelling, speculativa metafisica)

............................................................................

.........................26 Vista di B. Estatico

Naturalismo sulla filosofia di Peirce della

religione .................... 28 IV. Metodologia e

prospettiva: Estatico Naturalismo e

contemporanea Filosofia A. Natura e tipi di

naturalismo ...........................................

........................ 29 B. Definizione Estatico

Naturalismo ............................................

..................... 35 C. Estatico Naturalismo e

filosofia contemporanea

...................................... 38 D. La "terra" della

divulgazione per la vita divina

...................................... ....... 45 V.

Organizzazione dei capitoli

.............................................

................................ 48 CAPITOLO 2 - cosmo

in evoluzione I. Categorie
pagina 5
A. Dottrina delle categorie

............................................

................................ 62 B. Fenomenologia:

categorie sono elementi di fenomeni

............................. 65 C. Ontology-cosmologia:

categorie sono modi di essere

.................................. 71 II. Dottrina delle

Categorie: Fenomenologia L'idea di A. Peirce

della fenomenologia

............................................ ...................... 73 B.

ordinale la fenomenologia nella prospettiva di

Estatico Naturalismo ............. 77 III.

Un'ontologia della possibilità A. Realtà: reale

e possibile ...........................................

............................... 82 B. Possibilità: il suo

concetto e la modalità

.......................................... ....................... 86 C.

La funzione di possibilità nella vita divina

........................................ ........ 90 IV. Di Peirce

"Cosmotheism": Ontologia e Cosmologia A.

Midworld e orizzonti,

......................................... passato e futuro

............. 94 B. Il continuum della natura: la

convergenza della mente

........................................ ... 97 C. panteismo o

panenteismo? ............................................

............................ 111 D. natura e dei suoi

ordini: le profondità del Firstness

....................................... ..... 114 CAPITOLO 3

  • sequestro e CASO ESTATICA I. Abduction A.

Abduction definito

..............................................

........................................ 130 B. Abduction e

induzione .............................................

............................... 136 La teoria di C. Pierce

della logica: sequestro appartiene ad un

processo vissuta di inquiry..139 La teoria di D

Pierice di ragionamento: il rapimento e le sue

implicazioni religiose ...... 144 II. Firstness e il

dialogo Richiesta Organismo A. Firstness-

sentimento definito ............................................

................................ 152 B. Firstness-

sensazione disturbato: le origini della

mentalità a livello di universo .......... 154 III.

Sintonizzarsi con la Mente della Natura A.

Irritazione, dubbio, e la fede a livello di

sentimento ..................................... 164 B.

sedimentate convinzione e la forza

dell'esperienza rottura convinzione .............

168 IV. "Argomento Neglected" di Peirce:

Apertura di un sacro Dimensione Umana

Esperienza R. Il "Argomento Neglected": la sua

storia e la struttura ................................ 174 B.

pensiero religioso e la quota di ricerca

scientifica una forma comune di inferenza

............................................................................

.............................................177 C. sensazione

Numinous: una dimensione sacra

dell'esperienza umana .................... 182 V.

rapimento e l'Estatico Evento A. finiti prima

della Infinite ............................................

................................. 190 Di B. Peirce

Trascendentalismo

.............................................. ..........................

193
pagina 6
C. Ipotesi conferma come un evento estatico

.......................................... ... 196 VI.

Realizzando la Mente di Dio: il significato

religioso della Comunità di

Inquiry................................................................

.............................................201 CAPITOLO 4 -

Le profondità SACRO DELLA NATURA I. La

Schelling Connection L'influenza di A.

Schelling su Peirce ............................................

...................... 217 L'influenza di B. Schelling

su Heidegger ............................................

................ 223 II. 1936 Lecture di Heidegger su

Schelling: la sua importanza per la

comprensione peirceana Firstness L'idea di A.

Schelling della libertà e della terra

indeterminato di Firstness .... 231 B. "terra di

fondamento" [Abgrund] e la differenza

ontologica .............. 240 C. terra per la

trascendenza: possibilità

........................................... ............. 251 III. I

Sacri profondità della natura La filosofia di

Schelling della natura A.

............................................ .................... 256

Primo potenziale divino di B. Schelling e

Peirce Firstness ............................ 262 IV.

Conclusione: Peirce da un angolo

heideggeriana di Vision A. Natura e influenza

essenziale di Beyng ...........................................

................. 267 B. Ricettività: il poeta e lo

scienziato ......................................... ...............

275

BIBLIOGRAPHY.................................................

......................................................287
pagina 7
io Un abstract di tesi DI LEON

NIEMOCZYNSKI, per il Dottore di Filosofia

laurea in Filosofia, ha presentato il 5

dicembre, presso Southern Illinois University

Carbondale. TITOLO: PROFONDITÀ sacri

della natura: una ontologia del possibile Nella

filosofia di PEIRCE e ​​Heidegger

PROFESSORE MAGGIORE: Dr. Douglas R.

Anderson Questa tesi realizza uno studio del

pragmaticista americano CS Peirce e si

applica in modo costruttivo il suo pensiero ad

una comprensione religiosa della natura

denominata "estatica naturalismo ", una filosofia

sviluppata da Robert S. Corrington che

congiunge americano pragmatismo e la

fenomenologia continentale. In questo progetto

esploro come la modalità di funzioni possibilità

nella divulgazione di una "vita divina", cioè, la

vita di un sviluppo cosmo portati ad essere

sacro nei suoi continui processi di crescita

evolutiva e trasformazione. Possibilità, che si

trova nella categoria di Peirce di esperienza

conosciuta come "Firstness," fornisce organismi

con le condizioni ontologiche richieste per

qualsiasi sentito subito qualitativo

esperienza-esperienza che è il sito per

potenziale religiosa Esperienza. "Religioso"

esperienza qui significa la contrapposizione

estatica di essere finito Prima di essere "infinito".

Considero infinita di essere in primo luogo

come una pura e semplice disponibilità di

onorifico essendo (l'essere potenziale o

possibile: diventare) e quindi in termini di

come inchiesta può rivelare la natura di essere

un infinito totalizzante che individua e colloca

organismi finite. esso è la mia tesi che, come si

trova nella categoria di Firstness di Peirce,

possibilità funge da terreno per la divulgazione

di questo infinito ", la vita divina", consentendo

la presenza di farsi avanti come un sentimento

del sacro - una sensazione trovato quando

investigatori muse over la natura e stabilire

credenze circa l'universo in cui si trovano. Alla

fine
pagina 8
ii rendendo queste affermazioni più concreto,

vorrei richiamare su figure come esistenziale

tedesco fenomenologo Martin Heidegger, e

l'idealista tedesco Schelling FWJ in modo da

identificare come possibilità può servire come

un terreno (Abgrund) per la divulgazione

divina, e per identificare comprensione di

esistenza che prendono la natura di essere una

vita sacra di φύσις (phusis), rivelando in modo

dinamico e nascondere prima di organismi

finiti e situati.
pagina 9
iii DEDICAZIONE Questo lavoro è dedicato ai

miei genitori, e con mia moglie.
pagina 10
iv RINGRAZIAMENTI Robert S. Corrington,

Michael Raposa, e Anette Ejsing erano tutti

estremamente utile nella loro feedback critico e

il sostegno per il mio progetto. Sono molto in

debito con Robert Corrington per il suo tempo

presa per corrispondere personalmente con me

e il mio indirizzo ditte individuali. Il suo

profondamente impegnato risposte, supporto, e

il rispetto per le mie idee ha aiutato il mio

progetto crescere e fiorire. Vorrei anche

ringraziare Jed Delahoussaye per la sua

calore, gentilezza e generosità. La sua sempre

dare personalità, cuore e intelligenza, in Oltre

alle sue meravigliose seminari filosofia

medievale, mi ha ispirato moltissimo. Sorella

Judith Parsons era estremamente disponibile a

me istruire su come prepararsi per la difesa

tesi di laurea. Grazie a Ronald Perkins,

nonché, per la cura e la preoccupazione per la

mia salute durante l'anno che ho preso seduta e

scrivere questa tesi. E, infine, ho sarebbe più in

particolare ringraziare il mio mentore, Martin

Weatherston, per i suoi molti anni della vita-

guida e per avermi aiutato con le decisioni

personali e professionali. Grazie.
pagina 11
1 CAPITOLO PRIMO UNA FILOSOFIA

peirceana DELLA RELIGIONE "La parola

'Dio', così capitalizzato '(come dicono noi

americani), è la definibile corretto nome, a

significare Ens necessarium; nella mia

convinzione veramente creatore di tutti e tre gli

universi di Esperienza." --CS Peirce, CP 6.453 1

Questa tesi è un saggio di filosofia della

religione. Il mio focus è sul concetto di

possibilità e la sua connessione con un senso

del sacro. il concettuale significato di questo

studio cerniere sull'importanza di sviluppare

idee condivise da Pragmatismo americano e la

fenomenologia continentale. Spero di animare

discorso tra queste due tradizioni, oltre a

scoprire e chiarire i punti di collegamento

disponibile per la discussione tra le due

tradizioni nel campo generale dell'ontologia.

Lo scopo di questo capitolo è di servire come

introduzione generale al mio studio, e discutere

la portata e metodo della trattazione. Ho anche

identificare quali correnti I filosofica resistere

e da quello che le correnti che disegno. Spiego

la mia tesi, discuto terminologia generale, e

stabilire la mia posizione filosofica sui filosofi

coinvolti. I. INTRODUZIONE A. SINTESI

DELLE TESI Vorrei cominciare con una serie

di affermazioni che descrivono il mio progetto.

Quello che seguirà sarà essere un lavoro fuori

i dettagli di queste affermazioni.
pagina 12
2 "Firstness" è una delle tre categorie

fondamentali dell'esperienza secondo la

Pragmatista americano Charles Sanders

Peirce. 2 E 'la mia affermazione che "Firstness"

è un terreno di sentimento fenomenologica e

possibilità ontologica che sfugge l'ispezione

diretta, ma tuttavia può essere sentito come

rivelare una dimensione sacra dell'esperienza

umana. Il "Sacro" è definito in questo studio

come la presenza feltro o potere di ciò che è

divino, santo, o god-like. 3 Tradizionalmente

"sacro" è stato associato con particolare luoghi,

oggetti, o pratiche-rituali per esempio, un

luogo sacro, una pietra sacra o un albero, o di

una particolare sacra benedizione. Questi

luoghi, oggetti o le pratiche sono considerate

sacro perché manifestano la la presenza o la

potenza del divino. 4 Etimologicamente, "sacro"

discende dal latino sacro, che si riferisce agli

dei e tutto ciò che comporta il loro potere. 5

Vorrei ampliare la tradizionale comprensione

di come si possa incontrare il sacro, ponendo il

suo potere feltro molto vicino all'essere umano

nel corso della Esperienza. Quello che vorrei

suggerire è che si può vivere in un mondo che è

in grado di diventare sacro. Forse il sacro

potrebbe essere non trovato solo negli oggetti

artigianali umani o pratiche rituali, ma anche

nel funzionamento della natura stessa. Cioè,

workings- della natura date certe circostanze,

possono apparire sacro per l'essere umano.

Questi meccanismi di la natura comprende la

grande narrazione cosmologica dell'universo: i

suoi miliardi di anni di evoluzione, le sue vaste

estensioni di spazio, e le leggi scientifiche che

regolano i suoi organi. Con questa immagine

del sacro in mente, si potrebbe stare in

soggezione e con umiltà di fronte alla potenti

funzionamento di un vasto universo, e quindi ci

si potrebbe sentire un religioso e cosmica il

collegamento con l'universo onorare come

divino. Quella sensazione del sacro, credo, è a

disposizione di ciascun individuo: una potenza

maestosa, misteriosa e bella può essere sentito,
pagina 13
3 spingendo uno per ascoltare il funzionamento

della natura, motivare un agire religiosamente

in un dinamica e la trasformazione

dell'universo. Già sto lavorando con la

supposizione che ciò che è divino può apparire

sacra per l'essere umano, piuttosto che

sopravvivere in una forma completamente

nascosto. Mircea Eliade intitolato un aspetto o

manifestazione del divino un "ierofania" aspetto

  • un del divino in una forma sacra. 6 La parola

greca per sacra è ιερος, o "Hieros." 7 Il termine

"Ierofania" è stato istituito per consentire di

distinguere i fenomeni sacri "Tutti i giorni" o di

natura ordinaria, anche se "tutti i giorni" o

natura ordinaria potrebbe diventare sacra,

manifestando il divino a seconda delle

circostanze. 8 Le cose sono quindi

probabilmente capace di distinguersi nel loro

senso ierofanica di significato, che è

fondamentale per L'analisi di Eliade del

simbolismo religioso e l'ermeneutica

strutturali. Attirando l'attenzione all'idea

lavorazioni che della natura possono apparire

sacro è destinato a dimostrare che io non

pretendo la natura ad essere sinonimo con il

divino. Ho solo intendo suggerire che data

certa circostanze o eventi, il divino possono

apparire nei meccanismi della natura, e

potrebbero essere sentito come un potere sacro

o la presenza all'interno del corso

dell'esperienza umana. 9 In questo studio, mi

associo della divina sentiva la presenza o il

potere, indicata con il termine "Sacra", con il

potere di feltro di possibilità, indicata con

categoria di Firstness di Peirce. 10 io farlo

perché, per Peirce, che è il potere di possibilità

si trovano in Firstness che spinge il evoluzione

del cosmo attraverso permettendo la nascita di

novità, la crescita e il cambiamento, sia nella

natura e nella storia della cultura umana. 11

Nel mio punto di vista, esperienze di Firstness

consentire uno a incontrare una forma di

divinità che scelgo di chiamare "vita divina". "La

vita divina "si traduce in concetto di Peirce di

Dio e l'evoluzione del cosmo, o come Peirce ha

messo, "l'atto creativo di Dio è tutto ciò che ha

portato e sta portando su
pagina 14
4 l'intero universo della mente e della materia

in tutti i suoi dettagli [sottolineatura mia.] " 12

È il mio tesi che, come si trova nella categoria

di Firstness di Peirce, possibilità serve come

un terreno di informativa per la vita divina,

permettendo la sua presenza a farsi avanti

come una sensazione di sacra - una sensazione

trovato quando investigatori muse sul cosmo in

cui sono situati. Meditando sulla natura, sul

punto di vista di Peirce, inizia quando un

fenomeno sorprendente sconvolge uno di

credenze sul mondo. Al fine di venire a patti

con il fenomeno e movimento credenza in uno

stato costante, l'individuo inizierà un processo

di indagine nota come "Abduction" e

avventurarsi una serie di possibili spiegazioni

modo da tener conto per la fenomeno a portata

di mano, quindi "riparare" la convinzione

disturbato. E 'la mia affermazione che come

esseri informarsi e trovano le loro credenze in

discussione, interrotto, o più in generale

stimolato all'interno il corso di esperienza, è

all'interno del processo di ri-stabilire o "ri-

sintonizzarsi" quelli credenze disturbato alla

fonte della loro rottura-cosmo o "naturale", cioè

un trascendente o "religioso" contrasto può

essere sentito tra ciò che è e ciò che è finita

infinito, o che cosa è una singola parte e

limitata della natura e ciò che è la realtà

infinita della natura, che non è di per sé una

parte sola. Pertanto, è sulla base di possibilità

che Gli esseri possono liberamente indagare,

correggere le credenze, e vieni a vedere se

stessi come parte di un infinito cosmo.

"Abduction" è il termine di Peirce per l'esame di

possibilità, che una potrebbe suggerire una

ipotesi plausibile per un fenomeno. Peirce ha

descritto come abduzione a partire dal

sentimento e meraviglia, un processo che è "il

travaglio scuro, lo scoppio di congetture, il

remarking di un raccordo liscio per l'anomalia,

come è ruotato avanti e indietro come una

chiave in una serratura ". 13 Nella sua forma

più semplice, Peirce ha affermato che "il

rapimento è, dopo tutto, altro che tirare a

indovinare. " 14 Forse si potrebbe dire che il

rapimento è un "sentirsi fuori" di ciò che
pagina 15
5 è forse vero per il mondo. Nella misura in cui

si considera abduttivamente il divino in sé,

inizialmente presentato come una possibilità,

una rivelazione di una dimensione sacra della

umana l'esperienza può essere sentito. In altre

parole, in quanto la vita divina si esprime come

il potenza di possibilità offerta dal nella

categoria dei Firstness, e che il potere è

dedicata e si sentiva all'interno rapimento,

appare una dimensione sacra dell'esperienza

umana. 15 Durante il processo di sequestro,

l'essere indagatore è considerata finita perché

è "vincolata" da parte di un cosmo infinito prima

di esso. Ecco un "vincolo" si riferisce

semplicemente a come la forza dell'esperienza

incide sulle credenze fisse dell'essere umano e

delle pratiche a suggerire ciò che è "vero" del

mondo. 16 Per Peirce, e per Martin Heidegger,

l'altra importante filosofo utilizzato verso la

fine di questa tesi, una "verità" è semplicemente

come le cose sono date e presentati all'interno

di esperienza. Mentre il mondo suggerisce le

sue verità, Gli esseri indagatore devono

acclimatarsi alla forza di esperienze al fine di

rendere con successo la loro strada nel mondo,

ma non senza aggiungere al proprio senso di sé

o credenze nella Processo. Come il ricercatore

si adatta al cosmo in cui si trova, il

ricercatore-qui leggere organismo, creatura,

essere umano, o -continues Dasein per ottenere

un senso di tutta la in cui si trova: guadagna

un senso di infinito. Tale è, credo, un umiliante

esperienza come esseri finiti regolare ad un

universo che suggerisce le sue verità. In questo

modo, la sensazione di finitezza prima di un

cosmo infinito trovati all'interno richiesta

abduttiva è simile a il sentimento di stupore e

di umiltà trovato nell'esperienza religiosa.

Peirce ha parlato di questo atteggiamento nel

modo seguente: I cambiamenti di opinione

sono provocati da eventi che sfuggono al

controllo umano ... è diventato evidente che la

natura non avrebbe seguito il parere umana,

per quanto unanime ... opinione .human deve

muoversi alla posizione di natura. E 'stata una

lezione di
pagina 16
6 umiltà. Alcuni uomini ... .began di vedere che

hanno dovuto abbandonare l'orgoglio di un

opinione assunto assolutamente finale in ogni

aspetto, e di utilizzare tutti i loro sforzi per

cedere come senza resistenza possibile al

travolgente marea di esperienza, che li deve

padroneggiare finalmente, e di ascoltare ciò

che la natura sembra essere dirci. 17 Così, le

sfide e misteri di un vasto universo può,

almeno di tanto in tanto, ricordare gli esseri

umani della loro finitezza quando la natura è

considerata nella sua totalità, la realtà, e

magnificenza. Insieme con l'onere della

finitezza arriva l'opportunità di crescita, così

come l'opportunità di apprendimento e di

auto-trascendenza in modo che si può avere la

benedizione di entrare in una maggiore

comunione con, e la comprensione della

natura. Il mio progetto prevede l'affermazione

centrale che l'attivazione di credenze inquirenti

'a un infinito e cosmo che comprende

costituisce quello che viene chiamato un evento

"estatico". 18 Un "Estatica" evento è dove si

guadagna un senso di infinito in un atto di

auto-parziale trascendenza. In questo senso,

quindi, l'evento è estatico trans-essere: è solo

in parte temporale; uno si trova "al di fuori"

tutta per sé finitezza solo temporaneamente, o

momentaneamente, nella vita quotidiana

ordinaria, ma si può ottenere un senso di ciò

che la realtà infinita estende al di là loro.

Questo senso di estasi, di una sensazione di

andare al di là di ordinarietà, è "Trascendentale"

nel senso che è extra / ordinario che significa

che è al di là di ordinarietà ancora rimane

ancora in contatto con esso. In questo modo,

gli esseri umani sono collegati a tutta mondo,

cioè le cosmo infinito, ma praticamente abita

in una vita quotidiana finita. "Evento" è,

naturalmente, un termine tecnico, e io

sviluppare il suo significato di questo progetto

si sviluppa. Tuttavia, devo avvertire il lettore

che non voglio raccontare l'evento estatico

tanto da temporalità-la sua momentanea

carattere, come io in relazione con il suo

carattere ontologico della rivelando la

differenza tra finito e infinito. Per

intraprendere una spiegazione completa di

un'ontologia evento o il concetto di temporalità

avrebbe indebitamente complicare il maggiore
pagina 17
7 focus del progetto, che è Peirce Firstness. 19

Uso il termine estatica semplicemente indicare

una eclisse di auto-finitezza all'interno della

situazione perturbato. Badiou viene in mente

qui in che sto discutendo una «ontologia della

situazione." 20 L'evento è un estatico situazione

ontologica trova sia in conto di rapimento e di

Peirce Heidegger conto di pensare di essere,

come io rivendicare. Vivere la categoria di

Firstness permette di momenti di estasi che si

verifichi entro rapimento. Tuttavia, si deve

essere pronti a vedere il carattere sacro di

esperienza presentato in quei momenti. Una

disposizione di "ricettività" verso la

manifestazione estatica è quindi richiesto.

"Ricettività" qui significa una disposizione di

attesa o di anticipare, dove il universo è

"accettato", ma non senza "passione o esultanza

nello spirito." 21 Seguo il Idea pragmatista

americano William James 'che essere "ricettiva"

significa essere aperti a qualsiasi esperienza

possono portare, o "d'accordo con il sistema",

come diceva lui. James descritto questo modo

di ricettività come la "stoica in aumento al

calore cristiana sentimento." 22 James

chiaramente notare che idea di ricettività

significa che quando citò Marco Aurelio, "Tutto

ciò che si armonizza con me, che è armonico a

te, o Universo. Niente per me è troppo presto

né troppo tardi, che è in tempo utile per te.

Tutto è frutto di me che i tuoi stagioni portare,

o la natura. " 23 Essere mezzi ricettive essere

preparati a vedere il divino, o suggestivi,

ipotesi plausibili in generale, apparendo nello

spazio sacro di ciò che è possibile, come

indicato in Firstness. L'idea che una

disposizione ricettiva permette di entrambi

attendono o anticipare il L'aspetto di divino

dentro la natura sacra non è così lontano dal

concetto di Heidegger di Gelassenheit, o il

comportamento verso gli esseri che permette

Essere di apparire in tutta la sua e la natura

indisturbata. Heidegger ha descritto questo

comportamento nel suo testo ", conversazione
pagina 18
8 in un paese percorso di pensare "(pubblicato

nel 1959, insieme ad un" Memorial Indirizzo

"che Heidegger consegnato nel 1955, in

occasione del 175 ° compleanno di

compositore Conradin Kreutzer.) 24

Stranamente, però, molti studiosi ritengono che

Invito di Heidegger per una disposizione

ricettiva è qualcosa di completamente gioco -e

"passiva" a termini come Wächter o Gelassenheit

come se la disposizione Heidegger ha parlato

di una certa free-form di locazione-cose-be che

richiede poco o nessuno sforzo.

L'appropriazione della sacra richiede uno

sforzo particolare e coinvolgente disposizione

per gli esseri in modo che la natura, o nel

linguaggio di Heidegger, "essere-ing", può

dominare-dove "essere-ing" (un trattino, a volte

scritto come Beyng, [Seyn]) ha lo scopo di

indicare la modalità riappropriata di Essere

come un sito di tempo-spazio per un'apparenza

di verità di Beyng e il divino. 25 È importante

notare che le linee guida di Heidegger per

l'appropriazione della manifestazione della

verità di Beyng costituire divisione rigida

attivo-passivo, anche se in fase di preparazione

per incontrare il divina non comporta la

preparazione significativo. 26 Ad esempio,

ricevendo il "dono" di Beyng e la comparsa dell '

"ultimo dio" -uno dei termini di Heidegger per il

divino, richiede attivamente "azienda se stessi

all'interno del dominio essenziale della verità."

27 Tenendo aperta a se stessi la verità è uno

sforzo impegnato e impegnativo, e certamente

in nessun modo si tratta di una completamente

forma passiva di ricettività. Questa

disposizione, e le condizioni che lo circondano,

sarà spiegato più dettagliatamente nel terzo e

quarto capitolo di questo progetto. B. SCOPO

DEL PROGETTO Secondo la nota editoriale

scritto da Charles Hartshorne e Paul Weiss in

Volume 6 dei Collected Papers di Peirce, una

visione predominante è che nessuna divisione

rigida esiste tra ontologia e la cosmologia di

Peirce. Hartshorne e Weiss hanno scritto,

"Anche se
pagina 19
9 la sua architettonica [di Peirce] prescrive un

trattamento separato per l'ontologia e la

cosmologia, non ha mai realmente li separava. "

28 Considero l'ontologia e la cosmologia di

Peirce come reciproco esplicativo fattori

quando la contabilità per le origini della

natura e della realtà. Perciò, perché la natura

e la realtà sono, in parte, fatto di Firstness sia

perché coinvolge Firstness possibilità,

comincio esaminando possibilità come si trova

nel ontologia di Peirce e cosmologia. Si

sarebbe potuto altrettanto facilmente iniziata

con una discussione su Peirce la

fenomenologia o la teoria del rapimento,

mentre in materia Firstness ai temi della

filosofia della religione. Tuttavia, a partire da

ontologia e la cosmologia di Peirce sembra per

essere il percorso più efficiente, perché è

all'interno di spiegazioni di Peirce della realtà

e natura che si rileva più chiaramente un

teismo di lavoro. Così, comincio

concentrandosi su La metafisica di Peirce,

concentrandosi su temi quali la possibilità e la

continua evoluzione cosmo. Ho poi relaziono

questi temi sul conto di Peirce di abduzione.

Per chiudere il mio studio, ho impiegare la

filosofia di Heidegger per aiutare dove la

tendenza di Peirce di concentrarsi su questioni

scientifiche e la metodologia lascia una

vogliono un ontologica più dettagliata account.

Anche se Peirce avuto un senso delle origini

ontologici di possibilità a lavorare all'interno

del suo sistema, non del tutto pensare a come

quelle origini consentono categorie di

esperienza oi processi di abduzione in cui il

divino può venire inoltrare come un sentimento

del sacro. Parlando di origini ontologiche,

voglio dire per indicare le "profondità" o zone di

intelligibilità e ordine "sotto" la prospettiva

organizzata dell'essere umano. Peirce

sostenuto che i processi di ragionamento di

coscienza che funzionano nel lavoro abduzione

si sono giù nelle dimensioni più basilari o

"profonde" della natura. Così, la punto di vista di

un polipo, per esempio, il mondo appare

caotico e sregolato ancora non contiene
pagina 20
10 intelligibilità e un grado di ordine. 29 Per

punto di vista umano, il mondo sembra

mostrare un maggior grado di ordine visto

come generalità e legge. Così, più generalità e

Ordine esiste per l'essere umano che potrebbe

essere rilevato a livello del polipo. In ontologia

di Peirce, poi, ci sono concezioni di mentalità

necessari per sottrazione che può cadere "verso

il basso" in "basso" ordini della creazione, nonché

forme di mentalità che "salire" "verso l'alto" verso

generalità più concreti. Come ha spiegato

Peirce, Possiamo, quindi, dire che un mondo di

possibilità è semplicemente il nostro mondo

reale visto dal punto di vista di un animale al

punto molto scomparsa di intelligenza. Il

mondo reale è quasi una possibilità-medley per

la mente di un polipo. L'interesse che le

uniformità della natura hanno un animale

misura il suo posto nella scala intelligenza. 30

E nelle parole di Robert Corrington, [T] qui è

un rapporto incrementale di ordine che si

manifesta nel rapporto tra un finito e una

mente infinita. La mente infinita di Dio deve

avere un numero illimitato senso dell'ordine

dell'universo, mentre la mente umana finita

rimane limitato in la sua comprensione della

portata di ordine all'interno del mondo ...

Peirce ordine correla con intelligenza in un

contesto evolutivo che vede tutta la creazione

come atto verso una maggiore intelligenza e,

quindi, più ordine. 31 Forse si potrebbe

mettere il punto in maniera poetica come fece

Emerson, "La nostra vita è un apprendistato per

la verità che intorno ad ogni cerchio un altro

barattolo disegnato; che non c'è fine in natura,

ma ogni fine è un inizio; che c'è sempre

un'altra alba risorto sulla metà mezzogiorno, e

sotto si apre ogni profondo un profondo

inferiore ". 32 Che cosa è che risiede in

profondità di questi ordini inferiori della

creazione, consentendo la possibilità di

qualsiasi ordine sia affatto? Nel rispetto più

elementare chiedo di
pagina 21
11 Peirce, "Quale potere rende possibilità

possibile?" Potrebbe esserci un potere creativo

lavorando verso l'alto dalle profondità della

natura producono in forma mentalità

indisciplinati per organizzazione? Qual è

questo potere al lavoro nelle profondità sacri

della natura? Peirce categorie raccontano uno

come la natura si organizza e si evolve, ma non

rappresentano la profondità della comparsa

della natura in qualsiasi modo dettagliato. In

altre parole, Peirce ha illustrato il categorie

che per organizzare gli ordini della natura e

della loro evoluzione lo sviluppo, ma non ha

discusso la "profondità" o condizioni che

sembrano consentire la processo di una

creatività in continua evoluzione cosmo nella

sua aspetti più basilari. Come l'evoluzione

cosmo è affermato di essere una vita divina,

discernendo qualunque potere che upswells da

profondità della natura e assicura proprio

sviluppo della vita divina è critica. Con questi

domande in mente, è mia convinzione che

Peirce fornisce le categorie di organizzazione

di esperienza, mentre filosofi come Heidegger

forniscono un modo per pensare al loro

consentendo condizioni ontologiche. 33

Entrambi i filosofi sottolineano il carattere

sacro di feltro esperienza nelle loro analisi di

possibilità. Nel corso di questo studio userò

punto di vista di Corrington del naturalismo

estatico a sviluppare e ampliare la filosofia

scientifica di Peirce per includere la

discussione su filosofia della religione. 34

Naturalismo Estatico fornisce anche strumenti

categoriali preziosi relative a una ontologia del

possibile in quanto si trova in Peirce e

Heidegger. Heidegger collegamento con la

filosofia della religione e l'ontologia qui è

principalmente limitata alla sua tentare di

prendere in considerazione la terra sfuggente

ancora sostenere di Essere così come il suo

lavoro sulla Tedesco idealista, Friedrich

Wilhelm Joseph von Schelling. 35 Menzione di

Schelling è breve, tuttavia, era da Schelling che

Heidegger e Peirce ha richiamato molti di loro

idee-ed è da Schelling così che Corrington

attira molte delle sue idee,
pagina 22
12 in particolare l'idea che ci sia un terreno di

possibile presentare il sacro. Così, I impiegare

le filosofie di Heidegger e Corrington, in

particolare la loro Schellingian momenti, in

una lettura costruttiva e lo sviluppo della

filosofia di Peirce di religione. Forte momento

Schellingian di Peirce potrebbe essere citato da

una lettera che scrisse a James. In esso, Peirce

ha scritto: «Le mie opinioni sono stati

probabilmente influenzati da Schelling-da

parte di tutti fasi di Schelling, ma soprattutto

dalla Atur Philosophie Der. Considero

Schelling come enorme; e una cosa che ammiro

di lui è la sua libertà dagli ostacoli del sistema,

e la sua tenendosi impegnati a qualsiasi

espressione precedente. In questo, egli è come

un uomo scientifica. Se si dovesse chiamare la

mia filosofia Schellingianism trasformato nel

luce della fisica moderna, che non dovrebbe

prendere duro. " 36 debito di Heidegger a

Schelling non è meno evidente. Come ha scritto

Heidegger, "Schelling è il pensatore veramente

creativo e audace di tutta questa età della

filosofia tedesca. Egli è che a tal punto che

guida tedesca l'idealismo da dentro a destra

oltre la propria posizione di principio ... .Il

trattato [Schelling trattato sulla libertà

umana] frantuma di Hegel Logic prima che

fosse pubblicato. " 37 II. Sfondo concettuale A.

LA CATEGORIA DI Firstness E DELLA

RELATIVA PROSPETTIVE categoria di

Firstness di Peirce è il filo conduttore di questo

progetto. Così da essere chiaro, l' ontologica o

possibilità modale trovata in Firstness è quello

che io chiamo "Firstness-possibilità. ""

Firstness-possibilità "si riferisce alla ontologia

e la cosmologia di Peirce. Il lettore può

associare processo teismo processo di

Hartshorne di Whitehead e Buchler o di la

metafisica con questo aspetto del pensiero di

Peirce se è utile. 38 Altri filosofi
pagina 23
13 idee che assomigliano ontologia e la

cosmologia di Peirce può essere il cosmologica

cattolica e filosofo evolutivo Pierre Teilhard de

Chardin, o la evolutiva indù filosofo e poeta

Sri Aurobindo. 39 Queste cifre non saranno

esplicitamente trattati in questo progetto, ma

sono in background. La sensazione

fenomenologica trovato nella esperienza

cosciente di Firstness èquello che io chiamo

"Firstness-sentimento." "Firstness-feeling"

corrisponde a Peirce fenomenologia e teoria

del rapimento. Il lettore può associare

l'ermeneutica la fenomenologia e la

fenomenologia del sentimento religioso trovano

in figure come Rudolf Otto, Mircea Eliade, e

Paul Ricoeur con questo aspetto del pensiero

di Peirce. 40 James' nozione di "pura coscienza"

o le idee di Husserl su esperienza cosciente e

sentimento potrebbe essere utile tenere a mente

anche qui. 41 Ancora una volta, mentre queste

non sono pensatori esplicitamente affrontato,

può essere utile tenere a mente che essi sono in

background. io fornisce qualifica specifica

dell'ontologia e della cosmologia di Peirce nel

secondo capitolo. Io fornire qualifica specifica

di rapimento e il suo rapporto con la

sensazione di Firstness nel terzo capitolo. B.

Le categorie e "la vita divina" Peirce accennato

di volta in volta che la realtà sviluppo

dell'universo è il realtà di Dio. Ad esempio, ha

affermato che, "Il punto di partenza

dell'universo, Dio Creatore, è la novità

assoluta; il capolinea dell'universo, Dio

completamente rivelato. " 42 Peirce ha anche

scritto che, "Guardo al momento della creazione

come andare avanti e credo che tale idea vaga

come possiamo avere del potere della

creazione è meglio identificato con l'idea di

theism ". 43 lui ha scritto in una lettera a

Edward C. Hegeler, co-editore di monista, che,

"per cercare il mio
pagina 24
14 finestra è a lodare Dio ", indicando che la

natura è rappresentante di Dio di crearlo. 44

E, infine, Peirce correlata alla creazione in

corso dell'universo e del tempo stesso,

direttamente con l'attività di Dio: "Credi tu

questo Essere Supremo [Dio] di avere stato il

creatore dell'universo? Non tanto per essere

stato tanto da essere oggi la creazione

deluniverso ... .Sono incline a pensare ... che il

processo di creazione è andata avanti per un

tempo infinito in passato, e in seguito, durante

tutto il tempo passato, e in seguito, che il

tempo passato avevasenza inizio preciso, ma è

venuto su da un processo che in un certo senso

generalizzato, di cui non possiamo facilmente

ottenere molto idea, è stato uno sviluppo. " 45

Anche se queste affermazioni sono pari a una

descrizione generale della di Peirce

"cosmotheism", come lo chiamo io, molto è

ancora carente. 46 Uno ha bisogno di sapere

che cosa è motivante queste affermazioni.

Spero che il lettore mi permetterà di scoprire

lentamente le prove in modo più preciso che

delinea il motivo per cui mi rivolgo

all'ontologia di Peirce e la cosmologia rispetto

al primità, anche se Peirce stesso non ha

offerto esplicitamente la sua dottrina che

descrive la correlazione tra Dio, l'universo, e

le categorie a titolo definitivo. Per questo

ritengo che Peirce implicava l'universo di

essere una vita divina in evoluzione sarà essere

esplorato nel prossimo capitolo. Per ora,

tuttavia, vorrei formulare Peirce atteggiamento

religioso di carattere generale su Dio e

l'universo, e come mi avvicino

quell'atteggiamento in questa tesi. L'idea che si

possa interpretare il cosmo di Peirce come in

via di sviluppo posti vita divina il suo pensiero

accanto a quello di Hegel. l'affermazione di

Hegel era che lo sviluppo della storia è il

dispiegarsi dello spirito assoluto o Mente [

Geist .] Lo svolgersi dello spirito assoluto

èidentificato con Dio, la cui estremità obiettivo

della realizzazione spirituale completa e vera è

determinato dall'inizio del tempo. Hegel ha

chiarito questa idea nella prefazione al The

Fenomenologia dello spirito (1807): "L'inizio, il

principio, o l'Assoluto, è in un primo momento
pagina 25
15 subito enunciato ... .Di l'Assoluto va detto

che si tratta essenzialmente di un risultato, che

solo nel finale è che ciò che è veramente. " 47

Eppure, cosmo di Peirce non può essere

necessariamente determinato come assoluto di

Hegel perché sosteneva che possibilità è un

vero e proprio modo di essendo che è parte

dell'universo. Così, per Peirce, ultimi punti di

partenza e estremità assoluti sono regolativa

solo. Possibilità offre l'indeterminatezza

ontologica necessaria in modo che l'universo

esiste come un processo di crescita continua e

trasformazione. Per parlare di un risultato

finale in assoluto per un certo stato completato

dell'universo presuppone una temporalità

escatologica per essere, qualcosa di Peirce

affermata come un ipotetico. Come Peirce ha

detto, La metafisica deve tenere conto di tutto

l'universo di essere. Si è, quindi, fare qualcosa

di simile a supporre uno stato di cose in cui

quell'universo non esistesse, e considerare

come potrebbe essere sorta. Tuttavia, questa

affermazione ha bisogno di modifica. Per il

tempo è di per sé un qualcosa di organizzato,

con la sua legge o la regolarità; modo che il

tempo è di per sé una parte di quell'universo

cui origine è da considerare. Abbiamo pertanto

supporre uno stato di cose prima volta è stato

organizzato. Di conseguenza, quando parlare

dell'universo come "derivanti" non intendiamo

che letteralmente. Intendiamo parlare di una

sorta di sequenza, dire una sequenza logica

oggettiva; ma non intendiamo nel parlare delle

prime fasi della creazione prima volta è stato

organizzato, da usare "Prima", "dopo", "derivanti", e

tali parole in senso temporale. Ma per amore

della merce del discorso possiamo avvalerci di

queste parole. 48 Perché la vita divina non è

un sistema chiuso in marcia verso un

predeterminato assolutamente fine necessario,

prendo l'universo di essere senza "confine" nella

sua natura. io esprimere questa idea

identificando la vita divina, non solo con

l'universo tradizionalmente compreso, ma

anche con un "continuo" della realtà che è la

natura cui "edge" è una sempre sfuggente

orizzonte dell'essere. Cioè, la vita divina può

anche essere descritto come l'infinito :qualcosa

di inesauribile nel suo essere . Questa idea

verrà spiegato in dettaglio in
pagina 26
16 Capitolo tre. Per ora vorrei notare come le

categorie, come modi di essere, esprimere

come possibilità, realtà, e generalità funzione

all'interno di un continuum della natura che è

la vita divina nella sua natura infinita. La vita

divina è "infinito" fintanto possibilità, che si

trova nella categoria di Firstness, funzioni a

spingere la sua crescita continua e

trasformazione. Certamente ci si potrebbe

chiedere se "il divino" è "Dio" o se la "divina" in vita

divina rappresenta il Dio di una specifica

dottrina, credo o religione. Poiché questo è un

saggio in "filosofia della religione," Io faccio

impiegare il termine "religione", come la

religione ha un preoccupazione "il divino". Ma,

ciò che è "divina" diversa la vita di sviluppo del

cosmo, e in che modo la religione si riferiscono

ad esso? Io impiego il termine "religione", come

James usato. Nelle sue varie forme

dell'esperienza religiosa (1902) la religione

significa, "i sentimenti, agisce, eesperienze dei

singoli uomini nella loro solitudine misura in

cui essi stessi apprendiamo a stare in relazione

a ciò che possono considerare divino ". 49 Qui

interpreto "divina" di essere la potenza delle

innumerevoli forme di divinità che possono

apparire e relazionarsi direttamente al

L'esperienza di chiunque, cristiani o altro. Un

tale potere può direttamente riferirsi a un

individuale attraverso essere sentito in

esperienze di possibilità . Un modo per

sperimentare la potenza della possibilità di

trovare nella vita divina è quello di informarsi,

musa, stupore, meraviglia e, cioè, si può

sondare ciò che è possibile in virtù di il potere

della possibilità di farlo. In altre parole, la

libertà di ricerca è un'esperienza di possibilità

in che uno è capace e liberi di porre domande.

Questo è il motivo per cui il rapimento,

essendo un processo privo di inchiesta,

potrebbe aprire le dimensioni di esperienza in

cui il pensiero umano può incontrare il divino

se è in grado di farlo. Si potrebbe scegliere il

divino come oggetto della propria "grande

preoccupazione", per usare la frase di Paul

Tillich. 50 Certamente
pagina 27
17 più grande preoccupazione di qualcuno

potrebbe non includere il divino, come nel Dio

di classicametafisica. Ma, come Heidegger ha

espresso, "il divino disegna il Dio vicino." 51

Questo è, "Dio" solo è le forme potenti

innumerevoli che gli individui prendere per

avere importantiinfluire nella loro vita. Come

tale, l'idea di Dio è essenzialmente vago perché

il divino è plurale e innumerevoli in forma. C.

divino come una vaga idea Considerando Dio

sotto la vaga idea di "divino" non è

necessariamente una sfida per l'importanza del

termine "Dio". Una vaga idea di Dio non

precludere il significato della sua

interpretazione per i diversi punti di vista,

culture diverse, o differenti religiose visioni del

mondo. Come Vincent Potter fa notare, una

vaga idea di Dio possa essere fecondo: "In

effetti questa vaghezza agisce come un

correttivo all'antropomorfismo negando la

limiti della esperienza umana e la

classificazione in realtà infinita. In una parola,

si tratta di vaghezza che permette le nostre

nozioni di essere di Dio ". 52 Il semplice

riferimento a Dio come parte del "divino" può

anche permettere nuovi approcci e nuove idee

per sgorgare da le esamini-idee non

tipicamente concepite all'interno di religioni

tradizionali occidentali. 53 Forse non dovrei

avventurarsi fino al punto di interpretare la

divina semplicemente come "Dio" o "dei"

cosiddetto, perché quei termini possono venire

troppo vicino a rivendicare il divino è una

persona, un entità, o di un oggetto all'interno

di una comprensione pre-ordinato. Il pericolo

di pensare il divino come Dio nel senso stretto

del termine può negare altre forme della sua

espressione che sono ugualmente onorati,

rispettati, e adorarono. Ad esempio, per alcuni,

il divino possono essere una vita, un processo,

un ideale, o di uno stato di esistenza.
pagina 28
18 Dal punto di vista della metafisica,

affermando il divino è Dio potrebbe

potenzialmente limitare alclassificazione di un

oggetto o di una sostanza da chiamato a

volontà. Jacques Derrida ha dato un talecritica

nel suo saggio, "On the Name" (1995) 54

Derrida ha scritto che nel vocabolario della

cuore, la presenza del divino può essere sentito

e capito, ma forse non articolato come un

Nome. Derrida ha affermato che molti nomi

possono essere assegnati al divino, ma non un

nome di per sé è sufficiente per descrivere il

divino in sé. Il titolo di "Dio" potrebbe non

rendere giustizia allequeste conoscenze si

alternano del divino, molte delle quali

pregano, adorare, e di culto il potere del

divino. Tali approcci alternativi e le intese

possono esistere in armonia e quindi non sono

necessariamente antitetiche ad avvicinarsi al

divino. Ad esempio, un Unitaria può sposare

un buddista ed entrambi possono adorare e

pregare insieme, in onore del potere del divino

nella loro vita in comune. Entrambi

semplicemente pregare e onorare la potenza

del divina come si trova nella loro esperienza

di esso. Peirce visto il divino nel senso appena

citato, anche se ha fatto usare il termine "Dio"

piuttosto che "il divino". In un 9 aprile esimo

1893 lettera scritta al suo buon amico Paul

Carus, Peirce ha dichiarato: "L'essenza della

vera religione comporta cattolicità. Si deve

abbracciare nella sua simpatia il cristiano, il

Boudist [sic], l'Ebreo, il Pagan, - ogni discerne

Dio. Il parassita della religione sta

enfatizzando due differenze Penny Penny Ha '. "

55 Così è evidente che per "Dio", Peirce ha

significato qualcosa di molto ampia definizione

che comprendeva un idea multiforme di quello

che Dio sia per "ogni discerne". D. Le categorie

e SACRO: Firstness-FEELING Firstness è

"sentire" quando visto come un elemento di

esperienza. Peirce ha scritto, "Il libero è viva;

immediatamente vivente si sente. Sensazione,

poi, viene assunto come
pagina 29
19 punto di partenza." 56 Il sentimento è un

modo di diffusione del sacro, o nelle parole di

Douglas R. Anderson, " sentimento è importante

per l'esperienza religiosa nella misura in cui

possiamo incontrareLa realtà di Dio in un

sentimento. " 57 Ad esempio, il divino può

manifestarsi in modi diversi la produzione di

sentimenti diversi, come stupore, la gioia, il

mistero, o di estasi. La potenza di un tornado

può produrre paura non vile, l'enigma delle

stelle lontane può mistificare, o la gioia della

comunità comunale può consentire alle

persone di stare in parte al di fuori del loro

propria individualità e sentire la potenza della

comunità come testimoniano il potere della

condivisione culto. Tutti questi sentimenti

potrebbe essere considerato sentendo il potere

del divino all'interno vari sacri dimensioni del

sentimento. Cioè, il potere del divino può

assumere uncerta qualità di sentirsi come si

manifesta in un regno sacro dell'esperienza

umana. Perché mi chiamo Firstness una

dimensione sacra dell'esperienza umana?

Peirce descritto Firstness come "possibilità",

"potere", "freschezza", "vita", "libertà", o "la libera ciò

che non ha un altro dietro di esso determina le

sue azioni ". 58 E 'anche "qualcosa altro che la

creazione della mente "; è "attivo", "presente" e "un

immediatocoscienza." 59 Ha riassunto Firstness

nel modo seguente: L'idea del assolutamente

prima deve essere completamente indipendente

da ogni concetto di o riferimento a qualsiasi

altra cosa; per ciò comporta un secondo è esso

stesso un secondo a che secondo. Il primo deve

quindi essere presente e immediata, in modo da

non essere secondi per una rappresentazione.

Deve essere fresco e nuovo, perché se vecchio è

secondo al suo antico stato. Deve essere

l'iniziativa, originale, spontaneo e gratuito;

altrimenti è seconda per una causa

determinante. E 'anche qualcosa di vivo e

consapevole; soltanto evita essere oggetto di

qualche sensazione. Esso precede ogni sintesi e

tutti differenziazione; non ha unità e senza

parti. Non può essere articolato pensato:

affermare, e ha già perso la sua caratteristica

di innocenza; per l'affermazione implica

sempre una negazione di qualcos'altro. Stop

per pensarci bene, ed è volato! Quello che il

mondo è stato quello di Adamo il giorno in cui

ha aperto gli occhi ad esso, prima di aver

operato distinzioni, o ha avuto prendere

coscienza della propria esistenza - che è il

primo, presente, immediato, fresco,
pagina 30
20 nuova iniziativa, originale, spontanea,

libera, viva, cosciente, ed evanescente. Solo,

ricordate che ogni descrizione di esso deve

essere falso ad esso. 60 Al fine di caratterizzare

meglio Firstness e la sua connessione al sacro,

è il descrizioni di cui sopra vorrei aggiungere

l'aspetto "numinoso". Numinous (dal Latina,

Numen significa "annuire" o "la volontà, di

comando, o il potere di una divinità") è stato un

termineintrodotto da Rudolf Otto nel suo

lavoro, l'idea del Santo [ Das Heilige ] (1917)

61 Come Otto usato il termine, si traduce

approssimativamente a ciò che si sente di

essere "sacro", "Dio-come," "Divina" o "santo" nel suo

potere creativo e sostenere. 62 Otto

ulteriormente caratterizzato la numinoso come

"irriducibile a qualsiasi altro", "elementare", "vaga",

"non concettuale," "Eludendo il modo concettuale

di comprensione", "creatura-sentimento", "over-

powering" "Sentito-oggettiva", e "primario dato

immediato della coscienza." 63 Per Peirce,

esperienze di Firstness-sensazione tendono a

rimanere sconosciuto, perché Firstness è,

almeno parzialmente, non razionale, vaga, e

inarticolato. E ' debole, anche se in momenti di

estaticapresentazione può diventare luminosa.

64 Ho scelto di adottare il termine di Otto,

perché l'esperienza di Dio di Otto è simile

all'esperienza di Peirce della realtà in

Firstness. "Numinous" preoccupazioni Dio come

Otto ha descritto, punti "Firstness" per la natura

di una realtà, come il due sono esperti è lo

stesso. E. Le categorie e la vita divina:

Firstness-POSSIBILITA ' Firstness-sensazione

si riferisce a Firstness-possibilità, perché,

come categoria generale, mantenga Firstness e

"fonda" le altre categorie, sia nelle loro modalità

e consapevolmente vissuto qualità. Le diverse

categorie hanno ottenuto la loro identità

attraverso un interazione con Firstness. Peirce

ha scritto, "Firstness è il modo di essere che

consiste nel
pagina 31
21 del suo soggetto di essere positivamente

così com'è indipendentemente altra cosa.

Questo può essere solo una possibilità. Finché

le cose non agiscono l'uno sull'altro non ha

senso o significato in dicendo che hanno

qualsiasi essere, a meno che non sia che sono

tali in se stessi di può forse entrare in relazione

con gli altri. " 65 Senza categoria dei Firstness

lì sarebbe nessun o più secondi Terzi a farsi

sentire. 66 Come Firstness è la prima qualità

del sentire, la libertà, spontaneità e

immediatezza, si fonda tutto il resto. È

l'azionamento creativo o "Evento" che produce

"sequenze di secondi", che sono mediati da

Terzità. 67 Firstness non dipende da nulla e la

indifferenziata creativo fonte per ciò cheè

perché tutto il resto è generato dalle sue

possibilità. 68 Per dire Firstness è "numinoso" è

dire che è una potenza feltro di possibilità, una

che resta invisibile come una "cosa" in

Esperienza. Firstness è "non-cosa", perché è

possibile, non è una realtà nel senso di una

cosa esistente in un mondo distaccato. Come

non-cosa, Firstness non si vede direttamente

nella sua potenza è sentita, e tale sensazione è

reale e di una realtà . Il feltro realtà è il potere

dipossibilità impellente la vita divina.

L'esperienza di Firstness è, nelle parole di

Peirce, "che cosa presocratici meravigliò. " 69

Mi dovrebbero identificare che il mio punto di

partenza è una considerazione di "divino"

piuttosto di un punto fisso che inizia con la

"tradizionale" Dio della filosofia. Dico questo

perché seguo una metafisica che pone

possibilità nella natura della divina, una mossa

negato dalla metafisica "tradizionali" a guardare

il Dio della filosofia. Il Dio di La filosofia è più

spesso interpretato come eterna, immutabile, o

come un Essere Supremo; il causa non causata

dell'universo, e il valore più alto o perfezione.

Il Dio di La filosofia può essere personalizzata

e ha detto di possedere gli attributi di

onniscienza, onnipresenza, e omnibenevolence.

Kant ha definito un tale Dio come l' essere

originario
pagina 32
22 [ ENS originarium ] che esiste "in piedi in

comunità con nessun altro essere," il più alto

essendo [ ens summum ] che è la più grande

realtà e più grande essere, e il benessere di

tutti Gli esseri [ ENS entium ] che è l'essere da

cui tutto il resto è derivato. 70 Stabilisco un

differenza tra il tradizionale Dio della filosofia

e "la divina", perché gran parte la filosofia io

impiego e affrontare in questa tesi, per la

maggior parte, non lo fa parlare di Dio in modi

tipicamente concepiti. John Caputo ha scritto,

ad esempio, "Il discorso su Dio e la religione

nella filosofia continentale contemporanea

porta quasi nessuno somiglianza con ciò che

passa per tradizionale 'filosofia della religione'

.... [non è discutendo] il Dio della teologia

metafisica ... .Quindi chi, o cosa, viene dopo? "

71 Una alternativa al tradizionale Dio della

filosofia potrebbe essere quella di capire la

divina in termini di "il possibile". La

comprensione del divino in termini di possibile

Significa che possibilità è liberato dalla

tradizionale idea metafisica che è qualcosa

abbassare o imperfetta che richiede

attualizzazione. Possibilità non è sempre una

"potenza" che è escluso da Dio. In particolare, il

mio approccio inizia da due sfondi che

comunemente modificare la nozione di

possibilità ereditata dalla metafisica della Dio

tradizionale della filosofia. Questi due ambiti

di provenienza sono la fenomenologia

continentale e pragmatismo americano. Come

John R. Williams ha commentato nel suo

"Heidegger e la Americani "(1977),

l'atteggiamento di Continental fenomenologia

riposa a fianco del tentativo pragmatisti

americani di decostruire e ricostruire il

divino-umana rapporto con una prospettiva

alternativa sulla possibilità esistenti al fulcro.

72 Così come per rendere la mia posizione

sulla possibilità e la chiara divina, descriverò

brevemente la caratteristiche del tradizionale

Dio della filosofia in termini di possibilità e la

realtà, principalmente attraverso l'esame di

aristotelica Scolastica. Io poi citare Peirce
pagina 33
23 e Heidegger, i due filosofi principali

operativa nella tesi, e mostrare come loro punti

di vista differiscono dall'approccio

tradizionale. Tale mi permetterà di discutere

apertamente possibilità e il divino con

adeguata qualifica indicati. Nel canone

tradizionale occidentale, Dio è pensato come

Purus actus o atto puro eattualità. Aquino e gli

scolastici tradotti il concetto aristotelico di

dynamis edunamei nous a dire potentia e

intellectus possibilis , rispettivamente. 73 Tutti

hanno convenuto che questi stati ontologici

non erano "la" divina. Il Dio Scolastico è stato

auto-causando, auto- pensando atto manca

nulla, completamente perfetto e senza

potenzialità di sorta. Aquinate esplicitamente

dichiarato, "Dio è atto puro senza alcuna

potenzialità di sorta." 74 Il fatto che gli esseri

finiti attualizzare o diventano stata scattata dal

scolastici ad essere una carenza.Il punto di

vista scolastico afferma che Dio non manca

l'esistenza, e che si realizza di Dio esistenza è

realtà completa e pura. 75 esseri finiti o

imparziali mancano esistenza nel senso che

possiedono potenziale per soddisfare. Si può

riassumere questa posizione, cercando a vista

d'Aquino 'di essenza e l'esistenza di Dio.

Aquino ha scritto che a causa di Dio essenza

ed esistenza sono identici in termini di

semplice essere vero; si potrebbe aggiungere

nulla più a Dio. 76 Dio è completamente pieno,

come completamente reale, senza possibilità di

compiere o non più realtà a diventare. 77 Se un

essere contiene più possibilità di attualizzare,

in la vista del Scolastici, allora che l'essere non

poteva essere Dio. I filosofi che io impiegare e

analizzare all'interno del progetto corrente

hanno una visione diversa sulla natura della

Dio, soprattutto per quanto riguarda la

possibilità e l'attualità. Heidegger, per

esempio, ha fatto l'affermazione che "la

possibilità erge superiore attualità." 78 In una

lettera scritta a Jean Beaufret (la "Lettera

sull'umanesimo" 1946-1947), Heidegger ha

osservato che, "Essere come elemento è il

'potere tranquillo' della potenza d'amore
pagina 34
24 del possibile. " 79 Altrove Heidegger di cui il

"potere silenzioso del possibile", come Essere

riposo in sé. 80 Nelle parole di Richard

Kearney, "Questo nuovo incarico per l'Essere di

proprio potere di considerare la possibilità è

più topologico che antropologica. " 81 Quella è,

possibilità non si trova solo nel campo della

libertà di essere finito, ma è anche trovato

all'interno Essere stesso. Essendo concepito

come possibilità (il 'può essere') o [ Das Mög-

Liche ] segna un momento in cui Heidegger

non pensava tanto nel esistenzialisti di

serieprospettiva trascendente di Essere e tempo

(1927) , ma in un altro modo inequivocabile

essere-modo centrato. 82 Heidegger ha

dichiarato che, "in sé essere, che nella sua

potenza amorosa [ Das Mögend ] possibilizes [

vermag ] pensato e quindi anche l'essenza

dell'uomo, significa a sua voltail suo rapporto

con l'essere. " 83 Heidegger ha continuato

affermando che: "Quando parlo di 'quiete

potere del possibile 'non intendo la possibilità

di un solo rappresentatopossibilitas ... anzi,

voglio dire per sé essere, che nella sua

favorendo presiede pensiero equindi sopra

l'essenza dell'umanità, e questo significa che

oltre al suo rapporto con l'Essere ". 84 Alcuni

commentatori arrivano al punto da

interpretare Heidegger come equiparare la

possibilità di essere con "Sacro" o "il divino". 85

Ciò nonostante, la lettera di Heidegger a

Beaufret, in collaborazione con la sua Beitrage

lodi di vista di Schelling che il Dio di Esodo

3:14 è "lapossibilità di Beyng "[ Seyn wird /

Seyn-könnende ] sostiene certamente l'idea

chepossibilità è ammessa nel divino come

potenza, e il divino è, almeno per Heidegger,

Non actus Purus . Nelle parole di Frank

Schalow, Heidegger ha riconosciuto "il tentativo

di pensareDio in termini di processo "e come

appare prima di creature come possibilità. 86

Questo è, considerazione del divino di

Heidegger si avvicina a quella di Schelling e di

processo teologia e soprattutto si avvicina alla

concezione di Peirce similmente-by
pagina 35
25 grazie al fatto che Heidegger consultati

Essere come una vita o un processo in caso di

nascondendo e rivelando prima l'essere umano

finito o Dasein .Qui la questione è se

possibilità è quella di essere ammessi nella

realtà di Dio. Heidegger ammesso possibilità

nella natura del terreno che considerava, che è

Essere. Peirce, il maggiore filosofo di questo

studio, non sarebbe così pronti a respingere

actus a favore di potentia- se stesso un realista

della striscia Scolastico. Ma Peirce ha

ammessopossibilità nella natura di Dio. Come

osserva Anderson, "Chiaramente Dio di Peirce è

attivo come bene ... Dio deve portare

attivamente qualità in uno stato di secondità ...

Dio non può sapere quello che sta per creare

fino a quando lo crea ". 87 O meno questa

possibilità è di stessa natura di Dio sarà

discusso nel secondo capitolo. Brevemente,

tuttavia, è il Peirce ritiene che entrambi i modi

di essere-possibile e l'essere-attuale sono

altrettanto reali, e possibilità è carente solo in

esistenza, non è nella sua realtà . Il risultato

finale è che Dio è la forma di uneffettiva realtà

"crescere" cui realtà consiste nell'evoluzione

della possibilità in attualità. Questo Dio

crescita è parte di un cosmo in evoluzione in

cui gli esseri umani vivono e percepire la

natura divina del cosmo. 88 Peirce ha scritto,

"Alcuni di noi sono evoluzionisti; vale a dire,

siamo così impressionato con la pervasività

della crescita, il cui corso sembra solo qua e là

per essere interrotto, che ci sembra che

l'universo come un intero, per quanto tutto può

eventualmente essere concepita o logicamente

opined di tutto, dovrebbe essere concepito

come crescita ... questo è solo quello che

troviamo in natura. Essa non risponde lo scopo

di dire che c'è la diversità, perché Dio ha fatto

così, perché non possiamo dire che cosa Dio

avrebbe fatto, né penetrare i suoi consigli.

Vediamo quello che fa fare, e niente di più. Per

lo stesso motivo non si può logicamente

dedurre l'esistenza di Dio; si può conoscere

solo lui dalla percezione diretta. " 89 Si vede,

quindi, che il Dio di Peirce è difficile da

afferrare
pagina 36
26 perché, come esprime Corrington, che

"contiene dei processi e gli elementi nonprocess"

trovati all'interno dell'universo evoluzione. 90

III. FILOSOFIA Peirce DI RELIGIONE: una

revisione della letteratura A. DUE Prospettive

attuali sulla filosofia Peirce DI RELIGIONE:

THEOSEMIOTIC (Hegel, Scolastica) O

NATURALISMO ESTATICA (Schelling

SPECUALTIVE METAFISICA) Nella sua

Teologia di anticipazione: uno studio

costruttivo di CS Peirce (2006),Anette Ejsing

rileva due rami principali filosofiche che si

sono sviluppate trattare con La filosofia di

Peirce della religione. I due rami della filosofia

di Peirce della religione sono il "theosemiotic" di

Michael Raposa, e il "naturalismo estatico" di

Robert Corrington. 91 Raposa usa

"theosemiotic" per riferirsi al processo mediante

il quale il sé diventa sintonia con le tracce del

Signmaker divina nel mondo dove non c'è il

collegamento tra persona e theosign. 92

affermazione generale di Raposa è che se

Peirce semiotico è già theosemiotic, allora

tutto è potenzialmente un segno della presenza

di Dio. il naturalismo estatico di Corrington è,

"un dialogo filosofico tra Continental la

fenomenologia da un lato e pragmatismo

americano classico dall'altro. Il prospettiva

metafisica di naturalismo estatico è anti-

supernaturalist pur rimanendo aperto alle

dimensione religiosa della natura come queste

dimensioni sono manifesta nel 'sacra pieghe

'della natura (ordini semiotiche con particolare

potere numinoso). " 93 Secondo Ejsing, Il lavoro

di Raposa si basa troppo pesantemente su

scolastica medievale nell'interpretazione

Peirce filosofia della religione. 94 Ejsing

sostiene il lavoro di Corrington rimane

all'interno del regno di sposare una metafisica

speculativa Schellingean nell'interpretazione

Peirce
pagina 37
27 filosofia della religione. 95 Ejsing riconosce

che sia Raposa e Corrington offerta unica e

innovativa visione pensiero di Peirce, ma vede

il suo lavoro come un alternativa teologico sia

come "avvicina filosofia della religione di

Peirce sulla base della esperienziale e incontri

credenti con il Dio giudaico-cristiano di

promesse ". 96 Lo studio di Ejsing conclude che

la maggior parte della filosofia Peirce esistente

la religione letteratura sarebbe né rientrare

nell'ambito di applicazione di preoccupazione

coperto da Raposa, che attira più dal giovane

Hegel e Scolastica, o Corrington, che attira più

da Schelling. 97 Vorrei modificare la critica

mite Ejsing che il lavoro di Raposa basa troppo

pesantemente su Scolastica medievale. Non

vedo che come un problema, visto che Peirce si

credeva della sua filosofia, come il realismo

scolastica, disegno pesantemente, per esempio,

dal medievale il filosofo Giovanni Duns Scoto.

98 Come Peirce ha messo, "Le opere di Duns

Scoto hanno fortemente mi ha influenzato. Se

la sua logica e la metafisica, non

pedissequamente adorato, ma strappata dalla

sua medievalismo, essere adattato alla cultura

moderna ... Sono convinto che andrà lontano

verso fornendo la filosofia che è meglio per

armonizzare con la scienza fisica ". 99 È il mio

contesa, piuttosto, che Raposa si appoggia

troppo verso una sinistra hegeliana o Roycean

construal di Peirce. construal di Raposa si

concentra sugli aspetti scientificamente sociali

comunità, l'evoluzione, e un panenteismo di

amore. Anche se la filosofia di Peirce di

religione non certamente assomigliano gli

aspetti scientifici e sociali della Hegel e Royce

di La filosofia negli aspetti su cui Raposa

sceglie di concentrarsi, e mentre c'è molto

concentrarsi su Dio di Peirce della mente

assoluta e le sue caratteristiche comuni

socialmente oggettivi, Raposa dice poco di

vaga Dio Peirce del senso comune, o le

profondità del esperienza che prevedono che

imprecisione nella forma di possibilità. Analisi

della
pagina 38
28 profondità di esperienza è fondamentale per

la filosofia di Peirce della religione, credo. Io

non respingere theosemiotic di Raposa, ma

mettere in discussione la base da cui essa

opera. 100 Credo l'affermazione di Raposa che

Peirce ha visto la sua religione come "una

religione della scienza" o "scientifica teismo

"performing theosemiotic può trascurare altre

risorse che sono disponibili in pensiero

religioso di Peirce. Io credo che ci sia di più

alla filosofia di Peirce della religione di il

teismo scientifica. 101 VISTA B. ESTATICA

naturalismo di filosofia Peirce DI RELIGIONE

Di conseguenza, ho scelto di utilizzare gli

aspetti del naturalismo estatico di Corrington

mentre sono impegnati in una fenomenologia

Peirce del sacro. Lo faccio perché Peirce

sottolineato Terzità e la mediazione

concettuale, rendendo più è facile trascurare

Firstness e la sua struttura profondità non

razionale che prevede la possibilità di

theosemiotic. 102 Come osserva Corrington,

"C'è un forte senso dell'irrazionale nella

concezione di Peirce di Dio. Se il Dio

manifesto dell'evoluzione è il luogo di Terzità e

cemento ragionevolezza, la dimensione di

profondità di Dio si trova nel irrazionale,

auto-creazione dell'altro terra [ Urgrund ] del

nulla. " 103 Il linguaggio di Corrington vorrà

un po 'decifrazione, anche se per ora è

sufficiente dire Corrington sostiene che, sul

punto di vista di Peirce, Dio è sia razionale e

non razionale in diversi aspetti. Per

Corrington, Dio di Peirce era manifestarsi in

tutti gli ordini di esperienza, non solo in un

ordine "Thirded" di generalità comeMente

assoluta a venire. 104 Cioè, per Peirce, Dio

appare attraverso / in tutti e tre categorie della

natura, non solo il Dio anticipata di generalità

a venire in Terzità. Come Corrington spiega,
pagina 39
29 fallimento [di Peirce] per capire la piena

dell'ontologia del divino steli, almeno in parte,

dalla sua eccessiva sulla razionalità. Lo stress

sul Terzità ha reso difficile per lui per sondare

le profondità della natura irrazionali naturing,

anche se aveva un crescente senso queste

profondità sono state ponendo al centro della

sua cosmologia. In radicalizzando l'eredità di

Peirce, si deve lasciare che lo shock del

ontologica differenza entrare nella vita divina

... Theosemiotic, il metodo del nucleo che sta

alla cuore della teoria semiotica di Peirce,

deve entrare in sé i momenti della differenza

ontologica. 105 Vorrei differenziare il progetto

di Corrington dalla mia dalla nostra diversa

accentuazioni. Il suo lavoro sottolinea la

natura di Dio; la mia metterà in risalto il sacro

caratteristiche di Firstness. 106 Il mio lavoro

si differenzia anche da Corrington in che

esamino Firstness nel suo collegamento ad una

base ontologica della possibilità. Io uso

ermeneutica di Heidegger e la fenomenologia

esistenziale, come strumento interpretativo per

realizzare il mio compito, mentre in il lavoro di

Corrington, risorse in teologia sistematica e

dottrinale, come Barth, Bultmann, e

Pannenberg sono importanti verso altri fini.

107 Peirce Firstness da un Angolo di

heideggeriana di visione non è tanto un

problema per Corrington come è un esame

della natura e delle caratteristiche di Dio. IV.

METODOLOGIA E PROSPETTIVA:

NATURALISMO estatica e La filosofia

contemporanea A. NATURA E TIPI DI

NATURALISMO Ci sono un certo numero di

modi si può leggere la filosofia di Peirce. Si

potrebbe leggere Peirce e lo vuole per essere

un logico. Un altro potrebbe leggere Peirce e

portarlo ad essere un matematico o scienziato.

Capire Peirce come un "comporta estatica

naturalista" ponendo il suo pensiero più vicino

alla fenomenologia semiotica, lo studio dei

segni e la
pagina 40
30 descrizione dei fenomeni naturali che

appaiono prima esperienza cosciente, e

distanziamento il suo pensiero dal naturalismo

scientifico e il suo punto di vista associato di

"scientismo", la idea che le prospettive

mantenendo solo affermazioni scientifiche in

grado di descrivere la natura

significativamente. 108 Come Corrington

riassume questa comprensione, "L'approccio di

Peirce a la natura è quello che sembra

oscillare tra un naturalismo descrittivo nuda

che sottolinea abitudine e la crescita di legge, e

di un naturalismo estatico che punta alla auto-

trasformazione potenze nel cuore della natura.

Sono convinto che Peirce era un importante

precursore del naturalismo estatico e che ha

maturato alcune intuizioni fondamentali nella

profondità sfuggenti della natura. Purtroppo,

la comprensione contemporanea della natura è

viziata da una incapacità di trovare sia il

generico o l'estasi ". 109 Con "naturalismo"

intendo il rifiuto di ogni trascendenza

soprannaturale di Dio al di là del più

totalizzante categorie: la natura per

Corrington, la realtà della natura per Peirce,

ed essendo per Heidegger. Corrington fornisce

al lettore una sintesi eloquente di come si

potrebbe interpretare "naturalismo" e "natura".

Per cominciare, ci sono alcune complessità

interessanti intorno ai concetti gemelli della

natura e naturalismo. Per il pubblico colto, il

termine si riferisce ad un naturalismo

prospettiva che vira verso una sorta di

materialismo, una credenza nella esaustivo

correlazione delle possibilità e del diritto, una

tendenza verso una tesi identità mente /

cervello, un emergentismo vis-à-vis coscienza

(e il rifiuto corollario di panpsichismo), forse

un strumentalismo sul ruolo puramente

pragmatico del pensiero o ragione, un rifiuto

della cosiddetta supernaturalism, e un

monismo metodologico che evita lontano dalla

prima persona o reportage interna a favore di

un evento e di comportamento modello guidato

per dell'adattazionismo. Dall'esterno questa

forma di naturalismo può sembra troncato, un

po 'polemico, norma guidato, e un po' rimosso

dal la natura nel suo senso più pieno. 110
pagina 41
31 Certamente Peirce era un filosofo e

scienziato interessati alla natura, e lo ha fatto

principalmente la logica del valore, della

matematica, e il metodo scientifico.

Collettivamente questi metodi potrebbero

essere raggruppate sotto il titolo di

"naturalismo", perché non si rivolgono al

soprannaturale misure quali la divinazione o la

rivelazione di raggiungere la loro visione, ma

piuttosto di appello processi "naturali" del

pensiero, come la ragione umana e la

formulazione logico. Peirce era uno scienziato

che aveva un interesse per il mondo naturale

senza dubbio, ma non era un naturalista

scientifico nel senso tradizionale del termine.

Io sostengo una forma molto particolare di

inchiesta ha animato le sue indagini in natura

uno che è estatica , piuttosto che strettamenteo

"naturalista". "scientifica" che è, punto di vista di

Peirce riconosciuto l'auto-trasformazione

potenza della natura, e come tale, ha

mantenuto un sano rispetto per il divino

all'interno del suo filosofia. 111 Nella

visualizzazione di Peirce come un naturalista

estatico , si può passare a un piùche

comprende la prospettiva che non muta o

minimizzare i giochi ruolo metafisica la sua

visione scientifica e religiosa. Al fine di

mostrare il motivo per cui credo che questo sia

vero, ho bisogno a fare una distinzione tra il

"naturalismo scientifico" e "il naturalismo

estatico". Alla luce di propria formazione

scientifica di Peirce, alcuni commentatori si

concentrano sul suo rapporti con il metodo, la

scienza, la logica e la matematica attraverso la

comprensione che Peirce stesso era uno

scienziato naturale e che ha mantenuto la

prospettiva della "scientifica naturalismo." 112

Ciò è comprensibile, dato che Peirce si è

descritto come "saturi tutto e per tutto con lo

spirito delle scienze fisiche. " 113 Tuttavia, nel

senso che mi riferisco al "naturalismo

scientifico" è sinonimo di filosofia positivista o

"Dati sensoriali" empirismo. 114 Questo

particolare tipo di naturalismo cerca di

descrivere le entità nell'esperienza trovato nel

mondo naturale, ma un mondo "naturale", in

contrapposizione alla mondo "soprannaturale".

In questa specifica formulazione, il

naturalismo scientifico può essere gonfiato
pagina 42
32 in scientismo , primo nella sua postulazione

di una opposizione binaria tra ciò che è

naturale eil soprannaturale, e in secondo

luogo, nel suo privilegiare la naturale sulla

soprannaturale escludendo ciò che non è

immediatamente visibile ai sensi in favore di

ciò che è immediatamentepercepito . Mentre

non c'era niente al di fuori di esperienza o

"soprannaturale" per Peirce, il"Mondo naturale" è

stato di non essere visto come un mondo fatto

di materialità ed efficiente la causalità solo, né

era il mondo naturale limitata ad un mondo di

dati rilevati in concreto in piedi pronti per la

raccolta dei dati. Descrivendo il suo

atteggiamento verso l'empirismo dati senso,

Peirce ha dichiarato che pronunciato

"sensazionalismo Inglese a essere del tutto privi

di qualsiasi fondo solido. " 115 Credo che

Peirce avuto una visione più olistica della

natura, e la sua "scientifica" La filosofia ha

riconosciuto un mondo robusto pieno di

immateriale, ma molto reale, ontologica

processi, connessioni e relazioni. Detto in altri

termini, Peirce era un "realista" sui tipi di realtà

che non sono fisici. Credo che sia ragionevole

dire che Peirce non soccombere allo scientismo

data il suo ampio angolo di visione di quello

che doveva essere aperta per l'inchiesta; il suo

famoso essere detto, "Non bloccare la via di

indagine!" 116 Tuttavia, per alcuni aspetti, la

filosofia di Peirce può somigliare la

prospettiva del naturalismo scientifico dato

alcune interpretazioni recenti del suo

dichiarazioni. 117 Uno dei motivi per la

filosofia di Peirce non soccombe allo

scientismo, credo, è perché mirava a mettere in

discussione tutta la realtà e tutto ciò che la

realtà potrebbe presentare come una verità

all'interno di esperienza, a prescindere delle

proprie predilezioni di quale sia la verità

dovrebbe essere. 118 Ad esempio, Peirce ha

scritto, "Se vogliamo definire la scienza, non nel

senso di ripieno in un incasellare artificiale

dove si può trovare di nuovo da qualche segno

insignificante, ma nel senso di caratterizzare

come una entità storica vivente ... come tale,

non consiste tanto nel sapere, e nemmeno in

'conoscenza organizzata,' come avviene in

diligente ricerca in
pagina 43
33 la verità per amore di verità, senza alcun

tipo di ascia per macinare ... Insomma, non è

più la rappresenta ragionamento che

determina la conclusione è, ma è la

conclusione cui determina ciò che il

ragionamento deve essere ". 119 Tra vasta

gamma di Peirce di interrogatorio sono state le

forze immateriali della realtà, o i "non visibili"

caratteristiche ontologiche e "conclusioni" di

esperienza che potrebbero non essere evidente

ad occhio nudo, nonostante quello che il

laboratorio può richiedere da rilevare. James

coniato questa prospettiva "empirismo radicale",

cioè, l'idea che "ogni tipo di relazione esperto

deve essere contabilizzato come 'reale' come

qualsiasi altra cosa nel sistema. " 120 Un

esempio di una caratteristica ontologica

dell'universo non visibile, secondo Peirce,

sarebbe il potere di intuizione. Egli ha

dichiarato, Tuttavia l'uomo potrebbe aver

acquisito la facoltà di divinazione le vie della

natura, che ha non certo stato da una logica

autocontrollo e critico. Anche ora non può

dare qualsiasi motivo esatto per il suo migliore

ipotesi. Mi sembra che la dichiarazione più

chiara possiamo fare della situazione logica -

la più libera da ogni commistione discutibile - -

Vale a dire che l'uomo ha una certa Insight ...

Un Insight, lo chiamo io, perché è di essere di

cui alla stessa classe generale delle operazioni

a cui Sentenze Perceptive appartengono.

Questa facoltà è, allo stesso tempo della natura

generale di Instinct,assomiglia gli istinti degli

animali nella sua finora superando le

competenze generali della nostra ragione e per

il suo ad indicarci come se fossimo a

conoscenza di fatti che sono completamente al

di là della portata dei nostri sensi [enfasi

miniera]. 121 Il collegamento è che, come

scientismo studia gli effetti empirici dell'istinto,

potrebbe avere difficoltà a spiegare la

sensibilità apparente o "intuizione" che lo

stabilisce. Sembrerebbe questa intuizione è del

tutto "fuori dalla portata" dei sensi, ma stabilisce

comunque comportamento istintivo. Un

esempio di questo potrebbe essere migrazione

delle specie. In caso di la migrazione di specie,

l'intuizione occupa la stessa classe di

operazioni che percettive (sensing) poteri

occupano perché Insight fornisce il "know how"

per questo esempio specie per
pagina 44
34 quando le api sanno esattamente come e

quando costruire alcuni pezzi di loro alveare

comunale, o quando stormi di uccelli a capire

come navigare paesaggi nei loro schemi

migratori. In questi casi, i poteri di conoscenza

diretta e guida giudizio percettivo e rimanere

un mezzi vitali per la sopravvivenza. Anche se

il comportamento istintivo di un animale di

insetto o di può essere l'unico mezzo per

discernere la forza della visione, l'intuizione fa

per una realtà di istintuale comportamento, in

grado di osservazione nella natura. Per Peirce,

quindi, "l'invisibile" -che, negli esempi appena

citato, è stato ha affermato di essere una forma

di conoscenza rappresentato attraverso la

forza del comportamento-istintuale occupa un

vero e proprio posto all'interno della natura

osservabile. Perché Peirce ha tenuto una molto

ampiavisione della natura che includa

l'intuizione e altri fenomeni elusivi come

oggetti di significativa indagine scientifica,

Corrington sostiene a ragione per un rifiuto

della percezione che Peirce era un "naturalista

scientifico" e difende invece l'affermazione che

Peirce prefigurato il naturalismo estatico.

Questo rifiuto è necessario, dice Corrington,

per evitare la visualizzazione di filosofia di

Peirce semplicemente al livello "ontico" di

scientificamente naturali descrizioni, per usare

la frase di Heidegger. Qui, Emerson può essere

utilizzato per succintamente Riassumendo

critica di Corrington del livello ontico di

descrizione scientifica rispetto a un il livello

estatico di esperienza vissuta. Ad esempio,

Emerson scritto della differenza tra coloro che

maneggiano e classificare la natura, rispetto a

quelli che esaltano le relazioni e processi in

natura: Mayne Reid è stato il grande scrittore

di libri di avventura fuori porta. È stato sempre

esaltando i cacciatori e sul campo osservatori

delle abitudini degli animali viventi, e

mantenendo un fuoco di invettive contro i

«naturalisti armadio, 'come li chiamava lui, il

collezionisti e classificatori, e gestori o

scheletri e le pelli ... .Che cosa è la loro

detrazione di attributi metafisici ma un

rimescolamento e la congruenza dei pedanti
pagina 45
35 dizionario-aggettivi, distaccato dalla

morale, distante dai bisogni umani, cosa che

potrebbe essere elaborato dalla semplice

parola 'Dio' da una di quelle macchine logiche

di legno e ottone, che l'ingegno recente ha

ideato così come da un uomo carne e ossa.

Hanno la traccia del serpente tutto loro ...

.Verbality ha entrò nel luogo della visione,

professionalità in quello della vita. 122 Cioè,

come un naturalista estatico, si può allargare il

proprio angolo di visione, in modo da prendere

in considerazione la natura nella sua vastità

delle relazioni e dei processi, piuttosto che

limitare inchiesta al calcolabile o direttamente

evidente. In questo modo si cerca di

sperimentare natura piuttostoche

semplicemente etichettarlo. Tale è il punto di

partenza per questo studio in termini di come

mi avvicino Peirce: non come studioso di

scienze naturali, ma come un filosofo

importante per il punto di vista di il

naturalismo estatico. B. DEFINIZIONE DEL

NATURALISMO ESTATICA il naturalismo

Estatico, nelle parole di Corrington, è "quel

momento all'interno di naturalismo quando

riconosce il carattere di auto-trascendente ...

[it] è estatico nella misura in cui si trova al di

fuori di se stesso ... .recognizing la vastità

totale della natura ". 123 Natura qui significa, il

genere di cui il sacro è una specie ... .strictly

parlando, la natura è al di là di tutto generi e

non può essere situato all'interno di un genere

più elevato ... .il punto cruciale qui è che la

natura di per sé non può essere concepito in

qualsiasi ma il più modo ellittica. È

impossibile dare una definizione della natura.

Per definire la natura sarebbe posizionarla

all'interno di un genere con una differenza

specifica. Che genere sarebbe? ... .nature È la

pura disponibilità di tutto ciò che è. 124 il

naturalismo estatico di Corrington congiunge

la semiotica e la fenomenologia per mostrare

come la natura ha dei tratti religiosi quando si

avvicinò con un "realismo peirciano nella

religione e nella scienza." 125 Così, il

naturalismo estatico offre la possibilità di un

realismo religioso
pagina 46
36 che il sacro potrebbe essere "piegato in

natura in cui viviamo", cioè, il divino la vita si

dice per esprimersi negli stessi ordini e le

creazioni del mondo naturale. 126 Desiderio di

connettersi con il divino nella sua totalità, gli

esseri umani abitano "tra la poteri di origine e

del mondo "separati da ciò che chiama

Corrington (segue Heidegger e Schelling) un

"abisso." ontologica individui lungo per

attraversare questo abisso ma non può

attraversare: "Abbiamo a lungo per

ricongiungere questi poteri, ma non si può

ottenere attraverso. Possiamo capire il nostro

desiderio, e capire così qualcosa di ciò che ci

manca ... ma non possiamo diventare tutto con

la nostra terra. " 127 Così gli esseri dimorano

in una natura creata, ma cercano di connettersi

con il potere della natura creando sentito di

essere al lavoro all'interno della natura. L '

"abisso" [ Abgrund ] costituisce una distinzione

fondamentale per il naturalismo estatico, eper

la mia tesi di laurea. Tuttavia, per comprendere

che cosa significa questo concetto, ho bisogno

di introdurre altri tre termini chiave, tra cui: "la

natura naturing" [ natura naturans ] , "la natura

carattere"[ Natur naturata ] , e "la differenza

ontologica". In poche parole, il "baratro" è

ildifferenza tra la "natura naturing" e "la natura

di natura." Corrington spiega questo differenza

mettendo in relazione a di Heidegger "differenza

ontologica". Egli scrive: All'interno di natura

c'è un divario fondamentale che rimane il

divario di base che può essere vissuta dal

pensiero. Questo divario è quella tra la natura

naturing ela natura carattere. Quando

Heidegger ha sviluppato la sua propria

versione di questo ontologicadifferenza, si

contrappone l'idea di un essere con quella di

essere se stesso ... .Ecstaticnaturalismo

reagisce a questa visione della differenza

ontologica, ma radicalizza e allarga per aprire

il divario ancora più fondamentale tra le

potenze della natura naturing e il raggiunto e

gli ordini di emergenti natura indole. 128
pagina 47
37 tura naturing è quindi visto come natura

crea per sé fuori di sé solo, enatura carattere

viene considerato come le costruzioni naturali

temporanei di natura che

classificanosignificativi "ordini" del mondo. 129

Corrington sostiene che "il mondo ( la natura

indole ) individua il sacro ... .la sacra e della

natura ... la sacra è il santo di natura" 130 La

differenza tra la natura della creazione e ciò

che la natura crea è la "Differenza ontologica", o

la differenza tra un po ' cosa e ciò che consente

o rende le cose in generale, che non è una "cosa"

in sé. Citando la definizione di Heideggerdella

differenza ontologica, che è "la 'non e' tra gli

esseri e l'essere .... [dove] la differenza come il

'non e' tra gli esseri e l'essere non è in alcun

modo semplicemente il frutto di un distinzione

fatta dalla nostra comprensione ( ENS rationis

.) ... Non è solo un unico 'genere' dia terra, ma

l' origine della terra in generale .... Dato che

questa terra ... .it è l' abisso della terra [Ab-

Grund]. " 131 Con questa differenza in mente, il

naturalismo estatico assume Peirce categorie

della natura come "essi sono destinate ad essere

sia fenomenologico e metafisico." 132 In

contrasto con il naturalismo scientifico

tradizionalmente inteso, il naturalismo estatico

non manca di coinvolgere le relazioni

ontologiche che compongono la realtà, in

particolare il differenza ontologica. In realtà, il

naturalismo estatico accoglie queste

dimensioni dinamiche della natura come

percorsi significativi di indagine. Corrington

riassume questi punti affermando, La natura

non può essere caratterizzata da una singola

metafora o schema concettuale. Suo vastità e

pura molteplicità smentiscono i nostri tentativi

di inquadrare un convincente e la metafisica

adeguate che in qualche modo si aprono

l'essenza ultima o in treno contorno della

natura. sforzi umani per delineare la natura

rispecchiano i processi naturali cui ogni parte

della natura rimane ignaro del pieno campo di

applicazione della innumerevole
pagina 48
38 ordini che eclissano esso. Tutto della

filosofia è una forma di naturalismo, se da

'naturalismo' si intende il riconoscimento della

indeterminatezza assoluta e pienezza di la

natura ... il naturalismo .Ecstatic è la

formalizzazione della nostra pietà naturale

prima della mondo. 133 C. ESTATICA

Naturalismo e filosofia contemporanea il

naturalismo estatico è una prospettiva che

cerca di comprendere il pensiero di Peirce in

luce della filosofia contemporanea. Corrington

scrive, "stress di Peirce sulla continuità e sulla

ubiquità di sviluppo Terzità all'interno di un

carattere evolutivo viene ignorato, mentre il

suo anti-cartesianesimo e la sua teoria della

ricerca scientifica sono privilegiati. Il

presupposto è che Peirce smesso di fare

qualsiasi cosa di valore duraturo dopo 1870 e

che non è riuscito a diventare pienamente

post-moderna ". 134 Come si fa a capire Peirce

alla luce di postmodernismo, soprattutto se

Heidegger può essere considerato una sorta di

post-moderna filosofo nella tradizione

continentale? Fa il punto di vista del

naturalismo estatico fornire un suggerimento

su come rispondere a questa domanda? La

risposta sta nel capire che pragmatismo

classico insiste sul fatto che investigatori

umani, organismi, o Dasein , completamente

fanno parte di natura. E 'l'obiettivo del

naturalismo estatico per scoprire le dimensioni

dinamiche di quel natura con rispetto all'essere

umano. In termini di metodo e di prospettiva,

estatico naturalismo mette in evidenza gli

elementi fenomenologici e metafisici di Peirce

filosofia senza perdere di vista il fatto che una

persona è sempre un essere-nel-mondo,

Heidegger suggerisce e come Corrington

ricorda ai suoi lettori. 135 Mettendo in

evidenza il fatto che gli esseri umani sono

immersi in una natura dinamica, evitando in

tal modo soprannaturale e affermazioni

fondamentali sulla natura allo stesso modo, il

naturalismo estatico porta gli esseri umani più

vicino al le varie storie, formazioni di verità, e

le pratiche discorsive che compongono un

costantemente cambiando, ma universo

comunque significativa, che non è affatto
pagina 49
39 incompatibili con la posizione della

tradizione postmoderna dell'universo. In

sostanza, estatico naturalismo porta Peirce in

conversazione con la tradizione continentale,

nonché con le sue preoccupazioni postmoderni,

in particolare per quanto queste

preoccupazioni si trovano nella ermeneutica e

Correnti fenomenologica. Metodologicamente,

il naturalismo estatico permette per uno a

interpretare Peirce alla luce di Heidegger con

una più ampia gamma di strumenti concettuali

non disponibile all'interno del denso

vocabolario a-volte Peirce o heideggeriana.

Sembra che tra due pensatori che impiegano

una terminologia estremamente denso e

difficile, il naturalismo estatico mette in luce la

filosofia sia Peirce e di Heidegger e individua

due filosofi in l'ambiente contemporaneo. Con

questo in mente, devo discutere due idee

generali su Peirce che interpreto dalla lettura

il naturalismo estatico di Corrington. La prima

idea è che l'universo, concepito come "natura",

ha il potenziale per cogliere una estaticamente,

consentendo così un presentazione del sacro in

esperienza come sensazione numinoso. 136 Un

tale potenziale risiede "Dentro" la natura. La

seconda idea è che l'analisi di Peirce della

realtà deve essere interpretato a significare che

la natura esiste come un "continuum", dove c'è

un vero e proprio ma mai assoluto differenza

tra continua. 137 In altre parole, le relazioni

disgiuntive: rotture, fessure, alterità, o la

differenza, in generale, sono compresi in una

realtà in continuo totale della natura. Per

quanto riguarda la prima idea, che la natura

ha il potenziale per cogliere uno ecstatically

per mezzo di possibilità, si deve tenere a mente

enfasi di Peirce su una evoluzione universo e la

potenza di possibilità viva in essa. Interpreto il

naturalismo estatico come per quanto riguarda

la possibilità, come in vita non solo alle "frange"

di esperienza in termini di dove il processo

potrebbe andare, o la sua "dove", ma anche il

luogo "da dove il processo è venuto, "o la sua"

dove ". 138 Le frange di esperienza sono

associate con un "più-to
pagina 50
40 venire "e le origini di esperienza sono

associate con un" non ancora ". 139 Peirce ha

sostenuto tale possibilità funziona sempre

nell'universo come un processo-elemento,

anche come un latente energia. Peirce ha

scritto questa possibilità significa "qualcosa

ancora non sviluppata, dal momento che non

presentandosi in forma in realtà oggettivata,

ma in grado di farlo in un momento futuro,

quando si verificano tutte le condizioni della

sua realizzazione: latente, il potenziale essere.

Ciò implica capacità di realizzazione; e, se

questa capacità essere presa in senso attivo,

connota un po ' tendenza intrinseca a realtà ".

140 Così, possibilità è la potenza di un -una

"onde" origine, che è sempre diretto verso la sua

"dove" -tending verso il futuro in attualità. È

interessante notare che, Corrington prende in

prestito il linguaggio della donde e dove da

Heidegger e Schelling, e non è un segreto che

le idee di Peirce, circa una dinamica cosmo

evolutivi in ​​corso sono stati influenzati da

Schelling troppo. 141 Ad esempio, Peirce ha

sostenuto il suo Schellingianism come segue,

"ho iniziato mostrando che tychism deve dare

vita ad una cosmologia evolutiva, in cui tutte le

regolarità della natura e della mente sono

considerati prodotti di crescita, e ad un

Schelling stile idealismo che detiene la materia

ad essere mera mente specializzato e in parte

attutito. " 142 L'idea di Peirce che un caotico

nulla ha dato luogo a infinitamente tendenze

assuefazione sembra molto vicino a prima

"potenziale divino" di Schelling (il primo dei tre)

trovato nella teo-cosmologia Di Schelling

Freiheitschrift . Ad esempio, Peirce ha

scritto,Anche questo nulla, anche se antecedes

l'infinitamente lontana assoluto dall'inizio del

tempo, viene fatta risalire di nuovo ad un nulla

di più rudimentale ancora, in cui non c'è

varietà, ma solo una capacità specifica

indefinita, che altro non è un tendenza alla

diversificazione del nulla, lasciando come

nulla come era prima ... .La caos primordiale è

uno stato di più sentimento intenso, anche se,

la memoria
pagina 51
41 e l'abitudine di essere totalmente assente, è

pura nulla ancora. Sentimento ha solo

l'esistenza quanto è saldato in sensazione. Ora

la saldatura di questa sensazione al grande

tutta la sensazione è compiuta solo dal riflesso

di una data successiva. In se stesso, Pertanto,

non è nulla; ma nella sua relazione alla fine è

tutto. 143 Riconoscendo il potere reale di

possibilità significa ri-situare la vaghezza di

possibilità in vista in modo che il suo potere

per presentare il sacro può essere riconosciuto

e esperto. Questo "luogo" del possibile è uno

"spazio" in cui uno svariato numero di relazioni

possono presentarsi, tra cui un aspetto della

vita divina sentito come l'aspetto numinoso di

Firstness. Considero il naturalismo estatico

come affrontare questi problemi mentre lo

sviluppo di teoria di un universo in continuo di

Peirce. La seconda idea, l'intuizione che la

natura esiste come senza confini esternamente

continuum che contiene vera differenza-

significa la stessa potenza di possibilità che

spinge il processo infinito di sviluppo

cosmologica si trova all'interno del processo di

rapimento, anche se in un rispetto finita o

diverso. Peirce associato un terreno ontologica

della differenza Firstness nella sua capacità di

consentire predication semiotica, indicato nel

suo discussione di "terra" nel 1867 saggio ", a un

nuovo elenco di categorie." 144 Credo che il

naturalismo estatico esplora il concetto di

Peirce di terreno nella sua più profonda

semiotica dimensioni. Come spero di

dimostrare, e come suggerisce indirettamente

Corrington, è il concetto di "Terreno" che si

riferisce Peirce Firstness alla potenza della

possibilità, o quello che io interpreto come il

terreno ontologica di origine si trovano in

ontologia e la cosmologia di Peirce. Io uso

l'interpretazione heideggeriana di Schelling

per dare un senso del concetto di Peirce di

"terra" e questo, credo, è la chiave non solo per

comprendere lo sviluppo della vita divina, ma

nel comprendere l'aspetto del sacro.

Corrington capisce anche Peirce
pagina 52
42 concetto di terra attraverso un Schellingean

ispirato Heideggereanism e commenti sul suo

proprietà, naturalismo Estatico trasforma

conto proprio di Peirce di continuità per

includere pause assoluti e fessure all'interno

della continua infinita della natura. Cioè, la

natura è il vivaio dei continui, ma non è di per

sé un superordine di continuità ... .on una più

profonda il livello, il concetto pragmaticista di

continuità, quando unito con Peirce sfuggente

concetto di 'terra', prepara la via per l'analisi

della ancora più sfuggente concetto di

'betweeness' ... .il finale consentendo

condizione emergente dalla spazio aperto dalla

differenza ontologica. Sarà mostrato che la

'Impensato' (per usare un termine da

Heidegger) in Peirce è proprio questo interiore

dinamismo della differenza ontologica come

manifesta nei vari betweeness di strutture. 145

l'affermazione di Corrington equivale a dire

che l'essere umano è completamente rientri

nell'ambito di un continuum di natura che

contiene i propri rapporti disgiuntivi, oltre a

relazioni congiuntivo. relazioni disgiuntive

hanno il loro posto nel continuum, ma secondo

Peirce, questi rapporti non potrebbero mai

essere assoluta. 146 Su Corrington di vista,

differenze riscontrate tra il continuum hanno la

loro fonte ultima: un creativo e potente del

punto di origine del sentimento, possibilità, e il

potere che rende per la generazione cosmica e

l'esperienza della natura. Corrington associa

questo terreno creativo con Heidegger

differenza ontologica e con la terra semiotica

di Peirce del possibile predicazione. Abbinato

con Firstness, la differenza ontologica diventa

un terreno creativo responsabile per consentire

il divino a farsi avanti come il sacro, con

esperienza nel sentimento numinoso. A mio

avviso, Corrington non pienamente conto per

apparizioni del manifesto divina in questo

sentimento, tanto più che il rapimento è un

mezzo critico per appropriarsi quella

sensazione. È la mia opinione che il rapimento

è uno strumento efficace con cui gli esseri

umani possono appropriarsi del sacro

attraverso esperienze di Firstness.
pagina 53
43 Come lo interpreto, la differenza ontologica

costituisce un terreno differenziale potenza e

possibilità (per Heidegger e Schelling che

differenza costituivano un tipo di la libertà, o il

potere di immaginare una situazione o un

oggetto diverso o altrimenti di quello che è);

esso è la condizione e punto di origine

consentendo a tutte le cose o le situazioni

possibili. Inoltre, la potenza di questa origine

può essere sentito direttamente nell'esperienza

attraverso Peirce abduzione. Questo sembra

andare contro la vista del Corrington della

differenza ontologica, dove il concetto di

origine è associata con attività inconscia che

viene rilevata dal psicoanalisi, e non

abduzione. Così, piuttosto che concentrarsi su

Heidegger, Corrington tende a seguire figure

come Carl Jung e Julia Kristeva. 147 Sono

d'accordo con Corrington che se la differenza

ontologica è una potenza di possibilità e non

una cosa, allora potrebbe Non essere

facilmente portato in vista, come le cose in

esperienza sono portati in vista, e quindi lo fa

rimanere "impensato", come egli suggerisce in

modo corretto. Tuttavia, questo non significa

che la differenza ontologica non può essere

sentito ed esaminati attraverso mezzi diversi

quelli della psicoanalisi. 148 Ad esempio,

mentre uno può non essere in grado di

esaminare la sensazione di possibilità stessa

facilità con cui si potrebbe prendere in

considerazione una penna o una matita mentre

si tiene tale oggetti, sicuramente penne e

matite, mentre maneggiato, possono essere

sentiti a possedere diversi possibilità o poteri

(come il potere di servire come fermacarte o

uno strumento indiscreti) e questa sensazione è

in alcun modo completamente nascosto

dall'esperienza conscia immediata, ma

èpiuttosto incontrato soprattutto

nell'esperienza quotidiana. Vorrei sostengo che

si tratta di una latente potenza in accordo con

Corrington, ma è certamente non così nascosto

che la specializzata la conoscenza dello

psicoanalista deve svelare esso. Invocare una

"ermeneutica del sospetto," di impiegare la frase

come Ricoeur utilizzato, credo che si può

sperimentare possibilità come
pagina 54
44 è una cosa sentita soprattutto nella vita

quotidiana, che non deve essere preso in giro

attraverso mezzi psicoanalitica. 149 A questo

punto, sembra Corrington evita dal potere di

possibilità e la sua relazione al sentimento

quando interpretato come un motivo di

esperienza. 150 Corrington scrive dei pericoli

nel modo in cui fa la differenza ontologica "a

ritroso" verso se stesso come un abilita fonte, "se

ci limitiamo natura naturing alla dimensione di

origine; perde la sua inoltrare slancio e

diventa un potere demoniaco. Si funzionerebbe

solo per garantire Caratteristiche generali e

opache del mondo, e potrebbe servire a

rafforzare un conservatore o teoria sociale

anche reazionario. " 151 Corrington si riferisce

a Heidegger di politica affiliazione nel corso

del 1930 e come tale affiliazione colpito la sua

stima per la potenza di origine, ad esempio, il

potenziale di una gente-e per l'importanza di

sentire: socio politicamente interpretata come

"tradizione", "storia", "passato", "inizio", "casa",

eccetera .In mostra di Corrington, il terreno

ontologico della differenza, quando

considerato come una potenza di origine, ha la

capacità di influenzare negativamente gli

esseri umani nella politica e sociale mondi

attraverso proponendosi come sentimento

"irrazionale". Si potrebbe desiderare e adorare

questo sentendo in sentimentalismo religioso o

maltrattare in irrazionalismo politica violenta.

Nel il linguaggio di Heidegger, quando la terra

viene preso come una sorgente o origine del

potere, si ritiene di essere essenzialmente

misteriosa [ das Geheimnisvolle ] e Corrington

è diffidare di come questicaratteristiche di

Firstness, quando lodato, giocare fuori nel

mondo socio-politico. Credo Heidegger è

fondamentale per discernere questa terra, ma

non voglio affrontare come il potere di origine

gioca nella sua filosofia politica. Io impiego

filosofia di Heidegger verso la stretta di questo

studio è sufficiente a chiarire l'ontologia di

Peirce quando si considerano le condizioni che

permettono per la crescita della natura.
pagina 55
45 D. LA "TERRA" DI COMUNICAZIONE PER

IL DIVINO In che modo le esperienze della

natura rivelano la divina? A quali condizioni

potrebbe uno dice che il divino può essere

vissuta nella sua forma sacra? Nel mio

progetto ho sostengo che possibilità è un

terreno di divulgazione del divino. Io sostengo

che una tale esperienza si verifica nel

venturing delle ipotesi sulla base di possibili

tentativi per essere avanzata dal indagatore

organismo durante il processo di sequestro.

Quando ipotesi sono confermate un futuro

punto nel tempo, c'è un momento estatico che

rispecchia la struttura religiosa anticipazione

escatologica di una verità a venire o di una

verità per essere rivelata. Mentre Peirce non

ha discusso esplicitamente una tale base di

possibilità di una rivelazione del divino in la

sua teoria del rapimento, ha fatto discutere il

concetto di ciò che sono richieste condizioni

per la la divulgazione della verità, e questo è

da ricercarsi nella sua teoria semiotica. Cito

Peirce dal 1866 fare una correlazione tra la

sua triade semiotica e la Trinità cristiana. È la

sua menzione di un terreno di possibilità che è

più rilevante: Qui, dunque, abbiamo una trinità

divina dell'oggetto, Interpretante, e terra ... .In

molti aspetti questa trinità concorda con la

Trinità cristiana ... .La Interpretante è

evidentemente il Divino Logos o una parola; e

se il nostro ex supposizione che unIl

riferimento a un interpretante è quello di avere

ragione, questo sarebbe anche il Figlio di Dio .

Il suolo, essendo che partecipe dei quali è

requisito per qualsiasi comunicazione con il

simbolo, corrisponde nella sua funzione di

Spirito Santo [sottolineatura mia.] 152 La

"terra" è quindi prima di ogni Interpretante, e

rende per qualsiasi interpretazione come

corrisponde alle altre due strutture della

realtà. Cioè, è il terreno necessario perla

comunicazione tra Interpretante e l'oggetto .

Nel linguaggio di Peirce, lo Spirito Santo

èrequisito per padre e figlio per onorare

separato (diverso) ancora trasmissibili (stessa)
pagina 56
46 identità tra loro. Lo Spirito Santo si pone

come un terreno di differenza tra Padre e

figlio, ma resta anche parte della stessa realtà,

che è la realtà del trinitaria Dio. La

comunicazione mondana e lo sviluppo tra le

parti del trinitaria Dio si verifica per Peirce

più tangibile entro atti d'amore, come ha

scritto nel suo saggio, "Love evolutiva" (1893)

153 In un certo senso, questo terreno permette

per uno a incontrare la vita divina nel suo

aspetto sacra, oltre a funzionare come

mediatore semiotico onorare l'identità e la

differenza delle categorie. Potrebbe essere da

questa terra della differenza che il divino trae

il suo potere al fine di manifestarsi in sacra

formare prima del Interpretante? Faccio atto

del suggerimento di Corrington che "Dio vive

nel cuore di questa differenza ontologica ed è

tesa tra gli ordini di natura." 154 Mai diventare

un segno o Interpretante sé, l'inafferrabile

terra ontologica differenza snoda "in-between"

categorie di esperienza all'interno di un

generando terra di Firstness. Eppure differenza

si trova anche mediato all'interno

dellaCategorie. Le categorie consentono di

Interpretante per prendere un mediata e

indiretta scorcio della vita divina mediando

differenza attraverso la forma simbolica, anche

se differenza non è mai un mero simbolo stesso.

differenza ontologica qui significa puro e pieno

possibilità: possibilità di un mondo reale nella

sua spontaneità e la vita. Cioè, l'ontologica

differenza, pur figurando mediata attraverso

l'icona-index-o segno (simbolo), è ancora un

vero e proprio (Non nominale) differenza tra le

identità. In questo modo, la differenza non è

vuoto o vuoto, ma è incinta e "germinale" con i

significati che dà antecedentemente. 155 come

Peirce spiegato,
pagina 57
47 Si parte, dunque, senza nulla, a zero puro.

Ma non è nulla di negazione. Per non significa

diverso, e altra è solo sinonimo di numerale

ordinale secondo. Come tale implica un primo;

mentre il presente nullo puro è prima di ogni

primo. Il nulla della negazione è il nulla della

morte, che è al secondo posto, o dopo, tutto.

Ma questo lo zero puro è il nulla di non essere

nato. Là non è una cosa individuale, senza

costrizione, verso l'esterno né verso l'interno,

nessuna legge. E 'la nulla germinale, in cui

tutto l'universo è coinvolto o prefigurato. Come

tale, è assolutamente indefinito e illimitato

possibilità - possibilità illimitata .Non c'è

costrizione e nessuna legge. E 'sconfinata

libertà [enfasi miniera.] 156 Se la differenza

fosse una costruzione nominale, il risultato

sarebbe un vuoto non-cosa- ness (come nel non

avere identità o un'identità vuoto, tra l'altro le

critiche contro Schelling da Hegel), ma

sarebbe anche letteralmente ridotto a niente.

Non sarebbe una realtà. Non ci sarebbe alcuna

possibilità di identità positiva in quanto tale.

Se la differenza fossevuoto e vuoto, cioè, se la

differenza fosse di per sé senza identità, quindi

Firstness si ridurrebbe a una finzione contraria

intitolato al suo sentimento potente perché

anche finzione avrebbe poi non hanno alcun

potere di influenzare nulla in un senso reale o

positivo. Peirce sempre riconosciuto

l'esistenza, almeno come ultima possibilità, di

un differenziale terra di possibilità

concomitante con la possibilità di convergenze

sulla verità; e Heidegger, pur cancellando

Essere per indicare il suo potere nascosto di

negare gli esseri come totalità, analogamente

sostenuto che rivelazioni della verità sarebbe

possibile entro discorso alethiaological. 157

Né differenza pensiero filosofo e il suo

rapporto per essere era una finzione nominale

impotente. Per concludere, la prospettiva del

naturalismo estatico onora la terra di

differenza ontologica, ma non soccombere alla

riduzione della non-realtà di Firstness ad una

sorta di assenza che consente il gioco infinito

di un numero infinito di segno- sostituzioni in

modo del tutto arbitrario. La crescita e

significato di infinita
pagina 58
48 significato semiotico cristallizza in strutture

temporanee e le organizzazioni che sono

sempre "On-the-way" verso nuove

cristallizzazioni di "verità", che significa

semplicemente l'adempimento della funzione

del segno. Queste verità si presentano

all'interno di un fenomenologicamente

processo infinito di semiosi tra le comunità

ermeneutiche di indagine e prendere reale

effettuare tra i partecipanti delle Comunità.

Particolare attenzione è necessaria per

anticipare, rilevare e segnalare le apparenze

della verità (s), alcuni dei quali possono

includere sacro e realtà divine. Come spiega

Corrington, La corda tesa ontologica siamo

costretti a camminare è molto sottile. Da un

lato è l'abisso che porta l'oggetto che si trova

'esterno' del segno, mentre dall'altra lato si

trova l'abisso che inghiotte ... e divora tutti gli

oggetti (una specie di postmodernismo.) ... Ma

questo è un grido lontano dalle forme di

semiosi infinita che saranno esposte dal

naturalismo estatico ... .clearly, l'atto di

bilanciamento ha chiesto di anche se è quella

che richiede intensa concentrazione

fenomenologica. 158 Lo scopo del mio progetto

non mi permette di effettuare un'indagine

approfondita di naturalismo estatico perché ciò

costituirebbe una indagine in sé. Nell'assenza

della sua indagine completa, quindi, chiedo al

lettore di riconoscere l'importanza generale di

questo tipo di naturalismo quando si parla di

Peirce, e per mantenere la sua importanza in

mente come ho procedere. V.

ORGANIZZAZIONE DEI CAPITOLI In questo

primo capitolo, "Una peirceana filosofia della

religione," Mi hanno offerto un sintesi della mia

tesi e mostrato come Peirce prefigurato il

naturalismo estatico. In Oltre ad aver fornito

una introduzione generale alla filosofia di

Peirce della religione e
pagina 59
49 la sua terminologia, mi ha fornito una

revisione della letteratura, e ha identificato

quali filosofica correnti del soggetto resisto e

da quello che le correnti che disegno. Ho anche

cercato di delineare la filosofia di Peirce della

religione all'interno della visualizzazione del

naturalista estatico prospettiva. Capitolo Due,

"L'evoluzione del Cosmo," esplora come

possibilità è legata alla vita divina, o il cosmo

di Peirce. In primo luogo, io esamino categorie

di Peirce in quanto Struttura natura e sono la

natura, in quanto è preso ogni categoria di

essere un universo diesperienza e modo di

essere. In secondo luogo, ho descritto come la

dottrina di Peirce delle categorie che si pone

nella sua fenomenologia impegna possibilità.

In terzo luogo, discuto la realtà possibilità e la

questione di come ciò che è sacro potrebbero

essere inclusi all'interno del continuum di

natura. In quarto luogo, esamino come

possibilità si estende attraverso un continuum

di natura e anima il cosmo come parte della

vita divina. Ho poi analizzare le implicazioni di

Peirce continuità della natura per la sua

cosmologia e religiosi della metafisica, tanto

più che la continuità della natura può essere

interpretata come la vita in via di sviluppo di

Dio. Nel terzo capitolo, "Abduction e la Estatico

Evento," Io definisco conto di Peirce di

rapimento e il ruolo che essa svolge nella sua

teoria della richiesta, la logica, e il

ragionamento. Ho poi guardo il modo in cui il

processo di sequestro inizia nel disturbo del

Firstness-sentimento, e come Firstness-

sentimento tende verso stati più generalizzate

della mente nel "continuum di natura. "Io

sostengo perché il rapimento è importante per

le discussioni circa il sentimento religioso,

mentre concentrandosi sulle caratteristiche di

una sintonia con la natura. E infine esamino

Peirce saggio "Un argomento Trascurata per la

realtà di Dio" (1908) disegno fuori la differenza

tra il finito e l'infinito attraverso una

discussione del sentimento numinoso

sperimentato in caso estatica.
pagina 60
50 Il quarto capitolo, "Le Sacre profondità della

natura," serve come conclusione alla mia

progetto, aggiungendo enfasi alla mia tesi di

laurea illuminando principali punti precedenti

e problemi. io farlo avvicinando Peirce

attraverso 1.936 lezione di Heidegger su

Schelling, identificando Schellingean di

Heidegger ha ispirato i temi in cui riguardano

Peirce con la prospettiva di naturalismo

estatico che serve come sfondo per la mia

interpretazione. 159 Suggerisco che se uno può

riguardare heideggeriana dell'essere in modo

significativo alla vita divina Peirce, allora è

ragionevole affermare che si può situare Peirce

e Heidegger a più stretto contatto data una

reciproca pretesa Schellingean che una

differenza ontologica è responsabile per la

natura spiegamento e la verità divulgazione.

Fare questa affermazione aiuta a identificare

come possibilità e sensazione sia funzione

Firstness in quanto opera all'interno di una

filosofia di Peirce della religione. 1 Charles

Sanders Peirce, Collected Papers di Charles

Sanders Peirce Vols. 1-8, a cura di

CharlesHartshorne & Paul Weiss, AW Burks

(Cambridge, MA: Harvard University Press,

1931, 1958.) Hereafter citato come CP seguita

in volume e numero di pagina. Inoltre, Charles

Peirce, The Essential Peirce, a cura diNathan

Houser, Christian Kloesel, e Jonathan R. Eller

(Bloomington e Indianapolis: Indiana

University Press, 1992.) Di seguito citato come

EP seguita in volume e numero di pagina.

Inoltre, Charles S. Peirce, Scritti di Charles S.

Peirce: Un cronologico Edition . 6 volumi, a

cura di Max Fisch, Christian Kloesel, eNathan

Houser (Bloomington:. Indiana University

Press, 1982-2008) Di seguito citato come W

seguito da il volume e numero di pagina.

Inoltre, The Charles S. Peirce Papers, edizione

microfilm, Università di HarvardBiblioteca

Servizio Fotografico, 1966. Di seguito citata

come MS con il catalogo manoscritto e numero

di pagina. 2 una descrizione introduttiva delle

Firstness possono essere trovati in: CP 1,300-

317, CP 1.358, CP 1.412, e CP 1.530. 3 Per

ulteriori caratterizzazione del termine "sacro"

come io lo uso in questa dissertazione, vedere

Mircea Eliade, The Sacro e il profano ,

tradotto da Willard Task (New York: Harcourt,

1957), 47; e Rudolf Otto, The Idea del Santo:

un inchiesta sul fattore non razionale nell'idea

del divino e la sua relazione con la razionale,

tradotto da John Harvey (Oxford: Oxford

University Press, 1923.) non seguo Eliade

discissione dualistica tra il mondo reale

(profana) e il proprio mondo reale. Tuttavia, mi

trovo praticabile la suainclusione del sacro nel

regno di ciò che è fenomenologicamente sentita

da l'essere umano in religioso Esperienza.

Vedere anche Douglas Allen, "analisi

fenomenologica di Mircea Eliade dei Religiosi

L'esperienza, " The Journal of Religion Vol. 52,

No. 2 (Aprile 1972): 170-186. 4 John D.

Dadosky, La struttura dei Religiosi Knowing:

L'incontro con il sacro in Eliade e Lonergan

(New York: SUNY, 2004), 21-24. Vedere anche

Merold Westphal, "Fenomenologia ed

esistenzialismo," in A Compagno di Filosofia

della religione (Massachusetts: Blackwell,

1999), 144. Westphal discute i modiin cui l '

"oggetto" religioso (spesso generalizzato come il

sacro o il santo) è dato al soggetto religioso. Si

caratterizza il presupposto esistenziale per

quello che significa essere religioso, tanto più

che il soggetto incontra il sacro dal punto di

vista fenomenologico ed esistenziale. 5 Valpy,

FEJ, un dizionario etimologico della lingua

latina (Londra: Red Lion Court, 1928),

414.Sacer è la forma nominativo singolare -

sacro è neutro forma derivata. Questa è una

parola latina con puramenteradici Latinum.

Marylinn Lawrence Moore mi ha aiutato nel

recupero di specifiche variazioni etimologiche.

Si prende atto della seguente della parola

"sacro": dal verbo sacren "rendere sacro" (c.1225),

da O.Fr.
pagina 61
51 sacrer (c.1200), dal latino sacrare "rendere

sacro, consacrato," da sacer (gen. sacri )

"sacro,dedicato, santa, maledetto, incantato "dal

saceres , che Valpy collega alla radice di base"

legare, limitare,racchiudere, proteggere. "form

nasalizzate è sancire " rendere sacro,

confermare, ratificare, i voti. «Una vacca sacra

è un"Oggetto di venerazione induista," dal 1891;

Figura. senso viene prima registrata 1910,

dalla visione occidentale di . Induismo sacro si

riferisce anche a Desmos in greco - per legare,

o un potente legame ortografico avendo il

poteredegli dei, incantato, incantato.

Corrispondenza based con Marilynn Lawrence

Moore, 2 giugno, 2008. Dadosky esplora

l'etimologia ed il significato di "sacro" nel suo

La struttura dei religiosi Conoscere, 23-24. 6

Eliade, Il sacro e il profano, 11. 7 Ibid., 414. 8

Ibid., 10-12. 9 In altre parole, la mia tesi opera

all'interno della comprensione della Peirce non

è panteista, come il suo Dio non è sinonimo di

natura, ma è una parte di esso. Tale rende

Peirce un panenetheist. Per discussione

suPanenteismo di Peirce, vedi John W. Cooper,

Panenteismo: L'altro Dio dei filosofi

(GrandeRapids, MI: Baker Academic, 2006.)

Dio di Peirce manifesta in e attraverso, le

categorie di esperienza 10 Cf. CS Peirce "su un

nuovo un nuovo elenco di categorie" (1867) e

successivamente rivisto in "On Fenomenologia"

(1903) e 'Le categorie difeso "(1903) 11

Probabilmente il più autorevole monografia

sulla filosofia evolutiva di Peirce è Carl

Hausman, Evolutiva La filosofia di Charles S.

Peirce (Cambridge: Cambridge University,

1993.) In esso, Hausmanva in grande dettaglio

discutere cosmo di Peirce in quanto si riferisce

alla prospettiva di realismo e l'evoluzione sorta

di verità o generalità. Un altro testo si

potrebbe consultare per una discussione su

evolutivo di Peirce La filosofia è Peter Turley,

di Peirce Cosmologia (New York:

Philosophical Library, 1977.) Questo testo

fanon tanto discutere le questioni circa il

realismo come fa discutere cosmo in evoluzione

di Peirce e l'ontologia spiegarla. 12 Peter

Turley, di Peirce Cosmologia (New York:

Philosophical Library, 1977), 110. 13 EP

2.441. 14 CP 7.219. 15 Otto, l'idea del Santo,

5-8. 16 Vincoli poste dal mondo possono essere

interni o esterni, o una combinazione di

entrambi come quando sfide "esterni" ottenendo

riposizionati come sfide "interne" all'interno

della psiche. Cf. EP 2.151. 17 CP 5.384. 18

Alain Badiou, Essere e Evento, tradotto da

Oliver Feltham (London: Continuum Press,

2005), 81. 19 E 'stato in Essere e tempo (1927)

, Sezione 69c, che Heidegger ha introdotto uno

schema estatico al fine diindicano l' ciò verso

cui momenti estatica portano l'individuo.

Heidegger ha questa articolazione cosìcome

per stabilire una nuova e radicale

comprensione del tempo all'interno della storia

della filosofia. Su Heidegger vista, perché gli

esseri umani sono esseri temporali, può essere

portato via in uno qualsiasi dei tre "ecstases":

passato, presente o futuro. Insieme, queste tre

dimensioni di passato, presente e futuro si

aprono un orizzonte di tempo e un mondo per

Dasein , quindi è possibile capire l'Essere degli

esseri. In questo progetto per il bene dibrevità

e chiarezza, mi relaziono il concetto

heideggeriano di "estatico" per orizzonti di

possibilità e realtà, ma non necessariamente

orizzonti della temporalità. Cf. Martin

Heidegger, "Lettera sull'umanesimo", in Scritti di

base ,a cura di David Krell (California:

Harper & Row, 1993), 229-234 e Essere e

tempo , tradotto da JohnMacquarrie & Edward

Robinson (San Francisco: Harper Collins,

1962), 364, 377. 20 Badiou, Essere e Evento,

20-37. 21 William James, da Le varie forme

dell'esperienza religiosa , "Circoscrizione del

[religiosa] Topic,"in Gli scritti di William James

, a cura di John McDermott (University of

Chicago Press: Chicago,1977), 744. Anette

Ejsing collega il tema di essere ricettivi al

divino con il concetto di anticipazione. Si

costruisce di una teologia peirciano di

anticipazione nella sua Teologia di

anticipazione: A Studio costruttiva di CS

Peirce: Princeton Theological Monograph

Series (Oregon: Pickwick, 2006.) Idovrebbe

ringraziare il Dott Ejsing per i suoi commenti e

le critiche su varie bozze di questa tesi. 22

Ibid., 744. 23 Ibid., 744. E Heidegger,

Contributi alla filosofia, 258 e 260.
pagina 62
52 24 Martin Heidegger, Discorso sul pensiero

, tradotto da John M. Anderson e E. Hans

Freund (Harpere Row, 1969), 58-91. 25

"Heidegger usa l'ortografia del XVIII secolo

Sein, vale a dire, Seyn, al fine di indicare che,

quando luiscrive Sein, egli intende il modo in

cui Sein è afferrato metafisicamente e, quando

scrive Seyn, egli intende il modo in cuiSein non

è più afferrato metafisicamente. "Heidegger,

Contributi alla filosofia, traduttori

prefazione,xxii. Questa distinzione non è del

tutto coerente, anche se quando eguagliando

Seyn con BE-zione, nella maggior parte dei

casi, lasignificato rimane lo stesso. Cfr

Contributi alla filosofia, 50-51, 124, 132, e

330. Vorrei sottolineare chealcuni studiosi

Heidegger (come Martin Weatherston, in

particolare tra questi) giustamente mantenere

la ortografia di BE-zione come Seyn al fine di

indicare questa differenza osservato. 26

Heidegger, Contributi alla filosofia, 186 e 191.

27 Ibid., 186, 191. 28 CP 6.v. 29 CP 6,406. 30

EP 1.176. 31 Robert S. Corrington, An

Introduction to CS Peirce (Maryland: Rowman

& Littlefield, 1993), 45. 32 Ralph Waldo

Emerson, Selections from Ralph Waldo

Emerson: An Anthology organico , a cura

diStephen Whicher (New York: Houghton

Mifflin, 1972), 168. 33 Per ulteriori

informazioni sulle condizioni che sostengono la

richiesta o qualsiasi forma di identità che si

trova come soggetto di inchiesta, si potrebbe

consultare Martin Heidegger, "il principio di

identità" di Identità e Differenza, tradotto da

Joan Stambaugh (New York: Harper & Row,

1969), rapporto 32. di Heidegger alla filosofia

della religione, in particolare ad una filosofia

che considera "il divino" o "la santa" è davvero

complesso. Diverse fonti secondarie principali

esistono come ad esempio: Laurence Paul

Hemming, ateismo di Heidegger: The Il rifiuto

di un Teologica Voice (Indiana: University of

Notre Dame Press, 2002); Jan Robinson e

JohnCobb, più tardi Heidegger e Teologia: Le

discussioni tra i teologi tedeschi e americani

(Westport, CT: Greenwood Press, 1979); Frank

Schalow, Heidegger e la ricerca del Sacro

(Paesi Bassi: Kluwer Academic Publisher,

2001); Ben Vedder, Filosofia di Martin

Heidegger Religione: da Dio agli Dei

(Pittsburgh: Duquesne University Press, 2006)

e John R. Williams,La filosofia di Martin

Heidegger di Religione (Ontario: Wilfred

Laurier University Press, 1979.) 34 Per la

comprensione specifica di Corrington di

collegamento di Peirce a una filosofia della

religione, vedi Robert Corrington, "Peirce e la

semiosi del Santo" Semiotica 1990 , a cura di

Haworth, Deely, e Prewitt(Lanham, MD:

University Press of America, 1991.) 35 In

particolare, come indicato in Martin

Heidegger, Contributi alla filosofia: Da

Enowning , tradottida Parvis Emad & Kenneth

Mally (Indiana: Indiana University Press,

1999) e Martin Heidegger, Trattato di

Schelling sulla essenza della libertà umana,

tradotta da Joan Stambaugh (Ohio:

OhioUniversity Press, 1985.) 36 Come citato

da Giuseppe Esposito, l'idealismo di Schelling

e filosofia della tura (Lewisburg:

BucknellUniversity Press, 1977), 203. 37

Heidegger, trattato di Schelling sulla essenza

della libertà umana , 4 e 97. 38 Cf. Charles

Hartshorne, La Divina Relatività: una

concezione sociale di Dio (New Haven: Yale

UniversityPress, 1948); Alfred North

Whitehead, religione in the Making (New York:

Fordham University Press,1996); 39 Cf. Pierre

Teilhard de Chardin, Il fenomeno di Man (New

York: Harper Perennial 1975); Sri Aurobindo,

The Life Divine (Wisconsin: Lotus Press,

1990.) 40 Cf. Mircea Eliade, Il sacro e il

profano , tradotto da Willard Task (New York:

Harcourt, 1957);Hans-Georg Gadamer,

filosofica ermeneutica , tradotto da e curato da

David E. Linge (Berkeley:University of

California Press, 1976); Paul Ricoeur, Il

conflitto delle interpretazioni: Saggi in

Ermeneutica, a cura di Don Ihde, tradotto da

Willis Domingo et al. (Evanston: Northwestern

UniversityPress, 1974.) 41 William James, Gli

scritti di William James: A Comprehensive

Edizione, a cura di John J. McDermott

(Chicago: University of Chicago Press, 1978);

Edmund Husserl, Meditazioni cartesiane ,

tradotto daDorion Cairns (Dordrecht: Kluwer,

1988.) 42 EP 1.251.
pagina 63
53 43 CP 5.402. Si veda anche, MS 674,15 e

Peter Turley, di Peirce Cosmologia (New York:

PhilosophicalBiblioteca, 1977), 110. 44 CS

Peirce, I manoscritti Charles S. Peirce: The

Open Court Publishing Company: Azienda

Records, 1886-1930 , manoscritti Collection #

27-32 (collezioni speciali Research Center,

Morris biblioteca,Southern Illinois University

Carbondale, 2008) Box 5 di 6, la cartella 1893.

Lettera a Edward Hegeler datata Anno 1893,

19 maggio. 45 CP 6,505. 46 Per inciso, il

termine "cosmotheism" non è lontano dalla

propria termine "filosofia cosmica" di Peirce, che

di cui lo studio di una divina, lo sviluppo, la

mentalità a livello di universo al lavoro

nell'universo. vedere il suo recensione di John

Fiske è l'idea di Dio come interessato dalla

conoscenza moderna (1885), W 5,260-262.

Peirceindicato anche la sua filosofia come

"Cosmogonica filosofia." Ha scritto, "Questi sono

i materiali fuori di cui principalmente una

teoria filosofica dovrebbe essere costruito, per

rappresentare lo stato delle conoscenze di che

il XIX secolo ci ha portato. Senza entrare in

altre importanti questioni di filosofia

architettonica, possiamo facilmente prevedere

che tipo di una metafisica sarebbe appropriato

essere costruito da quelle concezioni. Come

alcuni dei più antichi e alcune delle più recenti

speculazioni che sarebbe stato un

Cosmogonico filosofia, "EP 1.297. 47 GWF

Hegel, la Fenomenologia dello spirito, tradotto

da AV Miller (Oxfod: Clarendon, 1977), 11. 48

CP 6.214. 49 James, "Circoscrizione del

[religiosa] Topic," 744. 50 Paul Tillich, il

coraggio di essere (New Haven: Yale

University Press, 1952), 47, 82. 51 Martin

Heidegger, Chiarimenti della poesia di

Hölderlin, tradotto da Keith Hoeller (Amherst:

UmanitàLibri, 2000), 151. 52 Vincent Potter,

"vagamente come un uomo: il teismo di CS

Peirce" in Dio conoscibile e inconoscibile, a

cura di R. Roth (New York: Fordham

University Press, 1973), 249. 53 Cf. Vincent

Potter, "vagamente come un uomo: il teismo di

CS Peirce" in Dio conoscibile e Inconoscibile, a

cura di R. Roth (New York: Fordham

University Press, 1973.) 54 Come citato da

John Caputo, The Religious (Massachusetts:

Blackwell, 2001), 201. Cfr Jacques Derrida, di

Grammatologia, tradotto da GC Spivak

(Baltimore: Johns Hopkins University Press,

1974.) 55 CS Peirce, I manoscritti Charles S.

Peirce: The Open Court Publishing Company:

Azienda Records, 1886-1930 , manoscritti

Collection # 27-32 (collezioni speciali

Research Center, Morris biblioteca,Southern

Illinois University Carbondale, 2008) Box 5 di

6, la cartella 1893. I commentatori hanno

sostenuto se Peirce inizialmente ha scritto "il

meglio" della religione o "la peste" della

religione. Ad esempio, gli studiosi discutono

nel ewsletter Peirce progetto , Volume 2, n

Estate 1995 "non è chiaro che la 'peste' è la

correttaparola. Può essere - Peirce ha fatto

nessuna correzione qui sul cambusa.

Chiaramente la prima lettera della parola è

stata alterato nella lettera originale di Peirce e

il tipografo prese la lettera destinati ad essere

'p', ma non è così ovvio sulla nostra copia.

L'alterazione, che sembra cambiare un 'p' a un

'b', o viceversa, solleva la possibilità che la

prima lettera è 'b', rendendo la parola previsto

'migliore' - ma che non funziona nel contesto.

Probabilmente la parola Peirce voleva si

'riposare' - questa è supportata dal fatto che

qualcuno, forse ma non chiaramente Peirce,

inserito una 'r' al di sopra del alterata prima

lettera. Questo piccolo nodo testuale

probabilmente può essere cancellato quando

abbiamo prossima visita Southern Illinois

University, dove siamo in grado di esaminare

l'originale. "Dopo il mio attento esame della

documento originale, è la mia conclusione che

Peirce usa inchiostro più pesante in colpi verso

il basso per correggere le bozze delle sue

lettere. La parola originale scritta in inchiostro

luce era "meglio". La correzione, scritta in

inchiostro più scuro, era "Parassiti". Così, il

passaggio dovrebbe leggere, "La peste della

religione sta enfatizzando due centesimo ha

'penny differenze ". 56 CP 6,584. 57 Douglas R.

Anderson, "Un argomento americana per la

fede nella realtà di Dio" filosofia della religione

26(1989): 110. 58 Firstness è collegato al

"potere" di assimilazione o l'abitudine

assunzione facoltà di Terzità. Vedere CP 1.351.

Vedere anche: "I principi della fenomenologia" in

scritti filosofici di Peirce , a cura di Justus

Buchler(New York, Dover, 1955) e in "On

fenomenologia" in EP 2.145. Ho usato il volume

editied di Buchler su Peirce come supplemento,

se necessario, a causa del fatto che è più

portabile rispetto ai Collected Writings oScritti

.
pagina 64
54 59 Charles S. Peirce, scritti filosofici di

Peirce, a cura di Justus Buchler (New York:

Dover,1955) 78-85. 60 CP 1.357. 61 Otto, Idea

del Santo , 5-8. 62 Ibid., 5-8. 63 Ibid., 8-11, e

Eliade, sacro e profano , 8-10. 64 Peirce, scritti

filosofici di Peirce , 77. 65 CP 1.25. 66

Corrington, Introduzione alla CS Peirce , 128.

67 EP 1.234. 68 Peirce, scritti filosofici di

Peirce, 87. 69 CP 1.373. 70 Immanuel Kant,

Lectures on Philosophical teologia, tradotte da

Allen legno e Gertrude Clark(New York:

Cornell University Press, 1978), 44. 71 John

Caputo, The Religious ( Oxford: Blackwell,

2001), 3. 72 John R. Williams, la filosofia di

Heidegger di Religione (Ontario: Wilfred

Laurier University Press, 1979), 139. 73

Richard Kearney, Il Dio che possono essere

(Bloomington: Indiana University Press, 2001),

83. 74 San Tommaso d'Aquino, Summa contra

Gentiles: Libri I-III, tradotto da Anton C.Pegis,

JF Anderson, e Vernon J. Bourke (Indiana:

University of Notre Dame Press, 1975), 1.3-4.

75 Ibid., SCG 1,21-22. 76 Ibid., SCG 1,21-22.

77 Ibid., SCG 1,21-22. 78 Martin Heidegger,

Essere e tempo , 221. 79 Citato dalla

traduzione di Kearney in quel Dio che può

essere, 91. Traduzione Capuzzi e Gray di legge,

"Comel'elemento, Beins è il 'potere tranquilla'

del Cf. favorire abilitazione, cioè del possibile. "

balestruccio Heidegger, "Lettera

sull'umanesimo" tradotto da Frank A. Capuzzi,

in Pathmarks , a cura di WilliamMcNeil (New

York: Cambridge University Press, 1998), 241

  • 242. Kearney traduce "favorendo-abilitazione"

come "amare". 80 Ibid., 242. 81 Kearney, il dio

che può essere, 91. 82 Heidegger, "Lettera

sull'umanesimo," 242. 83 Come tradotto da

Kearney, Il Dio che può essere , 93. 84

Heidegger, "Lettera sull'umanesimo," 242. 85 Cf.

Il commento di Kearney sulla "Lettera

sull'umanesimo" a Kearney, il dio che può

essere, 91-93. 86 Frank Schalow, Heidegger e

la ricerca del sacro (Paesi Bassi: Kluwer

Academic, 2001), 104. 87 Douglas R.

Anderson, la creatività e la filosofia di CS

Peirce (Paesi Bassi: Kluwer, 1987), 97. 88 EP

2.438. 89 CP 6,613. 90 Corrington,

Introduzione alla CS Peirce (Maryland:

Rowman & Littlefield, 1993) , 172. 91 Ejsing,

Teologia della Attesa, 139-147. 92 Michael

Raposa, filosofia di Peirce della religione

(Bloomington: Indiana University Press, 1993.)

Idovrebbe ringraziare il Dott Raposa per la

sua meravigliosa intuizione ed il commento

gentile sul mio lavoro, e per offrendo a me la

corrispondenza eloquente e informativo nel

corso dell'ultimo anno per quanto riguarda

Peirce religiosa pensiero. 93 Come citato da

Corrington sul suo sito web di facoltà,

http://www.users.drew.edu/rcorring/, si accede

gennaio 24, 2008. Vedi anche, Robert S.

Corrington, natura e del Spirit: un saggio in

Estatico aturalism (New York:Fordham

University Press, 1992 ); Robert S. Corrington,

An Introduction to CS Peirce

(Maryland:Rowman & Littlefield, 1993);

Robert S. Corrington, Estatico aturalism: segni

del mondo (Bloomington,IN: Indiana

University Press, 1994); e Robert S.

Corrington, Auto di tura: il nostro viaggio da

origine a Spirit , (Lanham, MD: Rowman &

Littlefield, 1996.) 94 Ejsing, Teologia della

Attesa, 8.
pagina 65
55 95 Ibid., 8, 158. In particolare Ejsing

sostiene Corrington non tiene conto della

realtà di Dio nella sua interezza, come egli non

enfatizza la volontà divina di Dio nella sua

teologia Peirce delle potenzialità divine ( die

Potenzen .) 96 Ibid., 8. 97 Il corpo di

letteratura su Peirce e la religione è pochi e

lontani tra loro. Così com'è non ci sono solo

quattro libro manoscritti di lunghezza che si

occupano direttamente con il tema: di Donna

M. arancione di Peirce concezione di Dio: A

Studio dello sviluppo (Bloomington: Indiana

University Press, 1984); Di Michael Raposa di

Peirce Filosofia della religione (Bloomington:

Indiana University Press, 1993); Di Robert S.

Corrington Introduzione di CS Peirce, An:

Filosofo, semiologo e Estatico aturalist

(Maryland: Rowman & Littlefield,1993); e di

Anette Ejsing Teologia di anticipazione: uno

studio costruttivo di CS Peirce

(Oregon:Pickwick, 2006.) Oltre a tesi di

laurea, ci sono solo poche decine di articoli e

alcuni capitoli in antologie o nei Peirce

transazioni che si occupano di Peirce e la

religione. Io non, almeno visibilmente in

questolavoro, che fare con il manoscritto di

Donna Arancione concezione di Dio di Peirce:

uno studio dello sviluppo. (Bloomington:

Indiana University Press, 1984), che è in primo

luogo un lavoro in teologia filosofica che

approcci Peirce da un punto di vista

specificamente giudaico-cristiana. Tuttavia,

tendo a concordare con Ejsing di propria

dichiarazione a pagina 138 del suo libro

Teologia di anticipazione che "posizione

teologica di Peirce è piùgeneralmente religiosa

di specificamente cristiano. "Sul tema della

teologia filosofica vorrei ringraziare il Dr. Jed

Delahoussaye per ispirare la mia passione

interesse per la materia, perché era sotto la sua

direzione e la guida di quasi un anno che ho

trovato un amore di studio per tali filosofi che

vanno da Saint Agostino e San Tommaso

d'Aquino, di Giovanni Duns Scoto e Giovanni

Scoto Eriugena, durante la sua medievale

filosofia e seminari teologia naturale, e, più

recentemente, per ispirare la mia passione e la

ricerca nelle teologie della Karl Jaspers e Paul

Tillich. Ulteriore caratterizzazione della

religione letteratura Peirce si trova in Ejsing,

Teologia della Attesa, 138 e in ottime

bibliografia di Raposa nel suo Peirce Filosofia

della religione (Bloomington: Indiana

University Press, 1993). 98 Per un disscusion

introduttivo sul realismo Scholastic da Peirce,

vedi CP 5,93-101. Si veda anche, "di Fraser The

Opere di George Berkeley " (1871), EP 1,83-106

e Nathan Houser," Introduzione ", 1.xxviii EP. 99

CP 1.6. 100 Raposa, filosofia della religione,

di Peirce 86, anche Peter Ochs, "Theosemiotics

e pragmatismo," The Journal of Religion Vol.

72, n ° 1 (gennaio 1992): 59-81. 101 A volte

nel lavoro di Raposa, sembra che egli tratta

Peirce esclusivamente come un giovane in

possesso di un hegeliana "Religione della

scienza.", Concentrandosi su, esaltando di

Peirce della ragione e la condanna tutte le

forme di il nominalismo e scetticismo

metafisico, Raposa forse inavvertitamente de-

sottolinea il non-razionale la metafisica di

Peirce. Raposa ha indicato a me in

corrispondenza che ho ragione nell'attribuire a

lui Roycean e giovani tendenze hegeliane. 102

Corrington, Introduzione alla CS Peirce , 208.

103 Ibid., 208. 104 Dove Corrington parla di

un Peirce "categoria", ha spesso utilizza i termini

"ordine" o "dimensione di esperienza "come

sinonimi. 105 Corrington, Introduzione alla CS

Peirce, 208-209. E 'per questo stesso motivo ho

rinviare Raposa ditheosemiotic alla differenza

ontologica come pensiero circa da Heidegger.

106 Vedere Robert Corrington, "Il mio

passaggio da Panenteismo al panteismo," The

American Journal of Teologia e filosofia vol.

23, No. 2 (maggio 2002): 129-153. 107

Recentemente Corrington ha espresso a me che

il suo lavoro anche attualmente attinge risorse

come Kant (In particolare il concetto del

sublime), Schopenhauer, e Dewey. 108

Ovviamente non posso entrare in una

descrizione completa scala di come mi prendo

la fenomenologia di operare all'interno di

questo del progetto, ma solo in grado di

indirizzare il lettore alle risorse e le linee

principali di pensiero che caratterizzano la mia

comprensione. Detto questo, ho citato il

seguente breve elenco di risorse

fenomenologiche. Martin Heidegger, Essere e

tempo, tradotto da Joan Stambaugh (New York:

SUNY Press, 1996); Herbert Speigelberg,

"Husserl e di fenomenologie di Peirce:

Coincidenza o interazione," Filosofia e La

ricerca fenomenologica Vol. 17. No. 2.

(dicembre 1956): 164-185; Herbert

Speigelberg, The Movimento fenomenologica

(Dordrecht: Kluwer Academic Publishers,

1994); Edmund Husserl,Meditazioni cartesiane

, tradotti da Dorion Cairns (Dordrecht:

Kluwer, 1988); Edmund

Husserl,Fenomenologia e la crisi della

filosofia , tradotto da Quentin Lauer (New

York: Harper Row, 1964);
pagina 66
56 Frederik Stjernfelt, Diagrammatology:

un'indagine sui i confini della fenomenologia,

ontologia, e Semiotica (New York: Springer,

2007); e Thomas Seebohm, Robert Corrington

e Carl Hausman,Pragmatismo ritiene

Fenomenologia (Washington DC: CARP e

University Press of America, 1987.)Questo

elenco non è affatto esaustivo, ma dovrebbe

fornire al lettore una conoscenza di base con le

linee di la fenomenologia che mi identifico con

come costituente il carattere generale della

disciplina. 109 Corrington, Introduzione alla

CS Peirce , xii. 110 Robert Corrington,

"Evolution, religione, e un capiente

naturalismo: una risposta a The Evolution of

Religione: Storie, Teorie, e Critiques, "Inedito

Manoscritto, corrispondenza e-mail a

LeonNiemoczynski, datata 11 giugno 2008. 111

Corrington, natura e del Spirito, x. 112 A mio

avviso, Peirce è strettamente stato collocato

nella categoria dei filosofi "scientifica". Inoltre,

un comprensione insulare di "logica" circonda la

sua filosofia. Ad esempio, in Thomas A.

Goudge, The Il pensiero di CS Peirce (Toronto:

University of Toronto Press, 1950), Goudge

sviluppa la tesi che non visono "due Peirce": il

"robusto" pragmatista empirica, e lo spiritualista

"discutibile". Altri, come ad esempio Manley

Thompson, hanno sottolineato gli elementi

pragmatici e empirico-scientifica nella

scrittura di Peirce. Vedere Manley Thompson,

il pragmatico filosofia di CS Peirce (Chicago:

University of Chicago Press,1953) Revisione

della letteratura, anche nella sua formulazione

contemporanea, indica che Peirce è ancora

saldamente collocato in una tradizione che

elogia la scienza, la logica e la matematica

senza riguardo a qualsiasi altra cosa presente

nella sua pensato. Se è vero che gli sviluppi

filosofici di Peirce della scientifica e

matematica tradizioni sono davvero cruciale e

importante, è mia opinione che gran parte

della letteratura corrente trascura le ricche

risorse del pensiero di Peirce che potrebbero

contribuire ad altre discipline come l'etica, la

teologia, l'arte, o la religione, o di altre

prospettive e tradizioni come il

postmodernismo o la filosofia continentale. A

caratterizzare la visione tradizionale di Peirce,

per esempio, Max Fisch (uno dei biografi

eminenti di Peirce e lo stesso studioso Peirce)

ha scritto, "E non è sufficientemente

riconosciuto che la carriera di Peirce era

quello di un scienziato, non un filosofo; e che

durante la sua vita era conosciuto e apprezzato

soprattutto come scienziato, solo

secondariamente come un logico, e poco a tutti

come un filosofo. Anche il suo lavoro in

filosofia e la logica volontà Non essere capito

fino a questo fatto diventa una premessa in

piedi di studi peirciana. "Da Max Fisch, studi

nella filosofia di Charles Sanders Peirce,

seconda serie , a cura di Moore e Robin

(Amherst:University of Massachusetts Press,

1964), 486. Pensando a Peirce soprattutto

come scienziato e non come un filosofo tronca

opportunità di esplorare la sua filosofia in

modi diversi da quelli della scientifica,

cioè,Raramente si fa a esplorare il pensiero di

Peirce come avere una filosofia della religione,

l'etica, o altro. Un altro esempio della tendenza

a comprendere Pierce "scientificamente" si può

trovare nell'introduzione editor per la Essential

Peirce: "Ogni volume di scritti di Peirce

dovrebbe forse contenere l'avvertenza: 'Che

nessuno entrarequi chi è ignorante di logica,

matematica, e la storia della scienza. '... poiché

senza tale conoscenza è non è possibile

penetrare completamente nelle profondità della

metafisica di Peirce. "1.xxxii EP. Pur

comprendendo che metodo scientifico e dei

soggetti della ricerca scientifica sono stati

davvero importante per Peirce, certamente lui

ha avuto altre preoccupazioni rispetto a quelli

limitati al regno della ricerca scientifica. E

certamente, mentre una formazione in logica e

matematica potrebbe essere utile per qualcuno

lo studio Peirce, che non è affatto necessario.

Peirce ha detto, dopo tutto quello che "non ho

bisogno di sentirsi dire che la scienza si

compone di specialità. Tutto questo lo so,

perché io appartengono alla gilda della

scienza, hanno imparato uno dei suoi mestieri

e sto saturato con le sue nozioni attuali. Ma a

mio giudizio ci sono uomini di scienza, tutti

coloro la cui formazione è servito solo a

sminuire loro, e non vedo che una semplice

specialista scientifica significa

intellettualmente molto superiore un artigiano.

Sono abbastanza sicuro che un giovane che

trascorre il suo tempo esclusivamente nel

laboratorio di fisica o chimica o la biologia, è

in pericolo di trarre profitto, ma poco di più

dal suo lavoro che se fosse un apprendista in

un negozio di macchina. "CP 7.65. E, "dovrei

essere il primo a insistere sul fatto che la

logica non può mai essere appreso dalla

logica-libri o logiche lezioni ... L'impressione è

diffusa che il successo nella logica richiede

una testa matematica. Ma questo non è vero.

L'abitudine di guardando le domande in modo

matematico è, devo dire, di grande vantaggio,

e, quindi, una svolta per la matematica è di

servizio più o meno in ogni scienza, fisica o

morale. Ma nessun talento brillante per

matematica è affatto necessario per lo studio

della logica. "CP 7,69-70. Coloro che hanno

una formazione in filosofia continentale, ad

esempio, di rilevare le preoccupazioni

all'interno della filosofia di Peirce diversi da

quelli lodato da lo scienziato "robusto", o logico.

Neil Gross, per esempio, ha studiato il contesto

socio-intellettuale che Peirce è stata sollevata

attraverso la lente del 1913-1914 le lezioni di

Emil Durkheim sul pragmatismo. Lettura
pagina 67
57 libri e articoli di riviste di quel periodo

indicano le idee del pragmatico anglo-

americano filosofi, soprattutto Peirce e le sue

associazioni con lo spiritualismo di Bergson e

il pensiero di processo, sarebbe venuto ad

assumere connotazioni religiose per molti

intellettuali francesi che li leggono. Lordo

rende anche il collegamento interessante fra

Peirce e teologi moderni come Maurice

Blondel e Eduoard Le Wroy, che ha scritto

estesamente circa l'azione umana. Il

collegamento è che, all'interno letteratura

contemporanea, la valuta di Peirce per la

filosofia della religione è per lo più preso da

filosofi addestrato in filosofia continentale, o

almeno i filosofi che sono a conoscenza di

intellettuale francesesviluppo e come ha

portato alla tradizione postmoderna. Quei

filosofi un continente addestrati poi costruire il

ponte verso l'America pragmatismo vedendo in

Peirce l'embrione di molti postmoderni temi-e

questi temi passo oltre il dominio della

matematica e della scienza. L'indebitamento di

Corrington al postmoderna tradizione

francese, per esempio, è attraverso la

psicoanalisi di Julia Kristeva. E David Ray

Griffin ha esplorato il collegamento di Peirce

al postmodernismo, come ha Floyd Merrel.

Infine, Jacques Derrida-forse-filosofo ha più

noti del postmodernismo ammesso la sua alta

considerazione per Peirce; aver letto le carte di

Peirce ad Harvard e commentando come

"indeterminazione di riferimento" di Peirce

superato anche quella di Saussure. Vedere Neil

Gross, "di Durkheim Pragmatismo Lectures: A

contestuale Interpretazione, " Teoria sociologica

Vol. 15, No. 2 (luglio 1997): 126-149, e Robert

S. Corrington,"Di Peirce Ecstatic Naturalismo:

La nascita del divino nella natura," American

Journal of Theology e La filosofia , vol. 16, n °

2, (maggio 1995): 173-187 e Robert S.

Corrington, aturalism Estatico: Segni di the

World (Bloomington, IN: Indiana University

Press, 1994), 133. Inoltre, David Ray Griffin

"Introduzione"e Peter Ochs "Charles Sanders

Pierce" in fondatori della filosofia postmoderna

costruttivo: Peirce, James, Bergson,

Whitehead, e Hartshorne. A cura di David Ray

Griffin (New York: SUNY, 1993),Floyd Merrell,

semiosi nel Postmodern Age (Indiana: Purdue

University Press, 1995), Jeffrey

Barnouw,"Peirce e Derrida: empirismo 'segni

naturali" Versus Deconstruction' Originario

Trace ', "in Poetica Oggi Vol, 7: 1 (1986): 78-

94, e Jacques Derrida, di Grammatologia ,

tradotto da GC Spivak(Baltimore: Johns

Hopkins University Press, 1998), in particolare

48, 49, e 336. 113 Peirce, scritti filosofici di

Peirce, 1-3, Vedere anche cp 1,3-14. 114 scuole

filosofiche che esemplificano questa immagine

del mondo sarebbe il positivismo logico, o

molto prima nella storia filosofica, il pensiero

empirico di John Locke e simili empiristi

britannici che concentrarsi su dati sensoriali

come il criterio ultimo per la realtà e la verità

.. Per una critica appuntita della insularità di

questo tipo del naturalismo, vedere John

Dewey, "Natura in Experience", in The Essential

Dewey Vol I, eds. Hickman eAlexander

(Bloomington: IUP, 1998), 155 in particolare.

115 Peirce, scritti filosofici di Peirce, 2. 116

CP 1.135. 117 Cf. S. Morris Eames, aturalism

pragmatico: An Introduction (Carbondale:

Southern Illinois UniversityPress, 1977), 3-9,

16-22. 118 Si veda ad esempio il suo saggio

sulla fenomenologia nel primo volume dei

Collected Papers. 119 CP 1,43-58. 120 James,

"Un mondo di pura esperienza" in Scritti di

William James, 195. 121 CP 5.173. 122 Citato

da William James, "Filosofia (Lecture XVIII da

La Varietà di esperienza religiosa )

inPragmatismo e religione, a cura di Stuart

Rosenbaum (Chicago: University of Illinois

Press, 2003), 75. 123 Corrington, aturalism

Estatico , 18-19. 124 Robert Corrington, di

tem- Religione (Maryland, MD: Rowman &

Littlefield, 1997), 3. 125 Robert Neville,

Prefazione a religione di tura, xiii. 126 Ibid.,

Xiii. 127 Ibid., Xiii. 128 Ibid., 3. 129

Corrington, Estatico aturalism , 5, 18-19, 23.

130 Corrington, religione di tura, 8. 131

Martin Heidegger, "Sulla Essenza della Terra" in

Pathmarks tradotto e curato da William

McNeill(Cambridge University Press: 1998),

97 e 134. 132 Corrington, aturalism Estatico ,

5.
pagina 68
58 133 Ibid., 16. 134 Ibid. ,, 4. 135 Ibid., 4-6.

136 Vedere CP 5.589. 137 Vedere CP 1.171 e

1.362 CP, anche CP 6 "The Continuum". 138

Corrington, auto di tura: il nostro viaggio da

origine allo Spirito, 142. 139 Corrington,

natura e del Spirit: un saggio in Estatico

aturalism, 141. 140 CP 6,365. 141 Heidegger,

trattato di Schelling sulla essenza della libertà

umana, 109. 142 CP 6.102. un'influenza

rilevante da Schelling è menzionato anche nel

CP 6,605. 143 CP 6,612-13. 144 EP 1,1-11.

145 Corrington, aturalism Estatico, 7. 146

Caratterizzare l'impossibilità di disgiunzione

assoluta nel continuum, Peirce ha spiegato che,

"Se il successione di immagini nella mente

[immagini o idee che sono parte di una stessa

natura, ma che sono distinti in senso che essi

possono essere concettualmente differente] è di

passi discreti, tempo per questo mente sarà

costituito istanti indivisibile. Uno qualsiasi

idea sarà assolutamente distinto da ogni altra

idea per il suo essere presente solo nel

momento che passa ... [The] somiglianza delle

idee implica che alcuni due idee devono essere

pensato insieme che sono presenti alla mente in

tempi diversi. E questo non può essere, se sono

istanti separati l'uno dall'altro da gradini

assoluti. "MS Numero 377," Il tempo e pensiero.

"Citato da Matthew Moore, "La genesi del

peirciano Continuum," Operazioni di Charles S.

Peirce Society Vol. 43, No. 3 (2007): 428-429.

147 Una articolazione di questo punto di vista

si trova nella sezione di Corrington "L'inconscio

della Natura" in Ecstatic aturalism, 48 * 52.

148 Elusive ad analisi proposizionale e logica,

Firstness ancora può essere indirettamente

conosciuto in quanto è sentita direttamente

.Qui, naturalmente, si deve ampliare il concetto

di cosa significa "conoscenza". Così, a seguito

Buchler, per ad esempio, il giudizio non deve

assumere la forma di un pensiero o di una

proposta, ma possono essere incluse in azione

o l'organizzazione e l'organizzazione dei

materiali. Nel definire "conoscenza" di Firstness,

ci possono essere "emozionale", "Energico", o

"performativa" comunicazione di conoscenza

circa Firstness piuttosto che rigida logica

analisi di esso. Eppure, mezzi speciali non sono

tenuti ad interpretare "conoscenza" di Firstness

né rilevarlo come unsensazione. In questo caso

Firstness sarebbe fenomenologicamente sé

evidente al "sperimentatore" (o "Proceiver," in

termini di Buchler.) Io indico al fatto che

Firstness può essere auto-espressiva in prima

esperienza persona. Vedere Beth Singer,

aturalism ordinale: Introduzione alla filosofia

della Justus Buchler (Lewisburg: Bucknell

University Press, 1983), 42. 149 Cf. Paul

Ricoeur, Freud e filosofia: un saggio

sull'interpretazione , tradotto da Denis Savage

(NuovoHaven: Yale University Press, 1970.)

150 Ibid., 190-191. 151 Corrington, natura e

del Spirito, 139. 152 W 1.503. 153 CP 6.287,

Capitolo Undici "Evolutionary Amore." 154

Corrington, natura e del Spirito, 37. 155

CP.6216-217. 156 CP 6,217. 157 Martin

Heidegger, "Sulla questione di essere" in

Pathmarks tradotto e curato da William

McNeill(Cambridge University Press: 1998),

291-323. 158 Corrington, Un teoria semiotica

di Teologia e Filosofia, 90-91. 159 Il punto di

vista che il sacro è già una parte della natura è

una vista tenuto da Robert Corrington e

animare la forza che ha portato le idee dietro

questa dissertazione. Anche se io non discuto

esplicitamente in questo lavoro il naturalismo

estatico di Corrington, la sua filosofia rimane

la lente attraverso la quale ho vista sia Peirce

e Heidegger, ed è per la sua visione filosofica

che io sono più indebitato. Vorrei ringraziare il

Dott Corrington per la sua revisione e il

sostegno del mio lavoro, così come per essere

una fonte di ispirazione creativa.
pagina 69
60 CAPITOLO DUE Cosmo in evoluzione

"Guardo al momento della creazione come

andare avanti e credo che tale idea vaga come

possiamo avere la potere della creazione è

meglio identificata con l'idea di teismo. " --CS

Peirce, CP 8.138 1 Ho sostenuto nel capitolo

precedente che l'ontologia e di Peirce

cosmologia-suo "Cosmotheism" -Conti per un

universo in evoluzione che ci ha suggerito di

essere il divenire la vita di Dio. Come Peirce

messo, "una vera filosofia evolutiva, cioè uno

che fa il principio della crescita elemento

primordiale dell'universo, è così lontano

dall'essere antagonista per l'idea di un creatore

personale che è davvero inseparabile da questa

idea. " 2 Sviluppando questa affermazione pone

le sue difficoltà e le sfide, e bisogna fare

attenzione a costruttivamente interpretare ciò

che Peirce pensato al divino. Cito Charles

Hartshorne e William Reese a lungo per

descrivere la situazione e introdurre ciò che di

Dio di Peirce sarà il mio obiettivo. riflessioni

di Peirce su Dio sono frammentari. L'intera del

suo pensiero con il suo il vigore e la freschezza

sembra sforzare contro disposizione in un

unico coerente, sistema ... il caso è più critica

rispetto al suo concetto di Dio ... .Peirce era

principalmente di logica e cosmologia; queste

richieste gran parte della sua energia per tutta

la vita. Anche in questo caso, Peirce

profondamente convinto che il cammino della

filosofia futuro richiesto di uno interesse

utilizzatori la ricerca, in particolare del

laboratorio varietà ... .Peirce diffidava

notevolmente il ragionamento dei teologi e la

filosofia del seminario che era molto probabile,

si sentiva, come filosofia poltrona. Ma forse la

considerazione più importante che porta l'idea

di Dio era la sua convinzione che questioni

pratiche devono poggiare su di istinto ... .Tutto

questo essere così, Peirce pensare a Dio non

poteva benissimo essere portato in un unico

coerente dottrina ... .Uno non può

adeguatamente rendere definitiva ciò che sono

essenzialmente a tempo indeterminato
pagina 70
61 temi che riguardano Dio; ma le categorie di

Peirce ha fatto, dopo tutto, diventano tre

universi; e siamo tentati di suggerire che un

concetto preciso avrebbe potuto essere

raggiunto attraverso concernente l'idea di Dio

ai suoi modi di essere .... [Per Peirce] la

crescita o lo sviluppo è essenziale in Dio ...

.Peirce afferma che Dio è 'l'unico risposta

filosofica 'in grado di spiegare lo sviluppo di

potenzialità nel universo e che l'universo,

almeno sotto questo aspetto, può essere

definito 'mente di Dio.' 3 Il mio obiettivo sarà

quindi stabilire il motivo per cui l'ontologia e

la cosmologia di Peirce offrono una angolo

utile di visione in modo da discernere come si

può pretendere che il cosmo è una via di

sviluppo vita divina, e che Peirce ha fatto

capire tanto nella sua filosofia. O, come ha

riassunto Peirce l'idea, "Il punto di partenza

dell'universo, Dio creatore, è il primo assoluto;

il capolinea dell'universo, Dio completamente

rivelato. " 4 E 'mia opinione che Peirce ha fatto

Non interpretare il cosmo solo per essere un

riflesso della divinità e di "mente di Dio" vista -a

condiviso dalla maggior parte dei panenteisti,

ma che pensava il cosmo fosse una vita sempre

più diventando, infinito nel suo carattere.

Peirce intendere che il divino era una vita

sempre più diventando causa di la

caratteristica ontologica di possibilità presenti

al suo interno , un modo di essere responsabile

per illa libertà di Dio per crescere e

trasformare continuamente in un processo

creativo che tende verso, ma non

necessariamente raggiungere un futuro stato di

Dio rivelata, o "mente ... .a scorso cristallizzato

in futuro infinitamente lontano ", come diceva

lui. 5 In questo capitolo, vorrei discutere come

esseri finiti sono in grado di relazionarsi con la

vita divina nella sua realtà di divenire , oquello

che io chiamo "il continuum della natura." Dato

che Peirce descrive un universo di pensiero

essere in evoluzione verso uno stato di "mente

cristallizzata," il divino potrebbe così dire che

esiste come un " continuo " le cui origini sono

indefinito e vago, e le cui estremità tendono

verso ilragionevole e concreta. Se il cosmo sta

sviluppando verso uno stato perfezionato, si

potrebbe chiedere se sarà mai raggiungere

quello stato, rendendo così un compimento

escatologico della sua
pagina 71
62 vita. Peirce ha risposto a questa domanda,

"E 'sempre deve essere in uno stato di

incipiency, di la crescita ... .La creazione

dell'universo ... .è in corso oggi e non sarà mai

fatto. " 6 Prominent in questa discussione è

l'identificazione della natura del cosmo (che

spiega La struttura di realtà categoriale e un

metodo per discernere quella struttura),

nonché esplorando come la modalità

ontologica di possibilità è necessaria per il

cosmo a crescere ed evolvere. In questo

capitolo prima di spiegare le categorie di

Peirce perché le categorie la struttura e la

natura sono i modi naturali di vivere la natura.

In secondo luogo, discuto il Metodo della

fenomenologia, la dottrina di Peirce delle

categorie e il metodo necessario per impegnare

la realtà della possibilità. In terzo luogo,

guardo l'ontologia della possibilità di

rispondere alla domanda di come funziona

all'interno della natura ed è coinvolto con la

vita divina. In quarto luogo, spiego come la

realtà della natura è ordinata in una

ontologica "continuità", un realtà composta di

gradi di esistenza dal profondo della

possibilità di obiettivi di calcestruzzo ragione e

generalità. Infine, sintetizzare questi punti

attraverso una discussione di Peirce

ontologia-cosmologia fare il caso che, in

effetti, il cosmo in evoluzione potrebbe essere

interpretato come una vita divina all'interno

della filosofia di Peirce. I. CATEGORIE A.

dottrina delle categorie Peirce ha iniziato

delineare le basi per le sue categorie all'inizio

della sua carriera filosofica. 7 Ha pubblicato

una formulazione iniziale di sue categorie in

"Su un nuovo Elenco delle categorie "(1868)

negli atti dell'Accademia Americana delle Arti

e Scienze. 8 In questo lavoro Peirce ha

sviluppato una struttura triadica di categorie

primordiali
pagina 72
63 responsabile per l'organizzazione e il

carattere di esperienza. 9 "Una categoria ,"

Peirceha scritto, "porta sostanzialmente lo

stesso significato di tutti i filosofi. Per

Aristotele, per Kant, Hegel e per, una categoria

è un elemento di fenomeni del primo rango di

generalità." 10 Peirce credeva sue categorie

sono universali nella misura in cui ogni

categoria appartiene a ogni fenomeno. Ogni

categoria è una sorta di esperienza, ed è anche

unlogicamente irriducibile struttura di

esperienza. Nelle parole di Peirce, "La lista di

categorie .... è una tabella di concezioni tratte

dall'analisi logica del pensiero econsiderato

applicabile ad essere. " 11 Peirce sentiva

affinità con artisti del calibro di Aristotele,

Kant e Hegel ed era tremendamente influenzato

dalle teorie delle categorie quei filosofi. Per

esempio, Peirce ha notato l'influenza di Kant

su di lui: "Ho dedicato due ore al giorno allo

studio di Kant Critico della ragion pura per

più di tre anni, fino a quando ho capito quasi

tutto il libroa memoria, e aveva esaminato

criticamente ogni sezione di esso ". 12 A

proposito dell'importanza di Hegel per la

propria filosofia Peirce detto, "La mia filosofia

resuscita Hegel, anche se in un strano costume.

" 13 Peirce ha voluto estendere le filosofie

categoriali di Aristotele, Kant, Hegel e

reinterpretando le loro teorie nella loro più

universale, vera e propria, e le caratteristiche

pervasive. critica importante di Peirce di

precedenti formulazioni di categorie è stato che

quelle formulazioni erano "troppo

nominalistica." Ha affermato che, "Kant era un

nominalista; anche se la sua filosofia sarebbe

stato reso più compatto, più coerente, e più

forte se il suo autore aveva preso il realismo,

come certamente avrebbe fatto se avesse letto

Scoto. Hegel era nominalista di aspirazioni

realistiche ". 14 Aristotele è stato pensato per

venire più vicino a un realismo adeguato su

categorie, ma Peirce ha affermato che egli

nominalistically offuscata "la distinzione tra

grammatica e la metafisica" e
pagina 73
64 inutilmente moltiplicato il numero di

categorie per dieci. 15 La filosofia di Peirce

quindi preso le formulazioni precedenti di

Aristotele e Kant e ridotto il loro numero di

categorie, come così come ha tentato di

descrivere le categorie nella loro vera natura e

universale. Peirce deciso di esplorare la natura

delle categorie nella sua ontologia-

cosmologia. Ha descritto le categorie

sperimentato nella sua fenomenologia.

Fenomenologia, Peirce ha detto, è la "dottrina

delle categorie, la cui attività è a dipanare la

matassa intricata [di] tutto questo in senso

appare ... o in altre parole, per rendere l'ultima

analisi di Esperienza." 16 Ha continuato, "Il

business della fenomenologia è quello di

elaborare un catalogo di categorie e di

dimostrare la sua autosufficienza e la libertà

da licenziamenti, per fare il caratteristiche di

ciascuna categoria, e per mostrare i rapporti

di ciascun agli altri. " 17 Ecco qui può essere

utile notare che Peirce ha usato i metodi della

fenomenologia e logica rafforzare

reciprocamente e che i due metodi non devono

essere fusero-sono distinti metodi, ma entrambi

sono indicativi della struttura della realtà.

Peirce ha insistito che le sue categorie sono la

"chiave per il segreto dell'universo" nella misura

in cui in quanto sono gli elementi categoriali

della coscienza che sono ritenuti ontologica

attiva giocatori in una cosmologia in via di

sviluppo. 18 Attraverso descrizione

fenomenologica, si può passare dalle categorie

che sono presentati prima che la mente come

gli "ingredienti analitiche di nostra conoscenza

... continuamente dato a noi nelle presentazioni

di senso "alle categorie che sono

ontologicamente attivi "universi di esperienza",

isomorfa alla loro coscienza presentazione. 19

Peirce poi disse: "La mia opinione è che ci sono

tre modi di essere. tengo che possiamo

osservare direttamente in elementi di tutto ciò

che è in qualsiasi momento prima che la mente

in ogni modo." 20
pagina 74
65 È possibile passare da una descrizione

dell'esperienza conscia ad un'ontologia dei

modi categoriali di essere con la

fenomenologia di Peirce. Stati Carl Hausman

che, "L'obiettivo di Peirce era quello di

utilizzare la fenomenologia per descrivere le

sue categorie ... e da usare procedure

fenomenologiche per determinare ... .modes di

essere ". 21 Questo è possibile perché le

categorie, presi come elementi di fenomeni e

categorie, presi come modalità di essendo,

sono analoghi. Pertanto, le categorie presi

come elementi della coscienza possono esporre

le categorie modi di essere, e viceversa. Per

dirla in altro modo, la aspetti metafisici di ogni

categoria presentati in esperienza cosciente

riguardano direttamente alle loro proprietà

modali (ontologiche) e realtà. 22 Ejsing

chiarisce che, "è difficile determinare se Peirce

sostiene che la realtà delle tre categorie è

dimostrato dal indagini fenomenologiche, o se

il risultato della fenomenologia è il aspetto

delle tre categorie. Chiaramente, però, egli

sostiene che le tre categorie sono gli elementi

assolutamente fondamentali di tutto ciò. " 23

Corrington aggiunge che, "Molti commentatori

sostengono come se le tre categorie

ontologiche primordiali sono una

classificazione dispositivo per rendere il

mondo intelligibile. La verità corre molto più

profondo. Per Peirce, primità, secondità, e

terzità stanno consentendo poteri che

depongono le uova il mondo e le sue strutture

di interazione e intelligibilità ". 24 Dal

momento che questi commentatori

sottolineano, le categorie di Peirce

determinare in che modo la natura è vissuto, e

sono essi stessi costitutiva della natura.B.

FENOMENOLOGIA: CATEGORIE sono

elementi di fenomeni Peirce ha seguito

Aristotele, Kant, Hegel e in sostenendo che una

categoria è un organizzando caratteristica di

esperienza. Tuttavia, Peirce ha ampliato la

portata di una categoria di potere organizzare

per includere lo status di fenomenologica

"universo di esperienza." 25
pagina 75
66 Fenomenologia di Peirce ha descritto ogni

universo di esperienza come esso è

vissutosenza pregiudizio verso la realtà di

quella esperienza. Ha detto, per esempio, che il

fenomenologo è quello di "guardare bene al

fenomeno e dire quali sono le caratteristiche

che non sono mai manca di esso, se tale

fenomeno sia qualcosa che verso l'esterno le

forze di esperienza alla nostra attenzione, o se

essere la più selvaggia di sogni, o se essere la

più astratta e generale delle conclusioni della

scienza ". 26 ora spiegherò come Peirce

interpretato ogni categoria come un elemento o

"universo" di esperienza cosciente, la contabilità

per le proprietà esperienziali di ogni categoria.

Io poi conto di come lui viste le categorie come

esperienze di strutturazione nei loro vari modi

di essere. Peirce ha descritto le categorie come

"elementi di phenenoma." 27 "Firstness" è la

categoria del feltro qualità dei fenomeni. E

'difficile dire che cosa esattamente Firstness è

diversa sensazione pura o la qualità presente

come è presente. Ho quindi scelto di chiamare

Firstness nel suo senso fenomenologico

"Firstness-sensazione". Peirce elencato una serie

di predicati che si qualificano Firstness, anche

se a rigor di termini, Firstness è prima

predicazione. La categoria di Firstness è anche

più difficile da descrivere, perché si tratta di un

dominio di esperienza che è preverbale. A

proposito di Firstness Peirce ha affermato che,

"E 'così tenero che si non può toccare senza

rovinare esso. " 28 Per predicato Firstness

sarebbe simile a toccare e rovinare esso. Ma

Peirce ha sostenuto che è impossibile per

qualcosa che deve essere vissuta che non è

percepibile almeno in qualche aspetto. 29 Cioè,

se esperienze di Firstness non erano

comprensibili, come si potrebbe sapere che

stavano avendo uno? Così, sembra che

Firstness non è completamente inconoscibile

perché è immediatamente disponibile per la

vitala coscienza, anche se solo inarticolato e

solo attraverso il sentire. Come Peirce ha

messo, "The presente immediato, potremmo

cogliere esso, non avrebbe alcun carattere, ma

la sua Firstness. Non che io
pagina 76
67 significa dire che la coscienza immediata

(una pura finzione, tra l'altro), sarebbe

Firstness, ma che la qualità di ciò che siamo

immediatamente consapevoli di, che non è

finzione, è Firstness. " 30 Per sperimentare

Firstness, poi, sarebbe quello di sperimentare

una completa immersione in qualità pura, dove

tutto consapevolezza che la qualità sarebbe

identico che la qualità stessa. Questa

consapevolezza sarebbe privo di passato e

futuro in un "presente momento." 31 Estranei a

qualsiasi altra cosa, pura Firstness sarebbe

come un senso- isolato esperienza "in una

condizione assonnato per avere una vaga,

unobjectified, ancora meno unsubjectified,

senso di arrossamento o di sapore salato, o di

un dolore, o di dolore o di gioia ... puramente

stato monadica di sentimento ". 32 Firstness

Pure sarebbe una forma di coscienza priva di

riflessiva coscienza di sé ", una sorta di natura

della coscienza, un potenziale coscienza. A

dormire la coscienza, forse. " 33 La spontaneità,

sentimento, l'immediatezza, la novità, non

avendo parti o unità, e puro qualità sono tutte

le caratteristiche di Firstness. 34 È stato

osservato nel capitolo precedente che Peirce

spesso esempi usati legati alla vita religiosa

per descrivere Firstness. Corrington osserva

come questo bene quando scrive che, "miti

religiosi di un giardino primordiale o di un

periodo d'oro sono modi creativi di punta verso

pura Firstness ". 35 Sembrerebbe che se

Firstness è, "Quello che il mondo è stato quello

di Adamo, il giorno aprì gli occhi ad esso,

prima che lui aveva disegnato distinzioni, o

erano diventati consapevoli della propria

esistenza ", quindi lo stato di un caduto mondo

mediato avrebbe seguito da una forma

primordiale puro di consapevolezza non

mediato disponibile in un regno preverbale.

Questo regno preverbale rappresenta perfetta

unione tra coscienza e la realtà. 36 Il regno

preverbale assume anche un significato mitico

perché è visto come una origine e il luogo di

pura esperienza cosciente non mediata.
pagina 77
68 "Secondness" è la categoria della bruta

resistenza dei fenomeni. È il "allorae là "dei

fenomeni, così come la relazione diadica tra gli

esistenti. Peirce ha scritto che "il secondo è

eminentemente duro e tangibile. E 'molto

familiare, troppo; è costretto su di noi tutti i

giorni, è la lezione principale della vita ". 37 La

seconda categoria comprende sforzo, forza,

costrizione, e l'effetto. Secondità comporta un

"shock bruta" di fattualità, collegandolo a

Firstness nell'esperienza sottoposto . 38 Nelle

parole di Peirce, "quando sento la mano dello

sceriffo su la mia spalla, mi inizia ad avere un

senso di realtà. Realtà è qualcosa bruta. " 39

Un altro esempio Peirce ha fornito il suo

lettore sta tentando di aprire una porta

pesante. 40 Spingendo contro la porta e

cercando di forzarlo aperta include un

rapporto agente-paziente di fatica e resistenza.

Peirce ha scritto: "Abbiamo una coscienza su

due lati di sforzo e resistenza "in cui ha rivelato

è" un senso a due facciate, rivelando allo stesso

tempo un qualcosa dentro e un altro qualcosa

senza. " 41 L'esperienza offre una resistenza nei

casi di Secondness. Sulla parte della persona

che, per esempio, si tenta di aprire la porta, si

avverte resistenza dall'esterno come un evento

di reazione. Non ci sono state resistenze

dall'esterno (la porta, per esempio) non ci

sarebbe alcuna reazione di spingere contro una

mondo distaccato. 42 Peirce ha affermato che

Secondness "costringe alla cieca un posto per sé

nel universo, o folle volontariamente la sua

fino in fondo. " 43 Va notato che Secondness

può assumere le forme duali di "esterno"

costrizione e "vincolo interno" -sia altrettanto

"reale" nella loro forza per stimolare il processo

di di rapimento e aprire nuovi mondi di

possibilità necessarie per risolvere i problemi o

intrattenere nuove esperienze. Peirce ha

affermato, ad esempio, che, "Siamo

continuamente urtando contro fatto duro. Ci

aspettavamo una cosa, o passivamente dava

per scontato, e aveva il immagine di essa nella

nostra mente, ma l'esperienza forze che idea in

secondo piano, e
pagina 78
69 ci obbliga a pensare in modo diverso. " 44

forme esterne di vincolo possono farsi strada

verso l'interno per i regni del subconscio della

psiche ed essere riposizionato come forme

interne di vincolo, generando in tal modo i

processi di indagine e di scoperta di sé

dall'interno. 45 Perché esperienza comprende

sia gli aspetti fisici e mentali della realtà per

Peirce, Secondità potrebbe comportare la

resistenza da incontri con gli oggetti fisici

reali, o Secondità potrebbe comportare la

resistenza in forma di idee mentali. Peirce

osservato che, La distinzione principale tra il

mondo interiore e quello esterno è che gli

oggetti interni prontamente prendere tutte le

modifiche che vogliamo, mentre gli oggetti

esterni sono fatti concreti che nessun uomo può

fare di diverso da quello che sono. Eppure,

tremenda come questa distinzione è, dopo tutto

è relativo solo. oggetti interni offrono un certo

grado di resistenza e oggetti esterni sono

suscettibili di essere modificato in qualche

misura da sufficienti lo sforzo intelligente

diretto. 46 L'esistenza, realtà e fattualità bruta

sono tutte le caratteristiche di Secondness-sia

in aspetti mentali o fisici di esperienza. "Terzità"

è la categoria del funzionamento generalità dei

fenomeni. Questo generalità è vissuta come

legge . Terzità-legge è il prodotto

dell'interazione trale altre due categorie di

Firstness e Secondness. C'è un senso in cui

Terzità possono essere adottate per possedere

un teleologica direzione perché Peirce visto

iluniverso a muoversi verso uno stato

perfezionato di generalità da un precedente

disorganizzata e stato caotico. Come ha

dichiarato, "tutta l'evoluzione sappiamo del

ricavato della vaga per la definitiva ". 47

Tuttavia, questo aumento Thirdness non è

senza deviazione generalità. C'è un elemento di

fortuna che è vivo nell'universo e mantiene

generalità da rappreso in legge assoluta: "In

breve, la diversificazione è la traccia di

possibilità spontaneità; e dove la diversità è in

aumento, ci deve essere la possibilità
pagina 79
70 operativa, "e" All legge è il risultato

dell'evoluzione e quindi imperfetta ". 48 In

questo modo leggi Terzità non sono statici, ma

piuttosto si stanno evolvendo in generalità.

Ejsing cita un esempio di Terzità teleologia di

Peirce. 49 Fa notare come l'evoluzione di

Firstness a Terzità sarebbe simile ad un

aeroplano che lavora con il pilota automatico.

L'aereo senza pilota tende verso un obiettivo,

nonostante alcune variazioni nei dati

alimentati al suo programma per computer

indirizzandola verso la meta. Durante ogni

volta che il piano potrebbe bloccarsi o l'aereo

può finalmente raggiungere il suo obiettivo.

Tutto mentre il piano riceve dati e procedendo

sulla sua corso verso la meta. Analogamente,

vi è un aumento nella generalità verso

l'obiettivo di ragionevolezza in tutto l'universo,

ma non senza variazione da legge. 50 Il

universo diventa più ragionevole o generale

nel suo diritto, mentre si avvicina l'obiettivo di

"Cristallizzato mente." 51 Per illustrare Terzità,

si potrebbe prendere in considerazione la legge

di gravità. 52 La legge di Funzioni gravità

come un generale cosmo, ancora tempo

durante le fasi iniziali della lo sviluppo

dell'universo, la legge di gravità applicata in

modo diverso ai corpi cosmici dipendenti sulla

stato di sviluppo in quel momento. Come

l'universo sviluppato e ampliato, il legge di

gravità applicata in modo più uniforme tra

corpi all'interno di esso. Eppure, anche ora,

all'interno dello sviluppo del cosmo, ci sono

deviazioni e varianti blande dal legge di

gravità, calcolato con tolleranze piuttosto che

con esattezza. legge generale può fornire una

certezza di lavoro in modo tale da prevedere

eventi futuri e di terra sonde lunari. Ancora

legge generale è anche suscettibile di

modifiche nel tempo. Terzità offre così una

laurea di certezza nel corso dello sviluppo del

cosmo. Ma Terzità non è, in questo punto nel

tempo, assolutamente certo. 53
pagina 80
71 C. ONTOLOGIA-COSMOLOGIA: le

categorie sono modi di essere Oltre a prendere

le categorie come elementi di fenomeni

coscienti, in quale altro modo potrebbe uno

descriverli? Descrivendo le categorie in

termini di mezzi "modalità" descrivendo le

categorie in termini di modi di essere .

"Modalità" si riferisce alla "realtàstatus "di

qualcosa, se possibile, reale, o necessario. Le

categorie come le modalità di essendo sono,

Firstness: la realtà di possibilità , Secondità:

l'essere di effettiva realtà, eTerzità: la misura o

il grado di benessere di generalità che

governerà i fatti in futuro. Peirce ha scritto,

"Firstness è il modo d'essere di ciò che è così

com'è, positivamente e senza riferimento a

qualsiasi altra cosa. Secondness è il modo di

essere di ciò che è così com'è, rispetto ad un

secondo ma indipendentemente da qualsiasi

terza. terzità è il modo d'essere di ciò che è

così com'è, nel portare una seconda e terza in

relazione reciproca. " 54 Passo ora a descrivere

ciascuno di questi modi in dettaglio. Possibilità

è la modalità di Firstness . In metafisica

classica categoria diil possibile è stato

generalmente inteso come una mancanza da

realizzare nella realtà. 55 Firstness manca

l'essere di Secondità, tuttavia Firstness non è

senza una realtà che si adatta con il altre due

categorie. Al di là di potenziale impegno verso

la realizzazione nel materiale (Aristotele), e al

di là di una rappresentazione intellettuale

(Leibniz, la categoria logica di possibilitas ),

Peirce intesa possibilità come un universo

attivo e la realtà nella sua destra. In una delle

prime forme di filosofia del processo del

ventesimo secolo, Peirce ha affermato

possibilità è un modo di essere che i poteri di

sviluppo del cosmo creando possibilità, la

libertà, e la spontaneità all'interno

dell'universo-caratteristiche di esperienza

altrimenti non disponibili dalle altre due

categorie di esperienza. Peirce ha scritto:

"Come tale, essa [la possibilità] è

assolutamente indefinito e possibilità illimitata

  • senza limiti

pagina 81
72 possibilità. Non c'è costrizione e nessuna

legge. E 'la libertà senza limiti. " 56 È questo

"Potenza" di possibilità che rivela la natura delle

altre categorie, così come rivela come gli

esseri si trovano e si riferiscono tra le

categorie. Corrington spiega il modal

proprietà di Firstness come segue: "E

'[Firstness] è il terreno di riproduzione di tutte

le ordini e del mondo li sostiene ... La terra del

mondo, puro primità, è un slancio eterogenei e

di auto-creazione dell'altro che genera le cose

della natura, ma non ha l'unità della propria.

Si è tentati di vedere primità come un terreno

unitario, o fondamento di ogni fondazioni.

Tuttavia, Peirce chiaramente vide che deve

essere puro varietà, pura possibilità, e

indeterminatezza pura. " 57 Attualità è la

modalità di Secondità. Peirce ha dichiarato, "E

'[Secondness] è ilcostrizione, il vincolo

assoluto su di noi a pensare in modo diverso

abbiamo pensato che costituisce l'esperienza. "

58 Shock e sorpresa sono i risultati di questo

modo di essere. Se Secondità si trovavano in un

modello triadico di essere, sarebbe "essere",

intesa come "Effettiva esistenza," contro la

"possibile esistenza" di Firstness. Entrambi

appartengono alla stessa realtà la realtà del

cosmo, o la natura. La modalità di Terzità è l'

essere di generalizzare legge trovata

traFirstness e Secondness. Terzità è un

risultato della alterco tra il primo e la seconda

categoria. Il terzo elemento di alterco

categoriale potrebbe essere descritto come "un

la forza di guarigione ", per prendere in prestito

la frase di Schelling, perché Terzità cerca di

unificare e guarire le altre due categorie a loro

reazione e portarli a un obiettivo unitario:

calcestruzzo ragionevolezza. 59 Peirce ha

affermato che,
pagina 82
73 Abbiamo visto che è la coscienza immediata

che è eminentemente prima, la cosa morta

esterno che è per eccellenza secondo. In modo

analogo, è evidentemente il rappresentazione

mediare tra questi due che è per eccellenza

terzo. Altro esempi, tuttavia, non devono essere

trascurati. Il primo è l'agente, il secondo

paziente, il terzo è l'azione con cui gli ex

influenze quest'ultimo. Tra i iniziando come

prima, e l'estremità da ultimo, viene il processo

che porta dalla prima ultimo. 60 Terzità porta

continuamente primi e secondi insieme nella

più generale ed è orientata verso il futuro. II.

Dottrina delle categorie: FENOMENOLOGIA

IDEA A. Peirce della fenomenologia In questa

sezione esamino idea di Peirce della

fenomenologia. Lo scopo di questo l'esame è

quello di vedere come fenomenologia di Peirce

considera possibilità. Come un discussione è

rilevante, in quanto possibilità spinge

l'evoluzione della vita divina e sviluppo. In

primo luogo, mi definisco idea di Peirce della

fenomenologia. In secondo luogo, io conto di

come possibilità è inclusa nell'ambito della

fenomenologia introducendo il concetto di

"Ordinalità", come descritto nella prospettiva del

naturalismo estatico. Definizione di Peirce la

fenomenologia e la sua gamma di inchiesta

saranno preparare il modo per coinvolgere una

ontologia di possibilità come funziona

all'interno dell'ontologia di Peirce e la

cosmologia in questo capitolo, e poi per una

discussione di possibilità quanto funziona

entro abduzione come descritto nel prossimo

capitolo. Peirce diviso filosofia in

Fenomenologia, normativo Scienza, e

Metafisica. 61 Fenomenologia "fa fuori quali

sono gli elementi di apparenze che
pagina 83
74 si presentano a noi .... ", normativo scienza è"

la ricerca nella teoria della distinzione tra ciò

che è buono e che è male; nel regno della

cognizione, nel regno della l'azione, e nel

regno della sensazione .... ", e la metafisica è" la

cui ricerca filosofica affari è quello di lavorare

fuori ... .conceptions dell'universo. " 62 Peirce

utilizzato diversi termini per comunicare la

stessa idea di base del metodo e descrizione

che "fenomenologia" è dovrebbe essere. I termini

usati sono: "phenoscopy," "ideoscopy,"

"phaneroscopy," e "Fenomenologia

Caenopythagorean." 63 Ad esempio, in The

dizionario Century Supplemento (1911), Peirce

ha scritto che la definizione di "fenomenologia" è

"Firstness,""Secondità", "Terzità," e incluso

"phenoscopy (Caenopythagorean la

fenomenologia), "" phaneron, "e" pragmatismo ". 64

La prima data Peirce utilizzata la termine

"fenomenologia" è 1902, dove ha funzionato

come la sua etichetta per una nuova

classificazione delle scienze e della filosofia in

particolare. 65 In parole povere, phaneroscopy,

phenoscopy, Caenopythagorean la

fenomenologia, e relativi termini sono tutti

equivalenti a "fenomenologia." 66 Peirce ha

definito la fenomenologia dal suo metodo e

obiettivo. Ha scritto, "Fenomenologia accerta e

studia i tipi di elementi universalmente presenti

nel fenomeno; cioè dal fenomeno, tutto ciò che

è presente in ogni momento per la mente in

alcun modo. " 67 A " 'fenomeno' è da intendersi

nel senso più ampio concepibile" e per quanto

riguarda i fenomeni che appaiono,

"Fenomenologia può solo dire al lettore che

modo di guardare e di vedere quello che vedrà.

" 68 Peirce ha dato una definizione simile di

phanerscopy nel 1904. Egli ha dichiarato,

"Phaneroscopy è la descrizione della phaneron;

edal phaneron intendo la totale collettivo di

tutto ciò che è in qualche modo o in qualsiasi

senso presenteper la mente ... .C'è niente di

così direttamente aperta all'osservazione come

phanerons ". 69 Notando,
pagina 84
75 che descrive, o comprensione di queste

apparizioni o "phanerons" è "non è facile", a

Peirce vista, anche se questi sono l'aspetto

immediatamente presentato alla coscienza e

aperto a osservazione diretta. 70 la

fenomenologia di Peirce preso nei modi

appena descritti si avvicina a Husserl utilizzare

il termine nel secondo volume delle sue

Ricerche logiche ( Logische Untersuchungen,

1901.) 71 la fenomenologia di Husserl primi,

come fenomenologia di Peirce, era un progetto

trascendente che ha cercato di scoprire le

strutture universali coscienza nella loro forma

trascendentale-empiricamente reale. 72

Trascendentale la fenomenologia, almeno per i

primi Husserl, ha cercato di scoprire le

strutture universali di esperienza cosciente che

consentono le apparenze da presentare sorta.

Di Al contrario, è stato Peirce, e tra l'altro

Heidegger, troppo, che ha spostato l'attenzione

a loro fenomenologie alla descrizione

dell'esperienza in sé (in cui compaiono le

apparenze), piuttosto che concentrarsi sul

piano strutturale di organizzazione di una

esperienza. Queste filosofi descritto il modo in

cui le apparenze sono fondate umano

esperienza di un mondo esistenzialmente

vissuto, e questo sembra essere in contrasto

con Husserl messa a fuoco in anticipo. Qui,

tuttavia, Vorrei sottolineare che Husserl ha

fatto spostare l'attenzione del suo la

fenomenologia al "mondo della vita" più avanti

nella sua carriera, probabilmente sotto l'effetto

di la fenomenologia esistenziale di Heidegger.

73 Peirce ha fatto leggere Husserl, e lui ha

ritenuto fenomenologia di Husserl in confronto

al suo proprio metodo. Tuttavia, in termini di

la visualizzazione la fenomenologia di essere

una dottrina delle categorie, è stato in

definitiva Hegel, e Non Husserl, che era un

influenza dominante Peirce. 74 Peirce visto il

suo metodo non in associazione con Husserl,

ma in contrapposizione a Hegel e la sua opera

Fenomenologia dello spirito ( Phänomenologie

des Geistes, 1807.) 75
pagina 85
76 Nella misura in cui è stato Hegel, Husserl e

non, che hanno prevalentemente influenzato il

metodo di Peirce, Heidegger entra in scena

anche qui. Heidegger entra in vista perché

come Fenomenologia di Peirce, l'approccio di

Heidegger ha esaminato fenomeni come

appaiono inloro apparire. Heidegger ha

scritto, Sappiamo che Essere si apre ai greci

come physis. L'EMERGINGcostante

oscillazione è di per sé allo stesso tempo

l'apparire che sembra ... .Essendo si sviluppa

essenzialmente come physis. L'oscillazione che

emerge è un apparire. Come tale,rende

manifesto. Ciò implica già che l'Essere,

apparire, è un lasciar-passo-indietro da

dissimulazione. 76 Peirce e Heidegger ha visto

la fenomenologia come metodo in grado di

esaminare "verità" divulgato come apparizioni

all'interno di esperienza umana. Sulla

Peircean- vista heideggeriana, il proprio modo

di apprendere queste verità divulgati dovrebbe

essere il più aprire il più possibile con

l'orientamento di descrizione e di giudizio. Per

una hegeliana la fenomenologia, apparizioni

deve iniziare in immediato "senso-certezza". 77

Contrario a Hegel, Heidegger Peirce e non

limitano apparenze il regno del senso-certo. Al

loro punto di vista, uno è quello di inquadrare

la questione della "realtà" di un aspetto a favore

di guardando l'aspetto come un aspetto,

indipendentemente dall'origine. Peirce e

Heideggerin tal modo ampliato la gamma

fenomenologica delle apparenze per includere

tutte le apparizioni inla loro pienezza concreta

semplicemente come qualcosa di esperienza.

Molto spesso, le esperienze che si mette sotto

esame non iniziano in un sensing, hanno

vissuto, e esistenzialmente vissuto mondo.

Tuttavia "certezza" non è affatto un requisito per

l'esame di ciò che rivela se stesso per la

peirciano e heideggeriana varietà di

fenomenologia. 78 Peirce ha affermato che

Hegel aveva un "spirito fatalmente stretto, dal

momento che si è limitato a ciò che si impone

in realtà
pagina 86
77 sulla mente. " 79 Peirce ha anche scritto che,

"Io finora seguire Hegel come chiamare questa

scienza Fenomenologia anche se non voglio

limitare a osservazione e di analisi di

esperienza, ma estenderla a descrivere tutte le

caratteristiche che sono comuni a tutto ciò che

è vissuto o potrebbe plausibilmente essere

vissuta. " 80 Si potrebbe pensare la

fenomenologia è una scienza rigorosa della

coscienza, o che la fenomenologia ha una

sterile principio metodologico limitando il suo

atteggiamento filosofico per l'esame della

logica dispiegarsi della coscienza storica.

Ribadendo il fatto che il metodo scientifico di

Peirce era "estatico", tuttavia, non è

sorprendente vedere che lui ampliato la

definizione di metodo fenomenologico per

includere altre disposizioni capace di

discernere le verità di esperienza. Peirce citato

nel suo "On Fenomenologia "(1903) saggio, per

esempio, che il" mood poetico "si avvicina allo

stato in cui la fenomenologia può descrivere

Firstness apparire "presente come è presente." 81

Peirce ha scritto anche che il potere

d'osservazione del "dell'artista è ciò che è più

ricercato nello studio della fenomenologia. " 82

Allo stesso modo, Heidegger pensava potere

d'osservazione del poeta era più adatto per

descrivere la comparsa di esseri. 83 Così, si

può vedere come un peirceano la

fenomenologia (e la fenomenologia

heideggeriana) potrebbe offrire diversi modi

per esaminare possibilità senza restrizioni

poste dalla precedenti progetti fenomenologici

offerti la storia della filosofia. B. ORDINAL

FENOMENOLOGIA NELLA PROSPETTIVA

DI ESTATICA NATURALISMO Parte della

fenomenologia comprensione di Peirce e come

si prevede la possibilità nel suo ambito

d'indagine comporta "che unisce la sensibilità

del fenomenologico
pagina 87
78 descrizione con le intuizioni metafisiche di

ordinalità. " 84 "Ordinalità" è un principio

originariamente sviluppato dal filosofo

americano Justus Buchler. Questo principio è

successivamente usati da studenti di Buchler,

Robert Corrington, nel suo naturalismo

estatico. Nella prospettiva del naturalismo

estatico, impiegando un "ordinale

fenomenologia "significa guardare possibilità in

modo tale che tutto ciò che può ,

eventualmente, appaiono o qualsiasi altra cosa

possa eventualmente essere sperimentato è

ritenuto legittimo e

sperimentalmentedisponibile per la descrizione

fenomenologica. Questi aspetti della realtà non

sono soggetti a test di validità esperienziale

che potrebbero esigere proposizionale validità

verità, ma solo bisogno concepibile come

possibilità. Il principio dietro ordinalità è

quindi che c'è no "priorità ontologica" della

realtà tra le relazioni delle cose esistenti.

Mettere in positivo, vi è un livello di "parità", o

uguaglianza ontologica, tra le varie modalità

di essere. Buchler sintetizzato il principio di

ordinalità nei suoi Metafisica di atural

Complessi (1966) come segue: "Dobbiamo

scartare la nozione come alcuni complessi

come 'menoreali 'e altri complessi come' più

reale ". Facciamo contrario, un principio di

ontologica priorità che ha prosperato da

Parmenide ... .con un principio di parità

ontologica ". 85 Descrivendo la parità

ontologica Buchler ha scritto, "Non vi è alcun

motivo, tranne forse un a corto raggio retorica,

tra il reale e il 'davvero reale,' tra l'essere e

'vero essere." 86 Buchler continua che, "La

questione rilevante è, non è se tutto è 'reale' o

no, ma come e in che senso esso è reale, e in

che modo è legato alla e compiti tra le altri

numeri reali ". 87 Per l'attuale scopo di questo

studio, se la presenza feltro o aspetto sacro del

divino può essere discriminato

fenomenologicamente e descritto, anche come

ipotesi, suggerimento, o la possibilità, allora è

una realtà. Possibilità sé è quindi un
pagina 88
79 modalità potente di essere che si può trarre

in esame in quanto potrebbe rivelare

caratteristiche specifiche e affettive di

esperienza che sono validi per l'individuo

vivere loro. Data la ordinalità fenomenologica

di una coscienza vivendo, un infinita gamma di

esperienze è validamente aperto per la query

come una regione significativa di Esperienza.

Non si prevede che "dimostrare" la "verità" o

"falsità" di qualsiasi l'esperienza suggerisce, ma

piuttosto, se viene presa la prospettiva

ordinale, si può descrivere e esplorare i

suggerimenti di esperienza nella loro

immediatezza, e riflettere su quali tipi di

esperienze questi suggerimenti possono portare

in futuro. Peirce ha osservato, "Fenomenologia,

vale a dire, solo l'analisi di che tipo di

costituenti ci sono nei nostri pensieri e la vita,

(Siano essi valido o non valido essendo

abbastanza a parte la domanda.) " 88 Come

interpreto Peirce a prefigurare il naturalismo

estatico, osservo la sua dottrina della

fenomenologia come in allineamento con lo

spirito ordinale. 89 Per dimostrare questo

spirito al lavoro, io brevemente girare a

ordinalità l'applicazione stessa entro la

fenomenologia di Peirce. Invoco questo stesso

spirito ordinale nel terzo capitolo in modo da

descrivere l'aspetto numinoso della vita divina

in la sua forma sacra. Nel saggio di Peirce, "Le

nozze di Scienza e Fede" (1893), la questione

della ciò che può validamente contare come

una "esperienza" viene alla ribalta ed è un

esempio eccellente del principio di ordinalità

sul lavoro. 90 Nel saggio, Peirce ha scritto di

una tendenza, anche se progressiva nello

spirito, a "Pooh-Pooh le cose invisibili." 91

Questi "invisibile", ma ordinally apparenze

esperti della natura, sono anche "la più

evanescente dei fenomeni." 92 Ma l'evanescenza

di un fenomeno è alcun motivo di ritenere che

non è vero, che non è senza efficacia o

importanza all'interno della dimensione

dell'esperienza umana. Peirce
pagina 89
80 rivendicato si può semplicemente guardare

nel grande volto della natura nella sua

naturing per vedere il evanescenti ultimo

liberamente lavorare fuori i loro poteri. Come

diceva lui, la teoria di un'altra vita è molto

probabile che essere rafforzata, insieme a

spiritualistica visualizzazione Generalmente,

quando la falsità palpabile di quella filosofia

meccanica della universo che domina il mondo

moderno deve essere rilevata. È sufficiente di

uscire all'aria aperta e di uno occhi per vedere

che il mondo non è governato tutto per un

meccanismo ... .La infinita varietà del mondo

non è stato creato dalla legge. Non è la natura

di uniformità provenire variazione, né legge

generare circostanza. Quando abbiamo

contemplare la multifariousness della natura

siamo guardando dritto in faccia di una

spontaneità vivente. passeggiata di un giorno

in paese deve portare quella casa da noi. 93

Una tale apertura filosofica esiste in contrasto

con una filosofia che insulare avrebbe

rivendicare il mondo non è altro che il mondo

visibilmente percepito, misurabili e calcolabile

nella sua natura determinata. il testo di

Heidegger, "Conversazione su un Paese

percorso di pensare" (1959), echi suggerimenti

di Peirce si trovano nel "matrimonio tra scienza

e religione" saggio. 94 Basta andare oltre una

strada di campagna o un percorso in legno per

visualizzare l'evanescente unconcealing e

rivelando di essere, secondo Heidegger. Forse

anche nei momenti di quiete e tranquillità-

momenti che apparentemente comunicare nulla

in una mancanza di visibile o per attività non

udibili sono tuttavia intuizioni "reali" e le

esperienze significative a disposizione.

Ottenere alle domande più fondamentali

dell'esistenza e significativa esperienze di vita

significa semplicemente iniziando con ciò che

viene presentato a un individuo e

concentrandosi su come ciò che appare è

presentato nel corso dell'esperienza. Su

Heideggervista, si dovrebbe guardare a come

le cose si presentano e non limitare la visione

della realtà a specifici requisiti "scientifici" per

le condizioni di cose essere conosciuto. Come
pagina 90
81 sarebbe quello di incorniciare l'esperienza

di essere all'interno di un modo calcolabile e

meccanicistica della esseri comprensione.

Sembra che per Peirce (e per Heidegger), se si

è alla ricerca di un aspetto del divino, non c'è

bisogno di guardare oltre ai processi e

relazioni che li circonda. Peirce ha riassunto

questa disposizione fenomenologico quando ha

scritto che il nostro compito ", come gli studenti

della fenomenologia, è semplicemente quello di

aprire gli occhi e guardare mentali bene al

fenomeno ". 95 Ho cercato finora di dimostrare

che come si guarda a fenomeni èestremamente

importante per incontrare l'aspetto sacro o

numinoso della vita divina. La fenomenologia

Peirce-heideggeriana riconosce che la realtà di

possibilità e il sacro è in realtà più vicino

all'esperienza conscia di quello che potrebbe

essere inizialmente considerato. Eppure, il più

vicino alla dimensione sacra dell'esperienza

umana potrebbe essere, la sua caratteristiche e

poteri rimangono passati sopra. Peirce ha

scritto che, "Metafisica, anche male la

metafisica, si basa in realtà su di osservazione,

inconsciamente o meno; e l'unica ragione che

questo non è universalmente riconosciuto è che

poggia su tipi di fenomeni con cui L'esperienza

di ogni uomo è talmente saturo che di solito

non presta particolare attenzione alla loro." 96

Allo stesso modo Heidegger ha scritto che, "la

via a ciò che è vicino è sempre la più lunga e

più difficile per gli esseri umani. " 97 Fenomeni

che sono molto vicini sono a volte più difficili

Rilevare. Un approccio per la rilevazione di

questi vicino ancora difficile discernere

fenomeni potrebbero essere un passo indietro e

partecipare a più fedelmente possibile

l'esperienza cosciente come esperienza

cosciente, e tale è l'obiettivo della

fenomenologia. Per quanto riguarda una

fenomenologia del sacro, il fatto che Firstness

è più vicino all'esperienza umana sembrerebbe

presentare possibilità come una potenza molto

reale e vicino operante al nucleo di esperienza.

Anche nella dimensione molto personale e

vicino di
pagina 91
82 Firstness, l'aspetto sacro del divino

potrebbe aspettare latente, nonostante "fissando

una nel faccia ". Nelle parole di Peirce, se c'è un

Dio personale, dobbiamo avere una percezione

diretta di quella persona e infatti essere in

comunicazione personale con lui. Ora, se

questo sia il caso, la questione si pone come

sia possibile che l'esistenza di questo essere

dovrebbe mai stata messa in dubbio da

nessuno. L'unica risposta che posso al

momento fare è che i fatti che stanno davanti il

​​nostro viso e gli occhi e ci fissano in faccia

sono ben lungi dall'essere, in tutti i casi, i più

facilmente distinguere. Che è stato osservato

da tempo immemorabile. 98 III. Un'ontologia

della POSSIBILITA ' A. REALTÀ: reali e

possibili Finora ho cercato di delineare come

Peirce fenomenologia descrive una vasta

gamma di esperienze ed esplora tre modalità

ontologiche dell'essere, tra cui la modalità di

possibilità. Vorrei ora discutere lo stato reale

delle possibilità ed esaminare la sua

ontologica Caratteristiche. Le mie domande

guida in questa sezione saranno: possibilità è

una parte della realtà, e se sì, come? Ha

"esiste?" Come è possibile coinvolto con la vita

divina? Rispondere queste domande guida

introdurranno i temi della realtà, essendo,

possibilità, ela natura . In ultima analisi vorrei

discutere di ciò che è possibile, come è una

parte della natura,e come si è impegnato con la

trasformazione della vita divina in modo tale

che uno può chiamare la vita divina "infinito." Io

prima cominciare con una discussione su ciò

che Peirce intende con "realtà", al fine di

approfondire queste tematiche. "Reality" per

Peirce significava "esperienza sensibile." 99

Tuttavia, risulta evidente che "Esperienza

sensibile" non significa semplicemente

l'esperienza sensoriale. "Esperienza sensibile" è
pagina 92
83 intelligibile nel suo carattere, e tutto ciò che

è sperimentato, cioè, "percepito", è quindi di un

la realtà conoscibili. Peirce a volte indicato la

realtà intelligibile come "il vero." Lui ha scritto,

"tutto ciò che si intende con il termine 'vero' è

conoscibile in qualche misura" e, "Conoscibilità

(nel senso più ampio) e di essere non sono solo

metafisicamente lo stesso, ma sono sinonimi. "

100 Così, la cognizione umana è in Potenziale

almeno largo quanto la realtà è ampia perché

il vero possiede il carattere di intelligibilità, e

umano cognizione possiede la capacità di

conoscere il reale. Ciò significa in positivo

espressione che tutto ciò che è ora, e tutto ciò

che può eventualmente essere mai o potrebbe

essere in futuro, può o essere pensato ora o

potrebbe pensare, almeno in linea di principio,

in futuro. In espressione negativa, tutto ciò che

non può essere non può essere pensato, e

quindi non è né sarebbe mai essere. Tale si

riduce all'espressione di Peirce,

"l'assolutamente inconoscibile è assolutamente

inconcepibile. " 101 Altrove, Peirce

succintamente scritto: "qualsiasi cosa fuori

Pensavamo possiamo sapere nulla ". 102 La

realtà, come ho discusso in precedenza in

questo capitolo, è stato diviso in tre modalità

di essere. Questi tre modi di essere, presi nel

loro insieme, riflettono un numero

innumerevole di "mondi" in cui gli esseri

crescono, dal vivo, e l'esperienza. Ma, a mio

avviso, e Prendendo spunto da Buchler di

Metafisica di atural Complessi (1966), "mondi"

deveessere in contrasto con un termine che

onora quello che potrebbe essere un più ampio

senso della realtà. 103 È accettabile per usare

il termine "mondo" quando si parla dei rapporti

pratici di tutti i giorni tra gli esseri e il loro

ambiente entro certi quadri di riferimento. Si

può parlare del mondo degli insetti o il mondo

del falegname, per esempio. Ma questo mondo

del tutti i giorni è solo un frammento di un

quadro molto più ampio di realtà dove tre

modalità di essendo costruire la sua varietà di

esperienza possibile e attualizzazione.

Pertanto, definisco
pagina 93
84 "Mondo" come appartenenti a uno di azioni

della vita quotidiana funzionali in una

posizione all'interno del proprio abitato

ambiente. Eppure, includo anche quello che

"mondo" significa entro il fatto somma di realtà,

o più in generale, ciò che io voglio fare

riferimento a come la somma realtà della

natura . Tale importo comprende qualsiasie

tutte le possibili ed effettivi "mondi" entro un

termine che onora i vari giorni mondi

sperimentato da creature. Preso in un senso

molto più grande, mi riferisco al "mondo" come

si tratta di una parte di una più grande "natura"

o evoluzione "cosmo." Mi pare di capire Peirce,

"natura" sarebbe qui eguagliare quello che ha

capito con il termine "reale". 104 Natura, pur

essendo in sé onnicomprensivo di mondi, è,

come spero di dimostrare, sempre in evoluzione

e trasformando, e non potrebbe mai essere di

per sé uno completata "mondo." Per il bene di

evitare eccessiva complessità, uso il termine

"mondo" come mondi sono parte della natura, o

di una parte di una realtà, che indica tutto ciò

che è o può eventualmente essere . 105 Entro la

natura, ciò che può essere , per Peirce?

All'inizio di questo capitoloha spiegato che le

categorie di Peirce sono modi di essere e di

elementi di coscienza Esperienza. Come le

categorie misurano in termini di realtà? Può

un reclamo che ogni universo di esperienza è

reale e, quindi, "esiste?" ricordare come Peirce

ha affermato che se qualcosa esiste in un

universo di Secondità, allora è il "essere" di una

reazione ed è diadica in natura (minuscolo 'b'

per l'utilizzo di Peirce.) Peirce ha dichiarato

che, quando pensiamo di Secondità, pensiamo

naturalmente di due oggetti che reagiscono, un

primo ed un secondo. E con questi, come

soggetti, vi è la loro reazione. Ma questi Non

sono costituenti di cui il Secondità è costruito

su. La verità è solo inversa, [in] che essendo

un primo o un secondo o essere una reazione

ciascun comporta Secondness. Un oggetto non

può essere una seconda di se stesso. Se si tratta

di un secondo, ha un Elemento di essere ciò

che un altro lo fa per essere. Cioè, l'essere una

seconda comporta Secondness. La reazione

ancora coinvolge più manifestamente l'essere

ciò che un altro fa un soggetto di essere. Così,

mentre Secondness è un fatto di complessità,

non è un composto di due fatti. Si tratta di un

singolo fatto circa due oggetti. 106
pagina 94
85 Peirce di "essere" di reazione esistente deve

essere distinta da Heidegger "Essere" (capitale

'B' per l'utilizzo di Heidegger, e la mia

interpretazione di Heidegger.) "Essere" (capitale

'B') è la realtà totale della natura e delle sue

modalità di possibilità e la realtà. Talemodalità

sono "come" Essere è o può essere. Chiamando

questa realtà totale e le sue modalità di "natura"

segue anche la linea del naturalismo estatico

di Corrington. Corrington spiega che, "mentre

naturalismo estatico rimane sensibile ai vari

usi di Heidegger del termine 'essere,' è ha

sostenuto che la 'natura' è il termine più

generico e convincente ". 107 In sintesi,

Heidegger Essere potrebbe essere

approssimativamente interpretato come la

natura di Corrington e la realtà del cosmo di

Peirce. Così Essere, la natura e la realtà sono

tutti i termini che esprimono il "fatto" ultima

della realtà (la infatti, vale a dire, "è, piuttosto

che non è"), che se non fosse stato, nient'altro

sarebbe. Questo è, nulla può essere affatto se

non lo fa né prendere parte o prevalere nella

realtà o Essere di natura. 108 Peirce affermò

che tutto ciò che può essere è in grado di essere

conosciuto dalla mente e, quindi, appartiene

alla realtà della natura. 109 Per dimostrare

questo punto, si potrebbe dire di pensare circa

o hanno una esperienza di qualcosa che non è

incluso all'interno della realtà della natura.

Ma, per Peirce, è impossibile concepire il

assolutamente inconcepibile. Ha scritto che,

Ma se ci si chiede, se non esistono alcune

realtà, che sono del tutto indipendente dal

pensiero; Vorrei chiedere a sua volta, che cosa

si intende con tale espressione e cosa si può

intendere per essa. Quale idea può essere

collegato a quello di cui c'è nessuna idea?

Poiché, se c'è un'idea di tale realtà, è l'oggetto

di questa idea di cui stiamo parlando, e che

non è indipendente dal pensiero. È chiaro che è

molto al di là del potere della mente per avere

un'idea di qualcosa di completamente

indipendente dal pensiero - sarebbe necessario

estrarre sé da sé per tale scopo; e poiché non

vi è alcuna idea non c'è significato

nell'espressione. 110
pagina 95
86 il realismo di Peirce avrebbe "negano che vi

sia una realtà che è assolutamente

inconoscibile in stesso, in modo che essa non

può essere presa in mente. " 111 La questione

diventa allora: se qualcosa ancora non "esiste"

prima che la mente, è tuttavia vero o parte

della natura?Fa possibilità "esistere", o lo fa,

pur essendo il non-ancora attuale, tuttavia,

comprendere una realtà a sé stante, la realtà di

Firstness? Come fa la possibilità appartengono

alla realtà dinatura? B. POSSIBILITA ': suo

concetto e MODE Secondo Kant, i principi

della modalità "predicato di un concetto

nient'altro l'azione della facoltà di conoscenza

attraverso cui viene generato. " 112 perché

Peirce si è impegnata a un realismo su

modalità, possibilità deve essere qualcosa che

va oltre la sua occupazione empirica. 113

Peirce ha scritto che egli è obbligato a

"sottoscrivere la dottrina della una vera e

propria modalità, tra cui necessità reale e

concreta possibilità ". 114 Per dare le varie

modalità status ontologico è estrapolare loro

oltre l'azione di una generatrice facoltà. Come

possibilità si trova nella sua forma concettuale,

o parte della facoltà generatrice, essa è

possibilità logica. 115 Dove possibilità si trova

oltre la sua forma concettuale, è possibilità

ontologica o reale. 116 Per essere precisi, di

dire qualcosa è "logicamente possibile" significa

dire che x potrebbe essere concepita all'interno

di una proposta senza contraddizioni. come

Peircedirla, " possibilità logica è quella di una

ipotesi non implichi qualsiasi

contraddizione."117 In distinzione reale

"possibilità" significa ciò di cui la

concettualizzazione è circa. 118 L'espressione

concettualmente considerati " x può affermare

di essere senza contraddittorio"comunica

possibilità logica. Quella X può essere (a tutti)

è la possibilità ontologica o reale.Questo tipo

di possibilità è la condizione per la stessa

possibilità di essere se stessa. Il
pagina 96
87 impossibile, al contrario, non può essere e

quindi non può esistere . Quindi l'impossibile

non può essereaffermato in modo significativo.

119 Come Peirce dirla: "Tutto è possibile, che fa

Non contraddire le leggi della ragione; ciò che

è inconcepibile, che viola la legge di ragione, è

impossibile. L'impossibile è l'auto-

contraddittoria ". 120 Per Peirce, poi,

possibilità è almeno un modo di essere diverso

pensiero concettualmente pensare che

modalità. Complessivamente ha identificato

dieci tipi di possibilità, ma quei dieci può

essere diviso inlogica e possibilità reale. 121

Peirce classificato cosa volesse dire con

possibilità nel suo dizionario di Baldwin entry

su di essa. A suo avviso, la possibilità ha sia un

primo ordine "valore oggettivo ontologica" e un

secondo ordine "logico valore soggettivo." 122

Primo ordine valore oggettivo ontologica

partite con possibilità di "reale" e rende possibile

in senso lato di una realtà nella sua diritto-ciò

che è, nelle parole di Peirce, "Non ripugnante

alla esistenza". 123 Secondo- ordinare valore

soggettivo logico si riferisce ad possibilità

come una questione reale di logica

proposizione e giudizio. Un esempio della

differenza tra secondo ordine logico e del

primo ordine reale possibilità potrebbe essere

indicato come: non vi è alcuna contraddizione

logica nella proposizione "uno può colpire una

palla da baseball così difficile che possa volare

verso la luna." Se o Non colpire una palla da

baseball per la luna è davvero possibile, anche

se non vi è alcuna contraddizione inaffermando

che, è una questione diversa. Lascerò da parte

domande su possibilità logica perché io non

sono interessato a esplorare proposizione

formale e il giudizio espresso nella logica

modale. Tale sarebbe essenzialmente

coinvolgere dimostrando prove per

contraddizioni proposizioni modali-logiche. La

mia preoccupazione principale è con una

ontologia del possibile in il primo senso, cioè,

vorrei domandare circa la realtà ontologica di

possibilità che si astrae in modo che si possa

proporre e giudice. 124
pagina 97
88 Ci si chiede se la possibilità, presa nel suo

senso ontologico obiettivo, possiede "realtà",

cioè, se la possibilità non "esiste", quindi come

può essere una questione di giudizio? Ciò che,

dopotutto, è l'esatto status ontologico di

possibilità? Credo che il modo più semplice

per immaginare la realtà di possibilità è quella

di collegare il possibile con Peirce triadico

formulazione delle categorie. Ad esempio,

Peirce ha scritto una lettera nel gennaio del

1901 al suo buon amico ed editore di monista ,

Paul Carus. In esso, Peirce fornito una

spiegazionetre tipi di modalità per possibilità,

ciascuna relativi alle tre categorie. Le modalità

di possibilità relativi alle categorie sono le

seguenti: di can-essere (possibilità Firstness

cheentrambi possono essere- x e possono

essere-non- x ), di è (Secondness affermazione

della possibilità sotto forma digiudizio che

coinvolge una ipotesi), e di aspiranti

(generalità Terzità, il particolarela negazione

di un può-essere e la realizzazione di un

aspiranti.) 125 Peirce ha scritto a Carus, Devo

dimostrare che la volontà sia di, la realtà è di

ha e stato di non sono somma del reale. Essi

coprono solo l'attualità. Ci sono, inoltre,

sarebbe-essere e di può-essere di che sono

reali. La distinzione è che il reale è soggetto

sia al principio di contraddizione e del terzo

escluso; e in un modo così sono la aspiranti di

e può-essere di. In questo modo un aspirante

non è altro che la negazione di un can-essere e

viceversa. Ma in un altro modo, un aspirante

non è soggetto al principio di terzo escluso, sia

sarebbe-essere-x e sarebbe-essere-non-x

potrebbe essere falsa. E in questo Quest'ultimo

modo un può-essere può essere definita come

quella che non è soggetto al principio di

contraddizione. Se al contrario di nulla, è vero

solo che può-essere-x e può-essere-non-x pure.

Certamente può essere dimostrato molto

chiaramente che l'Universo non contenere sia

gli aspiranti di e può-essere di. 126 Le

implicazioni fenomenologiche di questo punto

di vista circa la possibilità sono potenti. Se

possibilità è una realtà a sé stante all'interno

di un regno indeterminata del CAN-essere,

allora Firstness (la lattina-essere) non è

soggetta al principio di contraddizione per un

tale principio appartiene al giudizio vero e

proprio. Contraddizione applica solo a livello

distaccato, quando la
pagina 98
89 poteri sono attualizzati in un modo e sono

negati in un altro. Pertanto, la differenza tra

possibilità logiche non è tra la prima

possibilità ordine nella propria realtà di

Firstness, ma tra le realtà presi come universi

di esperienza astratti di secondo ordine

formulazione; tra il Firstness e Secondness.

Così, il "divario" tra possibilità e attualità è uno

ontologica, e fenomenologicamente il divario

tra realtà e possibilità parla di quella stessa

realtà che è tutto di can-be-possibile, è, e

would- essere-possibile. Peirce caratterizzato

tali divisioni come il possibile in "universi di

modalità di la realtà." 127 Ogni universo

costituisce la realtà totale della natura. Nella

realtà totale di natura, Firstness è l'universo di

reali capacità, Secondness l'universo di Actual

Infatti, e Terzità l'universo di tendenze. 128 Per

quanto riguarda la possibilità Firstness e il

"Universo di reali capacità", Peirce ha scritto,

"Ne consegue che un membro di questa universo

non deve essere soggetto ad alcuna legge,

nemmeno il principio di contraddizione. io

denominare gli oggetti di questo universo idee

o Possibles . " 129 Pur non effettiva, possibilità

è ancora "un membro dell'universo." 130 Per

questo studio, la possibilità di Firstness ed i

suoi "membri" sono della massima importanza,

perché Firstness è "l'embrione di essere." 131

Cioè, Firstness, nel suo stesso essere un regno

di possibilità reale, funge disponibilità unica di

esperienza per gli altri universi a farsi sentire

nella loro realtà. 132 Il punto significativo è

che Firstness, come realtà in sé e per sé, può

contenere le capacità per essere che

"contraddicono" della formulazione logico.

Tuttavia tali capacità coesistono de re senza

contraddizione in un universo di possibilità.

133 In Firstness, contraddittori non possono

essere sia reale, ma possono essere possibile.

Così possibilità deve essere qualcosa di

diverso che l'assenza di logica contraddizione

possibilità è parte di una realtà, quella di

Firstness.
pagina 99
90 C. LA FUNZIONE DELLA POSSIBILITA

'della vita divina Sono arrivato al punto in cui

spiegherò come funziona la possibilità

all'interno la vita divina. Dato osservazioni

precedenti di Peirce circa la possibilità e

l'essere, mi piacerebbe sottolineare che

possibilità è la modalità ontologica di essere

che assicura il divino del carattere "infinito". Più

chiaramente messo: non si deve pensare al

divino come una chiusa totalità o come "cosa"

infinito come se fosse una "super essere" che

possiede una serie di proprietà soprannaturali.

Piuttosto, come Peirce indicato, il divino è in

espansione infinitamente orizzonte in cui

spazio, tempo e materia evolvere grazie alla

modalità ontologica possibilità che operano

all'interno della realtà della natura, un modo

di essere possibile "alimentando" la

attualizzazioni del cosmo. Così, può essere più

esatto dire che il divino è infinito non perché è

un essere che supera esseri finiti nelle loro

proprietà, ma perché si tratta di un processo

senza fine di trasformazione e alla crescita di

una vita -che fa tutte le cose ei loro mondi

possibili. Al fine di rendere chiaro questo

punto, mi appello al concetto di Peirce di

Inoltre-as-crescita: un processo di aggiunta

che rende il divino "senza fine infinita", per usare

la sua frase. Critical nel concepire del divino

in questo modo è capire come possibilità

assicura che il divino rimane un processo

senza fine che continua "aggiunge" a se stesso,

cresce continuamente, e continuamente si

trasforma. Ma cosa vuol dire, allora, a dire che

il divino è qualche forma di vita in espansione

"infinito"; che è, perché sostengono che la natura

è in continua crescita, la trasformazione, o

l'aggiunta a se stessa , senza fine e può dunque

esserechiamato infinita, al contrario di

qualcosa che soddisfi una sorta di estremità e

si chiama finita? Peirce ha deciso questa

domanda in termini di matematica "teoria degli

insiemi" e ha fornito la sua lettore con numerosi

esempi di cosa significa "infinito".
Pagina 100
91 "Set teoria" è essenzialmente la scienza

matematica dell'infinito, e di utilizzarlo Peirce

è venuto a pensare che ci sia un "senza fine

infinita" oltre a "infiniti". 134 "Infiniti" sono

raccolte, o "set" di membri senza fine (tipo

aperto), ma numerabili che possono consistere

di punti, in istanti temporali, oggetti, o

qualsiasi altra unità finite. Nel mio argomento

che userà i numeri, perché questo è ciò che

Peirce utilizzato nella sua teoria degli insiemi.

135 Un set può iniziare con qualsiasi numero,

diciamo per esempio l'intero "1", e procedere

indefinitamente. 136 Così, per esempio tutti i

numeri interi numerabili {1, 2, 3, 4} ... sarebbe

un impostato. L'insieme di tutti i numeri primi

sarebbe un insieme {2, 3, 5, 7, ...} o l'insieme di

tutte numeri composti sarebbe un insieme {2, 4,

6, 8 ...} Un titolo può qualsiasi insieme di

numerabilenumeri infiniti se un individuo può

selezionare un insieme, scegliere un numero, e

quindi iniziarecontando in modo da procedere

  1. 1 indefinitamente. 137 Nel primo caso: {1, 2,

3, 4 ... + 1 annuncio all'infinito }, nel secondo

caso {2, 3, 5, 7 ... + 1 all'infinito }, e nel terzo

caso {2, 4, 6,8 ... + 1 ad infinitum } dove + 1 è

uguale al prossimo membro di quel set. Peirce

ha postulatoun numero infinito di "set" i cui

membri erano infinita nella loro collezione

(l'insieme di tutti numeri primi, l'insieme di

tutti i numeri composti, l'insieme di tutti i

numeri interi, e così via) e ha dichiarato che

qualsiasi gruppo potrebbe portare in un

processo senza fine di denumeration. 138

Tuttavia, la teoria di un "infinitamente infinito"

di Peirce si è concentrata principalmente sul

rapporto del conteggio stesso; cioè, l'aggiunta

tra i set di infinito stessi, senza per quanto

riguarda la natura infinita di ogni insieme. 139

La preoccupazione per i miei scopi qui è

semplicemente quello di sostengono che, in

base alla teoria degli insiemi matematica di

Peirce, l'aggiunta di gruppi di infinito a altre

serie di infinito rendimenti più grandi classi di

infinito. 140 Così, l'infinita aggiunta dicose,

anche l'aggiunta di cose come infinite serie di

numeri, equivale a un processo che risultati in

l' infinito, e le infinite sostituisce anche più

infiniti. 141 E 'fondamentale
pagina 101
92 sapere che il punto del Peirce è stato quello

di mostrare come l'infinito, non è di per sé una

cosa come un set, né è anche un insieme di

insiemi. Piuttosto, l' infinito è "infinitamente

infinito" -è il processodi raccogliere ing o

aggiungere ing set. Detto in altro modo,

l'infinito è il processo di aggiunta ecrescita

stessa. L'illustrazione sopra della teoria degli

insiemi di Peirce si traduce al fatto che ci

potrebbe essere contraddizione nel sostenere

che la vita divina è "infinito", se da una infinita

semplicemente mezzi (in termini matematici) il

processo infinito di sommando imposta il cui

risultato ènon si è mai una raccolta set, ma

piuttosto è il processo esponenziale di aggiunta

di più grande e set più grandi. 142 Così, {1, 2,

3, 4 ... + 1 all'infinito } + {2, 3, 5, 7 ... + 1

all'infinito } + {2,4, 6, 8 ... + 1 ad infinitum } +

{...}. Peirce ha fatto questo punto abbastanza

esplicito in 1893lettera scritta da Edward

Hegeler. Egli ha dichiarato che "Temo che

Carus [direttore della Monist ]potrebbe

pensare che non ci sono altro che il ben noto

«ordini» di infinito. Ma ci sono nulla del

genere ... non c'è niente come un ordine infinito

di ordine finito. Tutte le serie di infiniti che io

sono piuttosto sviluppare infiniti di ordine zero.

Per un infinito di finita Per moltiplicato in sé

dà un ordine superiore. Questo non è il caso

con la collectional infiniti [serie di numeri

finiti.] Al contrario, ognuno è l'esponenziale

del precedente." 143 la critica di Peirce di

Hegel su questo punto rende l'idea molto

chiara. Ha scritto, "il sistema [di Hegel], non è

nel suo spirito più profondo e più vero, ma

come viene elaborato, e Nonostante un

contentino gettato in una delle sezioni di

chiusura, è anti-evolutiva, anti- progressiva,

perché rappresenta il pensiero come il

raggiungimento perfetto compimento . Non c'è

compimento di qualsiasi concepibile vita

razionale, tranne il progresso verso un

ulteriore adempimento [Sottolineatura mia.] "

144 Ogni vita tende verso la realizzazione, a

  1. 1; la vita divina, essendo infinito, tende verso

la realizzazione infinita, un infinito infinita +1.

Il punto è che per
pagina 102
93 Peirce, l'infinito non è mai un termine

completata essendo relativi al processo di

aggiunta e crescita. Come nota a margine che

passa, vorrei anche ricordare che infiniti non

devono essere grande; possono anche essere

piccola. Invece di qualcosa raddoppiare le

dimensioni per aggiunta, potrebbe essere

dimezzato, e così via all'infinito. Peirce

intitolato questo principio di divisione

"Kanticity." 145 Il principio del "Aristotelicity" è

l'infinito +1 per esperienza. 146 comunque, il

"Senza fine infinita" rimane la stessa: la

divisione infinita produce un infinito processo .

Infinito Inoltre produce un infinito processo , e

così via.In termini ontologici, piuttosto che

matematici, la visione di Peirce sembra essere

che natura è perennemente lasciato ad un

processo di "aggiunta" a se stesso in un universo

di esperienza, dove quel ", aggiungendo" non è

altro che il continuo dono di sé dell'universo di

Firstness-possibilità di l'universo di

Secondità-realtà in forma di possibile

esperienza reale. 147 In questa prospettiva, la

natura rimarrà sempre in uno stato di

processive la crescita a causa del fatto che ci

sarà sempre più possibilità di aggiungere al

corso di esperienza nella forma del può essere

possibile, la base vaga e non specificata di tutti

e treuniversi di esperienza. Ricordiamo che

secondo la propria legge, la natura aggiunge

quello che può essere possibile il futuro basato

sulla base di ciò che può essere possibile. Ciò

che può essere possibile èuna forma di

Firstness ed è vago e non specificata. Come

tale, come il continuo processo di Inoltre, che

non è di per sé una cosa, ma è piuttosto un

movimento articolato, possibilità diventa il +1

di esperienza, consentito da un universo di

Firstness progredire verso ulteriormente

compimento. Essere in generale e non

specificata, Firstness-possibilità analogamente

è uguale a quella potenza di oltre il che rende

l'infinito, "senza fine infinita," spezzato solo da

qualche forma di conteggio attuale. Peirce ha

spiegato che, "Il possibile è necessariamente

generale; e nessuna quantità di specifica

generale può ridurre una classe generale di

possibilità
pagina 103
94 per un caso individuale. È solo attualità, la

forza dell'esistenza, che scoppia la fluidità del

generale e produce un'unità distinta. " 148 Le

conseguenze di questo punto sono forti per la

modalità del reale e la vita divina. Senza

possibilità goading il divino in uno di crescita,

la sua vita avrebbe preso su forma di "un'unità

discreta" limitata ad una specifica posta su di

essa da qualcosa altro di per sé, qualcosa che

in qualche modo "fuori" di sé. Detto in altro

modo, se il divino fosse una cosa , le sue

proprietà potrebbe essere esigibili e

numerabile. Il divino non potrebbe

quinditenere più a lungo il suo status

ontologico unico come il divino: "la

infinitamente infinito". Se la divina viene

interpretata come un processo di crescita e

inoltre conterrà sempre un elemento non

specificabile in sé che resiste una

determinazione totale di crescita o che resiste

una quantificazione totale e raccolta delle sue

proprietà. Tale elemento viene nel forma di

possibilità, o il fatto che l'universo non è

determinato a causa del fattore di possibilità

che operano al suo interno. Peirce ha

affermato che, "mi sembra che il caso è quello

agenzia essenziale su cui l'intero processo

dipende. " 149 IV. "COSMOTHEISM" Peirce:

ONTOLOGIA e Cosmologia A. MidWorld e

orizzonti, passato e futuro categorie e la

fenomenologia di Peirce sono stati al centro

dell'attenzione in il capitolo finora. Ho cercato

di mostrare come possibilità è una

caratteristica della natura e esperienza umana.

Ho anche cercato di dimostrare come

possibilità consente un universo dinamico,

creativo e organico che comprende tutti gli

aspetti della realtà. Passo ora sintetizzare quei

punti e descrivere come Peirce ha ordinato il

suo universo in un ontologica
pagina 104
95 "Continuo." E 'mia opinione che, nella visione

di Peirce, un continuum della natura

costituisce un cosmo in evoluzione implicite

per essere la vita in via di sviluppo di Dio. Per

sostenere la mia affermazione, in primo luogo

ho definire cosa esattamente Peirce intende per

un "continuum". In secondo luogo, ho

brevemente definisco Peirce concetti di

"sviluppo" e "evoluzione". In terzo luogo, si

concentrano sull'importanza di possibilità, per

la teoria dell'evoluzione di Peirce, richiamando

l'attenzione sul fatto che lui visto la natura

come lo sviluppo di generalità, e che Dio è la

mente assoluta o finale di lo sviluppo della

natura. L'ultimo punto di discussione si baserà

su queste informazioni per esplorare

l'importanza della possibilità di cosmologia di

Peirce si riferisce alla sua continuo, e per il

suo pensiero su Dio. Prima di offrire un'analisi

Peirce definizione di un continuum tuttavia,

una metafora potrebbe essere utile per

introdurre l'idea. io scegliere di utilizzare la

metafora di una "scala" per dimostrare come gli

esseri finiti appartengono a un continuum che

è infinito in natura. Nella sua semiosi nel

Postmodern Age (1995), Floyd Merrell si

riferisce a Peircecontinuo come una "scala

semiotica", dove un interpretante segno lettura

si trova in una relativo "middle" di segni e

iscrizioni sistemi. 150 Precedente alla

formulazione di Merrell di un scala semiotica,

altri filosofi come John William Miller e Ralph

Waldo Emerson ha fornito scenari simili in cui

l'essere umano è stato detto di esistere a metà

strada su una "scala" ontologica della realtà.

151 Questi filosofi hanno sostenuto che l'essere

umano essere occupa una posizione centrale

rispetto della realtà all'interno di una vasta

natura. Questo mezzo posizione è conosciuta

come "MidWorld." 152 Interpreto il MidWorld

come la posizione occupata dal essere finito

entro l'infinito vita divina. Per illustrare come

ho capito il MidWorld, una descrizione

metaforica di esso potrebbe essere descritto

come segue. L'essere finito si trova

nell'universo, come se su una "scala". In piedi

sulle scale e guardando in basso,
pagina 105
96 la scalinata scende a tempo indeterminato

qui sotto e scompare nel buio. Alzando lo

sguardo, il scala sale infinitamente verso l'alto,

che porta alle stelle di cui sopra e sparisce alla

vista. Per Emerson e Miller, il MidWorld era

esperienza umana, in cui si può trovare alcun

fondamento assoluto sotto di loro, non si può

stabilire con assoluta certezza gli obiettivi

davanti a loro. C'è un orizzonte trailing fuori

all'infinito molto al di sopra (dove il finito

essendo potrebbe andare in alto, verso le

estremità della scala) e un orizzonte trailing off

in infinità di gran lunga inferiore (da cui

l'essere finito, eventualmente, potrebbe

provenire da, le scale di testa sotto.) Entrambi

gli orizzonti sembrano a portare a punti di

convergenza in cui ilscala potrebbe avere

iniziato o dove la scala potrebbe finire, ma non

è del tutto sicuro. Nel suo saggio "Experience"

(1844), Emerson ha descritto la propria

posizione sulla scala come segue. Dove ci

troviamo? In una serie di cui non sappiamo il

estremi, e credo che non ne ha. Ci svegliamo e

ci troviamo su una scala; ci sono scale sotto di

noi, che ci sembra di aver asceso; ci sono le

scale sopra noi, molti uno, che vanno verso

l'alto e fuori dalla vista. Ma il Genio che

secondo l'antica credenza si trova alla porta da

cui si entra, e ci dà la Lete da bere, che

possiamo non parlano, mescolato la coppa

troppo forte, e non possiamo scrollarsi di

dosso il torpore ora a mezzogiorno. Il sonno

rimane tutta la nostra vita sul nostro occhi,

come la notte si aggira per tutto il giorno tra i

rami del abete. Tutte le cose nuotare e glitter.

La nostra vita non è tanto minacciata come la

nostra percezione. Fantasma scivoliamo

attraverso la natura, e non deve conoscere di

nuovo il nostro posto. 153 Miller ha seguito

l'esempio, descrive un MidWorld dove, "La fine

e l'inizio sono reciproco. In ogni storia della

Genesi, la storia è raccontata in termini che

hanno essi stessi evoluti nel processo descritto.

" 154 Credo che le descrizioni di come gli esseri

umani occupano una MidWorld su una scala

della realtà sono simili alla teoria di Peirce

che la natura è un
pagina 106
97 lo sviluppo continuo della realtà, ma Peirce

aggiunge la torsione della teoria

dell'evoluzione e sviluppare la mente alla

metafora. B. IL CONTINUUM DELLA

NATURA: CONVERGENZA DI MENTE,

sinecismo, E tychism Nella Monist 1890 serie,

Peirce ha sviluppato una teoria dell'evoluzione

creativa nelche l'universo è stato affermato di

essere in movimento verso un ultimo stato

mentale simile. Nel suo vista, e secondo

l'analogia della scala fornito solo un momento

fa, il caos e il nulla di sosta sul fondo della

"scala", e la "aspiranti" completata generalità

legge riposa in vista dall'alto. 155 La

generalità della legge, o Terzità, è

rappresentato dal termini mente, l'intelligenza

e la ragionevolezza. Tra le profondità del le

scale sotto e l'orizzonte delle scale a vista

avanti è uno stato centrale relativo a che

ragionevolezza, o "mente" aumenta e si sviluppa.

Nella visione di Peirce, la mente si evolve come

si raggiunge e interblocchi con altra mente,

saldatura suoi pezzi insieme, e come tale,

procede il continuum verso una maggiore legge

come stati. 156 Mente assoluta,

presumibilmente, riposa in cima alla scala:

una forma di ragionevolezza ultima e "mente

comune" che sarebbe, se mai raggiunto, essere

una forma corroborable pubblicamente di

intelligenza favorevole alla indagine, verifica e

conferma da parte di tutte le comunità di

indagine. 157 La dottrina che le cose esistono

in continuità e si sviluppano verso uno stato

finale di ragionevolezza è la dottrina di Peirce

di sinecismo. sinecismo postula un cosmo che

èin continua evoluzione in base alla "legge della

mente." La legge della mente, Peirce ha

affermato, è che "le idee tendono a diffondersi

in modo continuo e di influenzare certi altri

che stanno a loro in un peculiare relazione di

affectibility. In questa diffusione perdono

intensità, e soprattutto il potere di
pagina 107
98 che colpisce gli altri, ma guadagnare

generalità e diventare saldato con altre idee ".

158 idee tendono verso stati di legge simile in

quanto "saldare" insieme, costituiscono un

processo di sviluppo di mente che è presente

all'interno di tutta la natura (una forma di

panpsichismo), o come ha scritto Peirce, "Tutto

è la natura della mente." 159 Così, la natura e

la mente non sono del tutto Esistono

disconnesse-queste caratteristiche di

esperienza in un rapporto di continuità con

ciascun altro. Questa possibilità è davvero

operante in natura è la dottrina di Peirce di

tychism. 160 Peirce chiarito di tychism che

"l'unico modo possibile di contabilità per le

leggi della natura e per l'uniformità, in

generale, è supporre loro risultati di

evoluzione. Questo loro non suppone di essere

assoluto, di non essere obbedito con

precisione. Si fa un elemento di

indeterminatezza, la spontaneità, o il caso

assoluto in natura. " 161 Queste due dottrine

esistono in un produttivo tensione ha trovato

all'interno di un continuum di natura -cioè, un

continuum le cui parti finite esisterein

relazione ad un insieme infinito di cosmo. Così,

per Peirce, non vi era nessuna parte del

universo che è totalmente diverso da o

discontinuo con qualsiasi altra parte

dell'universo perché ogni membro dell

'universo si trova almeno in una potenziale

relazione di relativo "affectability" per qualsiasi

altro membro. 162 Eppure si dovrebbe tenere a

mente che la spontaneità e il caso sono stati

detto di essere al lavoro in natura consentendo

di variazione e novità nel corso dello sviluppo,

anche se generalità e legge sviluppati verso

aumentando gli stati ragionevoli. Peirce ha

definito un "continuo" nel modo seguente. "A

continuo (ad esempio il tempoe lo spazio

effettivamente sono) è definito come qualsiasi

parte che per quanto piccola sé ha parti dello

stesso tipo. Ogni parte di una superficie è una

superficie, ed ogni parte di una linea è un

linea." 163 Oppure, come Peirce anche

descritto, "un continuum è semplicemente una

serie discontinua ulteriori possibilità ". 164 Per

comunicare la "totalità" del continuum che

variano
pagina 108
99 tra le parole "universo" e "cosmos". A mio

avviso, cosmo comunicail sapore di una natura

ancora senza limiti avvolgente che è

disponibile per chiunque di sperimentare nel

suo surplus di possibilità, la vita, e l'essere.

Peirce ha scritto, Io uso la parola 'cosmica'

perché cosmicus è scelta di Kant; ma devo dire

che pensi pubblica laica o avrebbe avvicinato

più vicino alla espressione del suo senso.

Opere di scultura e pittura possono essere

eseguiti per un unico committente e deve essere

da un singolo artista. Un dipinto rappresenta

sempre un frammento di un più ampio intero.

Esso è suddiviso in suoi bordi. E 'da chiuso in

una stanza e ammirato da un pochi. In una tale

individualità lavoro di pensiero e di sentimento

è un elemento di bellezza. Ma un grande

edificio, come solo può chiamare le profondità

dell'anima dell'architetto, è significato per

tutto il popolo, e viene eretta dai sforzi di un

esercito rappresentante di tutto il popolo. 165

Come interpreto continuo di Peirce, è il "grande

edificio" significava per il "tutto persone ", un

tutto più grande, in cui persone o cose

contribuire a rendere la sua totalità. mi

relaziono continuo di Peirce della natura alla

vita divina, perché, in accordo con Charles

vista di Conway, il continuum rappresenta sia

un piano immanente e trascendentale che non

vi è congruenza tra i singoli membri e la

totalità infinita che Peirce ha suggerito è la

realtà divenire di Dio. Come Conway afferma,

"Peirce concepisce l'universo come Mente

assoluta, e la versione 'puro' della categoria di

Firstness di Peirce può rappresentare l'abisso

inesauribile di potenzialità divina, visto come

un continuum di Mente assoluta, da cui sia

originario e continuando a molla creazione ...

ci esiste una congruenza tra le funzionalità del

continuum e il capitale missioni dello Spirito

Santo ". 166 Prima di elaborare più sulla

continuità di Peirce della mente (Cosa che

faccio più in dettaglio nel prossimo capitolo),

dovrei prima spiegare la sua continuità in
pagina 109
100 termini di caratteristiche ontologiche e

cosmologiche, per questi problemi sono più

pertinenti alla il compito a portata di mano che

è identificare il cosmo in evoluzione come una

vita divina. Il continuum della natura, secondo

Peirce, ha iniziato da uno stato primordiale il

nulla. Egli scrisse: "Dobbiamo, al fine di tenere

conto di tutto l'universo, si supponga che un

condizione iniziale in cui tutto l'universo era

inesistente, e quindi uno stato di nulla assoluto.

" 167 Questo stato iniziale del nulla non era

formale Essere-hegeliano fine risultare

contenuta all'inizio. E non era questo nulla

iniziale nulla di negazione, per questo implica

una conferma di ciò che viene prima negato.

Peirce ha affermato che il stato iniziale "niente"

del cosmo è stato, in termini di Firstness, una

"prima" libertà, caso, la spontaneità, e

possibilità. 168 Lo stato iniziale era un

"germinale nulla, in che l'intero universo è

coinvolto o prefigurato. Come tale, è

assolutamente possibilità-sconfinata possibilità

indefinita e illimitata. Non c'è costrizione e

nessuna legge. E 'la libertà senza limiti. " 169

La questione si pone come legge o mente

emerse dalla che il nulla primordiale iniziale.

Inoltre, se Peirce è stato quello di prendere le

distanze da Hegeliana il determinismo logico e

storico, lo stato iniziale del nulla non poteva

avere necessariamente iniziato la catena di

eventi necessari per un'esistenza metafisica a

sorgere.Peirce ha chiarito questo punto

affermando, "Io dico che nulla necessariamente

derivato dallaNulla di libertà senza limiti.

Cioè, non secondo la logica deduttiva. Ma tale

è Non la logica di libertà o di possibilità. La

logica di libertà, o potenza, è che deve

annullare se stesso. Infatti, se non annulla sé,

resta completamente inattivo e DO- niente

potenzialità; e una potenzialità completamente

inattivo viene annullata dalla sua completa

ozio. " 170 Detto in altro modo, per Peirce,

sembra che ontologica della libertà

necessariamente si permette contingenza come

mezzo per lo sviluppo.
pagina 110
101 La linea critico per lo sviluppo del

continuum viene nel prossimo passage-e

tornerà al suo significato nel capitolo

precedente, quando esamino il concetto di "

terra" come origine, come formulata da

Heidegger e Schelling. La linea di Peircesi

legge: "Così lo zero della possibilità di nudo,

dalla logica evolutiva, ha esultato

[sottolineatura mia]nell'unità di qualche

qualità ". 171 È interessante notare che,

Schelling pensato qualcosa di simile circa

l'origine del cosmo, tranne che a suo avviso ha

introdotto il concetto di una cosmica Autunno.

Questo potrebbe cadere descritto come un "salto"

iniziale [ Sprung ] o auto-breaking-away[

Abbrechen ] della prima potenza di Dio nella

creazione dell'universo. Schelling, in una

vistasimile alla visione di Peirce, ha

dichiarato: "Dal assoluta al reale non c'è

continua transizione; l'origine del mondo

sensibile è pensabile solo come breaking-

completo distanti Assolutezza mediante un

salto. " 172 Mi pare di capire lo sviluppo di

stato iniziale di Peirce del cosmo, Firstness-

possibilità nasce o salta dalla profondità del la

natura nel suo stato germinale e si dà più come

potenza attiva e dinamica. Ancora, come è

possibile che l'universo stesso solleva in essere

dai propri bootstraps da Firstness da solo?

Una risposta a questa domanda si ricava da

un'altra citazione di Peirce: "La logica di

libertà, o potenza, è che esso annullarsi.

Infatti, se non annulla in sé, rimane una

potenzialità completamente inattivo e do-

nothing ". 173 Se Firstness-possibilità erano

inattivo e incapace di essere determinata dal

suo stato indeterminato (un do-nothing

Potenza), quindi qualsiasi stato precedente non

sarebbe il risultato e la realtà di oggi non

sarebbe. Vale a dire, Firstness-possibilità

sarebbe già completata e determinare se fosse

Non una potenza spontanea autosufficiente che

continuamente ha annullato la sua auto in

modo creativo e processo di trasformazione.

Così, il nulla primordiale di Peirce non poteva

essere, né mai avere stato, un nulla di vuoto

estremamente inattiva se le cose ora sono in un

corso di sviluppo e di
pagina 111
102 attività. Peirce riassume questa idea

affermando: "Io conto per tutta la varietà e la

diversità dell'universo, nell'unico senso in cui

la realtà sui generis e nuovi possono

essererappresentato il ... varietà può scaturire

solo dalla spontaneità. " 174 Peter Turley

commenta una simile interpretazione di

Firstness-possibilità e la "Nulla." Turley

sottolinea come Firstness-possibilità

rappresenta la libertà di possibilità di

diventare uno stato attualizzato specifico in

futuro, contro diventandone altro stato

attualizzato. Egli commenta che "la libertà si

riferisce alle scelte o azioni, e potenzialità di

attualizzazione; una libertà o di potenzialità

privo di tale riferimento senza senso.

Sembrerebbe quindi che ogni libertà o la

potenzialità deve prima o poi manifestare

questo riferimento per essere realizzato; e

realizzazione non è mai indeterminata, è segue

che ogni libertà e potenzialità si devono

annullare diventando determinato. " 175 Turley

continua: "Una possibile interpretazione è che

Peirce significa 'nulla' di essere preso alla

lettera ... Nulla, il punto di partenza evolutivo,

potrebbe essere interpretato come non-essere. "

176 Così, sembra come se "nulla" (una forma di

nihilating realtà) si sofferma a il fondo della

scala come una potente funzione di realtà che

serve come abilitazione condizione per la

crescita che giace al cuore della natura. In un

certo senso, quindi, "nulla" è anche una

condizione originative che sembra essere la

fonte di un elemento fondamentale per attività

di l'attività di auto-annullamento che consente

la realtà della possibilità di diventare realtà.

Corrington associa primordiale punto il nulla e

l'origine di Peirce di possibilità con potenza e

potenzialità, anche se il potenziale viene prima

possibilità nel proprio computo della come

natura crea. 177 Corrington è, credo, ragione

quando sostiene che il punto possibilità

equivale a una base creativa di potere trovato

all'interno della natura, ma non dovrebbe

adottare la sua
pagina 112
103 uso del termine "potenziale", almeno a

questo punto nella tesi, per motivi di chiarezza

e coerenza. Nello stato cosmica iniziale di

Peirce, il nulla è un agente dinamico nel cuore

della natura. Questa condizione primordiale

iniziale della natura consente l'attività

organica e dinamica il cosmo, un'attività

descritti da Corrington come "la natura

naturing", prendendo spunto da filosofi come

Averroè (Averroè) e Benedetto Spinoza. 178

Quando assunto come potenza attiva, Peirce

nulla implica potente indeterminatezza della

natura, ed è da che indeterminatezza che gli

ordini cosmici della natura depongono le uova.

Così, per Peirce, la natura significava la

nascita e la potenza per la produzione. Ha

scritto, "La parola natura evidentemente deve

originariamentehanno fatto sì nascita; sebbene

anche nella più antica latina reca molto di

rado che il significato. Vi è, tuttavia, una certa

memoria di sub-conscio di quel significato in

molte frasi; appena come con parole di

{physis}, vi è l'idea di molleggio avanti, o un

altro vegetale simile produzione, senza

neanche riferimento ad un progenitore. " 179

Per anticipare la mia analisi di Schelling e

l'interpretazione di influenza di Schelling su

Peirce e Heidegger, osservo la natura come

contenente all'interno della propria Profondità

una forza animatrice che dà continuamente

nascita a se stesso e garantisce la propria vita

infinita. Natura naturing si intende la potenza

di possibilità trovato nelle profondità della

natura come una forma sacra di produttività,

un indeterminato "Terra" o "baratro" di possibilità,

di potere, e la spontaneità che dà

reciprocamente il divino la vita e finita essendo

il dono della libertà che è controforza e

resistenza a determinazione metafisica.

Quando si parla di Firstness, ho scelto di

associare la possibilità di potere perché

secondo il racconto cosmologica di Peirce

della creazione, possibilità è una capacità-to-

be che è essenziale per gli stati iniziali creative

della natura. Possibilità guadagna il suo

potere per
pagina 113
104 creazione attraverso la sua vaghezza: "Per

la possibilità di essere la negazione della

necessità è un genere di generalità, è vaga

come qualsiasi altra contraddizione di una

generale ". 180 Vaghezza è un condizione

ontologica che consente pensato di attualizzare

se stessa come la cognizione attraverso la

attualità del giudizio e proposizione. Così,

come un primo, possibilità deve essere

abilitazioneCapacità che, in virtù della sua

vaghezza, permette concetti da definire come

vero e proprio determinazioni. Perché senza la

realizzazione della capacità, giudizi e proposte

di possibilità non poteva essere "possibile"

all'interno del regno della esperienza astratta.

Nelle parole di Peirce, "Questo che è possibile è

nella misura in generale e, in generale, cessa

di essere individuale. Quindi, ricordando che

la parola 'potenziale' significa indeterminato

ancora in grado di determinazione in ogni caso

speciale ... è vago, ma con una tale

indeterminatezza esso permette

accuratedeterminazione nei confronti di

qualsiasi oggetto particolare ha proposto per

l'esame [enfasi il mio]." 181 E citando David

Geremia Higgins, "alcuni interpreti Peirce

ravvicinamento possibilità di potere; e così fa

anche la [mia] ... la lettura di Heidegger. Con

la possibile ... [I significare] né pura

possibilità concettuale né potenza (al contrario

di agire in senso aristotelico né essenza (come

quella che viene azionato dalla esistenza di

realtà) ... piuttosto, essa designa che ... l'essere

stesso, che è il sommamente possibile, la

consentendo di potenza per cui tutto ciò che è

è. Come consentendo potere ... Consente

pensato di realizzare sé come affermazione di

essere e costituisce quindi l'uomo nella sua

essenza come quello che è: un la

partecipazione in essere. " 182 Firstness

approssima così a " Vermögen ", come funziona

inverbo tedesco che significa "essere in grado

di". 183 Si tratta di una forma di potere nella

sua capacità a essere, che è di primo ordine

reale possibilità ontologica, discusso in

precedenza in questo capitolo. qui si ritiene che

Firstness-possibilità è una base per esperienza,

o di un terreno che sostiene e abilita le

categorie di realtà, tuttavia non è totalmente

determinato dalla loro. Dopo aver sostenuto
pagina 114
105 per l'identificazione di possibilità con il

potere, io ora applicare questa idea all'interno

di una spiegazione ontologico-cosmologica

continuo di Peirce. Comincio spiegando le fasi

successive della creazione della continuità. Il

potere dallo stato originale di niente era un

atto spontaneo di uncaused creazione; vale a

dire, era dello statuto ontologico di possibilità.

Peirce ha scritto che la nascita della natura

naturing si è verificato in modo spontaneo, e

che "flash" saltò dalla profondità nei

collegamenti strettamente collegate che

rappreso sui fatti dell'esistenza. Peirce

sostenuto che Fuori del grembo di

indeterminatezza dobbiamo dire che non ci

sarebbe venuto qualcosa, dal principio di

Firstness, che possiamo chiamare un lampo.

Poi dal principio di abitudine ci sarebbe stato

un secondo flash. Anche se il tempo non

sarebbe tuttavia sono stati, questo secondo

flash era in un certo senso dopo la prima,

perché risultante da. Poi ci sarebbero venuti

altri successioni mai sempre più strettamente

connesse, le abitudini e la tendenza a prendere

loro mai rafforzamento stessi, fino agli eventi

sarebbero stati legati insieme in una sorta di

flusso continuo. 184 Così, da un primordiali

qualità nulla spontaneamente emerge-

primordiale nulla assomiglia ad una "vaga

underexistence nella mente di colui che ha

progettato il costruzione." 185 Il prossimo passo

nel conto cosmologica di Peirce della

creazione spiega il organizzazione di qualità

nel mondo dell'esistenza di secondi e la realtà

dei terzi. Peirce ha ritenuto che la natura,

essendo "mente come," ha la tendenza a prendere

abitudini. Abitudine per Peirce significava "una

specializzazione, originale o acquisito, la

natura di un uomo o di un animale o una vite, o

di una sostanza chimica cristallizzabile, o

qualsiasi altra cosa, che lui o lo farà

comportarsi o sempre tendono a comportarsi

in modo descrivibile in termini generali su ogni
pagina 115
106 occasione (o su una parte considerevole

delle occasioni) che possono presentarsi di un

carattere generale descrivibile. " 186 Le prime

apparizioni di Secondness erano reazioni che,

qualunque sia la loro natura, ha seguito una

tendenza generalizzazione di azioni passate, e

"causato azioni in futuro di seguire alcuni

generalizzazione delle azioni passate ". 187

Purtroppo, Peirce non era molto chiaro su

come questa generalizzazione tendenza è

accaduto nel germinale Stato del cosmo. Ma, il

carattere essenziale del cosmo era "per

rafforzare se stesso." Ha scritto, "Ma un tale

stato deve tendere ad allargarsi. Per una

tendenza ad agire in alcun modo,combinato

con una tendenza a prendere abitudini, deve

aumentare la tendenza ad agire in questo

modo, Ora sostituire in questa dichiarazione

generale di 'tendenza ad agire in alcun modo'

una tendenza a prendere le abitudini, e

vediamo che questa tendenza sarebbe

cresciuto. " 188 conto di Peirce della genesi del

cosmo ipotizza, inoltre, che è stato attraverso

abitudine assunzione che il tempo stesso a far

parte dell'universo. Bisogna immaginare, ha

affermato, che i "flash" della creazione non

hanno "successo" l'un l'altro, ma piuttosto

"apparso" e possono non essere stati stati

concomitanti, nel senso che si percepisce eventi

temporali. "Diversi lampi potrebbero iniziare

diversi flussi, tra i quali non ci dovrebbe essere

rapporti di contemporaneità o di successione.

Così un flusso potrebbe espandersi in due, o

due potrebbe fondersi. Ma l'ulteriore risultato

di abitudine sarebbe inevitabilmente separare

del tutto quelli che sono stati separati lungo, e

per rendere quelle presentate comune frequenti

punti si fondono in perfetta unione. " 189 Peirce

ha affermato che le abitudini sviluppate in

passato certi stati di secondi dal principio di

generalità Terzità. In questo modo, "abitudini

sarà formata che costituirà un continuum

spaziale ". 190 Riassumendo la sua teoria

finora, Peirce ha scritto,
pagina 116
107 Questa teoria è che l'evoluzione del mondo

... procede da uno stato di cose in passato

infinita, ad un diverso stato di cose nel futuro

infinito. Lo stato di cose nel passato infinito è

il caos ... il nulla di che consiste nella totale

assenza di regolarità. Lo stato delle cose nel

futuro infinito è la morte, la nulla di che

consiste nel trionfo di diritto e assenza di ogni

spontaneità. Tra questi, noi abbiamo dalla

nostra parte uno stato di cose in cui non vi è un

po 'contatore assoluta spontaneità a ogni

legge, e un certo grado di conformità alle

legge, che è costantemente in aumento a causa

della crescita dei abitudine. Il tendenza ad

abitudini di forma o la tendenza a

generalizzare, è qualcosa che cresce la propria

azione, con l'abitudine di prendere abitudini

stessa crescita. I suoi primi germi sorsero da

puro caso ... .Come alla parte del tempo sul

lato più lontano di eternità che conduce

indietro dal futuro infinito al passato infinito,

si procede evidentemente da contrari. 191 E Si

potrebbe supporre che in principio-

infinitamente remoto c'era un caos di

sensazione unpersonalized, che l'essere senza

collegamento o la regolarità sarebbe

correttamente, senza essere esistenza. Questa

sensazione, sportivo qua e là in puro

arbitrarietà, avrebbe iniziato il germe di una

tendenza generalizzare. La sua altra Sportings

sarebbero evanescente, ma questo avrebbe

avuto avere una virtù in crescita. Così, sarebbe

iniziato la tendenza a abitudine; e da questo,

con gli altri principi evoluzione, tutte le

regolarità dell'universo sarebbe evoluto. In

ogni momento, Tuttavia, un elemento di puro

caso sopravvive e rimarrà finché il mondo

diventa assolutamente perfetto, razionale, e

simmetrico sistema, in cui la mente è, infine

cristallizzato in futuro infinitamente lontano.

192 Qui è evidente che non solo si fa salire la

"scale" in avanti (anche se non necessariamente

"progressive") direzione di sviluppo cosmologica,

ma proprio posto attuale sulla scala sembra

puntare verso un aumento ragionevolezza e

"completo trionfo di legge "nella parte superiore

della scala. 193 Peirce ha chiamato come la

finale concepibile punto di questo processo o

"scala" lo "stato ideale di informazioni complete."

194 dal passato indefinito, vago, e infinito, le

tendenze nascono e dal conflitto con stabilita

legge si congelano e forma generalità che si

muovono verso uno stato finale di

completamento
pagina 117
108 abitudine; lo stato finale dell'universo

ideale. Generalità come Terzità è stato

precedentemente notato a assumere la forma di

legge o ragionevole idea-all'esempio di

gravità, per esempio. Il finale generalità

sarebbe ragionevolezza; mente completo o

assoluto "cristallizzato". Così, ultima generalità,

assoluta mente, idea, la legge, e la mente sono

più o meno cristallizzato termini di co-

estensivo. Come si ascende la scala o proventi

da "passato" a "futuro", le abitudini e il diritto

generalizzare e crescere verso il punto di

convergenza delle apparente mente assoluta. In

altro parole, abitudine sembra essere in

aumento, e l'intelligibilità della mente sembra

crescere in un punto fisso. Come gli altri

componenti di base del cosmo, le leggi

crescono e si sviluppano dal stessa legge che

era responsabile per l'inizio del tempo e per

l'organizzazione del continuo, così come le idee

all'interno di esso. Peirce ha affermato che, "Il

processo evolutivo è, Pertanto, non una

semplice evoluzione dell'universo esistente, ma

piuttosto un processo mediante il quale il forme

molto platoniche stessi sono diventati o stanno

diventando sviluppato. " 195 Quella il

movimento, o la crescita, è quello che Peirce

chiama "evoluzione". Nelle parole di Peirce,

"Evolution significa nulla ma la crescita nel

senso più ampio del termine ". 196 Quali sono

le ramificazioni di continuità ontologica-

cosmologica di Peirce? Più evidente è come il

fatto che Peirce ha preso la natura di essere un

continuum in evoluzione verso generalità e la

mente completato pone il suo pensiero vicino a

quello di Hegel. Fa questo anche portare teoria

della natura vicino ad una forma di

determinismo storico-spirituale di Peirce? In

risposta a tale domanda Carl Hausman insiste

sul fatto che è fondamentale per mantenere la

distinzione tra un assoluto idealismo sulla

generalità convergenti a un punto in natura, e

uncondizionale l'idealismo di un punto di

convergenza ideale dovrebbe passare

abbastanza tempo che unopotrebbe avvicinarsi

quel punto. 197 Ad esempio, utilizzando la

scalinata metafora, uno avrebbe bisogno
pagina 118
109 una quantità infinita di tempo per

attraversare i passi per raggiungere

effettivamente l'ultimo passo. Fino a quel

tempo, l'ultimo passo rimane sempre

all'orizzonte in vista. Vorrei aggiungere più

distanza tra la natura lo sviluppo di Peirce e

Hegel dispiegarsi della natura, affermando che

Peirce non sussumere Firstness-possibilità al

Hegeliana aufgehoben . 198 L'orizzonte ultimo

nel sistema di Peirce è ogni possibilità

completato o il completamento dello stato

ideale, che sarebbe la fine di ogni richiesta. Se

possibilità, tuttavia, è necessariamente vaga e

generale quindi lo stato ideale informazioni-

il-orizzonte è continuamente prevenuto a

compimento. Firstness-possibilità non può

essere sublated assolutamente a puro Essere

hegeliana astratta perché la convergenzapunto

è infinitamente relegato al "lontano futuro". E '

l'ideale e non può essere fattaassolutamente

cemento come fatto istanziata . Questo è

possibile perché Firstness-possibilitàresiste

Terzità-generalità, e quindi costringe

continuamente aprire l'orizzonte come un fine a

conseguire in futuro. 199 Secondo Hausman, "E

'[alla fine, lo stato ideale di completo

Informazioni] è perennemente approssimato; è

qualcosa che solo sarebbe raggiungibile se ci

sono stati un tempo effettivo assegnabile in cui

ogni pensiero erano a convergere nel futuro."

200 Aufgehoben è "infinitamente prolungata".

201 Nella moda Schellingian, il fatto è che la

natura non si può consumare in totale

determinazione perché contiene

contemporaneamente la fonte del proprio

limite ed è proprio illimitatezza, e questo rende

la natura propria la vita infinita, pur

mantenendo la possibilità stessa del suo

completamento. Peirce ha scritto di questo

tensione produttiva, " 'composto da un senso di'

puo ', che è allo stesso tempo un senso di 'Non

posso'. Forza implica la resistenza, e

limitazione della potenza. C'è sempre di fronte."

202
pagina 119
110 Come ho sostenuto, è la realtà del

continuum di possibilità che "a tempo

indeterminato" prolunga la consumazione della

fine della natura. In linea di principio, il divino

poteva raggiungere taleuna fine. Tuttavia, se la

possibilità prolunga all'infinito fine della

natura, la vita cosmica è esteso senza confine e

la fine esiste quindi come una nozione

regolativo. Hausman spiega che vi è una

differenza tra un futuro infinito e un futuro

indefinito. Un futuro indefinito è uno che in

linea di principio possono essere raggiunti. Un

futuro infinito è irraggiungibile. Si potrebbe

essere in grado di equiparare queste due

nozioni, se si dovesse fornire qualche

costruzione di una nozione di infinito che

riesce a colmare il divario tra eternità e

perennità temporale. Quello che voglio dire è

che si sarebbe bisogno di un modo di costruire

all'infinito in modo che sia al tempo

atemporale e temporalmente immaginato. 203

In altre parole, il completamento della vita

divina rimane un ideale regolativo. Questo

finale è regolativo perché i divini fame per

completare una natura che in realtà è incapace

di completando, anche se in linea di principio

potrebbe ottenere e desidera ottenere. Come

tale, il Divino di desiderio di completare in sé

poteri propria vera evoluzione cosmica.

Potrebbe questo construal di l'infinito sia

l'illimitato potere della creatività dato da un

Dio che si trova nella limitatamanifestazione

della natura? Cioè, potrebbe essere la vita

divina temporalmente limitato in natura

comeciò che è creato: "la natura di natura", ma

creativamente illimitata nel potere creativo

diFirstness-possibilità: la natura naturing?

Corrington cita, "La domanda intrigante

rimane: Dio, come la personalità ultimo,

manifesto teleologico di sviluppo strutture, e

quindi un futuro aperto? In altre parole, è il

futuro di Dio aperta, come indeterminato, come

il nostro? Se sì, qual è il futuro di Dio aperta

a? ... .La Mia sensazione è che Peirce ha avuto

il coraggio di aprire la porta a terra

prepersonale e abisso di Dio, ma che le sue

categorie non hanno la flessibilità necessaria

per aprire questa realtà nel suo interno
pagina 120
111 essere." 204 O se non l'idea di Peirce di un

cosmo in evoluzione mappe perfettamente su

un Dio che è un personal creatore è una

domanda che deve, per ora, rimarrà aperta.

Tuttavia, se la universo non è da prendere

come una persona, ma è invece concepito come

una vita con un personalità, allora Dio di

Peirce sarebbe non solo essere la realtà che

lavora presso il "top" della scale ma la realtà

lavorando al "fondo" delle scale impellenti lo

sviluppo di generalità-cosa Corrington si

riferisce a come la "terra prepersonale e

irrazionale sotto Dio ". 205 C. PANTEISMO O

Panenteismo? Il fatto che Peirce credeva

esistono esseri finiti all'interno dello stesso

continuum natura che è la vita divina può

suggerire era panteista. Il fatto che ha

suggerito la vita divina cambia o contiene

successione (vari stadi di ordine evolutivo in la

crescita della natura) può suggerire elementi di

teismo processo. Per discutere a lungo Peirce il

collegamento a una di queste idee sarebbe

indebitamente complicare il mio obiettivo

primario, che è Peirciano Firstness in un

cosmo in evoluzione. Tuttavia, nel passare va

osservato che Le idee di Peirce discussi finora

sono stati, e sono tuttora, di enorme

importanza per il processo filosofi e teologi di

processo allo stesso modo, tra cui Alfred North

Whitehead, Charles Hartshorne, John B. Cobb,

e David Ray Griffin, solo per citarne alcuni.

206 Come accennato Peirce il continuum della

natura da un dispiegamento di Dio, si potrebbe

supporre che l'universo e Dio sono un'identità

sinonimi. Se si sostiene che Dio e l'universo

sono identiche, allora il risultato è il punto di

vista panteistico. Nel suo significato formale,

"Panteismo" significa πάν o "pan" e θεός o "theos" -

"Tutto-Dio". Come Heidegger ha spiegato il

termine, "tutto sta in rapporto a Dio; tutti gli

esseri sono in relazione alla
pagina 121
112 terra di esseri. Questa terra come l'Uno,

gallina è come terra quello che tutto il resto,

pan , èin essa, nel terreno. Gallina kai pan .

L'Uno è anche il tutto e il tutto è anche ilUno."

207 Ma non era l'intenzione di Peirce per

rivendicare il punto di vista panteistico.

Piuttosto, la idea del divino è parte del mondo,

ma esiste anche oltre il mondo nel senso che

Dio rappresenta Terzità-generalità a venire,

oltre ad essere riflesso nella natura come

ordine, la razionalità, e l'abitudine

consolidata. Per questo motivo Michael

Raposa ha chiamato Peirce un Panenteismo .

Panenetheism afferma che Dio è pienamente in

rapporto al mondo, matrascende ancora per

alcuni aspetti di base tra cui ampiezza, la

profondità e il potere. 208 Questo è, l'essere

supremo di Dio comprende e penetra l'intero

cosmo in modo che tutti i membri e fatti del

cosmo esistono nella realtà di Dio, ma l'essere

di Dio è più che, e non esausto per, i membri ed

i loro fatti. 209 Il termine "panenteismo"

significa letteralmente "All-in-Dio-ismo", o la

traduzione greca-Inglese del termine tedesco

Allingottlehere, la dottrina che "tutto è in Dio."

Karl Krause ha introdotto il termine di

aggiornare e descrivere le filosofie di

Schleiermacher, Schelling, Hegel e. 210 Più

tardi, "panenteismo" è venuto in uso comune nel

XX secolo ed è stato reso popolare da

Hartshorne. 211 continuo di Raposa e

Corrington sia collegamento Peirce a un

panenteismo implicita piuttosto di un

panteismo. Raposa scrive, Ciò nonostante, il

rapporto di Dio alle persone in tutto il mondo

potrebbe essere più o meno rispetto a quello

esistente tra un continuum e sue singolarità

topici [finiti esseri]; queste singolarità

possono essi stessi costituire continua, pur

essendo determinata rispetto ad una

determinata dimensione di tutta abbracciando

... mentre sicuramente non panteista, Peirce

potrebbe essere correttamente etichettato come

panenetheist , cioè,uno che vede il mondo come

essere inclusi in, ma non esaustivo del divino la

realtà. Una tale visione non mina la dottrina

della creazione né crolla il distinzione tra Dio

e l'universo. 212
pagina 122
113 Sono d'accordo che continuo di Peirce

implica una ontologia panenteistica e

cosmologia motivata dalla preoccupazione con

il divino. Chiaramente Peirce pensava che il

continuum potrebbe essere identificato con una

vita Dio, la cui evoluzione è stata solo l'alterco

di Firstness e Secondità, così come la loro

mediazione nelle Terzità. 213 Ma, come

osserva Corrington, "Il mio proprio senso è che

Dio è un emergente evolutivo che sta lottando

verso un pieno realizzazione del bene più alto

che in qualche modo trascende ... .Yet c'è un

misterioso senso in cui Dio è anche un terreno

creativo del mondo ... .Peirce è stato costretto a

individuare un Dio in evoluzione entro le

tensioni della donde nascosti e la trionfalistica

nostalgia del dove. Ci lascia parzialmente

all'oscuro della donde, ma fa alcune chiare

affermazioni circa il dove. " 214 Preso come un

Panenteismo, Peirce ha lasciato al lettore la

seguente indizio riguardo a Dio di sviluppo

nella forma di una sempre divenire, o

"evoluzione" vita divina, così come la sua

relazione con le creature finite: "Quando la

conclusione del nostro tempo viene, e

scetticismo e il materialismo hanno fatto il loro

lavoro perfetto, avremo una fede molto più

grande di sempre prima. Per allora l'uomo

vedrà la saggezza e la misericordia di Dio non

solo in ogni caso di sua propria vita, ma in

quella del gorilla, il leone, il pesce, il polipo,

l'albero, il cristallo, il grano di polvere,

l'atomo. " 215 Interpreto questa dichiarazione

per indicare un panenteismo lavoro perché

sembra che Peirce meditato un Dio con il suo

scopo, ma non senza compresi scopo umano e

lo scopo di tutta la vita a venire attraverso il

corso di evoluzione. Cioè, esiste tutta la vita

all'interno della realtà di Dio, ma la realtà di

Dio, tuttavia, trascende i fatti attualmente

esistenti della vita visualizzati all'interno

l'evoluzione della natura e della principi di

funzionamento della natura. Riassumendo

questo punto, Donna arancione scrive che per

Peirce, "Dio presenta l'attuale serie di fatti con

nuove possibilità, e quindi Dio non può
pagina 123
114 essere semplicemente identificato con ciò

che è. Come risultato ideale di evoluzione, Dio

è più di ogni mondo dei semplici fatti, le

possibilità, o menti limitate. " 216 Mettere in

termini diversi termine, Peirce panenteismo

suggerisce che se Dio si riflette nel mondo

attraverso le forme di vita che comprendono,

allora il risultato ideale di sviluppo della vita

sarebbe, almeno per il momento essendo,

restano "avanti" della natura in termini di

evolutivo processo in tal modo ponendo uno

aspetto della divina oltre la sua manifestazione

immanente nella natura. Le cose

continuamente evolvere nella realtà divina e

che la realtà è una vita auto-superamento per il

completamento ideale è il suo obiettivo. Questa

vita va alla deriva verso la meta e anela per

una unione universale di tutti la coscienza

nella sua aspiranti stato realizzato finale. D.

natura e le sue ORDINI: profondità del

Firstness Dopo aver discusso l'ideale di

generalità Terzità a lungo e l'evoluzione della

continuo cosmica di Peirce della natura, che

deve ora puntare nella direzione opposta a

quella "Scala" verso il basso verso il sacro

profondità della natura profondità della natura

che forniscono illa spontaneità, la possibilità, e

possibilità necessari per la continuazione della

vita della divina. Mio messa a fuoco in questa

sezione sarà come il continuum della natura si

evolve in generalità sopra tempo e tende, anche

se non necessariamente raggiungere, un ultimo

stato mentale simile a causa della intrinseca

non-razionale natura Firstness. Questo servirà

come una transizione dall'attenzione per

Firstness-possibilità in questo capitolo per

Firstness-sensazione nel prossimo capitolo. Al

fine di realizzare questo compito mi

concentrerò su di Peirce "ordine della natura"

(1878), in quanto quel saggio elabora sulla

continuità della natura nelle sue dimensioni di

profondità. In contrasto con altri saggi di

Peirce che sottolineano una razionalità

cosmica in via di sviluppo che punta verso lo

stato ideale di informazioni complete a venire,

"l'ordine della natura" allude alla sacra
pagina 124
115 profondità della natura che permettono lo

sviluppo di generalità razionale di una base di

sensazione. Così, la mente della natura, o

quello che Peirce chiamato un "fontana di

esistenza" si estende tra lo stato razionale

ideale della natura del futuro e le profondità

della natura di possibilità e sentimento. 217

natura in continua evoluzione della vita divina

è ordinato secondo un ontologica continuo,

come ho sostenuto nel presente capitolo. È

stato osservato che il continuo della natura

evolve in generalità nel tempo e tende verso,

ma non necessariamente raggiungere, un

ultimo mente stato simile, o Mente Assoluta.

Generalità "appendere insieme" in un matrice

evolutiva e sono raggruppate in modo

sistematico all'interno "ordini", o categorie

generali di organizzazione, simile ad una

categoria aristotelica. 218 Peirce ha affermato

che gli ordini di la natura appartengono a

gruppi generali. fine di ogni raggruppamento o

"scopo" è "open-ended" in il senso che lo scopo di

ogni raggruppamento varia e cambia a

seconda delle necessità o desiderio. Peirce ha

riassunto questo punto per la scrittura,

"l'evoluzione è niente di più né meno che la

elaborazione di un fine preciso ... .La dottrina

della astiene dal pronunciare evoluzione se le

forme sono semplicemente fated o se sono

provvidenziale; ma che finisce definite sono

elaborato nessuno di noi oggi più negare ... .In

materia di oggetti naturali, tuttavia, Si può

dire, in generale, che non sappiamo con

precisione quali sono le loro cause finali sono ".

219 Questo significa semplicemente che le

estremità degli ordini della natura non sono

determinatamente dato e stanno cioè

suscettibile alle forze di sviluppo. Eppure, gli

ordini della natura hanno ancora fini specifici

incontrare. punto principale di Peirce era che

la classificazione degli ordini della natura

dipende da loro scopo o causa finale. Come

tale, all'interno della natura le cose cadono in

classi naturali o ordini e formare una struttura

generale della natura. Tuttavia, causa finale di

un ordine è "occulto" -è
pagina 125
116 sconosciuto nella sua determinazione

finale perché c'è l'elemento di fortuna, o la

possibilità, al lavoro nell'universo. Per

interpretare gli ordini della natura come a

tempo indeterminato con la loro Ai fini

impostato in base a quali scopi funzionali

possono essere raggruppate all'interno di

"operativa desideri ", come Peirce ha affermato,

significa che gli ordini in natura sono" più o

meno variabile. " 220 Cioè, gli ordini della

natura hanno un "piano generale" e possiedono

una funzione o telos da compiere.Tuttavia che

telos non è di per sé scoraggiare minate , ma è

di una determin grado natura. 221 Questi

ordini interagiscono tra loro e si sviluppano

secondo il loro uso nel compimento "fini"

(desideri operative.) Peirce collegata ogni

ordine della natura con intelligenza (un

panpsichismo implicita), la visualizzazione

degli ordini di generalità come andare avanti

verso un obiettivo finale che è la mente o

generalità: più generalità significa più mente e

intelligenza. Tuttavia, Peirce ha anche

dichiarato che il senso di ordine dato alla

mente che è alla ricerca di ordine. 222 Peirce

sosteneva che gli ordini della natura in

relazione tra loro come se l'universo fosse essa

stessa una grande catena di ragionamento

inferenziale. Nel primo capitolo di questo

progetto, ho menzionata come i processi di

ragionamento della mente che funzionano

verso quella Thirdness- generalità funziona

anche se stessi giù nelle dimensioni più

basilari o "profonde" di natura. Per punto di

vista di un polipo, per esempio, il mondo

appare caotico e turbolento eppure contiene

intelligibilità o un grado di ordine. 223 Per

punto di vista umano, il mondo sembra

mostrare qualche generalità o le

caratteristiche di generalità mente più di

potrebbe essere rilevato a livello del polipo. In

continuo di Peirce, poi, ci sono concezioni di

mentalità che può cadere "verso il basso" in

ordine "inferiori" della creazione. io credo che

questo sia un punto critico rilevante per la

teoria dello sviluppo della natura di Peirce.
pagina 126
117 In "l'ordine della natura," È interessante

notare, Peirce intrattenuto l'idea che il

ordinamento della natura potrebbe puntare a

un potere ordinamento . Mentre accennando,

Peirce ha lasciato questa ideanon sviluppato.

Ecco qualche sforzo ricostruttivo è necessaria

da parte dell'interprete. cito Peirce a lungo per

comunicare la sua intimazione che la natura di

sviluppo potrebbe essere una vita strutturato in

un continuum ordinata, anche se questo

continuum non possono necessariamente

culminare in una divinità suprema in ogni

senso classico. Inoltre, qui sembra che ordine

della natura non pone una sfida alla fede

religiosa-order di fatto in grado di supportare

il riconoscimento di un potere ordinamento,

che è di natura divina. Ho anche cito Peirce in

Per dimostrare la vita di quella natura non è

attualmente razionale nella sua propria natura,

e che la base irrazionale di Firstness è di vitale

importanza per la vita del cosmo e maggio si

trovano nelle "profondità" di esperienza. Peirce

ha scritto, Qualsiasi proposta qualunque

riguardante l'ordine della natura deve toccare

più o meno sulla religione ... .Se un ordine

straordinario e universale si trovano nel

universo, ci deve essere qualche motivo di

questa regolarità ... modo .Uno di contabilità

per questo, certamente, sarebbe supporre che il

mondo è ordinato da un superiore potere ...

.Nevertheless, non si può veramente dire che

anche un assolutamente negativo decisione di

tale questione potrebbe del tutto distruggere la

religione, in quanto ci sono fedi in cui, per

quanto essi differiscono dal nostro,

riconosciamo quelli caratteri essenziali che li

rendono degno di essere chiamato religioni, e

che, tuttavia, non postulare una divinità

realmente esistente. Quello, per esempio, che

ha avuto la più numerosa e in alcun modo la

seguente meno intelligente di qualsiasi sulla

terra, insegna che la Divinità nella sua più alta

perfezione è avvolto via dal mondo in uno stato

di sonno profondo ed eterno, che in realtà non

lo fa differiscono da non-esistenza, sia che

venga chiamato con quel nome oppure no. 224

Nel passaggio sopra Peirce si riferiva alle

opinioni religiose che ammettono non esistenza

(stati d'azzardo, indeterminatezza, la potenza,

o la possibilità) in Dio. Se Dio di Peirce

potrebbe essere il potere di ordinare degli

ordini della natura, allora potrebbe un

adeguato titolo ad un
pagina 127
118 potere, "Dio?" Inoltre, se Terzità-generalità

a venire è impostato temporalmente prima di

una sulla "scala", potrebbe essere che

Firstness-possibilità è avvolto via in profondità

all'interno del mondo, responsabile di "Divinità"

in "la sua più alta perfezione?" aiuti Corrington

in un comprensione del passaggio sopra

scrivendo, "Dio è l'agenzia entro o dietro questo

processo, o è Dio troppo un prodotto di questo

processo? ... È come se apparirà solo

pienamente Dio, sia per noi e per sé, alla fine

della storia ". 225 Se Dio è un ordine finale

determinare tutti gli altri ordini è una

questione che possa essere risolta solo quando

l'evoluzione del cosmo si è conclusa. Fino ad

allora, il potere ordinamento della natura è

essenzialmente rinchiuso come un mistero.

Corrington continua a sostenere che "il dove del

mondo non solo è bloccato nel mistero della

sarebbero, ma velata dal punto di vista del Dio

che sta nel solco tra il nulla ultima e la

consumazione finale di storia cosmica. " 226

Credo che Peirce ha lasciato diversi indizi su

come affrontare il suo Dio. Un modo potrebbe

essere attraverso il processo di sequestro, come

abduzione attualizza la stessa potenza di

possibilità si trovano in profondità della natura

che viene azionato entro ricerca umana. Peirce

ha scritto che rapimento va sulla speranza che

ci sia sufficiente affinità tra la mente del

ragionatore e la natura di per rendere

indovinare non del tutto senza speranza,

purché ogni ipotesi è verificata mediante

confronto con l'osservazione. E 'vero che

l'accordo non mostra l'ipotesi è giusta; ma se è

sbagliato deve infine ottenere scoperto. Lo

sforzo dovrebbe quindi essere quello di rendere

ogni ipotesi, che è praticamente non più di un

domanda, il più vicino un ancora scommettere

il più possibile. 227 Pertanto, vi è una

congruenza nell'ordinamento della natura tra

ordini finiti e Ultimate Power ordinamento

infinita della natura. Ontologicamente

parlando, questo è la congruenza
pagina 128
119 garantita dalla continuità della natura

stessa. Epistemologicamente, e

fenomenologicamente, che congruenza prende

la forma di una ipotesi, che viene confrontato

con la natura stessa. In il caso di sottrazione,

tuttavia, ipotesi non è limitato alla costruzione

di conoscenza come intellettuale suggerito

Peirce. Abduction attinge istinto creaturale e

sentimento, così come le caratteristiche non

razionali di esperienza e questi sono

importanti e essenziale per il contatto con il

divino. Per esempio Peirce detto che sia

"l'umano mente e il cuore umano hanno una

filiazione a Dio. " 228 L'essere finito pone il

ipotesi di un potere ordinamento finale e si

sente il collegamento sufficienti per tale potere

virtù di un non-mente come facoltà-quella del

cuore. Forse il "cuore" qui significa un

sensazione intuitiva che ci sia qualcosa di

simile nelle profondità dell'essere umano che

partite con l'ordine di natura dello sviluppo. La

conoscenza scientifica può ipotizzare le verità

della natura, ma la base per la creazione di tali

ipotesi è sentimento umano, o Firstness.

Natura spinge nel cuore umano la voglia di

conoscere, o il desiderio el'amore per capire.

Tale è un evento nelle profondità del cuore

umano e l'anima. Devo mettere da parte, per

ora, la questione se la considerazione della

natura il potere di ordinare è una regione

"scientifica" di indagine, soprattutto per quanto

riguarda il ruolo che sentimento o "cuore" gioca

nel racconto di Peirce di abduzione. Il punto

qui è che il sentendo dietro il rapimento non è

in contatto con gli ordini della natura, ma

sensazione non è completamente razionale sia.

Ha Peirce ammettere irrazionale sensazione

sul suo conto deluniverso? Perché ha permesso

per la stanza in profondità della natura per

sentimento e mistero, io sarebbe interpretare

che il racconto di Peirce della natura non

consentono per il sacro ad abitare in

profondità della natura come una sensazione

irrazionale, o più precisamente mettere, "non

razionale". Per citare un esempio quotidiano di

come vi è infatti "stanza" per l'irrazionale

all'interno della natura,
pagina 129
120 Peirce ha scritto: "Che l'universo sia una

evoluzione della ragion pura, se vuoi. Ma se,

mentre si cammina per la strada riflettere su

come tutto è il distillato puro di La ragione, un

uomo con una pesante palo improvvisamente si

sporge nel piccolo della schiena voi, può

pensare ci sia qualcosa nell'Universo che

ragion pura non riesce a spiegare ... ". 229 Il

suo punto è che, nel quotidiano, si verificano

eventi che sfida l'apparente razionale direzione

e la complessità della natura. Forse anche in

quei momenti in cui la natura sembra la

maggior parte dei non-razionale che non vi è

alcuna ragione per un certo evento si verifichi

nella propria vita o che la vita può sembrare

terribilmente misterioso e al di là del proprio

potere o di controllo, forse allora il potere del

divino è più potente, ma dato più

misteriosamente nella sua infinita e soggezione

carattere stimolante. Nel prossimo capitolo

parlerò questo potere come appare all'interno

atti di indagine umana nelle meraviglie di un

cosmo che comprende che colloca tutti i viventi

e indagatore esseri. 1 Charles Sanders Peirce,

Collected Papers di Charles Sanders Peirce

Vols. 1-8, a cura di CharlesHartshorne & Paul

Weiss, AW Burks (Cambridge, MA: Harvard

University Press, 1931, 1958.) Hereafter citato

come CP seguita in volume e numero di

pagina. Inoltre, Charles Peirce, The Essential

Peirce, a cura diNathan Houser, Christian

Kloesel, e Jonathan R. Eller (Bloomington e

Indianapolis: Indiana University Press, 1992.)

Di seguito citato come EP seguita in volume e

numero di pagina. Inoltre, Charles S. Peirce,

Scritti di Charles S. Peirce: Un cronologico

Edition . 6 volumi, a cura di Max Fisch,

Christian Kloesel, eNathan Houser

(Bloomington:. Indiana University Press, 1982

  • 2008) Di seguito citato come W seguito da il

volume e numero di pagina. Inoltre, The

Charles S. Peirce Papers, edizione microfilm,

Università di HarvardBiblioteca Servizio

Fotografico, 1966. Di seguito citata come MS

con il catalogo manoscritto e numero di

pagina. 2 CP 6.157. 3 Charles Hartshorne e

William L. Reese, filosofi parlare di Dio

(Cambridge: Cambridge UniversityPress,

1953), 258, 269. 4 CP 1.362. 5 CP 6.33. 6 CP

1.615 7 Per una ricca analisi dell'evoluzione

delle tre categorie primordiali di Peirce e una

delucidazione su come il categorie giocano

nella tradizione post-kantiana, vedere Joseph

Esposito, Evolutionary Metafisica: La Sviluppo

della teoria di Peirce di Categorie (Atene:

Ohio University Press, 1980.) 8 PE 1.1, puoi

anche EP 1.11, "questioni relative alla certe

facoltà rivendicato per Man" (1868) 9 EP 1.xxx,

. Introduzione fonti di base per la teoria

categoriale rilevanti per Peirce includono:

Aristotele, The Opere di base di Aristotele, a

cura di Richard McKeon (New York: Modern

Library, 1941); Immanuel Kant,Critica della

ragion pura, tradotto da Norman Kemp Smith

(New York: Macmillan, 1929); e GWF
pagina 130
121 Hegel, L' enciclopedia Logic , tradotto da

TF Geraets, WA Suchting, e HS Harris

(Indianapolis:Hackett Publishing, 1995.) Per

un'eccellente introduzione alla teoria

categoriale in quanto si riferisce al trattamento

l'ontologia, Peirce, e Buchler, vedi Abraham

Edel, "The Nature of Categorial Theory" in tura

di Prospettive: prospettive per ordinali

Metafisica , a cura di Armen Marsoobian,

Kathleen Wallace, eRobert S. Corrington (New

York: State University of New York Press 1991.)

10 EP 2.148. 11 CP 1.300. 12 CP 1.4. 13 CP

1.42. 14 CP 1.19. 15 CP 2.384. 16 Charles S.

Peirce, in scritti filosofici di Peirce , a cura di

Justus Buchler (New York, Dover,1955), 71 e

CP 1.280. 17 EP 2.148. 18 EP 1.243. 19 Peirce

, scritti filosofici di Peirce , 93. 20 Ibid., 75. 21

Carl Hausman, evolutiva filosofia di Charles S.

Peirce (Cambridge: Cambridge University,

1993),118-119. 22 Robert S. Corrington, An

Introduction to CS Peirce (Maryland: Rowman

& Littlefield, 1993), 127. 23 Anette Ejsing,

Teologia di anticipazione: uno studio

costruttivo di CS Peirce: Princeton Theological

Monografia Serie (Oregon: Pickwick, 2006),

18. 24 Corrington, Introduzione alla CS Peirce

, 131. 25 EP 2.435. 26 CP 5.41. 27 Peirce,

scritti filosofici di Peirce , 77. 28 CP 1.358. 29

Corrington, Introduzione alla CS Peirce, 126.

30 CP 1.343. 31 CP 5.44. 32 CP 1.303. 33 CP

6.221. 34 CP 6.221. 35 Corrington,

Introduzione alla CS Peirce, 126. 36 Vedi

anche, Robert Forman, Il problema della

coscienza pura (New York: Oxford University

Press,1997.) 37 EP 1.249. 38 Heidegger,

troppo, elaborato sulla fattualità bruta di

esperienza esistenziale. Vedi Martin Heidegger,

Ontology-l'ermeneutica della fatticità, tradotti

da John van Buren. (Bloomington: Indiana

UniversityPress, 1999.) 39 Peirce, scritti

filosofici di Peirce , 76. 40 EP 2.150. 41 CP

1.24. 42 Ejsing, Teologia della Attesa, 43. 43

CP 1.459. 44 CP 1.324. 45 Mi riferisco

esplicitamente al di Paul Ricoeur Freud e

filosofia: un saggio sull'interpretazione,

tradottoda Denis Savage (New Haven: Yale

University Press, 1970), in particolare Libro

III, capitolo 2, "Riflessione: Un'archeologia del

soggetto ", dove Ricoeur ha discusso la

questione del soggetto e la postulare di

soggettività in relazione al "idealità" di

significato, 419-459. 46 EP 2.151. 47 CP

6,191.
pagina 131
122 48 CP 6.267, CP 6,91. 49 Ejsing, Teologia

della Attesa, 32. 50 Corrington, Introduzione

alla CS Peirce, 129. 51 CP 6.33. 52 Peirce

utilizzato anche la legge di gravità come

esempio di Thirdness. Vedere EP 2,152-3. 53

EP 2.153. Chance, per Peirce, modifica leggi

generali a passi "infinitesimali". Come un

aggettivo, "Infinitesimo" significa avere un

valore arbitrariamente vicino a zero. Un

numero infinitesimale è un numero più vicino a

zero rispetto a qualsiasi numero specificato,

ma è meno di qualsiasi numero finito. Una

durata infinitesimale di tempo sarebbe

inferiore qualsiasi durata di tempo finito, ma

ancora superiore a pochissimo tempo. 54 CP

8,328. 55 Aristotele, Metafisica, 1059/09/08.

56 CP 6,217. 57 Corrington, Introduzione alla

CS Peirce, 127. 58 CP 1.336. 59 Si veda ad

esempio FWJ Schelling, età del mondo,

tradotto da Jason Wirth (New York:

SUNY,2000), xix. 60 CP 1.361. 61 Cf MS

L75.350-357 (1902), CP 1.186. CP 1,203-283

(1902), CP 1,180-202 (1903), e CP 1,180-202

(1903) 62 EP 2.147. 63 Per ulteriore

approfondimento sulla terminologia specifica

della fenomenologia, vedi EP 2,148-49, EP

2.260, 2.289 EP, e EP 2.272. Relative al

phanerscopy, EP 2.363, 2.403 EP, e EP 2.501.

64 CP 8.3, Bibliografia. 65 CP 2.120 e Herbert

Spiegelberg, "Husserl e Peirce di

fenomenologie: Coincidenza o Interazione "

Filosofia e fenomenologica Research, vol. 17.,

No. 2 (dicembre 1956): 164-185. 66 Per chi

proviene dalla tradizione continentale, un

lettore può confrontare la fenomenologia di

Husserl a Peirce come Husserl delineato nelle

Meditazioni cartesiane. Vedere Edmund

Husserl, Meditazioni cartesiane , tradotto

daDorion Cairns (Dordrecht: Kluwer, 1988.) si

può anche voler consultare Frederik Stjernfelt,

Diagrammatology: un'indagine sui i confini

della fenomenologia, ontologia, e Semiotica

(NuovoYork: Springer, 2007) per un confronto

diretto di Husserl e Peirce. 67 CP 1.186. 68 CP

2.197. 69 CP 1.284, e Peirce, scritti filosofici

di Peirce , 74. 70 CP 1.280. 71 Edmund

Husserl, Ricerche logiche: Volume II , tradotto

da JN Findlay (London: Routledge,2001.) 72

Edmund Husserl, Meditazioni cartesiane , 53-

56. 73 Edmund Husserl, La crisi della scienza

europea e filosofia trascendentale , t ranslated

da David Carr (Evanston: Northwestern

University Press, 1970.) 74 Menzione di

Husserl appare tre volte nei Collected Papers.

"Elementi di logica" nel Volume 2,"Logica e

Matematica" nel volume 4, e "Studi di John

Dewey in teoria logica" a Volume 8. Il più

menzione notevole è CP 8,189. È interessante

notare che i due direttori dei Collected Papers ,

Paul Weiss eCharles Hartshorne, ha passato il

tempo a Friburgo durante il 1920. Charles

Hartshorne studiato sotto Edmund Husserl

presso l'Università di Friburgo nel 1923, prima

di iniziare il lavoro sulle Collected Papers .

Paul Weissera stato a Friburgo tra gli anni del

1929 e il 1930, mentre Husserl era a Friburgo.

Per più informazioni sulla connessione tra

Charles S. Peirce e Edmund Husserl, vedere

l'innovativo articolo di Herbert Spiegelberg,

"Husserl e di fenomenologie di Peirce:

Coincidenza o interazione" Filosofia e

fenomenologica Research, vol. 17., No. 2

(dicembre 1956): 164-185. 75 FG Hegel,

Fenomenologia dello spirito, tradotto da AV

Miller (Oxford: Clarendon, 1977.) 76 Martin

Heidegger, Introduzione alla metafisica ,

tradotto da Gregory Fried e Richard Polt

(NuovoHaven: Yale, 2000), 106-07. Vedi anche,

"il concetto di fenomeno" in Martin Heidegger,

Essere e Ora, tradotto da John Macquarrie e

Edward Robinson (San Francisco: Harper

Collins, 1962), 51.
pagina 132
123 77 FG Hegel, Fenomenologia dello spirito,

tradotto da AV Miller (Oxford: Clarendon,

1977),Introduzione. 78 Ulteriori commenti

heideggeriana su Hegel possono essere trovate

qui: Martin Heidegger, Hegel Fenomenologia

dello spirito, tradotto da Parvis Emad e

Kenneth Maly (Bloomington: Indiana

UniversityPress, 1988), e Martin Heidegger, "La

Costituzione onto-teo-logica della metafisica" in

Identità e Differenza, tradotto da Joan

Stambaugh (New York: Harper & Row, 1969)

"The onto-teo-logicaCostituzione della

Metafisica "saggio è il tentativo di Heidegger di

costruire una conclusione al suo Hegel

seminario( Hegels Phänomenologie des

Geistes , 1930, GA 32) Il saggio di Heidegger

vede la metafisica hegeliana comela metafisica

andato storto, specificamente in quanto è parte

della storia di mis-pensante. Heidegger

sostiene che un mis-pensiero si è verificato

essenzialmente come parte della storia

sfortunata di essere, o di Moira, in modo che

l'Essere potrebbepresentare la propria verità a

Dasein . Heidegger criticato nozione di Hegel

che "solo l'idea assoluta è l'Essere"dove l'Essere

è l'assoluto auto-pensiero del pensiero, e dove

il pensiero da solo è la verità dell'essere, "The

Onto-teo-logica Costituzione della Metafisica,

"43. Storico" verità "significava, per Hegel, ad

essere conosciuto certamente e assolutamente

in virtù del pensiero stesso, "Il onto-teo-logica

Costituzione della Metafisica," 43. Come Hegel,

Heidegger pensava di essere in termini storici,

ma non in alcun modo che avrebbe

dialetticamente presuppone Essere venuto per

una testa completa, o è venuto per essere

completamente trasparente e non mediato a se

stessa come Idea Assoluta completato. Un

interessante confronto qui diventa evidente tra

Heidegger e Peirce: entrambi hanno reagito al

concetto storico di Hegel dell'essere come

"assoluto" in sfida Hegel la rappresentazione

deterministica della realtà. Sia Heidegger e

Peirce invocato con forza sui concetti di la

libertà e la possibilità di sfidare l'assolutismo

di Hegel. 79 CP 5.37. 80 CP 5.37. 81 CP 5.44.

82 CP 5.42. 83 Si veda ad esempio, Martin

Heidegger, di Hölderlin poesia "Der Ister",

tradotto da William McNeill eJulia Davis

(Bloomington: Indiana University Press, 1996.)

84 Robert Corrington, natura e del Spirit: un

saggio in Estatico aturalism (New York:

Fordham UniversityPress, 1992.) 85 Justus

Buchler, Metafisica di atural Complessi (New

York: Columbia University Press, 1966), 31. 86

Ibid., 31. 87 Ibid., 30. 88 CP 5.295 89 La

valuta della fenomenologia ordinale per il

naturalismo estatico è discusso da Robert

Corrington nel suo natura e del Spirito, 10-16.

90 Originariamente pubblicato in The Open

Court Vol. 7 (1893): 359-360. L'originale si

trova in: CS Peirce,I manoscritti Charles S.

Peirce: The Open Court Publishing Company:

Records Società, 1886-1930 ,Manoscritti

Collection # 27-32 (collezioni speciali

Research Center, Morris biblioteca, Southern

Illinois Università Carbondale, 2008.) Cf CP

6,428-452. 91 CP 6.431. 92 CP 6.552. 93 CP

6.553. Per ulteriori confronto su Peirce e

Heidegger quanto riguarda un confronto tra il

calculational e atteggiamenti contemplativi,

vedere Douglas R. Anderson, "Peirce e

Heidegger: A Shared Preoccupazione " Oggi

filosofia (estate 1986): 119-125. 94 Martin

Heidegger, Discorso sul pensiero , tradotto da

John M. Anderson e E. Hans Freund (Harpere

Row, 1969), 58-91. 95 CP 5.41 96 CP 6.2. 97

Heidegger, Discorso sul Pensiero , 53. 98 CP

6.162. 99 CP 3.527. 100 EP 1,51-52. 101 EP

1,51-52.
pagina 133
124 102 W 3,60-61. 103 Justus Buchler,

Metafisica di atural Complessi (New York:

Columbia University Press, 1966), 250- 251.

104 Ibid., 251. 105 Anche in questo caso,

evitare l'indebito complessità, posso solo fare

riferimento al lettore di Buchler Metafisica di

atural Complessi (1966) dove si possono

risolvere le difficoltà, e ci sono molti-di

processo come più avantifilosofi come

Whitehead e Hartshorne presero l'ontologia di

Peirce e sviluppati all'interno del loro

possedere rispettivi ontologie. Buchler fornisce

quindi un buon punto di partenza per capire

come questi processi filosofi sviluppare

l'ontologia di Peirce. Si può consultare tali

saggi come "la struttura del complesso, il

Posizione delle parti "; "Sul concetto di 'Mondo'";

e "Probing l'idea di natura" -tutti si trovano in

Metafisica dei atural Complessi (1966) 106 CP

1.526. 107 Corrington, aturalism Estatico, 53.

108 Heidegger ha espresso questa idea come,

"se l'Essere degli esseri, nel senso della

presenza qui di ciò che è Attualmente, non già

prevalere, non poteva essere sono apparsi

come oggetti ". Altrove, Heidegger ha scritto

sulla natura e l'essere, attingendo da

Hölderlin, che, " 'Nature' qui significa ciò che è

al di sopra degli deie 'vecchio di secoli ",

secondo cui ogni essere . è ' naturale 'è il nome

di' Essere '; poiché è primaa tutti gli esseri che

sono in debito con esso per quello che sono.

"Vedere Martin Heidegger," Sulla Essenza e

Concetto della physis in Aristotele Fisica B, I,

tradotto da Thomas Sheehan, in Pathmarks, a

cura diWilliam McNeil (New York: Cambridge

University Press, 1998), 184. 109 intuizioni

fenomenologiche di Husserl e Peirce erano

simili in quanto entrambi i loro fenomenologie

inizia con l'intenzionalità della coscienza, cioè

la coscienza è sempre cosciente di qualcosa; è

diretto verso i suoi oggetti. 110 CP 7,345. 111

CP 8.13. 112 Kant, Critica della ragion pura,

B 287. 113 Ibid., B 266. 114 CP 5.547. 115

"Preso logicamente, si denota che c'è qualche

motivo di affermare l'attualità, ma non

sufficiente a giustificare un dichiarazione

positiva: può, a differenza può, essere. Così,

forse domani pioverà. Ha a che fare con gradi

di certezza nel giudicare. "CP 6,365. 116 Peirce

è riferito a questo come la forma "oggettivo" o

ontologicamente reali di possibilità. Ha scritto:

"Taken oggettivamente, può significare qualcosa

di ancora non sviluppata, dal momento che non

presentandosi in realtà oggettivata forma, ma

in grado di farlo in un momento futuro, quando

tutte le condizioni della sua realizzazione

verificano: latente, potenziale essere. Ciò

implica una capacità di realizzazione; e, se

questa capacità essere presa in senso attivo,

connota una certa tendenza intrinseca a realtà,

che, se non contrastato, porta alla completezza

finale di essere. Ciò comporta il senso attivo di

potenzialità, di forza, ecc E 'vicino al senso

letterale del termine (posse, può essere).

Questo è il senso dominante nella filosofia

greca, essere collegato con teleologico di

Aristotele teoria dello sviluppo. "CP 6,365. È

interessante notare che Peirce anche

equiparata "reale" possibilità ontologica con

Potenza: "la possibilità metafisica dovrebbe

significare una possibilità di esistenza, quasi

una potenzialità; ma il frase non sembra essere

utilizzati in tal senso, ma nel senso della

possibilità da potere soprannaturale ". CP

6,371. 117 CP 6,371. 118 CP 6,371. 119 La mia

fonte primaria per l'interpretazione logica

modale di Peirce e teoria era David Higgins,

"Possibilità di Peirce e Heidegger: Un

Propaedutic per sintesi, "capitoli 3,4 e 8. 120

CP 6,366. 121 I dieci tipi di possibilità sono:

"Logico", "Mere", "Metafisica", "morale", "fisica",

"Pratica", "Prossima," "reale", "a distanza" e

"sostanziale". CP 6,371. vista di Peirce sulla

possibilità e la caduta impossibilità, in linea

con il realismo modale Scolastico di filosofi

come d'Aquino e Scoto. Pur ammettendo la

possibilità nella vita di Dio, vedute di Peirce

sul impossibile QUA impossibile eco il

Scolastici. Prendiamo ad comunicato citato

l'esempio di Peirce circa l'impossibilità e la

vista di san Tommaso circa
pagina 134
125 impossibilità. Aquino ha scritto, "qualunque

cosa implica una contraddizione non rientra

nell'ambito di applicazione della divina

onnipotenza, perché non può avere l'aspetto

della possibilità. Quindi è più appropriato dire

che tale le cose non possono essere fatte a che

Dio non può fare a loro ". Tommaso d'Aquino,

Summa Theologica , Parte I, Q.25,Arte. 3. 122

CP 6,364, e Higgins, "Possibilità di Peirce e

Heidegger: Un Propaedutic per sintesi," 12. 123

CP 6,369. 124 Il "può" qui implica la capacità, o

il potere di formare proposizioni e giudizi su

possibilità in esperienza reale. 125 CP 6,365,

6,371 CP. 126 CS Peirce, I manoscritti Charles

S. Peirce: The Open Court Publishing

Company: Azienda Records, 1886-1930 ,

manoscritti Collection # 27-32 (collezioni

speciali Research Center, Morris

biblioteca,Southern Illinois University

Carbondale, 2008) Box 4 di 6, la cartella 1892.

Lettera a Paul Carus datato 1892 19 maggio.

127 CP 4.549. 128 CP 4.549, CP 6.490. 129

EP 2.479. 130 EP 2.479. 131 EP 2.479. 132 EP

2.269. 133 Per certi aspetti, questa

formulazione di possibilità echi di

controreplica di Aristotele a Parmenide in

quella può sostenere che non vi è alcuna

contraddizione reale per dire qualcosa è sia

possibile e reale. Peirce ha scrittoin CP 6.365,

"(1) A differenza del reale, la frase ha di nuovo

un doppio significato. (A) prese in maniera

obiettiva, esso può significare qualcosa di

ancora non sviluppata, dal momento che non

presentandosi in forma in realtà oggettivata,

ma in grado di farlo in un momento futuro,

quando si verificano tutte le condizioni della

sua realizzazione: latente, il potenziale essere.

Ciò implica una capacità di realizzazione; e, se

questa capacità essere presa in senso attivo,

connotato alcuni tendenza intrinseca a

attualità, che, se non contrastato, porta alla

completezza finale di essere. Ciò comporta la

senso attivo di potenzialità, di forza, ecc E

'vicino al senso letterale del termine (posse,

può essere). Questo è il senso dominante nella

filosofia greca, essendo collegata con la teoria

teleologica di Aristotele sviluppo. (B) Preso

logicamente, è indicato che non vi è un terreno

per far valere l'attualità, ma non sufficiente a

giustificare una dichiarazione positiva: può, a

differenza può, essere. Così, forse domani

pioverà. Ha a che fare con i gradi di certezza

nel giudicare. " 134 CP 6.118. 135 Paul R.

Halmos, AIVE Set Theory (New York: Litton

Educational, 1960), 1. 136 Ibid., 1-3. 137 Ibid.,

44, 56. 138 Peirce menzionato l'importanza di

Cantor per la sua teoria di infinito e di

continuità nel CP 6,112-114. formulazione di

Peirce della teoria degli insiemi si trova in CP

6,115-120 139 CP 6,117-119. 140 Cf CP 6.119.

141 Forse si potrebbe dire che l'Infinito

sostituisce o trascende la sua natura infinita.

142 Halmos, Teoria AIVE Set , 1-3. 143 CS

Peirce, I manoscritti Charles S. Peirce: The

Open Court Publishing Company: Azienda

Records, 1886-1930 , manoscritti Collection #

27-32 (collezioni speciali Research Center,

Morris biblioteca,Southern Illinois University

Carbondale, 2008) Box 4 di 6, la cartella 1893.

Si tratta di una lettera a Edward Hegeler

datato 1893. 144 Charles S. Peirce, Contributi

a The zione 3, (1903): 124. 145 CP 6,614-616.

Inoltre cp 6,166, e relativo alla Cantor CP

6,164. 146 CP 6,166. 147 Peirce ha scritto "Non

ci può essere alcun dubbio che l'eventuale, nel

suo significato primario, è quello che può

essere vero per quanto ne sappiamo, che la cui

falsità non conosciamo. "CP 3.374. Egli ha

stabilito che il regno del Possibile, quello di

Firstness-ha la gamma "più ampio" rispetto a

qualsiasi istanza di esso. Come tale, qualsiasi

attualità o la sua vero è possibile essere dato

dalla più ampia gamma di possibili realtà si

trovano in Firstness qua Firstness. lui
pagina 135
126 scritto, per esempio, che "Lo scopo è

subserved, quindi, se tutta la gamma di

possibilità, ogni stato di cose in cui A è vero, B

è vero anche. La proposizione ipotetica può

quindi essere falsificato da un singolo stato di

cose, ma solo da una in cui A è vero, mentre B

è falso. Stati di cose in cui A è falso, così come

quelli in cui B è vero, non può falsare esso. Se,

dunque, B è una proposizione vera in ogni caso

tutta la gamma di possibilità, la proposizione

ipotetica, presa nel suo senso logico, dovrebbe

essere considerato come vero, qualunque sia

l'uso del discorso ordinario. Se, d'altro canto,

A è in alcun caso vero, tutta la gamma di

possibilità, è indifferente se l'ipotetico essere

intesa per essere vero o no, poiché è inutile. "E"

La gamma di possibilità è in un caso taken

ampia, in un altro più stretto; nel presente caso

è limitato allo stato attuale delle cose. Qui,

quindi, la proposizione di un -

  • CP 6.396 225 Corrington, Introduzione alla

CS Peirce , 201. 226 Ibid., 204. 227 CP 1.121.

228 CP 8,262. 229 CP 5.92.
pagina 138
129 CAPITOLO TRE Rapimento e CASO

ESTATICA "Un uomo guarda alla natura, vede

la sua sublimità e la bellezza e il suo spirito

sale gradualmente a l'idea di un Dio. Non vede

la Divinità, né la natura dimostrare a lui il

esistenza di tale Essere, ma eccita la sua mente

e la sua fantasia fino a quando l'idea diventa

radicato nel suo cuore. Allo stesso modo, la

variazione continua e movimento la natura,

suggerisce l'idea di onnipresenza. E, infine,

dagli eventi della sua vita, egli diventa

convinto del rapporto di che stare con la

propria anima. " --CS Peirce, W 1,108-109 1

Nell'ultimo capitolo, ho esplorato la

concezione fenomenologica di Peirce della

natura e sua organizzazione categoriale, e

come si può interpretare l'universo sia un

sviluppare la vita divina, come accennato

Peirce. Io sostengo in questo capitolo che

quando trattano inquirenti con interruzioni

delle loro credenze abituali e mettere quelle

interruzioni per riposare, in tal modo

sintonizzarsi con la natura nel corso del suo

sviluppo, il divino può essere sentito nella sua

sacra oaspetto "numinoso". Possibilità viene alla

ribalta perché durante l'atto di regolazione per

interruzioni della natura, è il ontologica "terra"

o una condizione che permette al divino

presentare come una sensazione della

differenza tra ciò che è finito, cioè il

ricercatore, e ciò che è infinito, vale a dire, il

cosmo e la vita divina. 2 Questa differenza è

più evidente all'interno conto di Peirce del

rapimento, come spero di mostrare. Alla fine di

sostenere la mia affermazione, organizzo la

mia tesi in quattro parti principali. In primo

luogo, mi definisco conto di Peirce del

rapimento e il ruolo che essa svolge nella sua

teoria della richiesta, logica e ragionamento.

In secondo luogo, guardo come il processo di

sequestro inizia nel disturbo della Firstness-

sentimento, e come Firstness-sentimento tende

più generalizzata
pagina 139
130 stati d'animo nel continuum della natura.

In terzo luogo, sostengo perché il rapimento è

importante per discussioni sul sentimento

religioso mentre ci si concentra sulle

caratteristiche di una sintonia alla natura. E,

infine, esamino il saggio di Peirce "un

argomento trascurato per la Realtà di Dio

"(1908) tirando fuori la distinzione tra il finito e

l'infinito. Poi, in il capitolo che segue fornirò

motivi per cui credo filosofia di Heidegger può

essere utile nel permettere l'ontologia di Peirce

a svolgersi tenendo conto del divino. I.

ABDUZIONE A. ABDUZIONE DEFINITO Nel

suo articolo "La logica del Disegno Storia da

antichi documenti, soprattutto da testimonianze

"(1901), Peirce ha sostenuto per una nuova

interpretazione di Aristotele di Prior Analytics,

II, 25. 3 Secondo Peirce, Aristotele avrebbe

dichiarato un terzo parallelo argomento

relativo l'inferenza trovato nei sillogismi

Barbara e Celarent. Peirce ha scritto, [In]

dopo aver osservato che l'induzione, epagogue,

è la deduzione di un sillogismo inBarbara o

Celarent dalle altre due proposizioni come

dati, [egli] avrebbero chiesto lo stesso se le

premesse minori di tale sillogismo non è a

volte dedotto dalle altre due proposizioni come

dati. Certo, non sarebbe Aristotele, a hanno

trascurato questa domanda; e sarebbe appena

chiesto di lui sarebbe percepiscono che tali

deduzioni sono molto comuni. Di conseguenza,

quando si apre il prossimo capitolo con la

parola apagogue una parola evidentemente

scelto di formare un ciondoloa epagogue,

siamo certi che questo è ciò che sta venendo a.

4 Peirce tradotto απαγωγη o "apagogue" come

"rapimento", perché, a suo avviso, Aristotele si

sarebbe chiesto se la premessa minore di

Barbara o Celarent
pagina 140
131 potrebbe non accettare o creare una

premessa minore come un ipotetico soluzione

alla premessa maggiore conosciuti e la cui

conclusione noi "troviamo ad essere un fatto." 5

Elaborando, nel 1903 Peirce ha scritto, è

necessario riconoscere tre radicalmente diversi

tipi di argomenti ... .recognized dai logici del

XVIII secolo, anche se quelli logici piuttosto

pardonably non è riuscito a riconoscere il

carattere inferenziale di uno dei loro. Anzi,

credo che i tre tipi di [argomento] forniti da

Aristotele nella gli Analitici, anche se la

sfortunata illeggibilità di una sola parola nel

suomanoscritto e la sua sostituzione con una

parola sbagliata dal suo primo editore ....

[Apellicone], ha completamente alterato il

senso del capitolo. In ogni caso, anche se la

mia congettura è sbagliato, e il testo deve stare

così com'è, ancora Aristotele, in tale capitolo

circa Abduction, è stato anche in questo caso,

evidentemente, a tentoni per quella modalità di

inferenza che io chiamo dal ... .name di

Abduction. 6 Così, oltre agli altri due metodi di

inferenza, "induzione" e "deduzione," Peirce ha

aggiunto un terzo: "rapimento". Abduction è la

prima fase di indagine scientifica, ma opere in

altre forme di indagine così. Si tratta di un

modo di pensare che ospita ipotesi per

determinare quali conseguenze ne derivano per

dedurre fatti nuovi. 7 Peirce definito abduzione

nel seguente modo: "Abduction consiste nello

studiare i fatti ed elaborare una teoria per

spiegare loro ". 8 Questo è come la mente

umana spinge fuori nel mondo di ciò che è

sconosciuta, e perché Peirce ha affermato

ragione gli esseri umani a "scoprire, dalla

considerazione di quello che già sappiamo,

qualche altra cosa che non sappiamo. " 9 La

forma di sequestro conduce da una premessa

maggiore e la conclusione di un possibile

minore premessa in cui vi è una congettura o

ipotesi della premessa minore. Come Anderson

osserva nella sua creatività e la filosofia di CS

Peirce (1987), cisono due caratteristiche da

notare su rapimento di Peirce. In primo luogo,

in abduzione l'argomento non è necessario, ma

sia probabile o possibile. 10 In secondo luogo,

l'accettazione della premessa minore nella

discussione è del tutto provvisorio. 11 Alla luce

di queste clausole, Peirce informato il suo
pagina 141
132 lettore di ciò che potrebbe essere come a

"abduce". Nel 1878 ha dato il seguente esempio.

"Supponiamo che io entro in una stanza e ci

trova un certo numero di borse, che contiene

diversi tipi di fagioli ... .Io subito dedurre come

una probabilità o come una supposizione

giusto, che questo manipolo è stato preso fuori

di quella borsa. Questo tipo di inferenza è

chiamato fare ipotesi. È dedurne uncaso da

una regola e risultato ". 12 Abbiamo, poi-

DEDUZIONE Regola: Tutti i fagioli di questo

sacco sono bianchi. Caso: Questi fagioli

vengono da questo sacco. .-. Risultato: Questi

fagioli sono bianchi. INDUZIONE Caso:

Questi fagioli di questo sacco. Risultato:

Questi fagioli sono bianchi. .-. Regola: Tutti i

fagioli di questo sacco sono bianchi.

ABDUZIONE [retroduzione o IPOTESI]

Regola: Tutti i fagioli di questo sacco sono

bianchi. Risultato: Questi fagioli sono bianchi.

.-. Caso: Questi fagioli vengono da questo

sacco. 13 In quanto sopra, sequestro dimostra

che, dato che vi è un sacchetto contenente tutti

i fagioli bianchi seduto sul tavolo, e dato che io

dico a qualcuno "Questi fagioli sono bianchi",

mentre
pagina 142
133 detiene una manciata di fagioli, si può

abduce che i fagioli sono stati presi dalla borsa

sul tavolo. Una visione generale di sequestro,

quindi, potrebbe essere inquadrato nel seguito

modo: data una regola e di conseguenza, si fa

un'ipotesi esplicativa per un caso determinato

un intervallo di possibili ipotesi per questo

caso. La propria congettura non è arbitraria o

selvatici, ma fatto con un il grado di fiducia nel

plausbility delle circostanze indovinare date a

portata di mano, e così uno può prendere in

considerazione l'ipotesi di essere un'ipotesi. 14

Vorrei ampliare il significato del concetto di

rapimento di Peirce da l'introduzione di un

termine in congiunzione con esso che io

chiamo "possiblizing." adotto questo termine

seguendo Richard Kearney che usa il termine

nel suo libro, Il Dio che può essere: a

L'ermeneutica di religione (2001) e William

Desmond, che usa il termine nel suo Essere e il

Tra: Metafisica e Transcendence (1995) e Dio

e tra (2008) 15 Al fine di introdurre il termine

"possibilizing," Vorrei aprire con un domanda

che Desmond formula. Egli scrive: "Ma come

allora facciamo a rispondere a una più dura e

prima domanda: ? Cosa rende possibilità

stessa possibili Questa domanda non è su ciò

cherende concreta possibilità ... ma circa la

stessa terra di possibilità in quanto tale ... Che

cosa, in modo da per esempio, possibilizes

possibilità, possibilizes in senso generativo

attiva? Stiamo chiedendo circa il molto

apertura di possibilità in senso ontologico ". 16

sulla Domande di Desmond, vorrei chiedere

non solo su ciò che possibilizes possibilità,

mache possibilizes possibilità. In altre parole,

vorrei chiedere come si intrattieneuna serie di

possibili ipotesi, e su quali basi. Entro la

metafisica di Peirce, Firstness rende possibilità

possibile in quanto la disponibilità di, e la

capacità di, inchiesta. Quella è, Firstness-

possibilità è, ontologicamente parlando, la

libertà e la capacità per l'inchiesta. The

Inquirer "possibilizes" che la capacità

disponibile nella avventurarsi di ipotesi.
pagina 143
134 Anche se Peirce non ha usato il termine

"possibilizing," credo che possa succintamente

comunicare come si può interrogativo

intrattenere una serie di ipotesi in forma di

possibili migliori ipotesi di montaggio. Così,

"possibilizing", come utilizzato da filosofi come

Kearney e Desmond e come io uso il termine,

qui significa l'atto di sentirsi fuori un numero

di possibili ipotesi o ipotesi per arrivare al

migliore secondo la capacità per farlo

.Torniamo all'esempio di fagioli di Peirce in

modo da rendere il termine "possibilizing" pulire.

Nel caso di indovinare quale fagioli

provenienti da quali borse di fagioli in camera,

la risposta potrebbe essere stato relativamente

ovvio e si può azzardare una ipotesi con

fiducia. Tuttavia, come si esegue abduzione, il

moto di sentirsi una serie di possibili ipotesi

potrebbero essere necessari fino a quando una

premessa minore si presenta. Si può "ciclo

attraverso "possibili ipotesi di sequestro fino a

quando una premessa minore si trova, o creato,

che sembra adattarsi al meglio la premessa

maggiore e la conclusione. 17 Ad esempio,

durante una sottrazione ciclo potrebbe

attraverso o "possibilize" un numero di colori

indovinare il colore dei fagioli fino a quando

l'ipotesi di "fagioli bianchi" stesso suggerisce. Le

possibilità che uno intrattiene dovrebbero

essere intrattenuti con la stessa buona fede che

è possibile, rispetto alle circostanze a portata

di mano, in modo che possibilizing no

semplicemente eguagliare l'atto di

selvaggiamente indovinare. In caso contrario,

una ipotesi mancherebbe sia un razionale,

pratico, o di carattere economico e stand meno

possibilità di venire su di un conclusione.

Peirce ha avuto un'idea simile in mente quando

ha scritto, "E '[l'ipotesi] deve consistere di

conseguenze esperienziali con solo tanto

cemento logica quanto è necessario per

renderli razionale. ... l'ipotesi deve essere tale

che esso spiegare i fatti sorprendenti abbiamo

davanti a noi, che è l'intero motivo della nostra

indagine di razionalizzare ". 18 Per
pagina 144
135 esempio, mentre possibilizing circa il

colore dei chicchi, si potrebbe non ipotizzare

colori di fagioli che non poteva appartenere

alle specie di fagioli osservati nel camera, per

tale non sarebbe un'ipotesi fattibile o

possibilità reale. così "Possibilizing" comporta

una valutativo dimensione perché quando si

"pesa" varipossibilità, uno domande o interroga

una serie di possibili forme che un'ipotesi

potrebbe richiedere secondo il suo merito come

un'ipotesi forte o raccordo. Possibilizing è

quindi non solo un afferrare per qualsiasi

ipotesi, ma piuttosto è un delicatamente sente

un numero di possibilità fino ad una ipotesi si

presenta ed è esplorato in buona fede. Peirce

ha affermato che l'indicazione delle ipotesi e il

divertente di esso è un passo inferenziale che

potrebbe essere fatto in fretta "con un grado di

fiducia", o che potrebbero richiedere più tempo

nei casi in cui le ipotesi sono intrattenuti con

"interrogatorio". 19 lui sviluppato diverse

considerazioni e le regole in modo da

discernere il merito di una ipotesi nel corso di

questo interrogatorio. Queste considerazioni e

regole erano una ipotesi ' "esperienziale

personaggio ", il suo potere in" che spiegano tutti

i fatti "e" considerazioni economiche " relativa ad

esso. 20 Un'ipotesi 'explanator y potenza può

essere attraente a causa del fatto chepuò

spiegare una situazione nel modo più

economico o pratico. Peirce ha ricordato come

il economia e potere esplicativo di una ipotesi è

importante per sottrazione, quando dichiarato

È da notare che, in puro sequestro, non può

mai essere giustificato accogliere la ipotesi

altrimenti che come un'interrogazione. Ma fino

a quando tale condizione è osservato, non la

falsità positivo è da temere; e quindi l'intera

questione ciò uno su una serie di possibili

ipotesi dovrebbe essere intrattenuti diventa

puramente una questione di economia. 21
pagina 145
136 Tuttavia, Peirce ha anche suggerito in

saggi quali "L'argomento Neglected per la La

realtà di Dio "(1908) che tale potere esplicativo

e l'economia potrebbero non essere senza

attrazione estetica. Peirce ha scritto che si può

"venuto per essere mosso alle profondità della

sua natura dalla bellezza di [un] idea "che è

un'ipotesi a portata di mano, e che l'ipotesi

possa avere un estetica sia nella sua

esperienziale, esplicativo, o sfaccettature

economiche. 22 UN particolare ipotesi può

apparire elegante nella sua pura semplicità,

per esempio, come quando un teoria

matematica spiega nel corso di diversi corpi

astrali in una sola volta. Pertanto, sia potere

esplicativo ed estetica possono determinare

come si avventura abduttivamente un ipotesi.

B. rapimento e INDUZIONE Anche se Peirce

ha dato nessuna descrizione esaustiva di

rapimento, commentatori come come

Anderson, Ejsing, e Corrington sottolineare

che aveva un "presto" (1878) e "in ritardo" (Post-

1901) vista quando si è trattato di definizione

del sequestro. 23 prime descrizioni di Peirce di

abduzione gravitava verso spiegando come si

ragiona mentre incontrando qualcosa

inaspettato, come nel caso di un suggerimento

esplicativo. Nella precedente punto di vista, il

rapimento era una forma di induzione: un

modo di decidere su un'ipotesi. 24 Nella vista

in seguito, Peirce induzione separati e

abduzione tale che l'induzione è rimasto l'unico

evidenziazione processo per congetture finali

per decidere una ipotesi, e il rapimento è stato

inteso come occupare le procedure più

ampiamente definite evidenziando quali

decidere come ipotesi possono essere utilizzati

per la creazione di comportamento abituale nel

mondo naturale. 25 Nella successiva vista,

sequestro costituisce "un passo più audace e più

pericolosa" di induzione nel decidere un
pagina 146
137 ipotesi. 26 Nelle parole di Anderson, la

vista entro e non "proceduralmente descritto

Abduction" solo come forma logica, ma un

"processo vissuto del pensiero". 27 Corrington

mette il punto di questo modo: "[Peirce] ...

insiste sul fatto che qualsiasi cosa logica è, è

pienamente parte del sociale e biologica I

processi del sé, pur trascendendo loro e dando

loro una forma ". 28 Abduction comporta la

fornitura di ipotesi esplicative per osservata

sorprendente fatti. Ejsing osserva che la

formulazione iniziale di sequestro "si apre il

processo di richiesta con una risposta

immediata e tuttavia qualificato ad un

determinato problema che semplicemente si è

presentata. Il processo di congetturare una

proposta abduttiva esclude la passare oltre

presenza di convenzionalità logico, perché è

generata da pura spontaneità." 29 Come nasce

un fenomeno inaspettato, uno offre un'ipotesi di

spiegarlo. Peirce ha scritto che, "Il fatto

sorprendente, C, si osserva. Ma se A fosse vero,

C sarebbe un questione di corso. Quindi, non

vi è ragione di sospettare che A è vero ". 30 Cito

questa citazione da Peirce per dimostrare che

il rapimento inizia con, nelle sue parole, "un po

'sorprendente fenomeno, una certa esperienza

che o delude l'aspettativa, o si rompe in su

alcuni abitudine di attesa del inquisiturus. " 31

Come è diventato evidente in seguito, la

elementi di sorpresa e spontaneità sono

cruciali per appropriarsi i semi di Peirce

atteggiamento religioso di umiltà (un

atteggiamento simile a disposizione ricettivo di

Heidegger necessaria per prendere in

considerazione la questione della verità

dell'Essere.) Come sosterrò, essere ricettivi al

urti, interruzioni, e sorprese che si rompono in

su uno di corso della vita è una disposizione

necessario, in modo che le persone possono

venire a vedere se stessi come parti di un tutto

più grande quando considerando il loro posto

all'interno del continuum della natura, tanto

più che istintivamente sintonizzarsi

sperimentali "risposte corrette" della natura

nella avventurarsi di ipotesi.
pagina 147
138 Peirce pensava che la sua visione iniziale

di sequestro è stato troppo facilmente confuso

con l'induzione, e ha anche creato il termine

"induzione abductory" nello sforzo di chiarire

ulteriormente ciò che intende con entrambi i

termini. 32 Peirce pensava che il rapimento e

l'induzione condividevano la stessa funzione di

avventurarsi un'ipotesi, ma non la stessa forma

di farlo. Al fine di distinguere l'induzione dal

sequestro, ha scritto quanto segue. Rapimento

e induzione hanno, per essere sicuro, questa

caratteristica comune, che entrambi portano a

l'accettazione di un'ipotesi, perché fatti

osservati sono tali da necessariamente o

probabilmente risultare come conseguenze di

tale ipotesi. Ma per tutto questo, sono i poli

opposti della ragione, quella più inefficace,

dall'altro la più efficace di argomenti. Il

metodo di entrambi è l'opposto del di altri ...

Abduction cerca una teoria. Induzione cerca

per i fatti. In rapimento considerazione dei fatti

suggerisce l'ipotesi. In induzione studio della

ipotesi suggerisce gli esperimenti che portano

alla luce i fatti molto a che l'ipotesi aveva

indicato. La modalità di suggerimento che, in

abduzione la fatti suggeriscono l'ipotesi è per

somiglianza, - la somiglianza dei fatti le

conseguenze dell'ipotesi. La modalità di

suggestione per cui nel induzione l'ipotesi

suggerisce i fatti è per contiguità, - conoscenza

familiare che le condizioni dell'ipotesi possono

essere realizzati in taluni sperimentale modi.

33 Peirce pensava che nell'induzione abductory

qualche congettura sarebbe necessaria in cui

un ipotesi doveva essere avventurato mediante

una previsione, e questa definizione rientra

nella portata del sequestro e induzione allo

stesso modo. 34 Peirce ha continuato a

sottolineare che "in induzione, esso non è il fatto

previsto che in grado richiede la verità delle

ipotesi o addirittura lo rende probabile. È il

fatto che è stato previsto correttamente e che è

un esemplare casuale di tutte le previsioni che

potrebbero essere basate su ipotesi e che

costituiscono la sua verità pratica ". 35 Peirce

ha chiarito induzione quando ha scritto,

"L'induzione è dove generalizziamo da un certo

numero di casi, di cui qualcosa è vero, e

dedurre che la stessa cosa vale per un'intera

classe ". 36
pagina 148
139 "Abduction", rispetto a "induzione" e "sequestro

abductory" è "dove siamo trovare alcuni molto

curiosa circostanza che sarebbe spiegato con

la supposizione che essa è stato un caso di una

certa regola generale, e adottare allora la

supposizione ". 37 A riassumere le osservazioni

di Peirce, la principale differenza tra il

rapimento e l'induzione è che in sottrazione del

numero di casi particolari che porta ad una

particolare ipotesi non è suscettibile di

conteggio casi particolari. Si trova un esempio

sorprendente "non suscettibile di enumerazione

semplice "come sarebbe il caso in induzione. 38

TEORIA C. Peirce DI LOGICA: ABDUZIONE

appartiene ad un vissuto Processo di indagine

Ora che ho fissato le basi per la teoria del

rapimento di Peirce, ho dovrebbe spiegare

come funzioni rapimento nella logica di Peirce.

Il mio obiettivo è quello di mostrare come La

logica di Peirce costituisce lo studio dei

processi relazionali, dinamici, e organici di

pensavano che aiutano gli organismi

raggiungere la stabilità nel mondo. Una

discussione della logica di Peirce mi

permetterà di stabilisco la pena di sequestro in

quello che io chiamo "un processo di indagine

vissuta." E ' è all'interno del processo vissuto di

indagine che le questioni circa l'esperienza

religiosa può inizio. Quando Peirce ha

sviluppato le sue opinioni circa il rapimento,

ha anche sviluppato la sua teoria della logica

perché il rapimento è stato detto di appartenere

alla suddivisione "critica" di logica. Peirce

scritto, "Riconosco tre divisioni [della logica]:

Stecheotic (o stoicheiology), che ho

precedentemente chiamato grammatica

speculativa; Critico, che prima ho chiamato

Logic; e Methodeutic, che prima ho chiamato

Retorica speculativa ". 39 Peirce ha definito

"logica", come,
pagina 149
140 "La scienza delle leggi dello stabilimento

stabile di credenze." 40 Nella più generale

senso, Peirce anche definito come la logica

semiotico : la teoria formale di segni e segno

processi. 41 Mentre gli scritti di Peirce sulla

logica sono voluminosi, è con un interesse

specifico nella teoria di sequestro che prendo

atto "logica dei parenti" di Peirce e come la

logica di parenti è lo sfondo più ampio rispetto

al quale la teoria del rapimento di Peirce è

inteso. 42 Una "logica di parenti" tenta di

rappresentare gli elementi come singoli nel

universo inter-riferiscono. 43 Ciò che è

importante per i miei scopi qui sta spiegando

come il la logica dei parenti è stato costruito

direttamente sulle dottrine di sinecismo e

tychism, o la relazioni ontologiche che, per

Peirce, governano il continuum cosmico della

natura. la logica di Peirce di parenti sottolinea

relazioni, e in particolare all'interno del

dominio di inchiesta, sottolinea il rapporto tra

gli esseri umani e le maggiori cosmo. 44 La

comprensione del cosmo maggiori richiede non

solo la comprensione della logica forma, ma

anche una comprensione delle relazioni che

rende tali forme utili per inchiesta. Peirce si

esprime così: "" Credo che i logici devono avere

due obiettivi principali: 1, per mettere in

evidenza la quantità e il tipo di sicurezza

(approccio alla certezza) di ogni tipo di

ragionamento, e 2 °, di tirare fuori il possibile

e esperable uberty, o il valore in produttività,

di ogni genere. " 45 Nella visione di Peirce,

logica tradizionale bypassato guardando come

le forme della logica in realtà derivano da, e si

applicano a un evoluzione e cambiamento

universo. 46 Come Anderson sottolinea 1878 la

definizione di Peirce di logica descritta come

"la metodo di metodi "-è stato de-ha sottolineato

in favore di una più" logica organica ", che ha

spostato lontano da "comprensione inferenze e

ragionare in termini di soli sillogismi". 47

Anderson continua che 1901-1902 la logica di

Peirce era "sia una forma logica e una durata

processo ... .LOGIC, come scienza normativa

vivente, comprendeva, anche se non era

certamente
pagina 150
141 ridotto a una logica di indagine. " 48 Qui si

comincia a vedere come la logica di Peirce era

sia sistematica e un ramo relazionale e

dinamica di indagine. 49 Peirce ha

caratterizzato questo aspetto relazionale

quando ha scritto: "Dove ordinarie parla di

logica di classi della logica di parenti colloqui

di sistemi. " 50 Il sistema in questione qui è

l'universo dispiegarsi, o la vita come esseri

umani conoscono l'universo o potrebbe

saperlo. "Noi tutti pensiamo di natura

syllogizing ", ha scritto," Io non sono riuscito a

convincere i miei contemporanei per credere

che la natura fa anche induzioni e

retroductions ". 51 Peirce ha descritto le sue

ragioni per ampliare 1878 la definizione di

sequestro in un discussione su metodo di

illuminazione naturale, di Galileo. Nel brano

su Galileo, ha sottolineato la sua attenzione sul

rapporto tra l'essere umano e la natura. Peirce

ha dichiarato, La scienza moderna è stata

edificata [sic] dopo il modello di Galileo, che

la fondò, su il lume naturale. Quel profeta

veramente ispirato aveva detto che, di due

ipotesi,il più semplice è da preferire; ma ero

già uno di quelli che, nella nostra piena auto-

presunzione immaginando noi stessi più furbo

di lui, Twisted la massima a significare la

logicamente più semplice ... Non è stato fino a

quando una lunga esperienza mi ha costretto a

rendersi conto chescoperte successive erano

ogni volta dimostrando che ero stato male ... il

squame cadono dai miei occhi e la mia mente

si svegliarono al largo e fiammeggiante luce

del giorno che è l'ipotesi più semplice nel senso

più facile e naturale, la uno che l'istinto

suggerisce, che deve essere preferito; per la

ragione che, a meno che l'uomo hanno una

predisposizione naturale in accordo con la

natura di, egli non ha alcuna possibilità di la

comprensione della natura a tutti. 52 Si vede

dalla citazione di cui sopra come Peirce ha

ampliato il suo concetto di sequestro di

includere, nelle parole di Ejsing ", la tesi

secondo cui l'affidabilità del ragionamento

abduttivo è garantita perché il cosmo in sé

assomiglia mente razionale e perché l'umano

mente è quindi istintivamente in sintonia con la

verità su tutta la realtà. " 53 Abduction era

comunque ad essere applicato nel contesto di

un sillogismo "logico", ma ancora più

importante, era
pagina 151
142 anche lo scopo di parlare del "collegamento

vivente" e istintuale tra un ipotizzando l'essere e

l'universo che l'ipotesi è di circa. Detto

diversamente, è solo perché menti emergono

dalla natura che le forme di mente (come quelli

trovati in logica) possono essere usato per

capire la natura del tutto. In questo modo

forme logiche maturano come risultato

dellaconnessione e interazione, tra le menti

umane e la natura. Come risultato, logica

rappresenta l'oggetto che la mente riprende e

le conclusioni che trova garantito. Queste

conclusioni vengono ad essere pratiche di vita

abituali dell'organismo che sono un certo

senso congruente con il mondo naturale.

Peirce si esprime così: "La vera e soggiorno

conclusione logica è [la] abitudine; la

formulazione verbale solo lo esprime. " 54

Perciò, si può sostenere che le imprese del

pensiero sono più "facile e naturale", come

Peirce ipotetico; essi non sono meccaniche,

artificiali, o divorziato dal mondo naturale.

Queste considerazioni circa la teoria della

logica e sequestro di Peirce mi portano a

sostengono che, a quanto mi Peirce,

l'avventurarsi di ipotesi costituisce un "lived-

processo "di indagine, per prendere in prestito

la frase di Anderson. 55 Un "processo vissuto"

semplicemente significa che il inferenziale

strategizing creativo che un indagatore

essere-un indagatore organismo -Utilizza per

risolvere i problemi, sintonizzarsi alle sfide

della natura, e per crescere e sopravviverepur

adattandosi alle situazioni sorprendenti o

nuovi presentati nel corso di Esperienza. 56

Quando si parla di rapimento Esaminerò

quindi prendere la libertà di usare "Essere

umano", "Inquirer" e "organismo" in modo

intercambiabile in modo da onorare Peirce

intimazioni filosofiche verso gli aspetti fluido e

vissuto di indagine. E 'fondamentale sapere che

Peirce pensava abduzione è stato il primo

passo nella durata processo di indagine. Senza

abduttivi inferenze, organismi non sarebbero in

grado di eseguire prove ed errori, superare gli

ostacoli, o avventurarsi possibili soluzioni ai

problemi.
pagina 152
143 Cioè, senza la base sperimentale di un

processo impegnata e attiva del pensiero,

inchiesta sarebbe ristagnare e la vita sarebbe

venuto a una battuta d'arresto. Come osserva

S. Morris Eames, Nel movimento

dell'organismo nello spazio-tempo, incontri

difficoltà e perplessità; domande vengono

poste e problemi sono poste. Come avverranno

queste irritazioni essere rimossi? Come sono

queste discontinuità essere colmato e superare

in modo che la vita può procedere? Nel corso

del impulsions dell'organismo nel tempo, la sua

spinta in avanti, le sue risposte in un primo

momento sono di tentativi ed errori sorta. Il

organismo esplora il suo ambiente, cerca e

trova una via d'uscita del perplessità si trova

ad affrontare, se non trova una via d'uscita, si

muore. 57 L'indagine è quindi parte di come gli

organismi vivono nel loro rapporto con la

natura.Per essere "vivo" significa essere un

"sperimentatore", nel senso del termine di

Emerson. 58 Cioè, come uno sperimentatore, si

cerca di comprendere e coltivare l'affinità tra

se stessi e una più grande cosmo che offre

opportunità di crescita e sviluppo attraverso il

dono di sfide, ostacoli e rotture nella vita che

pronta indagine. 59 Parte di rispondere a

queste sfide significa istintivamente che

entrano in sintonia con la propria ambiente

ipotizzando soluzioni ai problemi. Il primo

passo in ipotizzando soluzioni ai problemi è

rapimento e sequestro di successo è possibile

solo perché la organismo e il suo ambiente

sono della stessa realtà: la natura. Peirce si

esprime così: "E ' sembra indiscutibile, quindi,

che la mente dell'uomo è fortemente adattata

alla comprensione del mondo; almeno, per

quanto questo va, che certe concezioni,

altamente importante per tale comprensione,

naturalmente sorgere nella sua mente; e, senza

tale tendenza, la mente non potrebbe mai aver

avuto qualsiasi sviluppo a tutti. " 60 E, come

Anderson riassume il punto, "Peirce spesso

chiedeva a come le idee motivate dell'uomo

corrispondere o parallelamente ai fatti del

mondo stesso. Così, l'uomo ha un generale
pagina 153
144 facoltà istintiva di indovinare la verità. " 61

Con i punti di cui sopra essendo state fatte, si

Dovrebbe essere chiaro che il rapimento

appartiene ad un vissuto processo di indagine e

che Peirce ampliato il suo campo di

applicazione del 1887 logica per includere gli

aspetti relazionali e biologici di pensiero

trovato nelle transazioni tra organismo e

ambiente. TEORIA D. Peirce DI

RAGIONAMENTO: rapimento e suoi religiosi

IMPLICAZIONI È necessario discutere

brevemente alcune applicazioni generali della

teoria di Peirce ragionamento al fine di

mostrare come il rapimento è un meccanismo

di funzionamento "razionale" che può si aiutano

considerare ciò che è di natura religiosa. 62

Può sembrare strano suggerire che il divina

viene divulgato attraverso una forma di

deduzione razionale, quindi dovrei prendere un

po 'di attenzione in spiegando come Capisco

Peirce per avere termini utilizzati quali ",

razionale" "ragionamento" "Deduzione" e

"argomento". Solo allora sarà diventato evidente

come i giochi di rapimento nella rivelazione

del divino nella sensazione numinoso come

parte di un processo di "ragionamento". A

raggiungere questo fine, mi caratterizzare

teoria del ragionamento relativo di Peirce alla

dimensioni normative di indagine, in

particolare la richiesta che mette in

discussione ciò che è religioso carattere.

Permettetemi di elencare una serie di

definizioni che Peirce utilizzati che descrivono

cosa intendesse da "ragionamento". Spiegando

queste definizioni chiarirà ulteriormente la sua

teoria del ragionamento generale. In primo

luogo, Peirce ha affermato che il ragionamento

fa appello a inferenze e deduzioni sono partedi

argomenti . 63 Gli argomenti sono fatti di

inferenze che esprimono credenze . In secondo

luogo, Peircehanno affermato che gli

argomenti controllate costituiscono l'atto di

ragionamento. Egli ha detto che "ragionamento"

è "il processo attraverso il quale raggiungiamo

una convinzione che noi consideriamo come il

risultato di precedente
pagina 154
145 conoscenza." 64 Peirce ha anche scritto

che, "La prima cosa da notare su ragionamento

è che essa è un passaggio da una fede all'altra.

Le proposizioni recante il prima e dopo

credenze sono chiamati, rispettivamente, le

premesse e conclusioni: quest'ultimo è detto di

essere inferito o conclusi dall'ex dal processo

di inferenza e ragionamento ". 65 A "credo" è "Ciò

su cui un uomo è pronto ad agire." 66 "Credenze",

Peirce ha scritto, "guidano i nostri desideri e

modellare le nostre azioni ... .Sia dubbio e la

fede hanno effetti positivi su di noi, anche se

molto quelli diverse. La fede non ci fa agire

subito, ma ci mette in una condizione tale che

avremo comportarsi in un certo modo, quando

se ne presenta l'occasione. Il dubbio non ha il

minimo effetto di questo tipo, ma ci stimola a

cercare di distruggerla. " 67 Ragionando su

credenze significa cheinferenze sono disegnati

in mezzo a loro. Peirce definito "propendere" nel

seguente modo: "Quando accade che una nuova

convinzione tratta di uno come consapevole

generato da un precedente convinzione, un

evento che può avvenire solo a seguito di una

terza credenza ... .Io chiamare l'evento una

deduzione. " 68 Infine, Peirce ha definito un

"argomento" come "qualsiasi processo di pensato

ragionevolmente tendente ad una credenza

definitiva. " 69 Forse si potrebbe dire che un

argomento è una stringa di inferenze

controllati sulla base di credenze. 70 Con le

definizioni di cui sopra in mente, vorrei

affermare che il ragionamento è un

performativo atto-in tal modo il disegno è più

vicino al processo vissuto di indagine diche il

rapimento è una parte. Un atto performativo

significa semplicemente che il ragionamento è

una controllata processo di pensiero che

l'organismo utilizza per stabilire credenze. Si

può usare la ragione per trarre conclusioni,

anche se deduzioni tratte nel processo di

ragionamento potrebbero non essere tratte

sotto la facoltà consapevole del pensiero

(qualcosa Peirce riconosciuto facendo

riferimento alla Di Kant Kritik der Vernunft

Reinen come 'critico di Pure Reason'.) 71 Ad

esempio, uno può venire a qualche legittima

conclusione razionale, ma manca la

conoscenza del coscientemente
pagina 155
146 passaggi controllati che sono stati

utilizzati per raggiungere tale conclusione.

Cioè, si potrebbe aver raggiunto la conclusione

corretta in modo soddisfacente, ma il fatto che

hanno raggiunto la conclusione potrebbe non

essere oggetto di "lode o di biasimo", come

Peirce metterlo. 72 Solo attraverso l'auto-

controllo è un azione "diverso da quello

normale." 73 Peirce ha definito "self-control",

quando ha affermato Tra le cose ... una

persona razionale, non dubita, è che ha non

solo abitudini, ma anche in grado di esercitare

una misura di auto-controllo sulle sue azioni

future; quale mezzi, tuttavia, non che possono

impartire loro alcun arbitrariamente

assegnabile carattere, ma, al contrario, che un

processo di auto-preparazione tenderà a

impartire all'azione .... [questa] è indicato e,

forse, più o meno misurata dal assenza (o

esiguità) del sentimento di rimorso, quale

riflessione successiva indurrà ... .Il più da

vicino questo si avvicina, il meno spazio per

l'auto-controllo ci sarà; e dove è possibile,

senza autocontrollo non ci sarà auto-

rimprovero. 74 Peirce ha dato il seguente

esempio per illustrare la differenza tra

consapevolmente ragionamento controllata e

deduzione cieco. "Uno straniero con cui sto

trattando può fare l'impressione di essere

disonesto a causa di indicazioni troppo leggera

per me sapere che cosa loro sono. Eppure,

l'impressione può essere fondata. Tali risultati

sono in genere impostate fino a 'intuizione.'

Anche se inferenziale nella loro natura, non

sono esattamente inferenza ... .it dovrebbedi

non essere chiamato un deduzione razionale, o

ragionamento. " 75 Argomenti, e, più in

generale, "i processi di ragionamento" non

dovrebbero essere guardato come un affare

strettamente umano, però. Un argomento,

essendo un processo controllato di deduzione,

viene a coprire una vasta gamma di

espressioni. La razionalità è la caratteristica di

mente, e come indicato nel capitolo precedente,

Peirce ha spiegato l'universo in termini di lo

sviluppo di mente. Pertanto, dovrebbe essere

una sorpresa che gran parte l'universo ha la

segno distintivo di razionalità ed è spiegabile

in termini di espressioni di ragionamento "in via

di sviluppo
pagina 156
147 un modello di ragionevolezza cemento. " 76

Per esempio, in vista di Peirce, una poesia, un

sinfonia, o il cosmo in evoluzione stesso può

apparire come argomenti finemente lavorati

per loro sembrano esibire processi controllati

di inferenza. Come ha scritto Peirce, "l'universo

come un argomento è necessariamente una

grande opera d'arte, un grande poema - per

ogni argomento è un bene poesia e una

sinfonia - proprio come ogni vero poesia è un

argomento solido ". 77 Un altro termine

importante per la teoria del ragionamento di

Peirce è "colligation." In processi di

ragionamento, "locali differenti ... .brought in

un campo di affermazione. ... sono intimamente

collegati. " 78 "Colligation" è l'atto spontaneo che

avvia forme di ragionamento. esso consiste nel

riunire alcune proposizioni o sedi che si crede

per essere vero, tuttavia che non sono state

precedentemente considerato insieme. 79

Peirce ha scritto che Colligation è una parte

molto importante del ragionamento, chiedendo

per il genio forse più di qualsiasi altra parte

del processo. Molti logici rifiutano il nome di

ragionamento per un atto inferenziale di cui

colligation non forma parte. Tale atto

inferenziale hanno chiamare deduzione

immediata. Questo termine può essere

accettato; ma anche se colligationcertamente

dà una intellettualità superiore per deduzione,

ma la sua importanza è esagerata quando è

rappresentata essere più conto che il conscio

controllo del funzionamento. Quest'ultimo deve

determinare il titolo di ragionamento. 80 Egli

ha suggerito che con colligation, si procede ad

effettuare una attenta e controllata

osservazione. 81 Questa osservazione porta a

fare "un esperimento". 82 E 'l'atto di

sperimentazione che dimostra la spontaneità

delle ipotesi e il collegamento tra l'intelligibile

Inquirer e la natura. Colligation così set

investigatori a parte, per esempio, i computer

che Peirce nel 1887 chiamato "logica macchine

"-Perché mentre le macchine possono trarre

conclusioni (le sue conclusioni, data locali), i

computer non hanno la spontaneità trovato

nell'atto di congetturare
pagina 157
148 ipotesi basate su credenze intimamente

collegati. Si potrebbe dire che è ciò che

colligation dimostra la libertà e la spontaneità

di animalità di un organismo, assicurando

organico esistenza contro il determinismo

metafisico. In altre parole, tutti gli organismi

sono indagatrice liberi "sperimentatori", se sono

vivi e in grado di colligate ipotesi. Come

Peirce ha messo, Ogni macchina ragionamento

... ha due impotencies inerenti. In primo luogo,

è privo di ogni originalità, di ogni iniziativa. E

non riesce a trovare i suoi problemi; esso non

può nutrire se stessa. Non si può dirigere tra le

diverse possibili procedure ... .In secondo

luogo, la capacità di una macchina ha assoluta

limitazioni; è stato escogitato per fare una

certa cosa, e si può fare altro. 83 Sembrerebbe,

quindi, che sui computer di visualizzazione di

Peirce non poteva sperimentare perché

macchine manca la spontaneità necessaria per

colligate locali e romanzo congetture ipotesi.

Per quanto riguarda il ragionamento

sperimentale o "scientifica", Peirce ha

dichiarato: Retroduzione, è esso stesso un

esperimento. Una ricerca retroduttiva è un

ricerca sperimentale; e quando guardiamo

induzione e deduzione dal punto di vista della

sperimentazione e di osservazione, ci sono

semplicemente tracciando in quei tipi di

ragionamento loro affinità per retroduzione. Si

inizia sempre con colligation, di Naturalmente,

di una varietà di separatamente osservato

informazioni relativi all'oggetto della ipotesi.

84 Abduzione è quindi un sperimentale forma

di pensiero ed è la base delle altre due formedi

ragionamento. Costituisce lo slancio in avanti

movimento d'inchiesta. Da parte di incertezze,

investigatori cercano di risolvere i fenomeni

sorprendenti e fornire conti per quei fenomeni

attraverso la sperimentazione e tentativo di

spiegazione. Nelle parole di Peirce:
pagina 158
149 I primi inferenze un uomo scientifica fa

sono molto incerti ... .Ma conoscenza deve

cominciare da qualche parte, così come si può.

Queste deduzioni non sono privi di valore,

perché la ricerca scientifica non poggia su di

loro, ma va avanti finché non si confuta loro; e

nel confutare li guadagna indicazioni di ciò

che la teoria è che dovrebbe per essere

processato il prossimo ... .Per scoprire che

cosa significa, dobbiamo cominciare con

qualche congettura .Dobbiamo naturalmente

rendere il più probabile ipotesi che potevamo;

e che è un inferenza. ... deve essere provato. 85

Ma perché la necessità per l'indagine

sperimentale, a tutti? Come è possibile che le

creature possono ottenere qualsiasi la verità

circa l'universo? La risposta sembra

coinvolgere le condizioni per essere di verità

possibile e che ipotesi si basa su un potere che

permette alla luce di istinto di trovare il suo

modo di vere e proprie conclusioni. In termini

di categorie di Peirce, la ragione umana

sembra essere dipende dalla vaga possibilità di

Firstness ancora deriva leggi della Thirdness-

generalità. Ma come? Queste riflessioni legare

di nuovo al rapporto tra Firstness-sentimento e

Firstness-possibilità. Come ha scritto Peirce,

"Deduzione dimostra che qualcosa deve essere,

Induzione mostra che qualcosa è in realtà.

Abduction suggerisce qualcosa possa essere. "

86 Per Peirce, possibilità modale del

rapimento significa la libertà ontologica

necessaria per inchiesta. Tale libertà fornisce il

ricercatore speranza che avventurato ipotesi

hanno il possibilità di successo e può rivelarsi

per essere vero, ma non senza il rischio che il

rischiò ipotesi potrebbe anche non essere

corretto. ragionamento abduttivo comporta dei

rischi e l'errore perché la sua conclusioni sono

possibili solo e mai assoluta o metafisicamente

determinato. Al nucleo della teoria del

ragionamento di Peirce, poi, si trova una

"speranza anticipatoria" -come chiamate Ejsing

it-sul pensiero sperimentale in quanto

inquirenti devono avere fiducia che la loro

avventurati ipotesi possono venire a passare in

futuro. 87 Il fatto che si può sperare o hanno

fede che le loro ipotesi avventurati possono

rivelarsi vero è significativo per un peirceano
pagina 159
150 filosofia della religione nella sua opinione,

e sono d'accordo. Dopo aver collocato teoria

di Peirce ragionamento nel contesto, è a questo

punto mi rivolgo ora. Abduzione religiosa (la

considerazione l'aspetto del divino

numinososentimento) coinvolge la stessa

libertà sul posto di lavoro trovato in abduzione

corretta, visto che modalità ontologica di

abduzione è la possibilità e questa possibilità

consente per la libertà di ogni e qualsiasi

indagine. Con questa libertà di ipotesi di

lavoro, la realtà della divina può presentarsi

come un suggerimento plausibile, e

investigatori sono liberi di intrattenere quel

suggerimento. Ejsing e Raposa sostengono che

quando il divino suggerisce per sé, il

controfattuale Struttura di ipotesi

suggerimento trovato in abduzione scientifica

si mescola in una sorta di abduzione che

considera questioni religiose. In mostra di

Ejsing, epistemologico di Peirce Meccanismo

di punti rapimento alla nozione della sua fede

cristiana: anticipatori scientifici di verità

attendere il futuro come investigatori religiose

attendono la rappresentazione della verità a

venire. 88 Raposa mette in questo modo: "La

teoria dell'indagine di Peirce fornisce la

rubrica per quello che è, in sostanza, un

metodo teologico complesso. " 89 nozione di

Peirce della scoperta scientifica si basa sulla

speranza che si avventurò ipotesi deve

corrispondere con la volontà del cosmo.

Questa speranza anima e richiesta fornisce

investigatori con la fede che le loro congetture

sono in realtà ciò che il divino vuole per essere

il caso. Come Peirce ha sottolineato, "la nostra

mente sarà in grado in qualche numero finito

di congetture, di indovinare l'unica vera

spiegazione. Che siamo costretti ad assumere,

in modo indipendentedi alcuna prova che è

vero. Animati da questa speranza, dobbiamo

procedere al costruzione di una ipotesi ". 90

Pertanto, sembra che alla base di Peirce

scientifica metodologia poggia una religiosità

in questione con la volontà di un universo

diventare divina, e investigatori scientifici

articolano che la volontà in forma di leggi

generali e svelamento
pagina 160
151 ipotesi confermata. Cosa chiedere di

investigatori è essenzialmente di natura divina:

la evoluzione cosmo. Date le affermazioni di

cui sopra, la fede di Peirce nella ragione e la

ragione umana, credo, rispecchia la fede del

credente in Dio, rendendo per quello che

Raposa ha definito "Peirce teismo scientifica ",

un termine non è affatto incompatibile con le

idee espresse nella punto di vista della

cosmotheism. 91 Mentre Raposa sostiene che

Peirce aveva una "religione di la scienza, "Credo

che Ejsing e Corrington per essere più precisi

nella loro affermazione che Peirce avuto una

"religione della natura." Prendiamo ad esempio

dichiarazione di Peirce che "la ragion d'essere

di una chiesa è quello di conferire agli uomini

una vita ampia nella loro personalità, una vita

radicata nel molto verità dell'essere

[sottolineatura mia.] " 92 Se, come ho sostenuto

nel capitolo precedente, è esatto dire che

termine generico di Heidegger di Essere e

Corrington del concetto estatico della natura

sono equivalenti a cosmo in evoluzione di

Peirce (vale a dire, "essere" nell'ultima

citazione), allora la fede teistica di Peirce

senza dubbio sottolineato la sua fede

scientifica, perché scientifico la fede vale per il

cosmo onorando la verità delle sue leggi

rivelate. La verità della cosmo è semplicemente

la sua crescita e lo sviluppo, e che la crescita e

lo sviluppo cadute all'interno della provincia di

studio scientifico. Questo rende l'evoluzione del

cosmo della ultimo oggetto religioso: la vita

sempre più diventando del divino. Quindi, da

quanto precede si vede quindi come il teismo

era per Peirce la questione filosofica, perché in

un certo senso, Diodeve coincidere con l'essere

come tale. Se un tale argomento non ha alcuna

in piedi, allora si può sostengono che la

necessità di contemplare il divino, che è la

verità dell'essere o cosmo, riposa al centro di

tutto inchiesta (ivi comprese la ricerca

scientifica) in base alla metafisica di Peirce

sistema. Questa è un'affermazione molto forte,

e io non significano necessariamente da

interpretare Peirce che modo. Tuttavia, Peirce

ha capito indagine scientifica per includere la

logica
pagina 161
152 indagine "le necessarie condizioni di

raggiungimento della verità", e perché il fatto

che il proprio ricevimento di verità comporta

"una resa per l'insistenza di un'idea," si può

costruttivamente interpretare Peirce sia stato

sostenendo un atteggiamento religioso , se

daun "religioso" significa in primo luogo umile

resa di un essere finito a, e la posizione prima,

il universo infinito e la sua forza di insistere.

93 II. Firstness e l'organismo indagatrice A.

Firstness-FEELING DEFINITO Come è stato

accennato nel capitolo di apertura, il

sentimento si trova nella categoria di di Peirce

Firstness. In questa sezione discuterò la

relazione tra Firstness-sentimento, la origini

della mentalità, e di indagine in cui mi

concentro sui momenti iniziali di indagine

come si comincia a sentire. Una discussione di

Firstness-sentimento è fondamentale perché è

un sentimento punto per sequestro di iniziare.

Peirce relativi Firstness al sentimento quando

ha affermato che il sentimento è "predominante

in le idee di varietà smisurata e molteplicità. E

'l'idea principale di Kant 'Collettore di senso.'

Ma in unità sintetica di Kant l'idea di Terzità è

predominante. È un'unità raggiunta; e sarebbe

meglio sono stati chiamati totalità; per che è

quello della sua categorie in cui si trova una

casa. Nel idea dell'essere, Firstness è

predominante, non necessariamente a causa

della astrattezza di tale idea, ma a causa della

sua auto containedness. Non è in essere

separato da qualità che Firstness è più

predominante, ma di essere qualcosa di

particolare e peculiare. Il primo è

predominante
pagina 162
153 nel sentimento, in quanto distinta dalla

percezione oggettiva, sarà, e il pensiero. " 94

Peirce quindi definito sensazione come segue:

Con un sentimento, voglio dire un'istanza di

quel tipo di coscienza che comporta alcuna

analisi, confronto o qualsiasi procedimento, né

consiste in tutto o in parte di qualsiasi atto

mediante il quale un tratto di coscienza si

distingue da un altro, che ha la sua qualità

positiva che consiste in nient'altro, e che è di sé

tutto ciò che è, tuttavia potrebbe essere stato

portato; in modo che se questa sensazione è

presente durante un intervallo di tempo, è

totalmente e ugualmente presente in ogni

momento di quel tempo. Per ridurre questa

descrizione per una semplice definizione, devo

dire che da un sensazione Voglio dire

un'istanza di quella sorta di elemento della

coscienza che è tutto che è positivo, di per sé,

indipendentemente altro. 95 Firstness-

sensazione si riferisce a sequestro, perché il

rapimento è un processo di pensiero che

sottolinea la sensazione di Firstness attraverso

la propria Terzità. 96 Cioè, abduzione è un

forma di ragionamento sulla generalità, ma è

una forma di ragionamento sulla generalità

basa su sensazione. La forma abduttiva di

indagine è quindi la più utile e la "preparazione"

ricercati perché inizia l'esperienza forte e

immediata del sentimento. Ancora, abduzione è

anche la forma più debole di indagine perché

manca di casi consistenti si trovano in

esperienza contro cui si può verificare i

risultati in aggiunta al fatto che la sensazione

sulla quale è basato sta fluendo e difficile da

articolare. 97 Peirce riassunto: "Abduction ... .è

solo prepatory. È il primo passo del

ragionamento scientifico, come induzione è il

passo conclusivo ... .Abduction fa la sua

partenza dai fatti, senza, in via preliminare,

aventi una particolare teoria in vista, anche se

è motivata dalla sensazione che una teoria è

necessario per spiegare i fatti sorprendenti. " 98

E, "Come regola generale, l'ipotesi è debole tipo

di argomento. Spesso inclina il nostro giudizio

in modo leggermente verso la sua conclusione

che non possiamo dire che crediamo questi

ultimi per essere vero; abbiamo solo supporre

che che sia così. " 99
pagina 163
154 Mentre Firstness-possibilità si riferisce a

ontologia e la cosmologia di Peirce, Firstness-

sensazione si riferisce alla sua teoria della

fenomenologia. Dato che la fenomenologia ha

il compito a "distinguere quali sono gli elementi

di aspetto che si presentano a noi," un

fenomenologia Peirce avrebbe avuto come

obiettivo la descrizione del "presente, essendo

tali com'è. ... positivamente come tali. " 100 Il

rapporto tra la fenomenologia e il rapimento è

che la qualità e astanza della sensazione che la

fenomenologia descrive è la stessa qualità e

astanza di sentimento che motiva la richiesta

abduttiva. Entrambi fanno il loro inizio dalla

immediatezza di alcune esperienze e staffa

supposizioni sulla natura di tale esperienza

mentre spiega o descriverlo. Peirce ha scritto

che, "Abduction fa il suo parte da fatti senza, in

via preliminare, aventi una particolare teoria

in vista, anche se è motivata dalla sensazione

che una teoria è necessaria per spiegare il fatto

sorprendente ". 101 Per quanto riguarda la

fenomenologia Peirce ha scritto che, "La

domanda è ciò che il fenomeno è.Non facciamo

vana pretesa di andare sotto di fenomeni. Ci

limitiamo a chiedere, che cosa è il contenuto

del Percept? " 102 Allo stesso modo aperto e

libero come ipotesi sono avventurato, uno

liberamente e senza pregiudizi descrive lo

stesso punto di inizio di umana esperienza:

sensazione nella sua immediatezza e la miriade

di varietà. Abduction è trovato in scienza

normativa di Peirce della logica, e la

fenomenologia fornisce il descrittivo quadro di

riferimento per le ipotesi si avventurò in

abduzione. B. Firstness-FEELING

DISTURBED: le origini dell'universo-WIDE

MENTALITÀ In autunno e in inverno del 1879,

Peirce ha cominciato ad abbozzare un primo

capitolo intitolato "Di Pensare come

Cerebration "per un libro di essere sulla logica.

103 Dato il commento precedente
pagina 164
155 sul pensiero di Peirce di logica come un

processo vissuta di inchiesta, che dovrebbe

essere una sorpresa che in quel schizzo di un

testo si trova Peirce commentando come gli

organismi si occupano i loro ambienti e come

tali rapporti costituiscono forme primordiali di

inchiesta o "Cerebration", piuttosto che trovare

discussioni delle prove logica formale si

trovano in più logica libri di testo oggi. Peirce

ha iniziato il suo testo logica progettato da

scrittura, "pensare è fatto con il cervello, e il

cervello è un complesso di nervi; in modo che

il pensiero è necessariamente soggetto a la

legge generale di azione nervosa. " 104 Il

pensiero ha inizio nel sistema nervoso e

abituale risposta neurale nella visione di

Peirce. Era la sua tesi che quando l'esperienza

irrita la sistema nervoso, Firstness-sensazione

è disturbato e il processo del pensiero ha

inizio. Peirce formulato che il pensiero

appartiene ad un "primo livello" di sforzi

organici al biologico Livello dell'organismo.

105 azione nervosa è un livello di sforzo perché

una volta stimolato, le fibre anatomiche nel

nervo che si collegano alle cellule muscolari e

della ghiandola lottano per scaricare

l'irritazione di qualsiasi stimolo agisce su di

loro. 106 Nella maggior parte dei casi,

l'energia reazione della cella tende a

soddisfare o superare quella dello stimolo. 107

Peirce ha spiegato il scenario nel modo

seguente. Ciò che di solito è visto è che una

contrazione muscolare o la secrezione

ghiandolare prende posizionare l'applicazione

di qualche forza esterna ad alcune cellule

nervose spesso tutt'altro che muscolo o

ghiandola interessate: Allo stesso tempo

l'energia dell'azione solo parzialmente

dipendente e comunemente supera quella dello

stimolo, che può anche essere di tanto in tanto

vogliono ... .it si osserva che i nervi sono

estremamente irritabili, essere impostato in

azione violenta da lievi stimoli ... .la reazione,

a meno che non si tratti di una specie di

rimuovere immediatamente la fonte di

irritazione, varierà ancora una volta il suo

carattere e di nuovo, fino a produrre qualche

azione che rimuove lo stimolo, quando l'attività

scompare immediatamente ... .By il

funzionamento di queste leggi, l'azione di un

animale venuto per essere diretto verso un fine:

la fine è la rimozione di irritazioni. 108
pagina 165
156 Ho citato Peirce a lungo qui per

comunicare alcuni punti critici su i momenti

iniziali di come gli organismi si occupano di

irritazioni poste dal più grande ambiente, e

come tali irritazioni avviare il processo di

indagine. In primo luogo, Peirce trattamento di

abitudine e di indagine a livello biologico e

fenomenologico di sentimento postula

Firstness-sensazione come "base" condizione di

ogni dell'indagine, e in effetti, per tutti

coscienza. Ricordiamo che per Peirce, la

coscienza inizia nel "sentimento di vita. UN

continuum di questo sentimento, infinitesimo

nella durata, ma ancora abbracciando

innumerevole parti. ... è immediatamente

presente. E nella sua assenza di limitatezza una

vaga possibilità di più di quanto sia presente è

sentita direttamente. " 109 Quando questo

continuum di base del sentimento è disturbati,

gli organismi devono adattarsi a disturbi nel

suo flusso. In secondo luogo, Peirce correlati

"Cerebration" al tipo di libertà si trova nella

modalità di Firstness-possibilità. Dato che gli

organismi coscienti non cercano di alleviare le

irritazioni, devono farlo con la speranza

dipossibilmente raggiungere il successo,

altrimenti la capacità ontologica e la

motivazione per rimuovere irritazioni

sarebbero carenti e nessun comportamento

corrispondente avrebbe mai iniziare. Questo è,

senza speranza di ottenere la rimozione di

qualche disagio, organismi no esporre l'attività

di cercando di alleviare il disagio. Peirce ha

sostenuto che il livello di controllo cosciente di

un organismo al di sopra di mettere disturbi

agli aumenti di riposo, "mentalità" o intelligenza

aumenta in un continuum di mente.

Analogamente al continuum ontologico-

cosmologica discusso nel secondo capitolo, il

continuum della mente ha il suo inizio a sentire

e poi procede verso una maggiore forme

determinate di mentalità, anche se sentimento e

il potenziale per la mentalità si trovano nei più

profondi e più primitive livelli della natura.

110 Peirce si esprime così: "tutta la materia è

veramente importa, ricordando, anche, la

continuità della mente. Mentalità si estende

attraverso la
pagina 166
157 origini della natura per la metà del mondo

della coscienza umana, e presumibilmente si

estende a potenziale di un terzo livello di

coscienza razionale futuro a venire. Nel

frattempo, il sentimento accompagna mentalità

in modo da renderlo presente a se stesso nel

corso del suo sviluppo. Il futuro coscienza

razionale a venire, parte di una "personalità

d'impresa" o Super Intendiamoci

presumibilmente, può esercitare un controllo

ancora maggiore sui disturbi al flusso di

sentimento esistente in armonia quindi con se

stesso in un "assolutamente perfetto, razionale e

simmetrica sistema, in cui ogni mente è

finalmente cristallizzato in futuro infinitamente

lontano. " 111 Peirce ha descritto l'ascensione

nel suo continuum mentale attraverso

menzionare i suoi gradi di sofisticazione

trovato in organismi: "Ci incontriamo

indicazioni sicure di una coscienza non

collegati con un organismo nervoso; e più

complicato dell'organismo, maggiore è la

coscienza. " 112 Peirce non deve essere

scambiato per essere un materialista con una

vista epiphenomenalist di coscienza dato il suo

conto del fatto che la mentalità aumenta con le

sofisticazioni del organismo nervoso. Mentre

mentalità può essere richiesto ad emergere dal

materiale della natura parti, quelle parti sono

della stessa natura che è dormiente risveglio

mente nella ascendente continuo. Potrebbe

essere più sicuro dire che Peirce è monista,

piuttosto che un dualista, quando tratta di

identificare la mente con le sequenze di

stimolo-risposta che alleviano l'irritazione

neurologica perché nella sua mente la

metafisica e la materia sono della stessa realtà

di natura; mente diventa solo "nascondere-

bound" con l'abitudine. 113 Come i redattori del

Essential Peirce spiegare, Peirce ha ritenuto

che, a seguito di Schelling, " 'la materia è la

mente effete,' mente cheè diventato

nascondere-bound con l'abitudine. Secondo

questa dottrina, la materia è mente che ha

perso tanto dell'elemento di spontaneità

attraverso l'acquisizione di abitudini che ha

assunto il carattere affidabile legge governata

attribuiamo alla sostanza materiale. " 114 Uno
pagina 167
158 può ricordare la proclamazione di

Schelling, che "La natura è spirito visibile, e lo

Spirito è invisibile Nature "in confronto alle

dichiarazioni fatte Peirce come" eventi fisici

sono ma forme degradate o non sviluppate di

eventi psichici "e" leggi meccaniche sono nulla

ma le abitudini acquisite, come tutte le

regolarità della mente ", per rendere più senso

di Peirce monistico visualizzare l'universo. 115

Altrove, il tipo di monismo che tiene la mente è

esternamente presente in natura è stata spesso

indicata come idealismo oggettivo , e gran

parte dellaLa filosofia di Peirce sarebbe

caduta sotto quel titolo. 116 E 'a questo punto

preciso che Firstness-sentimento e Firstness-

possibilità isomorficamente specchio l'un

l'altro. Il loro rapporto isomorfi si trova nella

loro condivisa reciproca identità di

appartenenza alla propria generalità del

Firstness la categoria di base di Esperienza.

Nella seguente citazione da Peirce, mi

permetta di sottolineare la isomorfica termini

associati con Firstness in modo che il lettore

può riconoscere la sua natura monistica inteso

nei termini di mentalità e materiale. Nelle

parole di Peirce, "Dovunque c'è un sensazione ,

c'è una cellula nervosa è in azione ...

Sensazione corrisponde all'attività delle cellule

nervose;sensibilità in psicologia , di irritabilità

nervosa in fisiologia ... reazione Musclar

corrisponde alla volontà diretta verso l'esterno

[enfasi miniera.] "117 Il punto da trarre ecco

che Firstness-sensazione può avere una duplice

tendenza a esistere come sentimento ancora

tendere mente, e queste tendenze possono

essere espressi in natura materiale. Nelle

parole di Søren Brier, "Peirce ... .delivers un

fenomenologica così come quadro

naturalistico. Nel suo teoria, mente si sente

all'interno e all'esterno può essere visto come

la spontaneità, caso e il caos, con una tendenza

a prendere abitudini, che è la legge della mente

manifestare stessa come pensieri. " 118 E come

Corrington dice, "La mente si trova sotto tutta

la materia come il suo principio animatore. Di

conseguenza, la mente autorizza tutti gli

esistenti e li collega insieme
pagina 168
159 (Attraverso il sentire) in modo che il

rapporto tra e tra gli oggetti del mondo può

essere visto dal punto di vista del potere della

mente per superare la distanza e l'alienazione.

... [Peirce] si muove verso un monismo in cui

mente sembra inghiottire la materia come uno

dei suoi manifestazioni ". 119 Con il livello di

Firstness sentimento in mente Vorrei

sottolineare che Peirce non era solo un

monistica e idealista obiettivo, ma che era un

panpsichista, troppo, perché ha fatto capire

che, aPer lo meno, la capacità di mentalità da

"gocce fino in fondo" nelle profondità del natura

e trova espressione anche ai livelli più

elementari della vita. "Panpsichismo" è un

concetto che deriva dalle antiche parole greche

πάν, "Pan" o "tutti" e ψυχή, "psiche" o "anima", anche

che significa "vita", "spirito", o "coscienza". 120 Gli

antichi greci pensava che "anima 'era il

principio di tutta la vita. Panpsichismo può

inizialmente essere intesa come dottrina

animistico sostenendo che mente o anima è

presente in tutte le forme della natura. 121

Peirce implicitamente sottoscritto questa

dottrina. Per esempio, ha scritto, Un'altra

proprietà fisica di protoplasma è quella di

prendere abitudini. Il corso che la diffusione

della liquefazione ha preso in passato è resa in

tal modo più probabilmente da prendere in

futuro; anche se non vi è certezza assoluta che

il stesso percorso verrà seguito ancora una

volta ... .molto straordinario, certamente, sono

tutte queste proprietà di protoplasma;

straordinario come indubitabile. Ma quello che

ha accanto essere menzionati, mentre

altrettanto innegabile, è infinitamente più

meraviglioso. È che il protoplasma si sente.

Non abbiamo alcuna prova diretta che questo è

vero di protoplasma universalmente, e

certamente alcuni tipi sentono molto più di

altri. Ma c'è una fiera inferenza analogica che

tutti protoplasma si sente. Non solo si sente,

ma esercita tutto le funzioni della mente

[sottolineatura mia]. 122 Peirce continuato

che, "La mente ha la sua modalità universale di

azione, vale a dire, da causalità finale. Il

microscopista guarda per vedere se i

movimenti di una piccola creatura mostrano

qualsiasi scopo. Se è così, c'è la mente lì. " 123

Così, Peirce attribuito mentalità per le cose in

base alla
pagina 169
160 proprietà di sensazione primordiale, presa

l'abitudine, e l'esercizio di funzioni

appositamente condiviso tra gli esseri

senzienti, anche ai livelli più primordiali di

organizzazione biologica. 124 Per i miei scopi

qui, la questione sembra essere se primordiali

organismi-che è, organismi con meno

sofisticate strutture anatomiche di esseri

umani, per esempio amebe, pesci, piante, e così

via, sono in grado di trarre conclusioni, mentre

strategizing di mettere irritazioni a riposo, e in

caso affermativo, sono quegli organismi capaci

di ragionamento e abducing? Possono questi

organismi stabilire abitudini e credenze, e

rappresentano quelle credenze in modo da

impegnarsi in forme primitive di sottrazione?

La motivazione per una questione del genere

nasce dalle forme interconnesse di vita in

continuo divina di Peirce. Ci si deve chiedere

se tutti gli esseri, non solo gli esseri umani,

partecipare alla vita e nella mente del divino.

Se uno erano per tentare di discernere se le

forme più primitive di vita in possesso di

mentalità (o forse anche se si dovesse porre la

domanda più difficile: quali forme di vita non

sono in grado di possedere la mentalità, se non

del tutto) e poi in ultima analisi, uno avrebbe

bisogno di determinare se tutti organismi sono

in grado di tenere le credenze in modi

tradizionalmente inteso, e se gli organismi

sono in grado ristabilire credenze disturbati in

maniera senziente simile a quella sorta di

intelligenza usato da esseri umani. Peirce ha

accennato a una risposta a questa domanda

quando ha affermato che la mentalità è parte

della natura nel suo insieme: "Il pensiero non è

necessariamente collegata con un cervello.

Essa appare nella lavoro delle api, dei cristalli,

e in tutto il mondo puramente fisico; E si può

non più negare che è davvero lì, a che i colori e

le forme, ecc di oggetti sono davvero lì ... .Non

solo si pensa nel mondo organico, ma si

sviluppa lì ". 125 Così si può vedere come

organismi sono in un cosmo evolutivi pervase

da mentalità Peircemetafisica. Si può

affermare che gli organismi non partecipano in

rapimenti primitive, mentre
pagina 170
161 strategizing sui loro ambienti, se le ipotesi

cimentati trovano verso l'esterno empirico

espressione nel comportamento la mentalità

che indica di un organismo. Cioè, un

organismo di comportamento deve presentare

intenzione mentale, piuttosto che essere

spiegato da casualità. Ma ancora una volta, si

pone la questione di ciò che costituisce

esattamente la comunicazione di intelligenza in

termini di una credenza, la sua interruzione, e

la sua ri-insediamento. È convinzione di un

necessariamente linguistica e storia simbolica,

e come, in termini di comunicazione di

intelligenza, si fa a determinare l'espressione

di una credenza o il possesso di l'intelligenza,

se non per analogia? Il mio punto è che, come

Nietzsche correttamente avvertito,

antropomorfismo sopra mentalità non umana

rischia di eseguire calpestare la base capire

che le comunicazioni umane sono

comunicazioni animali . 126 Peirce

abbracciato l'animalità di intelligenza e di

comunicazione; l'intelligenza è una condizione

in che la vita partecipa. Non è una

caratteristica aggiunta di esperienza

rigorosamente tenuto da umani esseri in

condizione unica, anche se a suo avviso gli

esseri umani in possesso di un sofisticato o

forma elevata di intelligenza all'interno del

regno biologico. Al di là del livello di base di

Firstness-sentimento, gli organismi diventano

sofisticati investigatori attraverso l'istituzione

quello che alcuni commentatori hanno definito

"di secondo livello" pratiche. 127 Una pratica

"secondo livello" comprende selettivamente

regolando la causa di un irritazione,

interpretare e comunicare il carattere di ciò

che provoca esattamente un irritazione e quindi

determinare modi complessi e strutturati per

rimuovere completamente il irritazione. 128 In

questo modo microrganismi possono dirsi

partecipare meglio "in" mentalità attraverso

l'esercizio mentale o l'uso dell'intelligenza, al

fine di rimuovere le irritazioni e ri- stabilire

abitudini e credenze. Come Peirce ha messo,

"Di conseguenza, così come diciamo che un

corpo è in movimento, e non che il movimento è

in un corpo, dobbiamo dire che siamo in

pensiero, e non
pagina 171
162 che i pensieri sono in noi. " 129 Sarebbe a

pratiche di secondo livello di indagine che

sequestro potrebbe dire per cominciare, perché

le credenze sono interpretati, tradotto

simbolicamente, e ha espresso a una comunità

di indagatori. Prima di procedere, vorrei fare

un punto in più interpretativo circa la lo

sviluppo della mente in continuo di Peirce in

cui, ancora una volta, Peirce è più un

Schellingian di una hegeliana, ed è la sua

Schellingianism che sarà cruciale quando la

mia linea di argomentazione e di analisi si

volta verso una discussione della religione

nella seguente sezioni. E 'stato Hegel che ha

detto la ricerca filosofica è la massima

espressione della Assoluto nel venire a

conoscere se stessa (continuo di Hegel era la

storia), per l'inchiesta è alimentato dalla

ragione e la ragione è la più grande potenza

dello spirito assoluto. 130 Hegel ha dichiarato,

"La filosofia è la giustificazione della religione,

in particolare la religione cristiana; conosce la

contenuti in accordo con la sua necessità e la

ragione. " 131 Dato che la massima di Peirce

era quello di non bloccare la strada di

inchiesta, una mente non potrebbe mai essere

definito come un Assoluto completata perché la

mente di Peirce della natura liberamente e

infinitamente indaga se stesso in un eterno

processo . Cioè, mentre l'idea di Peirce che il

cosmo in evoluzione è una vita in via di

sviluppo per séattraverso il potere della

"ragione" gli fa posto alla pari con Hegel, la

mente di natura potrebbero non essere

rivendicato completo nella sua propria

comprensione perché, come è definito per

essereuna vita eterna e di una personalità

indagatrice, sarebbe sempre più da

comprendere, anche su se stessa. 132 Quindi,

in definitiva, Peirce accordo con Schelling su

la natura della divinità cosmica, perché pone

la libertà di ricerca all'interno delle divine di

proprio divenire della natura. Peirce ha scritto,
pagina 172
163 Erano le estremità di una persona già

esplicito, non ci sarebbe spazio per lo sviluppo,

per la crescita, per la vita; e di conseguenza

non ci sarebbe personalità. La semplice

realizzazione di scopi prefissati è di tipo

meccanico. Questa osservazione ha

un'applicazione per la filosofia della religione.

È che una vera evolutivo filosofia, cioè uno che

fa il principio della crescita un elemento

primordiale l'universo, è così lontano

dall'essere ostile all'idea di un creatore

personale che è davvero inseparabile da questa

idea, mentre una religione necessitarian è in

una del tutto falsa posizione ed è destinato a

diventare disintegrato. Ma una pseudo-

l'evoluzionismo, che troneggia legge meccanica

di sopra del principio della crescita è in una

volta scientificamente insoddisfacente, come

dare alcuna possibile accenno di come

l'universo è venuta a creare, e ostile a tutte le

speranze di relazioni personali a Dio. 133 Nel

linguaggio della metafisica cristiana

specificamente Panenteismo di Schelling, se

Dio è infinitamente liberi di sviluppare e

sceglie di farlo in virtù di esistere come una

vita eterna, allora Dio è infinitamente libero di

esplorare continuamente e capire se stesso, ed

è quindi mai assolutamente auto-determinata

nella sua propria comprensione. Come tale,

Dio è più di un essendo, E 'una vita in

evoluzione e intelligenza che possono

riguardare l'intelligenza umana. Come Dio e

creatura stanno diventando, entrambi sono

liberi di sviluppare e di cambiamento.

Schelling ha espresso che "Dio è una vita, non

un semplice essere. Tutta la vita ha un destino

ed è soggetto a la sofferenza e lo sviluppo. Dio

liberamente se stesso sottoposto anche a

questo, in pieno a cominciare ... .in fine di

diventare personal ... essere .Per è consapevole

solo di se stesso in divenire. " 134 In schema di

Peirce del cosmo, il processo di un Dio che si

fa sarebbe senza fine, assicurando che Dio è

illimitato a tutti gli effetti.
pagina 173
164 III. Sintonizzarsi con MENTE DELLA

NATURA A. irritazione, DUBBIO, E

CONVINZIONE A LIVELLO DI FEELING

Passo ora al conto di Peirce di come irritazioni

in Firstness-sensazione stimolare la processo

di indagine relativa alle credenze di un

ricercatore. E 'mia opinione che, quando le

credenze sono sfidato, perturbato, o più in

generale stimolato nel corso di esperienza, è

all'interno del processo abduttivo di "ri-

sintonizzarsi" credenze alla fonte della loro

disagi cheun contrasto trascendente o "religioso"

può essere sentito tra ciò che è e ciò che è

finita infinito. Cioè, un contrasto si realizza tra

ciò che è una parte singola di natura e qual è il

totale infinita della natura, che non è di per sé

una parte sola. Comincerò a questa sezione

con una discussione sui concetti di Peirce del

dubbio e la fede. Io poi discutere di come

l'insediamento di dubbio e ristabilimento della

fiducia permette di organismo a sintonizzarsi

alle sfide della natura. Questo permette un

potenziale contatto con il divina dal modo di

sentire, o di Peirce Firstness. Considerando il

contrasto tra finito e infinito è riservato per la

fine di questo capitolo, dove parlerò del divino

rivelazione. Peirce ha scritto, "l'irritazione del

dubbio in un organismo provoca una lotta per

raggiungere un stato di credenza. Chiamerò

questa lotta inchiesta . " 135 A "credo" è

qualunque cosa abituale comportamento o

regola di azione che "placa l'irritazione del

dubbio." 136 Così credenze sonoacquisite

abitudini che fungono da "guida all'azione." 137

Come ha scritto Peirce, "La fede non è un

Modalità momentaneo di coscienza; si tratta di

un abito mentale essenzialmente duratura per

un po ' tempo, e soprattutto (almeno)

inconsapevole; e come altre abitudini, è (fino a

quando non incontra una certa sorpresa che

inizia il suo scioglimento) perfettamente

soddisfatto di sé. " 138 "Il dubbio" è "un stato di

disagio e insoddisfatti da cui fatichiamo a

liberarci e passano nel
pagina 174
165 stato di credenza; mentre il secondo è uno

stato di calma e soddisfacente che noi non

desideriamo evitare, o per modificare una

credenza in qualsiasi altra cosa. " 139 Il dubbio

emerge ogni volta che un abitudini

dell'organismo non gel con circostanze

ambientali. In risposta, gli organismi cercano

nuove credenze che a sua volta generare nuove

abitudini. Queste nuove abitudini aggirare la

l'irritazione del dubbio e consentire

all'organismo di tornare a un rapporto stabile

con il suo ambiente. 140 Nel suo articolo "La

fissazione di Belief" (1877), parte del popolare

Scienza mensile serie, Peirce ha continuato a

sviluppare la sua filosofia di abitudine e la

fede.Egli ha stabilito che la quantità di moto

dell'organismo è quello di "correggere

abitudini", o mossa da Stati di dubbio a stati di

credenza. 141 Credenze, essendo abitudini

consolidate, dipendono Firstness-feeling,

perché le abitudini di successo sono modelli

indiscussi del sentimento. Una volta disturbato,

Firstness-sensibilità provoca irritazione

all'interno dell'organismo che deve essere

messo a riposo in modo che l'organismo può

ristabilire modelli di successo di

comportamento. C'è una transazione

bidirezionale in questo effetto sull'organismo.

Innanzitutto, la natura agisce sull'organismo

come stimolo e l'organismo risponde cercando

di alleviare l'irritazione. In secondo luogo,

l'organismo, in risposta alla natura irritazione

posato, agisce come proprio stimolo sulla

natura introducendo un disturbo su di essa,

dove la natura può rispondere per l'organismo.

Come osserva Sandra Rosenthal, vi è

un'integrazione continua ed espansione del sé

attraverso un approfondimento sintonia, e

l'incorporazione del 'l'altro.' Quest'altra

definitiva include l'intero universo ... un'unità

tale interazionale contiene un bidirezionale

apertura. ... il carattere di esperienza emerge

da una interazione di questi due poli ... .though

rispecchia né esattamente. ... l'apertura

primordiale del carattere dell'esperienza si

apre in una direzione verso le caratteristiche

del modi umani esistenti. ... e nell'altra

direzione verso le caratteristiche del

indipendentemente reale. ... È questa unità

interazionale che costituisce il nostro mondana

Esperienza. 142
pagina 175
166 Per esempio, se ho un prurito su una zona

di pelle causata da tempo asciutto, la natura

ha prodotto una irritazione o disagio che devo

mettere a riposo. L'operazione era da la natura

di organismo, dove rispondo ai disturbi di

natura graffiare la pelle secca. Allo stesso

modo, gli organismi possono disturbare la

natura con l'introduzione di fenomeni di

disturbo nella ambiente naturale. Questo

rapporto reciproco tra organismo e la natura,

io sostengo, non è semplicemente di un

contesto biologico. Qui vorrei richiamare

l'attenzione del lettore per la interconnessione

dell'organismo e dell'ambiente nel contesto

spirituale. Appena come si cerca di mettere a

tacere qualche credenza disturbato dal modo di

eliminare un fastidio, disturbi del contesto

spirituale prendere il loro pedaggio, pure.

Irritazioni stabilita significato e valore devono

essere rimossi per il successo o il fallimento

dell'organismo di spirituale Salute. "Credenza

fissa" viene a significare un rapporto armonico

con la natura in tutta aspetti, neuro-

fisiologiche e metafisici. abitudini

dell'organismo devono essere in buone in piedi

con la natura, sia su entrambi i livelli se uno

organismo o l'ambiente sono di funzionare con

il minor numero di irritazioni possibile. John J.

McDermott riassume questa idea osservando

che organismi esistono in un ambiente

equilibrato che è rappresentativo di un corpo

spirituale o cosmo che egli chiama "uterina" o

"esistenza natale.", scrive come segue, e io lo cito

a lungo al fine di comunicare l'importanza di

questa idea. [W] e sono galleggianti,

gestazione organismi, transazioni con il nostro

ambiente, mangiare nel frattempo.

L'ingrediente essenziale in tutte le situazioni

uterini è nutrizionale qualità dell'ambiente. Se

i nostri immediati dintorni sono fallo, sporche,

porti inquinati della malattia e sporcizia, il

motociclo con organismi alieni, allora noi

vacillare e perire. La crescita dello spirito è

esattamente analogo alla crescita l'organismo.

Anch'essa deve essere alimentata e deve avere

la capacità di convertire il suo esperienze in

una transazione nutriente. In breve,

l'organismo umano ha bisogno di due fegati.

L'uno, tradizionale e onnipresente, trasforma il

nostro sangue tra
pagina 176
167 i suoi 500 principali funzioni e

supervisiona l'eliminazione dal nostro corpo di

ammoniaca, batteri, e un assortimento di

detriti, tutti che ci sarebbe veleno. La seconda

è più vago, non avendo analogico fisico. Ma la

sua funzione è simile e cruciale. Questa

seconda fegato mangia il cielo e la terra,

ordina i toni e colori, e fornisce un filtro

attraverso il quale l'ambiente esperto entra

nella nostra coscienza. È questo fegato

spirituale che genera i nostri sentimenti di

nausea, la solitudine, la sorpresa, e di festa. Ed

è questo il fegato che controlla la relazione

labile tra aspettative e anticipazioni da un lato

e realizzazioni, delusioni e fallimenti dall'altro.

Noi non siamo semplicemente in tutto il mondo

in modo da tanto quanto noi siamo del e sul

mondo. A nome di questo secondo tipo di

livering, cerchiamo di evocare le grandi

metafore del tessuto, dell'utero, attraverso il

quale si esistiamo natale. 143 Nel complesso, è

evidente come il punto di vista di Peirce che ci

sia una "tensione" tra organismo e ambiente.

Nature pone sfide, interruzioni, o irritazioni

alla credenza, mentre gli esseri farsi strada

attraverso l'esistenza uterina. In una certa

misura, chiedendo esseri possono sfidare i

corsi stabiliti della natura di abitudine. Dubbi

emergono quando le abitudini non sono più in

sintonia con una natura environing, e il

risultato è che l'equilibrio natale

dell'organismo è gettato fuori del comune.

prospettiva funzionamento dell'organismo può

abbattere, e vita quotidiana può cessare di

funzionare fino a quando viene riparato il suo

funzionamento. Eppure questa tensione tra

organismo e la natura non è senza la

facilitazione perché, come i sintonizza

organismo di riflusso della natura e la portata

stabilisce e impara le abitudini che vi aiuterà a

farlo funzionare con successo. Nature quindi

stimola l'organismo e spinge in una

continuaprocesso di crescita. Come Peirce

messo, "Così è che l'indagine di ogni tipo,

completamente realizzati fuori, ha il potere

vitale di auto-correzione e la crescita "e" è

tuttavia del tutto vero che non ci sono relazioni

tra i fenomeni che finita l'intelligenza deve

interpretare, e veramente interpretare, come

tali adeguamenti; ed egli macarize se stesso

per il suo acerrimo dolori, e benedire Dio per

la legge di crescita con tutti i combattimenti si

impone su di lui. " 144
pagina 177
168 B. sedimentate FEDE E LA FORZA

DELL'ESPERIENZA rottura CREDENZA Gli

organismi mantengono le abitudini di successo

e scartare quelli che non hanno successo

quando sintonizzarsi con il corso di natura.

Alla fine, le abitudini di successo maturano

come le credenze, sedimentazionein un edificio

di fede che diventa stabile, ma flessibile, guida

al cambiamento circostanze. Questo edificio

forme "una massa immensa di cognizione", da

cui il organismo può disegnare le regole

generali per risolvere i problemi. 145 Cioè,

come organismi informarsi, Usano ereditato

insiemi di credenze che hanno dimostrato la

loro utilità nel lungo periodo; stabilito di

valore attraverso l'esperienza individuale,

attraverso l'interazione sociale, o dal lezioni di

esperienza storica e biologica. assestamenti

future di dubbio e la fede can essere effettuata

sulla base di questi insiemi stabiliti di

credenza. 146 Il più generale e fondamentale

gruppi di fede sembrano essere istintiva e

"acritica", e si tramandano per l'organismo dal

corso della storia evolutiva. 147 In questo

modo le vecchie credenze servono come utile

promemoria per nuove credenze che

suggeriscono come si può risolvere irritazioni

simili in futuro che sono stati trattati con

successo in passato. L'accrescimento di

sedimentazione di una credenza non è affatto

un rigorosamente "affare passivo." Peirce non

era un Locke con una dottrina di tabula rasa .

Piuttosto, il suo debito aKant traspare. Per

Kant e Peirce entrambi, gli esseri umani forma

attivamente ciò che incontrare. In mostra

Peirce, le credenze di un essere umano non

galleggiano in uno di prospettiva attraverso

uno sguardo spettatoriale, ma piuttosto entrare

per mezzo di "lotte". 148 Un modo creativo

fusibili selezionare nuove credenze in un modo

efficace. In altre parole, gli esseri umani non

sono spugne che assorbono solo informazioni,

non sono esseri umani tabula rasa nel processo

di apprendimento Processo. La creazione di

fede è un processo consapevolmente

controllato. Peirce ha scritto, "ho
pagina 178
169 usare la parola 'autocontrollo' per

'controllata da sé del pensatore,' e non per

'Incontrollata' se non in proprio, vale a dire,

automatica, auto-sviluppo. " 149 Tuttavia, la

istituzione di credenza non è senza il suo

elemento passivo pure. 150 C'è una certa forza

e costrizione trovato nella in-coming flusso di

esperienza che non si può semplicemente

ignorare chiudendo gli occhi. Peirce ha scritto,

"il reale è quella che insiste costringendo la sua

modo per il riconoscimento come qualcosa di

diverso creazione della mente. " 151 Inoltre, già

credenze stabilite esercitano la loro forza da

un'influenza istintuale. Le migliori organismi

possono fare è quello di utilizzare il loro

edificio della fede nel miglior modo possibile,

inquadrando le credenze attraverso forme

logiche di deliberazione, e le credenze di

lavorazione sotto autocontrollo deliberata

contro in-coming esperienza. 152 Inquirenti

mantengono autocontrollo nel modo in cui

tendono a flusso dell'esperienza e configurare i

suoi pezzi. Il trattamento, a giudicare, e

interpretare di esperienza non è necessario

necessariamente essere un dominio della

volontà umana su di esso, semplicemente

forzando le credenze non idonei in congruenza

con la fede stabilito. Piuttosto, c'è un forte

desiderio di ampliature e la comprensione di

ciò che è , non quello di una fede che è la legge

suprema di indagine. Inchiesta spinge "verso

l'esterno", nella speranza di allargare, e

animando, il proprio sedimento personale

credenza desiderio alterità. Questo non vuol

dire che gli individui cercano di auto-

annientamento o la cancellazione delle proprie

credenze, vanificando in tal modo se stessi

nell'oblio attraverso l'adozione di ciò che è

non-sé. Piuttosto, come Peirce ha messo, la

"legge suprema, che è il celeste e l'armonia di

vita, non tanto in quanto la domanda che le

idee speciali sono cedere il loro particolare

l'arbitrio e il capriccio del tutto; per questo

sarebbe autodistruttivo. E 'solo richiede che

essi devono influenzare ed essere influenzati da

uno con l'altro. " 153 "Celeste di Peirce e

l'armonia vivente, "è quello che io chiamo la"

sintonizzazione "tra organismo e la natura di
pagina 179
170 mente; è la necessità di portare la fede

stabilito in armonia con nuove credenze, degli

altri le credenze, o il cosmo larger-than-sé. Per

mettere la questione più concretamente,

"sintonizzazione" si intende qui che

dell'organismo controllo cosciente di abitudini

individuali dovrebbe rispecchiare le abitudini

dell'universo nel presentazione intenzionale di

fede personale per i suoi movimenti e le sue

proposte per quello che è suggerito di essere

abitudine ragionevole. Così, la mente del

dell'organismo viene da riflettere la natura del

mente per il bene del nutrimento e del

benessere, sia per la fisiologica e spirituale il

successo e la realizzazione. Questa non è una

sintonia emotiva cieca, come il nome di "sentire"

potrebbe suggerire, ma piuttosto

sintonizzazione è una sensazione di esperienza

nell'utilizzo di inchiesta guidata in modo da

unire i comportamenti in armonia con come le

cose sono- "il caso" di ciò che è semplicemente

dato, o quello che alcuni potrebbero dire è "vera"

circa l'esperienza. Col passare del tempo, le

credenze infine entrare in sintonia con proprie

abitudini dell'universo in uno scambio tra il

carattere di vincolo esterno e la riaffermazione

di abitudine. Corrington succintamente spiega

questa idea: "La coscienza è una condizione

necessaria per alcune forme superiori di

autocontrollo ... .In l'egida di autocontrollo, le

abitudini dell'universo diventano la nostra

abitudini. Il sé e il suo mondo diventano

sempre più ragionevole con il passaggio di

tempo." 154 Il mio scopo è quello di attirare

l'attenzione del lettore agli aspetti religiosi di

tale una sintonia con la natura. Più forza

mettere, il tipo di sintonizzazione trovato in

abduzione è la chiave per la diffusione del

divino. Il tipo di consapevole autocontrollo che

Peirce ha parlatoA proposito dovrebbe, come

lo interpreto, riportano alla mente i tipi di

sintonizzazione, o "consapevolezza" che molte

delle religioni del mondo parlano di come sia

necessario per il contatto con il divino. Non è

un fraintendimento lorda di Peirce affermare

che questo è ciò che aveva in mente quando ha
pagina 180
171 ha parlato di autocontrollo. Ad esempio,

ha scritto che "Self-control sembra essere la

capacità di per l'aumento di una visione estesa

di un soggetto pratico invece di vedere solo

temporanea urgenza. Questa è l'unica libertà

che l'uomo ha alcuna ragione di essere

orgogliosi; e questo è perché l'amore di ciò che

è bene per tutti nel complesso, che è la più

ampia possibile considerazione, è l'essenza del

cristianesimo, che si dice che il servizio di

Cristo è la libertà perfetta. " 155 In questa

citazione, Peirce correlato direttamente

l'attività dei religiosi vita con il tipo di libertà

per ottenere controllo cosciente su richiesta,

portando così il auto in allineamento con la

natura. Vorrei anche notare che la frase "in

aumento a un prolungato vista "indica il

movimento di trascendenza -inquiry è il modo

in cui gli esseri umani possonoinfatti

intravedere ciò che è altrimenti occluso alla

vista. Da questo estesa vista si può trovare

spazio per entrare al servizio del divino, per il

servizio al divino è perfettamente libero. In

altre parole, la sintonia con la natura non è un

atto ciecamente obbedienti, è il accettazione

della propria libertà dell'essere umano di agire

come agente, altrimenti umana Gli esseri

avrebbero "accettare di essere determinato" e,

quindi, cadere preda di desideri innati.

Presagendo il capitolo successivo, Heidegger

va ancora più lontano nel considerare la

libertà come "Più che umano", in quanto si

sostiene che esso ha origine nella libertà di

essere. 156 Per citare David Jeremiah

Higgens, "Peirce più si avvicina questa

posizione quando. ... Lui concede numinosità

alla libertà, dicendo che non abbiamo mai in

grado di essere immediatamente consapevoli di

finitezza, o di qualsiasi cosa, ma una libertà

divina che nel proprio primità originale non

conosce limiti ". 157 E Peirce e Heidegger

nuovo toccano punti filosofici quando Il

concetto di Heidegger di Gelassenheit afferma

l'atto libero di concedere l'Essere

ditrascendenza. William Richardson osserva

che "La libertà è libertation, sc. Lasciando-

essere,
pagina 181
172 quindi non principalmente un 'atto della

volontà', ma un processo puramente ontologica

dello stesso ordine come, "di fatto identica, ci

benessere come trascendenza. 158 Mentre il

servizio a Cristo e alla libertà di ricerca per

trovare Cristo possa essere in disaccordo con

lo spirito più generalizzante d'indagine in

quanto una metafisica specificamente cristiano

designa termini specifici a ciò che è più

generale, alcuni commentatori osservano che

La religiosità di Peirce non avvalsa di intese

alternative di servizio al divino. Ejsing, per

esempio, scrive che Peirce "usato terminologia

cristiana abbastanza generale per adattarsi

altre tradizioni religiose ", e lei continua che di

Peirce" posizione teologica è più generalmente

religiosa di specificamente cristiano. " 159 Il

kernel religiosa presente in Peirce conto di

sequestro punta a una struttura di base comune

a molte delle religioni del mondo: la struttura

finita, infinita, e il veicolo di esperienze

trascendentali andare "in- tra "il finito e infinito.

La consapevolezza di "betweenness" si riferisce a

ordinario la vita umana trasformata in sacro, e

questa forma di trascendenza attira questo

ordinarietà verso il sacro. 160 presentazione

volontaria alla forza di questi trascendente

esperienze implica l'umile atto del finito stesso

riconoscendo come finito, e liberamentecosì,

prima che il creatore infinito (dovrei dire la

creazione infinita ?), che è il co-

authoringpotere creativo della vita. Tale

struttura di trascendenza è, credo, un concetto

unificante Tra molte delle religioni del mondo.

A mio avviso, il rapimento è pensato per essere

la "scintilla vitale" che permette di sentimenti di

trascendenza a verificarsi. Questa scintilla

vitale può essere estinto, però. Se gli esseri

umani concentrare tutta l'attenzione sulla

definizione di concetti rigidi di Dio, piuttosto

che su il sentimento del divino presenza viva e

permettendo che la presenza di dirigere

attivamente la condotta di vita, allora tutto è

ha perso, per la libertà e l'attività coinvolta nel

culto religioso soccombe alla dogmatica
pagina 182
173 tentare di costringere quello che l'idea di

Dio significa, piuttosto che permettere gli

effetti della culto religioso per attecchire e

fiorire in condotta pratica. Peirce ha scritto

che concentrandosi sul concetto di Dio,

piuttosto che la presenza viva del

divinoprovoca una degenerazione nella

religione da una percezione di un trust, da un

trust per un credenza, e la convinzione di

diventare sempre più astratto. Poi, dopo un la

religione è diventata un affare pubblico, litigi

nascono, per risolvere i quali parole d'ordine

sono redatto. Questa attività ottiene nelle mani

dei teologi: e le idee di teologi sempre

sensibilmente differiscono da quelli della

Chiesa universale. Essi palude religione nelle

dispute logiche fallaci. Pertanto, la tendenza

naturale è di il disegno continuo sempre più

stretta dei limiti restringimento della dottrina,

con sempre meno attenzione l'essenza vitale

della religione, fino a quando, dopo un po

'Symbolum quodcumque ha dichiarato che la

salvezza di ogni individuo assolutamente e

quasi dipende esclusivamente al suo divertente

un corretto metafisica del Divinità, la scintilla

vitale di ispirazione diventa finalmente del

tutto estinta. 161 Eugene Halton mette il punto

in questo modo: Ci sono cablati per ammirare

in natura, e questo riverire sintonia non

richiedono un concetto di Dio. Anzi, al

contrario. Lo sviluppo di concetti di Dio ...

.represent lo sviluppo di alienazione umana da

quello che potrebbe essere chiamato la

presenza divina dell'universo vivente. Cioè, il

concetto di Dio è la staccando dalla diretta,

sentita partecipazione alla creazione

dell'universo, dal partecipazione al Creatore,

considerata come presenza sentita piuttosto

che concetto. Se, come Peirce ha affermato, la

religione è la poesia completato, poi

meravigliandosi natura, senza e all'interno è il

completamento della religione. 162 Invece di

armeggiare con le definizioni di Dio, della

massima importanza è, come Peirceha

dichiarato di mantenimento "uno spirito di resa

totale alla forza maggiore di esperienza, o

laCorso della vita; ed è attraverso tale

abnegazione che ogni potere viene ... .Mentre

dettagli del dogma sono al di là della sua

provincia, si favorirebbe piuttosto

cristianesimo vecchio stile, rispetto a qualsiasi

tentativo di fare una metafisica christianoidal

servono al posto della religione. " 163
pagina 183
174 Prima di chiudere questa sezione, vorrei

aggiungere una citazione finale da Corrington.

lui riassume eloquentemente la traiettoria delle

idee presentate qui finora. Il dubbio è superata

attraverso il potere persuasivo di sequestro,

che a sua volta serve la crescita della

ragionevolezza nel mondo. Nell'esame di

Peirce maturo la metafisica, vedremo come si

lega l'amore, l'evoluzione, la continuità, e

creativo avanzare insieme in una cosmologia

che sottolinea teleologia di sviluppo in un

obiettivo universo diretto ... .Peirce fa

l'affermazione audace che l'universo nel suo

insieme (se tale frase essere consentito) è

abduttivo nel suo essere interiore, sempre alla

ricerca di più generali in base al quale

sussumere e spiegare i casi ... .Se siamo onesti,

non possiamo evitare di comunione con Dio.

L'obiettivo finale di pragmatismo è dunque

religiosa. Studiamo la logica del sequestro in

modo da poter entrare in comunione con Dio.

164 IV. "ARGOMENTO trascurate" Peirce:

APERTURA una dimensione sacra

Dell'esperienza umana A. IL "ARGOMENTO

trascurate": LA SUA STORIA E STRUTTURA

Peirce ha lasciato vaga e indeterminata le

implicazioni di utilizzo di sequestro come

meccanismo di ricerca oltre che del regno

scientifica. Forse questa era la sua volontà

intenzione, o forse è possibile che egli

semplicemente non hanno il tempo o le risorse

per delineare e descrivere le esperienze di

abduction in altre aree di indagine al di là di

quella del suo aree immediati di

preoccupazione, che erano la logica e

semiotica. E 'comunemente accettato, tuttavia,

che il pensiero poi di Peirce tendevano a

gravitare verso le questioni di religione, e la

sua esperienza mistica del 1892, all'età di 52

anni, potrebbe aver avuto qualche influenza

sulla sua la volontà di parlare direttamente

alle questioni religiose verso la chiusura di due

decenni della sua vita. 165 Come Corrington

sottolinea nel suo introduttivo capitolo

biografico sulla vita di Peirce, giustamente

intitolato "di Peirce Malinconia", le prove e le

tribolazioni che Peirce affrontato nel suo anni

dopo (post-1890 mentre viveva a Milford,

Pennsylvania) avrebbe potuto lui posto in un
pagina 184
175 situazione dove ha cercato spirituali

applicazioni di filosofia. 166 Una bozza di una

lettera che Peirce ha scritto a James nel 1905

sta dicendo su questo punto: "Pensare del vero

teista del Dio è reale balsamo per il cuore. Si

consola uno per le proprie mancanze. mi sento

meglio già per la scrittura di questa pagina. La

mia miseria è alleviato. " 167 Mentre a Milford,

Peirce ha cominciato a contemplare i misteri

dell'universo nei suoi scritti cosmologici del

1890, e ha insistito sul fatto che la ragione

umana, sentimento, e il rapimento erano

l'essenziale ingredienti di venire a capire posto

dell'umanità nel cosmo. Un caso eccezionale di

Peirce prese direttamente con l'applicazione

del sequestro ad un religioso domanda, quella

di Dio esistenza, si trova nel suo ultimo

articolo pubblicato scritto nel 1908 per la

Hibbert Journal , "un argomento trascurato per

la realtà di Dio." 168 In tale articolo si ritrova

come abduzione è la chiave di volta alla teoria

di un processo di durata di Peirce d'inchiesta,

o di quello che ho in precedenza anche

identificato come "la logica delle relazioni."

Ejsing spiega come nel suo articolo "trascurato"

Peirce "lottò per chiarire ... .in sua più nuda

modulo. ... la definizione del processo di

percezione umana come attività di auto-

controllato iniziazione e una disposizione di

sottomissione ricettivo. Per Peirce, questo si

riferisce direttamente alladifficile questione di

autocontrollo razionale nel processo di

ragionamento: quello che è, e la i dettagli delle

sue funzioni. " 169 Nel suo saggio, si vede

l'equilibrio di controllo razionale e un resa

ricettivo alla forza di esperienza, cioè, si vede

il rapimento al lavoro nella zona della filosofia

della religione. "Argomento Neglected" di Peirce

è una dimostrazione assertivo sostenendo che

chi riflette sulla natura del cosmo sarà

naturalmente portato ad una credenza in Dio.

Tale convinzione istintivamente si fa avanti

come un feltro ipotesi "ipotesi migliore" in

abduzione. L'ipotesi è poi "testato" in virtù della

condotta pratica che ispira. Peirce
pagina 185
176 saggio non offre argomentazione che si

conclude con una proposta di metafisica

teologia circa l'esistenza di Dio. Piuttosto, ha

sostenuto circa la realtà di Dio. Perché Dio

non è semplicemente un oggetto spazio-

temporale, Peirce pensava che ammonta a il

feticismo per dire che Dio esiste. 170

Ricordiamo dal Capitolo Due che, per Peirce,

la realtà era un termine più ampio che

comprende ciò che esiste, ma non è sinonimo di

esso. Parlando fenomenologicamente, Peirce

ha sostenuto di un'esperienza della realtà di

Dio nella la formazione di ipotesi. Egli non ha

cercato di offrire una prova dell'esistenza di

Dio per sé .Anderson descrive sinteticamente la

struttura di tre parti dell'argomento, o che cosa

egli identifica come i pezzi di Peirce "argomento

nidificate." Anderson scrive: leader di

Musement ad una credenza e l'adorazione della

realtà di Dio costituisce ciò che Peirce ha

chiamato il 'argomento umili,' il primo dei tre

argomenti che, annidato insieme, compresa la

sua piena 'argomento.' Il secondo argomento

del nido-the 'argomento proper' forme

trascurato il compito modesto di valutare la

semplicità e l'universalità dell'argomento umile

e di identificare come un caso di credenza

istintiva ... .Infine, il terzo argomento, che

chiamerò il 'scientifica argomento, 'ha

mostrato come l'argomento umile può anche

essere interpretato come un istanza di una

prima fase di indagine, come un rapimento o di

retroduzione. 171 Prenderò in considerazione

argomento pieno di Peirce, il disegno

distinzioni tra i suoi tre pezzi e tappe lungo il

percorso. Rispettivamente, i tre pezzi

dell'argomento nested saranno rappresentato

dalla seguente sigla: HA = argomento Humble

NA = argomento trascurato SA = argomento

scientifico 172
pagina 186
177 B. PENSIERO religioso e scientifico

SHARE INCHIESTA A COMUNE MODULO di

inferenza Il "Argomento Neglected" inizia

puntando su un esercizio mentale chiamata

"Musement interpretativa." E 'stata vista di

Peirce che, se il permesso di fare il suo corso,

musement dovrebbe probabilmente venire a

ipotizzare la realtà di Dio. Guardando avanti

fino alla fine del questo capitolo, musement

nella sua forma più potente è un possibilizing

abduttiva sulla motivo per il proprio essere di

natura. Come interpreto Peirce, musement è

una forma primordiale di inchiesta abduttiva

che può iniziare con lo shock e la rottura di

Firstness-sensazione quando le proprie

credenze e le abitudini stanziali sono colpiti da

qualche fenomeno della natura. Tornerò questo

tema momentaneamente, ma per ora è

sufficiente dire che in una musement contempla

ragione della natura d'essere. Il Muser,

secondo Peirce, mediterà sui vari universi di

esperienza-Firstness, Secondness, e Terzità-e

venire a essere colpito dalla "somiglianze e

regolarità", i "Omogeneità di connessione", e la

"Varietà indicibile" della natura, riflettendo come

"Tutte le universi ... .exhibit qualche forma di

crescita e una caratteristica universale della

crescita è preparato in fasi precedenti per

quest'ultimo stadi ". 173 Per spiegare che

l'universo cresce e che le sue parti entrano in

connessione, questa linea di ragionamento

inevitabilmente suggerire la mancanza di

qualsiasi tipo di determinazione metafisica

modo che un universo in evoluzione potrebbe

essere. Che la mancanza di determinazione è la

possibilità, o la possibilità, che si trova in

tychism di Peirce. Tuttavia, dopo ulteriori

considerazione, anche possibilità e la crescita

devono richiedere qualche spiegazione.

L'ultimo domanda diventa allora, che il potere

rende possibile un tale universo? Peirce

riassunte questa linea di indagine nel modo

seguente:
pagina 187
178 Da speculazioni sui omogeneità di ogni

universo, il Muser sarà naturalmente passare

alla considerazione di omogeneità e

connessioni tra due universi differenti, o tutti e

tre. Soprattutto in tutti troviamo un tipo di

occorrenza, quella di crescita, si consistente

nelle omogeneità di piccole . Parti ... In

crescita, inoltre, troviamo che i tre Universi

cospirano; e un universale caratteristica di

esso è prevista per fasi successive a quelle

precedenti. Questo è un esemplare di alcune

linee di riflessione che inevitabilmente

suggerire l'ipotesi di Dio La realtà. Non è che

tali fenomeni potrebbero non essere in grado di

essere rappresentato per, in un certo senso, per

azione del caso con il minor dosaggio

concepibile di un maggiore elemento; Infatti,

se da Dio essere inteso il necessarium Ens, che

molto ipotesi richiede che tale dovrebbe essere

il caso. Ma il punto è che questo genere di

spiegazione lascia una spiegazione mentale

altrettanto necessario come prima ... .Ma

Comunque sia, nel gioco puro della Musement

l'idea della realtà di Dio sarà sicuro prima o

poi si trovano una fantasia affascinante, che il

Muser si svilupperà in vari modi. Più si riflette,

più troverà risposta in ogni parte della sua

mente, per la sua bellezza, per la sua fornitura

di un ideale di vita, e per la sua accuratamente

soddisfacente spiegazione di tutto il suo

ambiente triplice. 174 Secondo la tesi di

Peirce, la proposta iniziale della realtà di Dio

sarà così convincente che non si può fare a

meno di amore e adorare l'idea in tutta la sua

praticità. lui ha scritto, da quello che so degli

effetti della Musement su me stesso e gli altri,

che ogni uomo normale che considera le tre

Universi alla luce dell'ipotesi di Dio della

Realtà, e persegue quella linea di riflessione

con semplicità scientifica del cuore, verrà a

essere mescolato nelle profondità della sua

natura dalla bellezza dell'idea e dalla la sua

praticità mese di agosto, fino al punto di amare

sinceramente e adorando il suo strettamente

Dio ipotetica, e per quella di desiderare sopra

ogni cosa per modellare l'intero condotta di

vita e di tutte le sorgenti di azione in

conformità a tale ipotesi. 175 Tale in sintesi è il

"Argomento trascurato", o NA. In un "Additament"

per il suo saggio, Peirce ha rotto il NA in HA,

NA e SA nido di tre argomenti. Dopo aver

discusso la NA, Vengo ora alle altre due pezzi

del nido.
pagina 188
179 L'HA mette in evidenza il ruolo del

sentimento e dell'istinto nella affermazione del

NA che chiunque può meditare probabilmente

seguire una linea di ipotesi alla realtà di Dio.

Peirce pensavano che i teologi non hanno

capitalizzato su come il NA e HA si incastrano.

lui credevano che teologi hanno trascurato il

fatto che vi è una tendenza naturale o l'istinto

alla ragione verso Dio, e che questo istinto non

è dissimile l'istinto che guida le credenze di

ricerca scientifica. Nel HA, per esempio,

sensazione può essere efficace nel processi di

pensare e trattare con il cosmo. Come gli

organismi tendono naturalmente verso stati di

equilibrio e di equilibrio e l'uso l'istinto di

trovare quegli stati di solito senza troppi errori

Peirce ha fatto capire che l'istinto è utilizzato

per tendere verso spirituale equilibrio. In virtù

della HA, si vede come, quando a sinistra per i

suoi dispositivi propri sentimenti, cercherà le

fonti necessarie per superare le irritazioni.

L'obiettivo di Peirce in HA, poi, è stato per

indicare come le esperienze di Firstness-

sentimento può "a casa" in un ambiente naturale,

ma spirituale, telos -e questo telos applica

comunemente a tutti gli esseri indagatore, "alto

e basso allo stesso modo." 176 Una necessità

consentire solo le tendenze di una coscienza

primordiale contenuta all'interno della propria

è quello di trovare la sua strada, che

naturalmente zero in su la fonte stessa della

coscienza creazione. Pierce si esprime così: "da

Dio, aprire gli occhi - e il tuo cuore, che è

anche un organo percettivo - e lo vedi ". 177

Anderson traccia un collegamento tra l'HA e

NA. Egli identifica un terzo momento nel

saggio di Peirce, che egli titoli del 'SA' o

"argomento scientifico." 178 Egli osserva come

Peirce sottolineato che il pensiero scientifico

utilizza le tre forme logiche di ragionamento:

induzione, deduzione, e il rapimento. 179 Egli

osserva come il punto di vista di Peirce,

l'attività di musement e ragionamento

scientifico condividono la forma logica comune

di sequestro. 180 Questo è un punto sottile, ma

cruciale. Peirce credeva che il comune affinità

di abduzione tra i
pagina 189
180 HA, NA e SA rafforza la tesi per la realtà

di Dio, perché dimostra che il stesso tipo di

pensiero operativa nel ragionamento

scientifico è operativo nel pensiero religioso, e

il pensiero scientifico ha avuto molto successo

nella spiegazione dei fenomeni. Ancora, il

lettore deve tenere a mente che, come un conto

fenomenologico di una realtà religiosa, Conto

fallibilista di Peirce della ricerca scientifica

non ha cercato di dimostrare fenomeni, masolo

caratterizzare e spiegare i fenomeni. Peirce ha

descritto il terreno comune trovata tra richiesta

abductive sia in musement e nel pensiero

scientifico in seguito modo: Lo studente,

applicando alle proprie abitudini addestrati di

ricerca l'arte della logica analisi ... .compares

il processo di pensiero del Muser sulle tre

Universi con alcune parti del lavoro della

scoperta scientifica, e ritiene che il 'Argomento

Humble' non è altro che un esempio del primo

stadio di tutto questo lavoro, la fase di

osservare i fatti, o variamente riorganizzarli e

di ponderare loro fino a quando, con le loro

reazioni con i risultati di precedenti esperienze

scientifiche, c'e 'evoluto' ... .Un ipotesi

esplicativa. 181 Qui si scopre che Peirce ha

rivelato la linea abduttiva della NA di funzioni

di indagine al confine tra le percezioni sulla

base di sentimento (compreso l'istinto) in HA, e

inchiesta basata sul ragionamento scientifico

in SA. 182 Anderson afferma che la linea di

fede che porta alla realtà di Dio inizia, quindi,

a operare in due direzioni. Una direzione è di

servire come base per la condotta di vita, la

altro è per indagare gli esseri di perseguire

come una linea di ipotetica riflessione. 183

Anderson scrive, Pieno credo religioso, quindi,

equivale a una convinzione che incorpora

entrambe le dimensioni dell'argomento umili

[la NA e la SA]: la dimensione acritica che si

pone
pagina 190
181 attraverso giudizio percettivo e la

dimensione fallibili che attende il suo status

ipotesi. Questi due lavori in dipendenza

reciproca. Peirce 'sposato' la scienza e

religione non riducendo uno all'altro, ma

portando loro insieme come momenti continui

in un solo argomento per la realtà di Dio. Ha

riconosciuto che questo prodotto una tensione

all'interno convinzione; Tuttavia, egli ritiene

che questa tensione sia uno sano. La vaga, Dio

pratico ha prodotto una fede che ha permesso

per la credente a stabilire abitudini per

soddisfare le esigenze vitali della condotta di

vita. Al stesso tempo, l'ipotetico Dio temperato

la tentazione di preciso di Dio vaghezza in

modo dogmatico. 184 Così, la propria risposta

istintiva per l'idea stessa di Dio può essere

dimostrata con il stesso potere che si trova

dietro la ricerca scientifica. In considerazione

di Anderson, la NA disegna la HA fuori dalla

sua "soggettività" e "regali esso "descrivendo la

sua istintività. 185 Anderson poi continua a

sostenere che non è fino a quando tutti e tre i

pezzi del nido si consumano, che si può dire

che c'è un discussione. 186 La fede religiosa,

dice, non dovrebbe rimanere al livello della

HA, ma piuttosto dovrebbe viaggiare

attraverso la NA e SA, perché ogni pezzo del

nido "coinvolge" l'altro. 187 Eppure, ogni pezzo

ha anche i suoi potenziali pericoli. L'HA o la

"mistica elemento "è il più essenziale, ma il più"

pericoloso ", la NA è la" guida sobrio azione ",

ma può perdere il lato spirituale della HA, e la

SA ha bisogno sia della NA e HA ma può

"diventare un argomento regolare" a scapito

della conclusione. 188 Nel fine Anderson

afferma che appellandosi alla HA è normale,

perché "è ciò che naturalmente fare." 189 Come

tale, è il più intenso ma in qualche misura

anche la parte più ascientifico dell'argomento,

perché può rimanere e dimorare nel

sentimento, e si può non tener conto aspetto

controllata di sequestro del tutto. 190 Ejsing

rende l'osservazione interessante che Peirce ha

fatto musement una "applicazione razionale", e si

chiede se è davvero possibile provocare un

incontro con Dio attraverso razionalizzata

musement, o se uno
pagina 191
182 ha bisogno di un tipo di atteggiamento

distaccato per ricevere, ciò che può o non può,

presentarsi. 191 Detto in modo diverso, le

domande di Ejsing che se la meditazione

"giocoso" probabilmente conduce a Dio, allora

la natura "razionale" di questo atto meditativo

potrebbe essere disegnato in discussione.

Ancora, tuttavia, nel suo complesso, argomento

trascurato di Peirce si accende il potere di

sequestro di caratterizzare fenomeni.

L'argomento è un modo per avventurarsi

ipotesi sui fenomeni a prescindere di qualsiasi

suoi tre pezzi si sceglie di concentrarsi su. C.

FEELING numinoso: una dimensione sacra

dell'esperienza umana Ho insistito sul fatto che

la magnificenza e il mistero del cosmo possono

disturbare Gli esseri in meditando su

caratteristiche ultimo e più pervasivi della

natura. Come tale, la natura può essere un sito

per la divulgazione del divino. Questo è

possibile perché abduttiva inchiesta, chiamata

"musement" in NA, è il meccanismo che permette

al divino comunicazione in senso numinoso.

192 "Sensazione Numinous" è un sentimento

sacro dei divini di manifestazione e presenza.

Essa trova prove tramite stati di soggezione,

overpoweringness, urgenza, maestà, o alterità.

193 In questa sezione si discuterà di come i

prompt della natura sensazione numinous

offrendo le proprie apparizioni e lavorazioni

come stimolante fenomeno per l'inchiesta

abduttiva. Attirerò analogie tra sentimento e

numinoso Firstness, sostenendo che Firstness è

un terreno di sentimento e di possibilità che

sfugge diretta l'ispezione, ma può comunque

essere sentito come rivelare una dimensione

sacra di umana Esperienza. interruzioni

iniziali della natura nella convinzione risolta

possono assumere molte forme: una scioccante

terremoto, un potente tornado, o una stella che

esplode. La pura potenza e vastità la natura

certamente può richiedere la meditazione del

umani inquirenti, come ha fatto quando un

recente
pagina 192
183 terremoto il 18 aprile esimo 2008 a

Carbondale, Illinois indotto molti a scoprire

che vivevano sul bordo della linea di faglia

"New Madrid", una zona sismica che se

disturbato potrebbe distruggere gran parte del

Midwest. L'attività sismica disturbato questa

linea di faglia il 7 febbraio esimo , 1812, e di

conseguenza un terremoto 8,0 inghiottito la

città di New Madrid, Louisiana Territorio (ora

lo stato del Missouri.) 194 I tremori di quella

sisma si sono fatti sentire in un raggio di 50

mila miglia quadrati, suonare le campane della

chiesa a Boston e screpolature marciapiedi a

Washington, DC 195 Nel caso del 18 aprile

esimo 2008 terremoto, credenze sulla relativa

sicurezza Southern Illinois 'e sicurezza da

naturali disastro sono stati molto rapidamente

interrotto e contestato. Ma ancora una volta, i

suggerimenti della natura per l'inchiesta non

devono necessariamente essere distruttivo

eventi. Un bel tramonto o in autunno prato può

causare uno per sedersi e guardare i colori del

cielo o accuratamente ascoltare il fruscio degli

alberi in testa. Il maestoso, misterioso, e belle

"funzionamento della natura" sono solo le

circostanze giuste per condurre investigatori in

un modo attento di musement. Si può sentire gli

uccelli e perseguire bird watching e

ornitologia, o si potrebbe vedere un solare-

eclisse e cercare di scoprire i fatti di

astronomia. In questi casi, dovrebbe essere

chiaro che la natura è perfettamente in grado,

e con forza così, impegnativo e stimolante

convinzione in tal modo che conduce organismi

nel processo di indagine. Peirce certamente

pensato tanto; ha scritto: "L'alba e il crepuscolo

più invitano a Musement; ma ho trovato nessun

orologio del nychthemeron che non ha un

proprio vantaggi per l'inseguimento. Si inizia

abbastanza passivamente con il bere in

l'impressione di qualche angolo in uno dei tre

universi. Ma impressione passa ben presto in

attento l'osservazione, l'osservazione in

meditazione, meditando in un dare e prendere

vivace di comunione tra sé e sé ". 196
pagina 193
184 Utilizzando il meccanismo di sequestro, si

potrebbe rilevare una potenza divina al lavoro

in le stesse apparizioni della natura. Attraverso

un dare-avere "comunione" tra l'essere e il

cosmo, i tentativi di abducer possibilize ipotesi

che rappresenteranno il feltro potenza

percepita essere al lavoro all'interno della

natura inquietante sensazione e spingendo

inchiesta. Se NA di Peirce è corretta, questa

linea di possibilizing probabilmente suggerire

che la realtà di Dio è presente nel

funzionamento della natura. Quando

funzionamento della natura spingono il

ricercatore in linee di ipotesi circa la divina, è

Firstness che è il sentirsi fuori di quelli linee di

ipotesi. Questo prende la forma di

possibilizing, discusso in precedenza in questo

capitolo. Possibilizing in abduzione può

iniziare solo una volta qualche aspetto della

Firstness-feeling travolge uno in modo tale che

essi sono spinti vicinanza a una specifica linea

di ipotesi. Si può sentirsi sopraffatti, preso, o

semplicemente stordito da un fenomeno dila

natura e decidere di possibilize sulla natura di

questa esperienza. In un lampo di meraviglia il

ricercatore può iniziare a meditare, sognare,

congetturare, o mettere in discussione lungo

qualche linea di indagine per conto per la

spiegazione del fenomeno. Peirce ha scritto,

per esempio, che Il suggerimento abduttiva

viene a noi come un lampo. Si tratta di un atto

di intuizione, anche se intuizione di

estremamente fallibile. È vero che i diversi

elementi dell'ipotesi erano nella nostra mente

prima; ma è l'idea di mettere insieme quello

che avevamo mai prima sognato di mettere

insieme che lampeggia la nuova proposta

prima del nostro contemplazione. 197 In questo

modo il momento possibilizing trovato in

abduzione può essere interpretato come simile

il tedesco Augenblick , la "risoluta, estatico,

rapimento in cui Dasein è portato via auna

visione di qualsiasi possibilità sono incontrato

l'attuale situazione fattizia. " 198
pagina 194
185 Quando si confronta con la natura nella

sua potenza accecante, la forza spaventosa, o

stordimento aspetto istintuale bellezza, di

Firstness-sentimento ha, in sé e per sé, alcuna

ragione per indagare diverso dal re-

insediamento di credenza. Si potrebbe dire che

Firstness-sensazione brama una stabilì stato di

credenza e possiede un proprio slancio verso

sensibilità e la mente completato. Nelle parole

di Peirce, "tutto ciò che è primo è ipso facto

senziente." 199 Ma questo desiderio verso mente

o sensibilità è dipendente da una capacità, una

potenza , o libertà di farlo. C'è qualche

caratteristica di fondo di sentire che, pur

concomitante con sentimento, tuttavia le

consente di tendere verso stabilizzazioni e

generalizzazioni. Che libera e spontanea "Primo

elemento" o "terra" come lo chiamo io, è

Firstness-possibilità. Come ha scritto Peirce,

"The molto prima e più fondamentale elemento

che dobbiamo assumere è una libertà, o del

caso, o spontaneità. " 200 Firstness-possibilità

è la spontaneità e la libertà di Firstness-

sensazione. Entrambi gli aspetti costituiscono

la categoria primordiale di Firstness su un

piano di parità. Firstness-possibilità rende

necessario che Firstness-sentimento non hanno

capitale-r esterna "Ragione" dominante e

determinante nel corso delle indagini di un

ricercatore in natura. Firstness-sensazione può

desiderare la razionalità, ma è, in sé, non del

tutto razionale a causa della mancanza di

determinazione e possibilità modal presente in

essa. Firstness- possibilità garantisce la natura

spontanea e priva di Firstness-sentimento.

Firstness- sensazione, d'altra parte, è

l'esercizio di Firstness-possibilità. Firstness è

quindi un terra meno determinato rispetto a

quella delle legislazioni degli Terzità

generalità o il reazionario bruteness di

Secondoness realtà. In architettonica

complessiva di Peirce, Firstness trova la sua

espressione come la mancanza di necessità

nello sviluppo del cosmo, così come all'interno

l'esercizio della libertà trovata all'interno

richiesta. Ha affrontato più direttamente questa

libertà in il saggio "La dottrina della necessità

Esaminato" (1892) 201 In questo saggio la

questione in
pagina 195
186 domanda è casuale, ma il caso è sostenuta

dalla domanda metafisica della realtàdi libertà

e spontaneità. Come ha scritto Peirce, "quando

parlo di possibilità, io impiego solo termine

matematico per esprimere con precisione le

caratteristiche di libertà o di spontaneità." 202

Questa natura spontanea e priva di Firstness è

ciò che permette numinoso sensazione di venire

su come esseri possibilize l' ultima ipotesi per

l'essere della natura.Corrington riassume i

punti precedenti nel modo seguente: C'è una

sorta di logica interna a Musement nel senso

che procede da un attento stato verso uno stato

di puro gioco, che a sua volta lascia il posto ad

una comunione con Dio ... .Questo senso di

comunione, un tipo di connessione erotica

platonica con la terra del mondo, facilita una

migliore comprensione della natura della tre

universi e le loro connessioni. ... irritazioni

particolari e irruzioni sono trattati dalla

induttiva specifica, deduttiva, e le strategie di

abduttivi. L'ultimo irritazione, l'ultimo dubbio,

riguarda il 'perché' delle tre universi di

Esperienza. 203 La spontaneità di Firstness si

traduce nel carattere giocoso e privo di

musement, o quello che Peirce chiama "puro

gioco." 204 Peirce ha dichiarato, A volte ho

avuto a metà incline a chiamarlo rêverie con

una qualifica; ma per uno stato d'animo così

antipodi di posto vacante e sognante tale

designazione sarebbe troppo straziante un

disadattato. In realtà, si tratta di puro gioco.

Ora, giocare, tutti noi so, è una vivace

esercizio dei propri poteri. Pure Play ha regole

... .E soffia dove vuole. Non ha scopo, a meno

che la ricreazione. 205 Mentre Peirce descritto

musement come cure gratuite e spensierato, la

risposta di natura indagine e musement

potrebbero non essere così spensierato, o in

natura, tutto il tempo. Infatti, la natura può

essere molto crudele. A mio avviso, la "cura

libera" carattere di puro gioco può assumere un

doppio senso di significato. "Cure gratuite" può

essere una risposta ad una natura che è "senza
pagina 196
187 cura "per le esigenze dell'essere umano, i

desideri, e desidera, oppure può essere

mantenuto in Peirce senso previsto. Che la

natura può essere senza cura per l'essere

umano è stato un'idea espressa da George

Santayana che ha descritto nel saggio,

"Naturalismo, Sad" (1905) 206 Il tesi era che la

tristezza è il volto della natura che non si

forma o fare. In qualche casi, si può intendere

la natura come essere senza alcun scopo o

significato quando le sue forze sembra essere

al di là di un controllo e quando le sue

tendenze sembrano essere senza cura per i

propri desideri e le credenze. Ad esempio, le

forze dell'evoluzione biologica andare sul loro

senso senza riguardo per l'estinzione delle

specie, o il cosmo continua a procedere nella

sua movimenti nonostante la morte di qualche

galassia, tra cui, inevitabilmente, un giorno, la

morte del Via Lattea. Così, i bisogni umani

possono essere ignorate, nonostante quello che

i grandi ambienti di bios o kosmos possono

richiedere.Whitehead sapeva qualcosa di

questo quando ha citato un verso di Alfred

Lord poema di Tennyson "In Memoriam." La

linea legge, "le stelle, sussurra, alla cieca

correre." 207 La linea indica come gli esseri

umani sono "in uno stato di debito" per la

natura, per utilizzare il frase da Buchler,

perché uno di credenze e desideri in ultima

analisi, dipendono da ciò che il cosmo sarà o

concedere o negare. 208 Come la natura si

muove per la sua strada, a volte senza

considerazione positiva alle proprie creature

espulsi, quelle creature eventualmente

ricavarne un senso che la propria crescita e la

sopravvivenza dipende in ultima analisi un

ambiente e potenza molto più grande di

qualsiasi individuo di sé. Questo senso di

debito con l'universo è quello che in

precedenza nella storia spinto Schleiermacher

ad affermare che la religione ha inizio nei

singoli sentimenti di "finitezza e dipendenza ",

che" deve accompagnare tutti coloro che hanno

realmente una religione. " 209 Là è uno stato di

debito e di dipendenza, come lo spirito umano

si sviluppa nella storia, ma la sua
pagina 197
188 dipendenza è diminuito fino a quando gli

esseri umani sono portati in unione con la

mente divina, secondo il sistema di Peirce.

Come Peirce ha messo, "In generale, Dio è

perennemente crearci, che si sta sviluppando la

nostra vera virilità, la nostra realtà spirituale.

Come un buon insegnante, Lui è impegnati in

noi distaccarsi da una falsa dipendenza da Lui.

" 210 L'organismo può saldare il proprio debito

con la natura, nonostante le condizioni che la

minacciano con l'annientamento. Questo debito

può essere rimborsato senza conseguenze per

l'organismo e può morire in pace, o, la natura

può decidere di incassare in cui la morte vasta

individuo o galassia è il risultato. Tale può

causare alcuni investigatori di sentirsi terrore

e disperazione, ma può anche approfondire il

loro senso di pietà verso la natura. Ad esempio,

Schelling ha detto che i religiosi esperienze

spesso iniziano in "un velo di malinconia", dove

"il terreno più scuro e più profondo nella natura

umana è 'Longing'. . . è malinconia. " 211 E

Corrington lega direttamente il suo la

religiosità per le sue lotte come un maniaco-

depressiva. 212 pietà religiosa può trovare la

sua espressione nel terrore prima potenza della

natura, la Di conseguenza è il sentimento di

dipendenza totale dalla volontà percepita di

natura che è, in Alla fine, al di là del controllo

umano. Otto chiamato un tale sentimento

"awefulness." 213 Uno Maggio tremore in

soggezione di fronte al potere della natura per

terminare, apparentemente a volontà. Tale

timore è qualcosa di spettrale in esso che fa sì

che il ricercatore per vedere il cosmo come

diverso, perturbante, o nella storia delle

religioni primitive, "inquietante" o "strano". 214

Otto ha scritto che prima soggezione il divino

può produrre un abbraccio solenne e pio del

potere divino di incassare la sua debiti e

distruggere. A suo avviso, è dal punto di vista

dell'individuo umano che un soggezione del

potere della natura è responsabile della

produzione di un rapporto personale con ciò

che è awe-inspiring. 215 In particolare, ha

sostenuto che Otto senso di sé di un individuo,

o di "Creatura coscienza," dipende da come

questi poteri divini sopraffare la
pagina 198
189 creatura, sia che si tratti spaventoso,

causando terrore e la disperazione, o indurre

un timore mistico il potere della natura. Il

disturbo della coscienza creatura introduce

una struttura trascendentale tra il finito e

l'infinito, per cui le credenze sono disturbati,

dell'organismo "ordinario" modo di vita è

disturbato. Ciò che è "Totalmente Altro" trova il

suo primo accenno, anche come ipotesi, in un

sentimento di numinosità all'interno

dell'esperienza umana ed è la natura di

intrusione nella coscienza creatura ordinaria

che stimola questa sensazione. Dichiarato

diversamente, i guadagni ordinaria il surplus

manifestazione "heirophanic" del divino e

trasforma così nella "straordinario." Guardando

avanti alla sezione di questa chiusura capitolo,

la rivelazione di questo straordinario volto

della natura è attraverso un finito e infinito

contrasto in "evento estatica." Nel caso in estasi,

gli organismi inquirenti finiti acquisire una

senso della propria finitezza nel sentimento

numinoso, ma entrano in un sentimento di

comunione con ciò che è "altro" -la infinita vita

divina. alterità della natura è un potere

misterioso che spinge gli organismi di indagare

il suo carattere di un potere supremo e divino.

Otto si esprime così: "Preso in religiosa senso,

ciò che è 'misterioso' è da dare espressione-il

forse il più eclatante 'Totalmente altro' ... .è ciò

che è ben al di là della sfera del solito,

l'intelligibile, e il familiare ", e" la cosa strana in

sé seduce la fantasia. " 216 Questa "diversità"

della natura, la sua straordinaria potenza,

sconvolge le convinzioni abituali

dell'organismo e la spiritualità risolta. Anche a

livelli più bassi di coscienza, sembra che la

vita divina pungola la vita in la dipendenza su

di esso, ma questa dipendenza non è senza il

vantaggio di auto-reificazione, o nella

terminologia di Peirce, non è senza la

prospettiva di crescita. interruzioni della

natura perforare il ordinario con una certa

stranezza e questa stranezza seduce umana
pagina 199
190 interrogatorio. In mostra di Otto, il

"Totalmente Altro" bisogno non necessariamente

significa qualcosa "sostanziale." 217 "Alterità" si

riferisce ad una realtà che provoca reazioni

nella coscienza che spiccano vividamente

rispetto alle esperienze ordinarie e quotidiane.

È "Religioso" per lui perché è abbastanza oltre

l'usuale, il familiare, e limiti della intelligibile.

Queste esperienze "riempiono l'animo di

meraviglia e stupore." 218 Per riassumere le

mie linee di riflessione disegnato finora,

dovrebbe essere chiaro al lettore che il mondo

ha il potere di diventare sacro se sono

soddisfatte le condizioni giuste, e se la

organismo è in sintonia e segue linee di

indagine per mantenere armonizzazioni "in

frequenza con natura. "La ragione iniziale per

sintonizzarsi, tuttavia, può essere un po 'di

shock o sorpresa che provoca sentimenti di

mistero, terrore, timore, o il fascino. Questo è il

numinoso o dimensione sacra dell'esperienza

umana, o la "emozione di una creatura,

sommerso e sopraffatto da ... .che che è

suprema di sopra di tutte le creature ". 219

Credo Otto di descrizione della creazione di

creature-coscienza è analogo all'idea di Peirce

che lo shock o la forza di esperienza può

indurre una relazione tra abduttiva inquirer e

l'ambiente. Ho scelto di adottare il linguaggio

di Otto, perché l'esperienza di Dio di Otto è

simile all'esperienza di Peirce della realtà in

Firstness. "Numinous" preoccupazioni Dio come

Otto ha descritto, punti "Firstness" per la natura

di una realtà, come il due sono esperti è lo

stesso. V. rapimento e CASO ESTATICA A.

FINITA PRIMA DELLA INFINITE
pagina 200
191 Come sono esseri per esprimere sentimenti

numinoso? Con quale qualità possono

misurare uno un esperienza del sacro? Una

forma sacra del divino si mostra in quello che

ho optato per chiamare un "evento estatico",

prendendo spunto da filosofi come Heidegger,

Corrington, e Badiou. Un evento "estatica" è

"qualcosa che interrompe la situazione attuale,"

dove uno si trova al di fuori di se stessi nella

loro finitezza, come se in parte auto-trasceso

da "un eccesso di essere ". 220 L'evento è

estatico trans-essere ; Questo significa che una

stand"Al di fuori" della propria situazione

interrotto solo temporaneamente, o

momentaneamente, da ordinario la vita

quotidiana di visualizzare la natura nella sua

potenza spettacolare. Il risultato si sente la

presenza di un po 'più grande potenza che

opera nel cosmo. Questo senso di estasi, di una

sensazione di andare là normalità, è

"trascendente" in quanto è extra / ordinario che

significa che è al di là di normalità ma ancora

in contatto con esso. In questo modo, gli esseri

umani sono collegati ail mondo intero, vale a

dire, il cosmo, ma praticamente abitano nella

vita quotidiana come stabilire credenze e

schemi abituali di vita. In questo, sezione finale

di chiusura del capitolo, si concluderà la mia

analisi su come la filosofia di Peirce si

riferisce alla divulgazione del divino nel

sentimento numinoso. Peirce ha dato i suoi

suggerimenti dei lettori su ciò che può e non

può essere discusso quando si tratta di la

natura della divinità. Nel suo 1859 "Un saggio

sui limiti di pensiero religioso scritto per

dimostrare che siamo in grado di ragionare

sulla natura di Dio ", Peirce ha affermato che,"

se noi non si può pensare Infinity possiamo

giudicare a riguardo ". 221 Ha poi sviluppato

ulteriormente questa affermazione in due bozze

successive di questo stesso saggio,

rispettivamente, dal titolo "La concezione di

Infinity" e «Perché possiamo ragionare sul

infinito" (entrambi 1859) 222 primo saggio di

Peirce si apre con la domanda: "Può l'infinito

essere definito?" 223 Egli ha risposto a questa

domanda affermando che una "Definizione"

comporta necessariamente avere un concetto

che si può ragionare su. Ha scritto,
pagina 201
192 "Possiamo discutere tutto quello che

possiamo syllogise su. Possiamo syllogize su

qualsiasi cosa può definire ". 224 La questione

su Dio, in particolare carattere divino di Dio di

everlastingness o "perfetto grado di modalità"

implica avere qualche concetto di Dio in mente

quando ragionando sulla caratteristica di

essere infinito di Dio. Anche se non si può

possedere perfetta conoscenza del carattere

infinito di Dio, si può tuttavia comprendere Dio

di qualità che sono "al di là di limitazione". 225

Peirce ha dato il seguente esempio di come

ragionamento circa la infinito è possibile,

anche se il contenuto del concetto di forza

"infinito" essere vago o al di là della

comprensione umana. "Supponiamo che

qualcuno dovrebbe parlare di un OG e quando

gli hai chiesto cosa volesse dire avrebbe dovuto

dire che è stato un triangolo a quattro lati. Si

potrebbe procedere per dimostrare che non

aveva tale concezione che nessuno aveva. Tu

vorresti ragione su ciò che non si poteva

concepire ... .Abbiamo può quindi comprendere

definizioni, quando non riescono a concepire di

quello che definiscono ". 226 Pertanto, anche se

io potrebbe non essere in grado di

comprendere Infinity, secondo Peirce posso

certamente ragione a proposito. 227 I prossimi

due saggi spiegano il legame tra il finito e

infinito all'interno del "Evento" di cognizione, e

di come la cognizione dipende dal contenuto

del suo motivata concetti. 228 Peirce ha detto:

"Pensiamo e consideriamo l'oggetto del nostro

pensiero ... come un evento. Ogni evento è una

relazione o di dipendenza ". 229 L'evento di

centri di cognizione su quello che Peirce

chiama "dipendenza influxual." 230 dipendenza

Influxual significa che qualità concettuali sono

dipendenti in gradi su loro oggetti. Se si può

ragionare su un concetto, le sue qualità sono

reali o realizzabili in contenuti perché il

concetto dipende varie qualità reali per essere

pensato. Peirce poi ha sostenuto che si può

ragionare sulla infinito nel suo qualità di

essere un concetto di pensiero; cioè come "la

fonte di afflusso." 231
pagina 202
193 Si può analizzare il concetto di infinito in

base alle sue relazioni con altre concezioni

"Anche se il concetto in sé non abbiamo mai".

232 Così, il punto di vista di Peirce, l'infinito

"Supera la realtà." 233 Vale a dire, ogni concetto

di infinito è un concetto di nessuna cosa

esistente, tuttavia può essere concepito

all'interno dell'intelletto umano. Gli oggetti

appartengono al pensiero come sono definiti

attraverso i concetti, ma l'infinito, non essendo

"cosa", resiste concettuale determinazione.

L'infinito, avendo la funzione trascendente di

appartenenza al pensiero, tuttavia, rimane in

contatto con il finito, nel senso che il suo

contenuto deve ancora essere riempita con

qualcosa di specifico. 234 Esso è puramente

astratta ma ha una realtà qualitativo che può

essere relative ad altri pensieri. L'infinito entra

quindi il pensiero umano come oggetto di

giudizio ma è specifico non-cosa, ma una

qualità. In questo senso, quindi, l'infinito è sia

"In" pensiero finito, rimane tuttavia anche al di

là di esso. L'infinito rimane trascendente

attributo della realtà. Trascendentalismo B.

Peirce Prima di guardare il saggio di Peirce e

discutendo l'evento estatica, dovrei destra via

Rivolgo cosa intendo per "trascendentale." E

'vero, il NA di Peirce che uno potrebbe non

conoscere la realtà e l'esperienza di Dio, o

anche "provare" un capitale-t essere

trascendente, ma la stessa linea di musement

suggerito nel Ha può essere preso come prova

che umano Gli esseri sono alla ricerca di una

sorta di trascendenza. Se la trascendenza può

essere collegato a una realtà cioè transcenden-

Tal (anche se, naturalmente, questa realtà non

può essere soprannaturale, ma

sussistereappena al di là proprio orizzonte

percettivo), quindi che potrebbe servire come

punto di partenza per trascendere-zione; che è,

si può procedere verso numinoso sacra

presenza sentiva dentro inchiesta abduttiva.

Tuttavia, è facile perdere la strada lungo tale

percorso di
pagina 203
194 trascendenza. Quando possibilizing sul

contesto finale per le cose, si guarda spesso

per qualche prova concreta per l'esistenza di

quella cosa, come se si trattasse di una cosa. Si

tratta di un marchio di garanzia della storia

della metafisica. Trascendenza sembra

implicare che vi è una certa esterna cosa

concreta esistente che il ragionatore deve

dimostrare , e uno deve passare dall'idea

diquella cosa alla sua esistente realtà che è,

per l'essere vero e proprio. Ma questo non è

Peirce Dio, né è quello che Peirce avrebbe

pensato trascendenza. Procedendo a Dio di

Peirce, o la realtà divina, coinvolge quello che

alcuni commentatori chiamano "trascendenza

laterale." 235 Vale a dire, la trascendenza

comporta una forza immanente rapporto

finito-infinito, piuttosto che un rapporto

soprannaturale. Trascendendo l'ordinario, e

sentendo la straordinaria, coinvolge non una

per sé essere, ma la sensazione di una qualità

di una realtà in cui si è già immersi. Quella la

qualità è un sentimento numinoso di "infinito". Il

mio uso di "infinito" è una combinazione di

utilizzo di Peirce, e della definizione di Walter

Lowe: Qual è allora la in-infinito? Il prefisso

inglese 'in-' ha un duplice risonanza. esso può

essere privative, l'equivalente di 'non', come in

'inanimata' e 'incoerente.' Ma può anche

funzionare in modi associati con la

preposizione 'a', come in 'interna' e 'incarnato.'

Il termine 'infinito' assume il privativa; essa è

definita come la non- finita, e che 'non-' gesto è

essenziale. Ma consegue, quindi, che la stessa

significato di infinito esaltato è legata

necessariamente, seppur negativo, al finiti ed è

quindi dipendente su di esso. Si è inscritto

all'interno (e la comprensione delle) finita. È

in- (la) -finite. 236 Heidegger ha affermato ai

suoi lettori che "l'essere stesso è essenzialmente

finita." 237 Questo significa che la divulgazione

alethiological, o αλήθεια, "Aletheia" dell'essere è

sempre attraverso gli esseri. E Derrida invoca

il concetto di "infinito finito." 238 Questi

"transcendentalisms del sensibile "affermano che"

la trascendenza religiosa non poteva nemmeno

essere chiamato se non fosse per un
pagina 204
195 differenza che emerge dai dati reali della

nostra esperienza .... [e per] la attività

interpretativa al centro del flusso dei fenomeni

della vita e della storia. " 239 Il movimento

verso la trascendenza di NA di Peirce è dove

l'attività di abduzione permette la realtà del

divino che appaia attraverso l'Inquirer

sensibile proprio dintorni. Lo scopo, quindi, di

abduzione è di stabilire una sorta di percorso,

un po 'una sorta di linea per ciò che si sente di

essere infinita attraverso quello che viene

vissuto come finito. certamente uno potrebbe

procedere con la possibilità di prendere il

divino di essere un "Dio che è completamente

diverso "o un" Dio che è assoluto Altro ". Ma ben

presto sorgono problemi via negativa. Se

queste posizionamenti ontologiche di Dio

fossero vere, allora gli esseri umani

potrebbemai a trovare nemmeno inizialmente o

in remoto concepire un Dio assolutamente

trascendente. In questo caso, il divino sarebbe

così remoto che la sua realtà sarebbe rimasta

per sempre sconosciuta acreature finite. Così,

trascendenza divina comporta necessariamente

una sorta di immanenza e l'aspetto. I filosofi

hanno lottato con questo problema, da Platone

nel Parmenide il dialogo, a San Tommaso

d'Aquino nella Summa contra Gentiles , a

JohnDuns Scoto nel reportatio, per citarne solo

alcuni. Non posso affrontare il problema

dellatrascendenza e immanenza qui in

qualsiasi grande quantità di dettagli a causa

della mole e la complessità storica delle

questioni in gioco, ma devo dire che la "divina

trascendenza "può, come Lowe dice," fare

riferimento, forse, al di Dio la libertà "e di

Diorapporto laterale creature finite. 240 Preso

in questo modo unico, la trascendenza sarebbe

cessare di essere il contrario di immanenza;

per un Dio di libertà non sarebbe isolata a

unpartizione assolutamente inconoscibile della

realtà, ma piuttosto sarebbe libero di apparire

immanente proprio a causa di una potenza

trascendente di farlo, cioè, una libertà da

apparire all'interno natura. A questo punto,

d'accordo con Lowe, si potrebbe dire che la

teologia potrebbe cominciare a essere
pagina 205
196 diventare più teologico come un Dio

trascendente si trova ad apparire in una sorta

di la manifestazione, come è il caso in cui il

divino appare attraverso sensazione numinoso.

241 In modo quanto Peirce fa riconoscere un

potere trascendente di esperienza, devo

arruolare diversi argomenti che Heidegger

previsto per quanto riguarda la trascendenza,

quindi devo tornare a questo problema nel

quarto capitolo. C. IPOTESI CONFERMA

come un evento ESTATICA Ora posso tornare

al punto di come avviene la comunicazione di

ciò che è trascendente in una manifestazione

immanente e osservazione su come stabilire

una linea di indagine, una linea di

comunicazione, o un percorso, è necessario per

questa manifestazione da rilevare come

manifestazione della presenza sacra. Eliade ha

chiamato questa una manifestazione

heirophanic del divine; Otto ha chiamato

questo un sentimento numinoso o una

dimensione della presentazione sacra in sé

prima che l'essere umano in soggezione,

mistero, e altri sentimenti potenti. E la pretesa

di la mia tesi è che la realtà del divino si fa

avanti in Firstness-feeling in virtù di

Firstness-possibilità attraverso atti abduttivi di

indagine. Tuttavia, tutti questi filosofi

affermano la struttura trascendentale finito-

infinito e in essi presuppongono che esperienza

ordinaria deve essere rotto aperto per una

rivelazione del divino. In altre parole, entrata

in esperienza religiosa sembra fermare in una

fase iniziale di ordinaria dimora in vita

pratica. Iniziazione trascendenza richiede,

quindi, un evento alla fine della rigadi

indagine che porterà avanti sacra presenza

attraverso una trasformazione dal comune in

straordinario. Richiesta abduttiva avvia questo

evento e procede ad essere una forma di divina

contrazione attraverso una sorta controllata di

sensibilizzazione "coscienza". Detto in modo

diverso,
206
197 abduzione permette di distinguere il

semplice verificarsi di una visione liberante

daesperienza ordinaria. Peirce non ha legato

esplicitamente la coscienza di un evento di

esperienza religiosa, ma il passaggio che sto

per citare sollecitazioni lo "shock" e non

Caratteristica percettiva dell'evento stesso

mentre quanto suggerito (straordinario) arriva

attraverso l'immediatezza di un ambiente

attuali di uno. Peirce ha scritto, Noi

percepiamo gli oggetti portati davanti a noi;

ma quello che abbiamo particolarmente

esperienza - il genere di cose a cui viene

applicata più particolarmente la parola

"esperienza" - è un evento. Non possiamo in

modo accurato può dire di percepire gli eventi;

per questo richiede quello Kant chiamava la

"sintesi di apprensione", non però, con qualsiasi

mezzo, rendendo le discriminazioni necessario.

Una locomotiva fischio passa ad alta velocità

vicino al mio fianco. Come si passa la nota del

fischietto è improvvisamente abbassato da una

ben causa capito. Percepisco il fischio, se si

vuole. Ho, comunque, un sensazione di esso.

Ma non si può dire di avere una sensazione di

cambiamento di nota. io avere una sensazione

della nota inferiore. Ma la cognizione del

cambiamento è di una più tipo intellettuale.

Che provo piuttosto che percepisco. E '[il]

speciale campo di esperienza per conoscere noi

con gli eventi, con i cambiamenti di percezione.

Ora che che caratterizza particolarmente

repentini cambiamenti di percezione è uno

shock. UN shock è un fenomeno volitivo. Il

lungo fischio del avvicina locomotiva, tuttavia

spiacevole possa essere, ha creato in me una

certa inerzia, così che l'improvviso

abbassamento della nota incontra una certa

resistenza. Questo deve essere il fatto; perché

se non ci fosse tale resistenza ci potrebbe

essere nessuna scossa quando il cambiamento

di nota si verifica. Ora questo shock è

abbastanza inequivocabile. È più in particolare

ai cambiamenti e contrasti di percezione che

applichiamo la parola "Esperienza."

Sperimentiamo vicissitudini, soprattutto. 242 Il

parallelo tra l'evento estatica e il concetto di

un evento di Peirce è che sia comportare un

livello di imprevedibilità e iniziazione alla

realtà in virtù del Le osservazioni di Inquirer

facente capo ad una libertà o la possibilità per

l'osservazione. Queste osservazioni assumono

uno di sorpresa, e in un modo profondamente

trasformando. In Peirce caso, la

trasformazione comporta l'acclamazione

generale del ricercatore alla natura:
pagina 207
198 L'intera operazione di ragionamento inizia

con Abduction ... .Il suo occasione èsorpresa .

Che è un po 'di convinzione, attivo o passivo,

formulate o non formulato, haappena stato

rotto in su. Può essere in esperienza reale o

può ugualmente essere in puro matematica, che

ha le sue meraviglie, come la natura ha. La

mente cerca di portare il fatti, come modificato

dalla nuova scoperta, in ordine; cioè a formare

un generale concezione li abbraccia. 243 Si

noti che il rapimento ha come obiettivo di

spiegare un fenomeno sorprendente.

Improvvisamente, viene avviata l'atto di

indagine, e dopo possibilizing una serie di

suggerimenti, in un "lampo di intuizione" una

suggestiva verità si fa avanti per spiegare il

fenomeno. In il caso della locomotiva avvicina,

il suono del fischietto è debolmente sentito in

sfondo fino a diventare abbastanza che l'idea

che una locomotiva sta passando ad alta voce

si suggerisce alla propria esperienza del

suono: " Questo è una locomotiva!" Nel caso diil

NA, la realtà di Dio è suggerito. Il mistero di

ciò che è sacro comporta incontrando

l'imprevisto, come fa il rapimento coinvolgere

incontrare qualche sorprendente o effetto

dirompente sulla mente. La forza di questa

esperienza è invadente e separa stessa dal

normale corso dell'esperienza. È che invadenza

che le forze inquirenti, sia pure

momentaneamente, a "uscire" della propria

prospettiva e cedere a qualunque ipotesi-

leggere "la realtà", cioè l'esperienza suggerisce.

Comunicare questa idea Peirce ha scritto:

"Risulta quindi che tutta la conoscenza viene a

noi attraverso l'osservazione. Una parte è

costretto su di noi dal di fuori e sembra

derivare dalla mente di natura; una parte viene

dal profondità della mente come si è visto dal

di dentro, che da un anacoluto egoista che noi

chiamiamo la nostra mente." 244 Così, nel caso

estatica, si potrebbe dire vi è almeno, a

parziale eclissi del sé da "mente della Natura."

Alcuni, tra Otto, hanno fatto riferimento alla

manifestazione estatica come spostamento del

se stesso. 245 Ci si sente come se un potere più

grande è o spostandole in una certa direzione o

è
pagina 208
199 suggerendo qualcosa di così forte che la

verità di esperienza non poteva essere sbaglia.

246 Così, la suggestione di una ipotesi e la sua

conferma possono indurre uno a sentire un

legame con una realtà che è in qualche modo

"al di là" di loro o "altro" rispetto a ciò che è

ordinario. L'ordinaria può saltare fuori come

"straordinario". Si potrebbe sentire come se il

mondo si accende in un "eureka" tipo momento.

Nel contesto in esame, è il forzato intrusione

della natura che porta una tale esperienza

riguardo, anche attraverso il perseguimento di

conoscenza. Certo, come si trova nella filosofia

di Peirce, questo evento può ricordare uno dei

un momento di raccoglimento platonico

quando il ricercatore ha qualche ipotesi

confermata e che conferma rivela una fonte di

conoscenza. Così, gli individui stanno "fuori" il

proprio senso di sé e "ricevere" una sorta di

verità suggerito loro. Uno dei significati di "ek-

stasis" o έκ-στασις, è una "modifica forzata,

modificare o spostamento "che si traduce in

caratteristiche comportamentali come"

eccitazione o stupore, " "Paura e terrore", o "uno

stato di coscienza in cui la comunicazione

rivelatrice sono creduto per essere ricevuto. "

247 Qui si trova che l'evento estatica, in

termini di la divulgazione di alcune ipotesi di

montaggio, è centrale per conto di Peirce di

abduzione. Per ad esempio, in una lettera 1902

al James, Peirce ha detto dell'esperienza

estatica. La domanda è che cosa passa nella

coscienza, in particolare quello emotivo e Stati

irritational di sentire, nel corso di formare un

nuovo credo. L'uomo ha qualche credenza in

via preliminare. Questa convinzione è, come al

suo costituente principale, l'abitudine di

aspettativa. Una certa esperienza, che questa

abitudine lo porta aspettarsi scopre in modo

diverso; e appare improvvisamente l'emozione

della sorpresa. Sotto l'influenza di fatica (è

questo diritto?) questa emozione passa in una

sensazione irritational, che, per mancanza di

un nome migliore, posso chiamare la curiosità.

Dovrei definirlo come un sentimento che causa

una reazione che è diretta verso l'invenzione di

qualche possibile conto, o possibile le

informazioni, che potrebbe togliere il

sorprendente e frammentaria carattere

dell'esperienza arrotondando fuori.

(Naturalmente, vogliamo più tardi per ottenere

un vera spiegazione; ma in un primo momento

mi sembra che ci si limita a dire: "Che cosa può

essere?")
pagina 209
200 Quando tale spiegazione possibile è

suggerito, l'idea di imposta all'istante una

secondo emozione peculiare di "Gad! Non mi

meraviglierei!" Fatica (?) Di nuovo trasforma

questo in un secondo sentimento irritational

che potrebbe forse essere chiamato sospetto.

Devo definirlo come una sensazione causando

una reazione diretta verso dissotterrare l'errore

con il quale la convinzione originale che ha

incontrato la sorpresa divenne erroneo nel

rispetto che è ora sospettato di essere erronea.

Quando questo punto debole del processo è

scoperto, che provoca contemporaneamente e

improvvisamente un'emozione di "Bah!" Fatica

(?) Trasforma questa nel sentimento

irritational chiamato dubbio, vale a dire un

sentimento che produce una reazione tendente

alla costituzione di una nuova abitudine di

aspettativa. Tale scopo raggiunto, c'è una

nuova emozione improvvisa "Eureka" trasmettere

la fatica in un desiderio di trovare l'occasione

di provarlo. 248 Questo passaggio collega tutti

i fili della mia locali avventurato qui finora. In

uno passaggio Peirce elementi della neuro-

fisiologico, emotivo, psicologico collegato, e

processi metafisici della fede rottura e di

formazione, nonché la Struttura escatologica di

attesa e di anticipazione si trovano in

formazione ipotesi e la verifica. Questo passo

riflette anche la "nuova emozione improvvisa" di

"Eureka", che serve come l'impulso per uno a

provare qualsiasi cosa si succede ad

avventurarsi in una nuova ipotesi. Come

investigatori cercano queste ipotesi cimentati e

regolare per l'incorporazione in corso del

"Alterità", di infinito esiste un cambiamento

all'interno della intellettuale e spirituale punto

di vista del ricercatore come la natura

suggerisce la sua verità l'Inquirer.La citazione

di cui sopra anche suggerisce una unità che

comporta un approfondito senso di sintonia tra

il ricercatore finito e l'intero universo. Tale

sintonia comporta cambiamenti di abitudine e

la fede; cambiamenti che riflettono

coscientemente la profondità la natura

integrata del ricercatore nel cosmo più ampio e

una venerazione prima del cosmo. All'interno

di questo processo di indagine e sintonia esseri

finiti acquisire un senso di un profonda

armonizzazione di sé con la totalità delle

condizioni a cui il sé si riferisce. Per Peirce,

questo significava una armonia tra sé e l'intero

universo , perché in nessun momento è
pagina 210
201 L'INVESTIGATORE mai completamente

separato da qualsiasi altra parte dell'universo

sostenendo che per essere irrilevante. Che cosa

diventa più rilevante è l'atteggiamento che si

prende verso il cosmo nella sua natura infinita

ed eterna, o quello che si potrebbe chiamare

riverenza ciò che è infinito ed eterno: il "di più" o

"al di là" esperienza finita. 249 Varie religioni

tutto sono d'accordo che questo "di più" è di una

realtà, ma si differenziano sulle specifiche che

essi attribuiscono alla sua esistenza. Tale è il

significato di divino, o nelle parole di James,

che la vita infinita che risponde al "Solenne e

grave", così come "tenerezza". 250 James

capitalizzato sul punto qui per essere fatta, che

viene suggerito in gran parte del lavoro di

Peirce, anche se mai dichiarato esplicitamente:

che l'atteggiamento religioso è la "convinzione

che c'è un ordine invisibile, e che la nostra

suprema buona sta nella regolazione

armoniosamente noi stessi ad esso. " 251 VI.

Realizzando la mente di Dio: il significato

religioso DEL Comunità di ricerca Ammirando

la natura rivela non solo un motivo per la

crescita dell'organismo. È anche ciò che aiuta

l'evoluzione umana di procedere verso uno

stato universale consumata credenza costante.

Peirce chiamava questo stato consumato di

credenza risolta "lo stato ideale di informazioni

complete ", o l'ultimo" parere definitivo. " 252 Lo

stato ideale di completo informazione è un

punto finale del cosmo che è indipendente da

ogni individuo, eppure rappresenta la

saldatura insieme di tutte le menti indagatrici

in generale. Per Peirce, indagatore menti, in

generale, hanno rappresentato una "comunità di

ricerca". 253 La comunità di ricerca procede

verso lo stato ideale di informazioni complete

come l'esperienza disturba convinzione e

investigatori si depositano come cercatori di

verità esperienza-bound. Come convinzione

disturbato è costante,
pagina 211
202 informazioni sul cosmo è rivelato. Lo stato

ideale di informazioni complete si trasforma

per essere, poi, niente di meno che la totalità

del consenso generale della comunità su la

natura del cosmo. Peirce sentiva come un

logico e scienziato che le incursioni di umana

evoluzione sarebbe poi convergere su questo

stato ideale in futuro infinitamente lontano.

Come uno studente di religione e con una

teologia trinitaria vescovile in mente, ha avuto

la fede che la comunità di investigatori

sarebbe, nella realizzazione di mentalità

eintelligenza, avvicinarsi al divino come hanno

sondato ai misteri della natura. 254 Peirce ha

descritto la situazione come segue. Infine,

come quello che qualsiasi cosa realmente è, è

quello che potrebbe finalmente venuto per

essere conosciuta per essere nello stato ideale

di informazioni complete, in modo che la realtà

dipende il massimo decisione della comunità;

così il pensiero è quello che è, solo in virtù

della sua affrontare un futuro pensiero che è

nel suo valore pensato identica ad essa, se più

sviluppato. In questo modo, l'esistenza del

pensiero dipende ora ciò che deve essere

seguito; così che ha solo un potenziale

esistenza, dipendente dalla futuro pensiero

della comunità. 255 Gli individui vengono a

rappresentare menti finite che contribuiscono a

una più ampia comunità di ricerca, e comunità

diventa comunità attraverso il sacrificio di

abitudini personali e credenze alle abitudini di

successo e le credenze della comunità-mente in

generale. Proprio come finito i partecipanti

riconoscono la propria finitezza all'interno di

una natura infinita più grande, così fa anche la

Inquirer vedersi parte di una parte più grande

della comunità di ricerca. Peirce ha

continuato, Per colui che riconosce la

necessità logica di completa auto-

identificazione i propri interessi con quelli

della comunità, e il suo potenziale esistenza di

uomo, anche se ce l'ha non se stesso, percepirà

che solo le deduzioni di cui uomo che ha esso

sono logico, e così vede le proprie deduzioni

come valido solo così misura in cui essi

sarebbero stati accettati da quell'uomo. Ma

finora come lui ha questa convinzione, egli si

identifica con quell'uomo. E che la perfezione

ideale di conoscenza da parte
pagina 212
203 che abbiamo visto che la realtà è costituita

deve quindi appartenere ad una comunità in

che questa identificazione è completa. 256

Data la discussione precedente di questo

capitolo sul ruolo di inchiesta la divulgazione

del sentimento religioso, può essere utile per

chiedere come comunità potrebbe essere parte

di un più ampio comune mente quella della

mente del vita divina, o l'intelligenza a livello

di universo di "Dio". Perché di Peirce Peirce ha

affermato che il continuum della natura è un

"essere vivente" sembra che questo essere

potrebbe per lo meno comprendono non solo la

vita dei suoi finita membri, ma, essendo una

mente che è sempre sulla strada per compresi i

nuovi membri all'interno la sua gamma di

intelligence, costituisce una grande comunità

di mente superando la propriamembri raccolti

individualmente, rappresentando così

comunitaria in proiezione di un Unito da

realizzare in un futuro punto nel tempo. 257 In

questa comunità la continuum di essere

sarebbe più che la somma delle sue parti

esistenti come una forma comune della vita e

della conoscenza indipendente da qualsiasi

ricercatore finita ancora in rappresentanza di

tutti investigatori. 258 A proposito di questo

comunitario finale Peirce ha detto, "le

informazioni e il ragionamento avrebbe

finalmente tradursi in [uno stato] indipendente

dai capricci di me e te ... .la molto origine della

concezione della realtà dimostra che questa

concezione implica essenzialmente la nozione

di una comunità, senza limiti precisi, e capace

di un netto incremento di conoscenza." 259

Questa elevata comunità è uno stato di vita

della natura a venire e rappresenta un più stato

definito di cose rispetto a quelli sperimentati

all'interno delle attuali forme di esistenti

comunità. L'elevazione di investigatori finiti

nella mente comune del divino è realizzato

attraverso la deriva costante di indagine verso

fini più definito; questo è, mente comune si

realizza attraverso la tendenza per la domanda

a stabilirsi credenza. In termini di
pagina 213
204 la filosofia della religione, come la

comunità di ricerca sonde nella natura e rivela

la di divina intelligenza, la divinità si realizza.

Tuttavia, perché la verità della divina è

qualcosa to essere-realizzato (dato abbastanza

ragionamento e dato abbastanza tempo), non è

definito e la sua raggiungimento entro

esperienze attuali può funzionare solo come

ideale regolativo, e non comeun fine

determinato a essere realizzato in qualsiasi

senso concreto per la comunità di indagatori.

Così, la "stato ideale di informazioni complete,"

Dio si rese conto, non è garantita, si tratta di

un possibilità. Mentre il pensiero tende verso il

completamento universale e sui risultati

gradevoliconfermata dalla comunità, non

procede per raggiungere uno stato finale

completato in qualsiasi necessario maniera.

Nelle parole di Peirce, "dal momento che

l'universo è stato un corso daeterno, la

quantità di manifestazione spirituale è infinita. "

260 Così, un regno di Finisce dove mente

divina è finalmente realizzato viene ad

assumere lo status di regolativo ideale. Al

centro della vita dispiegarsi della natura sono i

suggerimenti che confermano che il divino

l'intelligenza della mente si sta sviluppando e

immanencing prima investigatori finiti. Questo

più si verifica attivamente all'interno delle

linee di indagine, come il NA, ma Peirce anche

trovato speranza per il presentazione di questa

intelligenza all'interno del sociale, pubblico, e

il carattere plurale della società in grande, per

esempio nel suo (1893) saggio "Evolutionary

Love". Di seguito due passaggi indicano proprio

punto di vista di Peirce sul significato della

comunità di inchiesta e servire come punti di

chiusura per la mia tesi in questo capitolo. E

che cosa è la religione? In ogni individuo è una

sorta di sentimento, o oscura percezione, un

profondo riconoscimento di un qualcosa nel

circumambient All, che, se si sforza di

esprimere, si rivestirà in forme più o meno

stravagante, più o meno accidentale, ma

sempre riconoscendo il primo e l'ultimo, il {a}

e {o}, come nonché un rapporto a quella

assoluta di sé dell'individuo, come un essere

relativo. Ma la religione non può risiedere

nella sua totalità in un singolo individuo.

Come ogni specie di
pagina 214
205 realtà, è essenzialmente una questione

pubblica sociale. E 'l'idea di una Chiesa intera,

la saldatura di tutti i suoi membri in un unico

organico, la percezione sistemica della Gloria

della più alta - un'idea avere una crescita di

generazione in generazione e rivendicando un

primato nella determinazione di tutti i

comportamenti, pubblici e privati. 261 E [T]

egli comandamento supremo della religione

Buddhisto-cristiana è, generalizzare, per

completare l'intero sistema anche fino risultati

continuità e la distinta individui saldare

insieme. Così è, che il ragionamento mentre e

la scienza ragionamento strenuamente

annunciare la subordinazione della ragione al

sentimento, la molto comandamento supremo

sentimento è che l'uomo deve generalizzare, o

cosa la logica di parenti dimostra di essere la

stessa cosa, dovrebbe diventare saldato nel

continuo universale, che è ciò che vero

ragionamento consiste in. Ma questo non lo fa

ripristinare il ragionamento, per questa

generalizzazione dovrebbe venire su, non solo

nell'uomo di cognizioni, che sono ma la

pellicola superficiale del suo essere, ma

oggettivamente nel più profonde sorgenti

emotivi della sua vita. Per adempiere a questo

comando, l'uomo si prepara se stesso per la

trasmutazione in una nuova forma di vita, la

gioia Nirvana in cui il discontinuità della sua

volontà hanno del tutto scomparsa. 262 E

'interessante il fatto che Peirce menzionato una

religione "Buddhisto-cristiana". Il buddismo è

una la religione non teistica non avendo Essere

finale o oggetto che dovrebbe prendere il posto

di un Dio metafisica occidentale. Peirce era un

teista profondamente impegnato e cristiana

verso la fine della sua vita, e tuttavia si è

collegato con una forma di religiosità che ha

sottolineato una più ampio senso della fede

religiosa in cui ogni credente e ogni ricercatore

all'interno di un religioso comunità di

ricerca-dovrebbe saldare le sue convinzioni a

qualsiasi realtà della natura che individua tutti

inquirers finiti. In questo saldatura di

componenti finiti per un continuum infinito,si

trovano diversi credenti si connettono a una

natura comune che si muove il "più profondo

molle emotivi "della loro vita. 263 Ciò che è

fondamentale per realizzare, a mio avviso, è

proprio come Peirce teoria del rapimento

valorizza queste profonde "molle" emotivi e

ancor inizia all'interno loro profondità come

un sentimento. Tali marche per una teoria di

vitale organica di inchiesta in cui sentimento
pagina 215
206 è una base di conoscenza, e per la

manifestazione divina. Possibilità assicura che

questa divina la manifestazione è infinita nella

natura, e assicura che l'indagine in natura può

essere uno fine di conseguire realizzazione

sacra del divino attraverso eventi estatiche in

ipotesi conferma. Nel prossimo capitolo

esplorerò più in dettaglio il concetto di Peirce

di possibilità e l'ontologia dietro di esso, in

quanto possibilità serve come motivo di questo

divulgazione del divino. In particolare, userò

la filosofia di Martin Heidegger, in particolare

i suoi temi Schellingean, per sviluppare quello

che vedo presente in ontologia di Peirce e come

si applica a una discussione su del divino e la

sua sacra manifestazione nella natura. 1

Charles Sanders Peirce, Collected Papers di

Charles Sanders Peirce Vols. 1-8, a cura di

CharlesHartshorne & Paul Weiss, AW Burks

(Cambridge, MA: Harvard University Press,

1931, 1958.) Hereafter citato come CP seguita

in volume e numero di pagina. Inoltre, Charles

Peirce, The Essential Peirce, a cura diNathan

Houser, Christian Kloesel, e Jonathan R. Eller

(Bloomington e Indianapolis: Indiana

University Press, 1992.) Di seguito citato come

EP seguita in volume e numero di pagina.

Inoltre, Charles S. Peirce, Scritti di Charles S.

Peirce: Un cronologico Edition . 6 volumi, a

cura di Max Fisch, ChristianKloesel, e Nathan

Houser (Bloomington:. Indiana University

Press, 1982-2008) Di seguito citato come W

seguita in volume e numero di pagina. Inoltre,

The Charles S. Peirce Papers, edizione

microfilm, HarvardUniversity Library Servizio

Fotografico, 1966. Di seguito citata come MS

con il catalogo manoscritto e pagina numero. 2

Qui si potrebbe sostituire "esseri" per quello che

è "finito", e di essere per quello che è "infinito" -

anche se l'Essere è finita nel senso che può

rivelare se stesso attraverso gli esseri e forse

solo via negativa . In caso contrario,

sostituzioniper "finito" potrebbe essere "la natura

di natura" o "prodotto", e per "infinito" - "natura

naturing" o "produttività". A mio avviso, esseri

finiti sono limitati e indicativo di ciò che viene

generato, e l'infinito è il processo digenerat-ing

. 3 CP 6.525 & EP 2,75-115, e Aristotele, Le

opere di base di Aristotele, e dited da Richard

McKeon (NuovoYork: Modern Library, 1941.)

4 CP 7,249. 5 CP 7,249. 6 EP 1.205. 7 S.

Morris Eames, aturalism pragmatico

(Carbondale: Southern Illinois University

Press, 1977), 64-65. 8 EP 2.205. Vedere anche

Charles S. Peirce, scritti filosofici di Peirce, a

cura di Justus Buchler (NuovoYork: Dover,

1955), 151 in cui Peirce ha definito il

rapimento come "La prima partenza di una

ipotesi e la intrattenere di esso, sia come

semplice interrogazione o con qualsiasi grado

di fiducia, è un passo inferenziale che

propongo di chiamare abduzione [o

retroduzione .] "Per il bene della portabilità dei

testi, di tanto intempo Cito stralci del CP o EP

in volumi editi come quello che Buchler

modificato. 9 EP 1.111. 10 Douglas R.

Anderson, la creatività e la filosofia di CS

Peirce (The Hague: Martinus Nijhoff, 1987),

15. 11 Ibid., 15. 12 CP 2.623. 13 CP 2.623, ed

in Anderson, la creatività e la filosofia di CS

Peirce, 20. 14 Anette Ejsing, Teologia di

anticipazione: uno studio costruttivo di CS

Peirce: Princeton Theological Monografia

Serie (Oregon: Pickwick, 2006) , 95.
pagina 216
207 15 Richard Kearney, Il Dio che possono

essere (Bloomington: Indiana University Press,

2001), 80. Kearney dititolo del capitolo è

"Possibilizing Dio." William Desmond usa anche

il termine nel suo Essere e il Between:

Metafisica e Trascendenza (New York: SUNY

Press, 1995). Cf. "Possibilizing il possibile" 335

  • 342. Vedi anche William Desmond, Dio e il

Between (Massachusetts: Blackwell, 2008.) 16

Ibid., 335. 17 Per "trovare" una ipotesi potrebbe

essere quella di scoprire alcuni idea migliore

montaggio. Per "creare" una ipotesi potrebbe

essere quella di inventarne uno. 18 CP 7.220.

19 Peirce, scritti filosofici di Peirce, 151. 20

CP 7,223. 21 Peirce, scritti filosofici di Peirce

154. 22 CP 6.467. 23 Si veda ad esempio

Anderson, la creatività e la filosofia di CS

Peirce, 21. Peirce rivolge la sua

precedentevista in "I tre normativi Sciences"

(1903) PE 2.205, pubblicato originariamente

come CP 5,120-150 e MS 312. 24 Anderson, la

creatività e la filosofia di CS Peirce, 20. 25

Ibid. , 21. 26 CP 2.632. 27 Anderson, la

creatività e la filosofia di CS Peirce, 16. 28

Robert S. Corrington, An Introduction to CS

Peirce (Maryland: Rowman & Littlefield,

1993) , 48. 29 Ejsing., Teologia della Attesa,

95. 30 CP 5.189. 31 CP 6,469. 32 Peirce,

scritti filosofici di Peirce, 152. 33 CP 7.218. 34

Peirce, scritti filosofici di Peirce, 152 35 Ibid.,

153. 36 EP 1.189. 37 EP 1.189. 38 EP 1.192.

39 CP 4.9. 40 CP 3.429. 41 CP 2.227. Peirce

ha detto, "La logica, in senso generale, è, come

credo di aver dimostrato, solo un altro nome

per semiotica ({} sémeiötiké), il quasi-

necessaria, o formale, la dottrina dei segni.

Descrivendo la dottrina come "Quasi-

necessario", o formale, voglio dire che

osserviamo i personaggi di tali segni come

sappiamo, e da tale osservazione, da un

processo che non si opporrà a denominazione

di astrazione, siamo portati a dichiarazioni,

eminentemente fallibili, e quindi in un certo

senso affatto necessario, per quello che deve

essere i personaggi di tutti i segni utilizzati da

un intelligenza "scientifica", vale a dire, da una

intelligenza capace di learning by Esperienza."

42 CP 4.372, e Ejsing, Teologia di

anticipazione , 75. 43 Peirce ha introdotto il

suo lettore alla logica dei parenti in "The

Reader viene introdotto ai parenti" CP 3.415. 44

Cf. di Peirce Capitolo 12 "Note sulla

Metafisica: relazioni e le relazioni" CP 6,318.

Peirce ha scritto: "I hanno, dal 1870, scritto

molto sulla logica delle relazioni. In quegli

scritti, ho di solito limitato il termini

«relazioni» e «rapporti» alle relazioni

esistenziali e relazioni. Con un rapporto ho

capito la concezione di un fatto che riguarda

un insieme di cose astratte dalla

rappresentazione delle cose stesse o, in altre

parole, un predicato che richiede più di un

soggetto per completare una proposizione o

concezione di un fatto. Un 'relazione' differisce

solo da un 'rapporto' dal fatto che uno dei

soggetti è considerato come effettuato conto

della prima, e di solito è chiamato il

nominativo soggetto, mentre gli altri sono

chiamati il ​​diretto e oggetti indiretti. In altre

parole una relazione è un predicato richiede

uno nominativo soggetto e uno o più oggetti in

una sequenza definita. Nei miei precedenti

lavori [in Volume 3] Io uso il concetto di

relazione principalmente; in i miei quelli più

tardi che di relazione. La differenza è poco più

che insignificante. Una relazione esistenziale o

relazione si distingue dagli altri per due

marchi. In primo luogo, le sue varie discipline

appartengono tutti alla
pagina 217
208 un universo; che la distingue molto

sorprendentemente da tali rapporti come

quella che sussiste tra un cosa e le sue qualità,

e quella che sussiste tra le porzioni di materia

e la forma in cui sono costruito; come ad

esempio tra le cellule di un organismo vivente e

tutto il corpo, e spesso volte tra il diversi

singolari di un plurale e il plurale in sé. In

secondo luogo, una relazione esistenziale o

rapporto si differenzia da altri rapporti e

relazioni in un rispetto che può essere descritto

in due modi, secondo che impieghiamo forme

collettive o distributive di espressione e di

pensiero. Parlando insieme, un universo

logico, a cui tutti i correlati di una relazione

esistenziale appartengono, in definitiva

composto di unità, o soggetti, nessuno dei quali

è in alcun modo separabile in parti che sono

membri del stesso universo. " 45 CP 8,384. 46

logica tradizionale con l'eccezione di De

Morgan. "Termini relativi di solito ricevono

qualche lieve trattamento in opere sulla logica,

ma l'unica notevole indagine sulle leggi

formali che governano loro è inserito in un

pregevole articolo di Mr. De Morgan nel

decimo volume della Cambridge Philosophical

Le transazioni. "CP 3.45. 47 Anderson, la

creatività e la filosofia di CS Peirce, 22. Vedere

per la carta l'esempio di Peirce "ManEssenza

Glassy "(1892) e" sulla logica del Disegno Storia

da antichi documenti, in particolare da

Testimonianze "(1901.) 48 Anderson, la

creatività e la filosofia di CS Peirce, 22-23. 49

Ejsing, Teologia di anticipazione , 81. 50 CP

4.5. 51 Charles S. Peirce, Elementi EW della

matematica, a cura di Carolyn Eisele (L'Aia:

MoutonEditori, 1976). Di seguito citato come

NEM seguita in volume e numero di pagina.

NEM 4.344, NEM 4.343- 344. 52 Peirce, scritti

filosofici di Peirce, 156. 53 Ejsing, Teologia di

anticipazione , 96. 54 CP 5.491. 55 Anderson,

la creatività e la filosofia di CS Peirce, 22-23

56 Ibid., 20, 22. 57 S. Morris Eames, aturalism

pragmatico, 62. 58 Per l'uso di Emerson del

concetto di "sperimentatore", vedere il suo

saggio, "Circles" in Selections from Ralph Waldo

Emerson: An Anthology organico, a cura di

Stephen Whicher (New York: Houghton Mifflin,

1972),168-179. 59 Alludo alla natura del

regalo di disgiunzione o di differenza; cioè, è

in virtù del break-up divecchia o corrente

esperienza che nuove esperienze e nuovi inizi

sono possibili. In molti casi, la rottura di una

sfida dotato dalla natura, a volte anche le sfide

più terribili dotato dalla natura, può fornire

l'occasione per entrare in una maggiore

comprensione del cosmo e della vita divina.

vedere per Esempio Jacques Derrida, Il dono

della morte , tradotto da David Wills (Chicago:

University of ChicagoPress, 1995.) 60 CP

6.417. 61 Anderson, la creatività e la filosofia

di CS Peirce, 36. 62 Per chiarezza sistematica,

le tre suddivisioni della logica secondo Peirce

sono la grammatica speculativa, la logica

critica, e methodeutic. I primi due

appartengono alla logica pura e il terzo

appartiene alla logica applicata. La logica dei

parenti è una divisione della grammatica

speculativa. La logica critica consiste di

induzione, deduzione, e il rapimento. Il

pragmatismo appartiene methodeutic. Vedere

CP 1.91, CP 1.559, e CP 2.263. 63 CP 1.121.

64 EP 2,11-12. 65 W 6.354. 66 CP 5.12. 67 W

3,22-23. 68 EP 2.463. 69 CP 6.456. 70 Peirce a

volte indicato questo come "illazione." EP 2,11-

12.
pagina 218
209 71 Peirce costantemente tradotto titolo di

Kant in questo modo nei Collected Papers e

nelle Scritture. Cf. CP 4.37, "Immanuel Kant,

che ha fatto una rivoluzione nella filosofia

dalla sua Critica della ragion pura , 1781,

avevagrande potenza come un logico. Ha

purtroppo avuto il parere che la logica

tradizionale era perfetto e che non c'era spazio

per ogni ulteriore sviluppo di esso. Tale parere

non ha impedito la sua introduzione di un

numero di idee che hanno indirettamente più

del influenzato direttamente la logica

tradizionale. " 72 CP 5.493. 73 CP 4.540. 74

CP 5,419. 75 EP 2.11. 76 CP 3.4. 77 CP 5.119.

78 EP 2.45. 79 EP 2.22. 80 EP 2.22. 81 EP

2.45. 82 EP 2.45. 83 W 6,70-72. 84 EP 2.47. 85

EP 2.25. 86 CP 5.171. 87 Si noti il titolo del

progetto di Ejsing, Teologia di anticipazione .

Vedere la sua introduzione,

"anticipazioneContesto, "1-15. 88 Ejsing,

Teologia di anticipazione , 139. 89 Michael

Raposa, filosofia di Peirce della religione

(Bloomington: Indiana University Press, 1993),

144. 90 CP 7.219. 91 Raposa, filosofia di

Peirce della religione, 144. 92 CP 6,451. Si

potrebbe anche notare seguente affermazione

di Peirce: "Un tale stato di mente [teismo

scientifico] può propriamente essere definito

una religione della scienza. Non che sia una

religione a cui la scienza o lo spirito scientifico

ha si partorito; per la religione, nel senso

proprio del termine, può sorgere dal nulla, ma

il religioso sensibilità. Ma è una religione, così

fedele a se stessa, che si anima con lo spirito

scientifico, fiducioso che tutte le conquiste

della scienza saranno trionfi di un proprio, e di

accettare tutti i risultati della scienza, come

uomini di scienza si accettarle, come passi

verso la verità, che possono apparire per un

momento di essere in conflitto con altre verità,

ma che in questi casi semplicemente attendono

adeguamenti che il tempo è sicuro di effettuare.

Questo atteggiamento, si badi, è uno che la

religione assumerà non al dettato della

scienza, ancora meno in via di un

compromesso, ma semplicemente e solamente

da una fiducia più audace in se stessa e nel suo

destino. "CP 6,433. 93 CP 1.444. 94 CP 1.302.

95 CP 1.306. 96 Anderson, la creatività e la

filosofia di CS Peirce, 62. 97 EP 1.189. 98 EP

2,106-107. 99 EP 1.189. 100 EP 2.150. 101 EP

2.106. 102 EP 2.155. 103 W 4,38-44. 104 W

4.38. 105 Peter Ochs, "Charles Sanders Pierce"

in fondatori della filosofia postmoderna

costruttivo: Peirce, James, Bergson,

Whitehead, e Hartshorne , a cura di David Ray

Griffin (New York: SUNY, 1993), 59. 106 W

4.38. 107 W 4.38.
pagina 219
210 108 W 4,38-39. 109 CP 6,138. 110 Cf. di

Peirce "l'ordine della natura" (1878), "La legge

della Mente" (1892) 111 EP 1.297, EP 1,350-

351. Si veda anche di Peirce Monist serie tra

cui "The Architecture of Theories"(1891), "La

dottrina della necessità Esaminato" (1892), "La

legge della Mente" (1892), "Glassy dell'uomo

Essenza "(1892), e" Love evolutiva "(1893) Molti

di questi saggi sono ancora conservati, scritto

in La mano di Peirce, in: manoscritti Charles

S. Peirce: The Open Court Publishing

Company: Azienda Records, 1886-1930 ,

manoscritti Collection # 27-32 (collezioni

speciali Research Center, Morris

biblioteca,Southern Illinois University

Carbondale, 2008.) ho apprezzato la

meravigliosa opportunità di ricerca e lettura

nel corso di questi testi nella loro originale

come parte della Open Court Collection. 112

W 4.40. 113 EP 1.xxxii. 114 EP 1.xxxii. 115 EP

1.334. Inoltre DS Clarke, panpsichismo e

l'atteggiamento religioso (New York: SUNY

Press, 2003.)Schelling cita a SW 2.39, 56 e SW

3.274. Citato da Andrew Bowie, Schelling ed

europea moderna Filosofia (New York:

Routledge, 1993), 39. 116 Cf. EP 1.xxxii. 117 W

4.41. 118 Søren Brier, "Bateson e Peirce sul

modello che collega e il sacro" in A Legacy for

Living Sistemi (Paesi Bassi: Springer, 2008),

116. 119 Corrington, Introduzione alla CS

Peirce, 177. 120 Clarke, panpsichismo e

l'atteggiamento religioso, 1-3. 120 CP 6,254-

255. 121 Ibid. , 1-3. 122 CP 6,254-255. 123 CP

1.269. 124 Per maggiori informazioni sulla

logica dell'inferenza analogica nelle

discussioni circa panpsichismo, vedi DS

Clarke, Panpsichismo e l'atteggiamento

religioso, 8-9. 125 CP 4.551. 126 Per

Peirceans, questa idea informa i campi di

biosemiotica e fenomenologia semiotica . 127

Peter Ochs, "Charles Sanders Pierce" in

fondatori della filosofia postmoderna

costruttivo: Peirce, James, Bergson,

Whitehead, e Hartshorne , a cura di David Ray

Griffin (New York: SUNY, 1993), 59. 128 Ochs,

"Charles Sanders Peirce," 59. 129 W 2.241. 130

GWF Hegel, Fenomenologia dello spirito,

tradotto da AV Miller. Oxford: Clarendon,

1977),Prefazione 5-10. 131 Hegel, Lezioni

sulla filosofia della religione , 487-489. 132

Per i dettagli relativi attribuzione di Peirce di

personalità al cosmo in evoluzione, vedi CP

6.155. 133 CP 6.157. 134 FWJ Schelling,

Indagini filosofiche nella Natura della libertà

umana , tradotto da JamesGutmann (LaSalle,

Illinois: Open Court Publishing, 1936), 84. 135

EP 1.114. 136 EP 1,114-115, EP 1.129. 137 CP

5,27-28. 138 CP 5.417. 139 CP 5,372. 140

Corrington, Introduzione alla CS Peirce, 30.

141 EP 1,109-124. 142 Sandra B. Rosenthal,

"Spiritualità e americano pragmatismo" di

pragmatismo e religione, a cura diStuart

Rosenbaum (Chicago: University of Illinois

Press, 2003), 232. 143 John J. McDermott, "Il

dramma estetico dell'Ordinario" in

pragmatismo e religione, a cura diStuart

Rosenbaum (Chicago: University of Illinois

Press, 2003), 109.
pagina 220
211 144 CP 5.582, CP 6.479. 145 CP 5.416.

146 Considerando che, per Heidegger

l'ermeneutica era un metodo fenomenologico

per scoprire le categorie di base di l'esistenza

umana trovato nella analitica esistenziale del

Dasein , Gadamer utilizzato l'ermeneutica per

scoprire lacondizioni ontologiche di

comprensione in tutte le sue modalità. Cf.

David E. Linge, "Introduzione del redattore" in

Ermeneutica filosofica (Berkeley: University of

California Press, 1976.), xi. Ciò significa che

nelcercando di venire a patti con le condizioni

storiche e finite di esistenza, si rileva l'accento

su come questi filosofi sono stati scoprire e

identificare le modalità di base dell'esistenza di

un organismo (Heidegger) e riconoscendo

come e in che modo l'organismo si sforza di

comprendere fenomeno (Gadamer). Così

Heidegger e Gadamer sia mantenuto gli

elementi soggettivi di comprensione e

creaturale sottolineato le caratteristiche

oggettive e affettive di esperienza. Per

Gadamer, sembra che ci sia esplicito attenzione

alla storicità dei fenomeni e il "pregiudizio" o

"direzionalità iniziale" nel istituzione di questa

comprensione (XV.) Gadamer sostiene che la

facoltà di comprensione, essendo una facoltà

attiva e non passiva, è la radice di

sperimentare tutti i fenomeni. Gli organismi

sono collocati all'interno di un mondo e che il

mondo è sempre un dato contesto. Filoni di

tradizione trasmettono e consegnare un

"pervasivo potere "che influenza non solo le

proiezioni dell'organismo futuri e le intese, ma

anche attuale proiezioni e comprensioni. In

questa tradizione senso e pregiudizi possono

servire come il terreno di interpretazione e la

comprensione che un organismi occupa quando

si sforza di comprendere nuovi fenomeni, per

tradizione offre un patrimonio di significati e

intese con cui si può identificare, assimilare, e

utilizzare quando venire a comprendere

qualcosa di nuovo (una "fusione di orizzonti").

Allo stesso modo, ha sottolineato Peirce

assimilazione controllato dell'organismo di

abitudini e credenze all'interno di un flusso

temporale in entrata di esperienza che viene

modificato da intese precedenti e l'intelligenza

maturato. Questo non è lontano da Gadamer

prospettiva. In mostra di Gadamer, la

dicotomia tra soggetto e oggetto, conoscitore e

conosciuto, è preso nella prima relazione

ontologica di mutuo, originale co-

determinazione della significatività (

Zugehoerigkeit .)Tale sarebbe equivalente alla

comprensione di Peirce degli organismi e la

loro passiva (abituale) e attiva (controllato o

proiettiva) comprensione della natura. Vedi

anche, Hans-Georg Gadamer, Verità e metodo

tradotto da Joel Weinsheimer e DG Marshall

(New York: Crossroad, 1989.) I paralleli tra

Peirce e Gadamer su questi punti devono

ancora essere elaborato in borsa. 147 CP

5.442. 148 CP 1.332. 149 EP 2.435. 150 CP

1.4. 151 CP 1.325. 152 Corrington,

Introduzione alla CS Peirce , 55. 153 CP

6.153. 154 Corrington, Introduzione alla CS

Peirce, 61. 155 CP 5.339. 156 David Higgins,

"Possibilità di Peirce e Heidegger: Un

Propaedutic per Synthesis" (tesi di dottorato,

University of Missouri, 1968), 94. 157 Ibid.,

94. 158 William J. Richardson, Heidegger:

Attraverso la fenomenologia di pensiero,

prefazione di Martin Heidegger(New York:

Fordham University Press, 2003), 45. 159

Ejsing, Teologia della Attesa, 138/139. 160

Vedi anche William Desmond, l'Essere e il

Between (Albany, New York: SUNY Press,

1995) eWilliam Desmond, Dio e il Between

(Massachusetts: Blackwell, 2008.) 161 CP

6.438. 162 Eugene Halton, "Animismo e la fine

della civiltà" in contemporanea Pragmatismo

Vol. 2, No. 1(Giugno 2005), 149. 163 Questa

citazione è stata presa da un opuscolo dal

titolo "1892 i principi della filosofia: o, Logica,

Fisica, e sensitivi, considerata come unità, alla

luce del XIX secolo ". Peirce ha scritto il

volantino e il suo editore ha distribuito. Solo

uno di questi volantini è noto per esistere, ed è

ospitato nella speciale Collezioni Open Court

Collezione della biblioteca Southern Illinois

University Carbondale. Vedi Charles S.
pagina 221
212 Manoscritti Peirce: The Open Court

Publishing Company: Records Company, 1886

  • 1930 , ManoscrittiCollection # 27-32

(collezioni speciali Research Center, Morris

biblioteca, Southern Illinois University

Carbondale, 2008) Box 4 su 5. 164 Corrington,

Introduzione alla CS Peirce, 72. 165 Cito

esperienza mistica di Peirce come segue: Si

tratta di una lettera da Charles Sanders Pierce

al Reverendo John W. Brown, Rettore della

Chiesa episcopale di S. Tommaso, la Fifth

Avenue a West 53 rd Via, ew York City. Da

Joseph Brent, Charles Sanders Peirce: A Life

(Indiana: Indiana University Press, 1998),

209-210. 12 W. 39 esimo S. 1892 24 aprile

Caro e il reverendo Sir: Ho preso la Santa

Comunione a St. Thomas questa mattina, -

infatti, in questo momento, - in particolare

cicumstances, che sembra proprio rapporto.

Per molti anni non ho preso la Comunione e

Raramente entrati in una chiesa, anche se

hanno sempre avuto un amore appassionato

per la Chiesa e una fede completa che l'essenza

del cristianesimo, qualunque essa sia, era

divino; ma ancora non riusciva a conciliare le

mie nozioni di buon senso e di le prove con le

proposizioni del Credo, e ho trovato ad andare

in chiesa mi hanno fatto sofistico e mi ha dato

l'impulso di giocare a tira e molla con le

questioni di integrità intellettuale. Pertanto, ho

rinunciato; se ha stata la causa di molti una

riflessione amara. Molte volte ho cercato di

Cipher qualche giustificazione per il mio

tornare alla comunione della Chiesa; ma non

potrei. In particolare, le ultime due notti ho

rimasto sveglio pensando alla questione.

Questa mattina dopo la colazione ho sentito

devo andare in chiesa ogni caso. Ho vagato

circa, non sapendo dove, per trovare una

chiesa vescovile regolare, in cui mi è stata

confermata; ma alla fine è venuto a San

Tommaso. avevo più volte stati in esso durante

la settimana a guardare il presbiterio. Ho

quindi visto nulla di nuovo per me. Ma questo

tempo, - non pensavo di St. Thomas e i suoi

dubbi, sia, - Avevo appena entrato in chiesa di

me sembrava di ricevere il permesso diretta del

Maestro a venire. Eppure, mi sono detto, non

devo andare al comunione senza ulteriore

riflessione! Devo andare a casa e debitamente

prepararmi prima di venture. Ma quando

l'istante è venuto, mi sono trovato a trasportare

fino alla balaustra, quasi senza la mia volontà.

Sono perfettamente Assicurarsi che era giusto.

In ogni caso, non ho potuto farne a meno.

Posso citare come un motivo per cui non offro

di mettere la mia gratitudine per la generosità

mi ha concesso in una qualche forma di lavoro

chiesa, che ciò che sembrava chiamare me oggi

mi sembrava promettere che avrei dovuto

sopportare una croce come la morte per amore

del Maestro, e che mi avrebbe dato la forza per

sopportarla. Sono certo che la volontà

accadere. La mia parte è di aspettare. Non

sono mai stato prima mistica, ma ora sono.

Dopo aver dato me stesso il tempo di riflettere

sulla situazione, chiamerò vederti.

Sinceramente vostro, CS Pierce Non mi pare

che sarebbe saggio fare le circostanze note; ma

io concepisco il mio dovere verso di loro

relazione a voi. Io sono un uomo di 52 e

sposato. Peirce, che soffriva di una profonda

crisi spirituale, al momento (vedi lettere Open

Court, Southern Illinois University

Carbondale) avrebbe più tardi, nel 1898

scrittura "Se ... un uomo non ha avuto

esperienza religiosa, poi ogni religione non è

un affecation è ancora impossibile per lui; e

l'unica degna è quella di aspettare in silenzio

finché tale esperienza viene . "CP 1.655. 166

Corrington, Introduzione alla CS Peirce,

"Malinconia di Peirce," 1-27 e Joseph Brent,

Charles Sanders Peirce: A Life (Indiana:

Indiana University Press, 1998), "Paradise

Lost: 1890-1990," 203-270. 167 MS L224. 168

EP 2,434-451, CP 6,452-494.
pagina 222
213 169 Ejsing, Teologia della Attesa, 5. 170

CP 6.495. 171 Douglas Anderson, "Dio di

teoria e pratica di Peirce" in Revista

Portuguesa de Filosofia 51(1995): 170. 172

Anderson afferma anche la struttura tripartita

"annidata" del Argomento trascurato nei suoi "tre

ricorsi in argomento "trascurate di Peirce

Transactions of the Charles S. Peirce Society

Vol. XXVI, No. 3 (estate1990): 349-363. 173

CP 6.464, CP 6,465. 174 CP 6,465. 175 CP

6.467. 176 EP 2.435. 177 CP 6,493. 178

Anderson, "tre ricorsi in argomento trascurate

di Peirce," 349. 179 Ibid., 351. 180 Ibid., 351.

181 CP 6.488. 182 Anderson, "Dio della teoria

di Peirce e la pratica," 173. 183 Ibid., 173. 184

Ibid., 173. 185 Anderson, "tre ricorsi in

argomento trascurate di Peirce," 355. 186 Ibid.,

357. 187 Ibid., 359. 188 Ibid., 359. 189 Ibid.,

359. 190 MS 867,1. 191 Ejsing, Teologia della

Attesa, 138-139. 192 Otto, l'idea del Santo, 5-

8. 193 Ibid., 12-45. 194 Jay Feldman, quando

il Mississippi Ran indietro: Impero, Intrigo,

Omicidio, e il ew Madrid Terremoti (New York,

Free Press, 2005), Introduzione xii. 195 Ibid.,

XII. 196 EP 4.436. 197 CP 5.181. 198 Gregory

Bruce Smith, ietzsche, Heidegger, e il

passaggio alla postmodernità (Chicago:

Universitàof Chicago Press), 222-223. 199 CP

6.201. 200 CP 6.200. 201 EP 1,285-298. 202

CP 6,199. 203 Corrington , Introduzione alla

CS Peirce, 71-72. 204 CP 6.458. 205 CP 6.458.

206 In George Santayana, The Life of Reason

(New York: C. Sons di Schriber, 1905.) 207 Ho

citato questa idea dalla prefazione del

Corrington di tem- religione, scritto da Robert

CummingsNeville, xiv. 208 Justus Buchler,

natura e del giudizio (New York, Columbia

University Press, 1955), 106. 209 Friedrich

Schleiermacher, sulla religione: Discorsi alla

sua sprezzatori coltivate , a cura diR. Crouter

(Cambridge: Cambridge University Press,

1996), 108. 210 CP 6.507. 211 Friedrich

Schelling, Ausgewählte Schriften , 6,465. 212

Robert Corrington, Riding the Windhorse:

disturbo maniaco depressivo e la ricerca di

totalità (Lanham, MD: Hamilton Books, 2003.)
pagina 223
214 213 Otto, l'idea del Santo , 13. 214 Ibid.,

14. 215 Ibid., 17. 216 Ibid., 26, 29. 217 Otto,

l'idea del Santo , 25-26. 218 Ibid., 26. 219

Ibid., 10. 220 Alain Badiou, Essere e Evento,

tradotto da Oliver Feltham (London:

Continuum Press, 2005), 70-81, 85. 221 W

1.39. 222 W 1,37-44. 223 W 1.38. 224 W 1.37.

225 W 1.39. 226 W 1.37. 227 Un altro esempio

di questo sarebbe ragionamento su un

chiliagono, o un poligono con mille lati. Certo

che non può concepire il contenuto di questo

concetto in sé, ma posso certamente ragione su

di esso: si tratta di un poligono, ha mille lati, e

una somma angolo interno di 179,640 gradi.

228 W 1.38. 229 W 1.38. 230 W 1.40. 231 W

1.41. 232 W 1.41. 233 W 1.41 234 W 1.41. 235

Walter, Lowe, "ripensamenti sulla Trascendenza"

di religiosi, a cura di Giovanni Caputo(Oxford:

Blackwell, 2001), 248. 236 Lowe, "ripensamenti

sulla trascendenza," 248. 237 Martin Heidegger,

"Qual è la metafisica?" Tradotto e curato da

David Farrell Krell, in Scritti di base

(California: Harper e Row, 1993), 110. Vedi

anche Thomas R Carlson, Indiscretion:

Finitezza e la Aming di Dio (Chicago:

University of Chicago Press, 1991) , 137-152.

238 Jacques Derrida, limitata Inc. tradotto da

Jeffrey Mehlman e Samuel Weber

(Evanston:Northwestern University Press,

1988), 129. 239 Aldo Gargani, "L'esperienza

religiosa come evento e interpretazione" in

Religione: culturale Memoria nel Presente , a

cura di Gianni Vattimo e Jacques Derrida

(California: Stanford UniversityPress, 1998),

115. 240 Lowe, "ripensamenti sulla

trascendenza," 250. 241 Ibid., 250. 242 CP

1.336. 243 EP 1.287. 244 CP 2.444. 245 Otto,

l'idea del Santo , 60-65. 246 Ibid., 60-65. 247

James Orr, The International Standard Bible

Encyclopedia , a cura di Edgar Mullins (New

York:Hedrickson Publishers, 1994), 2.14. 248

CP 8.270. 249 William James, da Le varie

forme dell'esperienza religiosa, "Circoscrizione

del [religiosa] Topic,"in Gli scritti di William

James , a cura di John McDermott (University

of Chicago Press: Chicago,1977), 758, 774, e

nelle varietà 24-52. 250 Ibid., Varietà, 39. 251

Ibid., Varietà , 51. 252 CP 5.316.
pagina 224
215 253 EP 1,88-89. 254 W 1.xxxii-XXXII e

Corrington , Introduzione alla CS Peirce, 27.

255 CP 5.316. 256 CP 5,356. 257 Peirce ha

scritto in MS 439.24 "IDEE indipendente su

ARGOMENTI di vitale importanza" che "ogni

vero universale, ogni continuità, è un essere

vivente e essere cosciente. "Vedere MS1898, 1-

35, con una variante pagina 24. 258 In MS

439,24. 259 CP 5.311. 260 W 1.44. 261 CP

6,429. 262 CP 1.673. 263 Alcuni potrebbero

sostenere che l'idea stessa che i vari inquirenti

all'interno di diverse comunità di fede

dovrebbe "Saldare" se stessi per un continuum

comune di essere è un'idea fin troppo

amichevole per un iper-razionalizzazione

categorie religiose esclusiva alla fede

occidentalizzata. Alcune forme di pensiero

orientale, ad esempio, trovare religiosity nella

creazione di particolare civiltà piuttosto che

nella comunità globale o universale. Così il la

stima di "comunità", "infinito", o unificata

religioso "pluralismo" potrebbe infatti trascurare

altre posizioni di pensato che non lo fanno

premio così altamente categorie religiose

occidentali.
pagina 225
216 CAPITOLO QUATTRO PROFONDITÀ

sacri della natura In tutto il suo progresso, la

scienza si sente vagamente che è solo

imparando una lezione. Il valore di I fatti ad

esso, si trova solo in questo, che essi

appartengono alla natura; e la natura è

qualcosa di grande, e bello, e sacro, ed eterna,

e reale l'oggetto del suo culto e la sua

aspirazione. --CS Peirce, CP 5.589 1 Il tedesco

idealista Friedrich Wilhelm Joseph von

Schelling una volta ha scritto: "Se vogliono

onorare un filosofo, lo devi prendere, dove non

è ancora andato avanti per la conseguenze, nel

suo pensiero fondamentale; (Nel pensiero) da

cui prende il suo punto di partenza. " 2 Nei

capitoli precedenti, ho lavorato attraverso

l'analisi di Peirce categoria di Firstness,

vissuto come possibilità nel suo modo di essere

e vissuta come sensazione nel suo aspetto

fenomenologico. Ho sostenuto che funzioni

Firstness-possibilità come uno stimolo per la

trasformazione e la crescita all'interno della

vita divina, e che Firstness-feeling è la base

per l'indagine all'interno di esperienza. Ho

affermato, così che durante il processo di

investigatori rapimento possono ottenere una

sensazione numinoso del divino, presentato

all'interno di una sacra dimensione

dell'esperienza umana. Questa dimensione

sacra si apre come il ricercatore guadagna un

senso di di una propria finitezza prima

l'infinito, dove l'infinito è il sempre-divenire e

che comprende la realtà della natura che

colloca tutti gli organismi. Mi ha poi sostenuto

che il finita distinzione / infinito è più

prominente portato in un momento di estasi

quando possibili ipotesi sono avventurati e poi

confermato come esseri indagatore cercano di

mettere credenze disturbate per riposare.
pagina 226
217 A conclusione di questo progetto e per

aggiungere enfasi alla mia tesi di laurea,

vorrei ora avvicinarsi Peirce da un angolo

heideggeriana di visione in modo da consentire

più idee suggestive nella filosofia di Peirce a

svolgersi nelle loro dimensioni ontologiche.

Mio obiettivo è quello di permettere quello che

penso è già presente nella filosofia di Peirce di

sviluppare proficuamente e aprire attraverso

un'interpretazione costruttiva delle sue idee. In

questo capitolo mi avvicino Peirce attraverso

1.936 lezione di Heidegger su Schelling,

individuando Heidegger Schellingean temi

ispirati in cui riguardano Peirce con la

prospettiva di estatico il naturalismo che serve

come sfondo per la mia interpretazione. 3

Vorrei infine piace suggeriscono che in certi

aspetti Heidegger e Peirce hanno ontologie

simili, e che Schelling è fondamentale infatti

per entrambi loro comprensione della natura.

Guardando a come Peirce e Heidegger

confrontare tramite Schelling ulteriormente

stabilire come possibilità è di fondamentale

importanza per modello di funzionamento di

Peirce della natura e come è necessaria

possibilità di una divulgazione del divina nel

sentimento numinoso. Si tratta di identificare e

analizzare il terreno di possibilità di funzionare

nelle profondità sacri della natura.

COLLEGAMENTO I. IL SCHELLING

INFLUENZA A. Schelling ON PEIRCE Nel

permettere gli aspetti più suggestivi della

filosofia di Peirce a svolgersi nella loro

dimensioni ontologiche, ci si potrebbe

chiedere: "Perché usare Heidegger?"

Avvicinandosi Peirce attraverso la filosofia di

Heidegger può permettere la sua filosofia di

dispiegarsi attraverso appropriarsi ciò che è

essenziale per entrambi i loro ontologie; vale a

dire, appropriandosi di una specifica

comprensione della natura nel suo carattere

estatico o di auto-trasformazione e il tentativo

di
pagina 227
218 comprendere ciò che permette per la

natura di essere, piuttosto che "non essere", nei

suoi molti aspetti fondamentali. Alla fine che la

filosofia di Heidegger dovrebbe essere più

comprensibili per l'applicazione di La filosofia

di Peirce, e al fine che il naturalismo estatico

di Corrington potrebbe essere più utile a

comprendere quello che Peirce e Heidegger

filosoficamente d'accordo su, dovrei introdurre

un filosofo che Peirce e Heidegger detto

guidati proprio comprensione della natura, il

divino, e possibilità. Quel filosofo è il tedesco

Idealista, Schelling. 4 Schelling servito da

sfondo per gran parte della filosofia americana

praticata in XIX secolo. 5 Ha ancora oggi

rimane una notevole importanza per molti

filosofi americani contemporanei, tra cui

Corrington. 6 Nei primi decenni del XIX

secolo, tuttavia, la filosofia di Schelling è stata

respinta come "selvaggio" o "vaga" e soggetto a

una combinazione di disprezzo e di abbandono.

7 Indicativo di questo fatto è che tra 1817 e il

1837 c'era un posto per essere trovato nei

curricula delle scuole della nazione qualsiasi

traccia di filosofia tedesca, per non parlare di

qualsiasi indicazione che Schelling era di

influenza. 8 Secondo la vista principale nella

prima parte del secolo, i sostenitori di

Schellingeanism trarrebbe beneficio anche da

una formazione in filosofia di Locke, per la

empirista britannico è stato stimato nella sua

"solidità" e "affidabilità". 9 Schelling, e la sua

contemporanei tedeschi, hanno rappresentato

una "follia tedesca" che, prima del 1835, era flat

out respinta da molti nella comunità

accademica. 10 Data questa inizialmente

scarsa ricezione, sotto quello volto sarebbe

Schelling venuto a influenzare Peirce? Le

prime guide nel territorio di Schelling erano

inglese e tedesco, e incluso artisti del calibro di

Samuel Taylor Coleridge, James Marsh,

Frederic Henry Siepe, e Charles S. Wheeler. 11

Le informazioni stampate sulla filosofia

tedesca ha cominciato a filtrare
pagina 228
219 attraverso di filosofi in America da

periodici come ad esempio la rivista mensile

ew e Quarterly Review Esteri. 12 Alcuni

filosofi, tra cui Hedge e Wheeler, aveva

studiato in Germania come giovani uomini e

riportato il loro interesse per la cultura tedesca

e questioni teologiche. Marsh aveva cura di

Coleridge Aids a Reflection (1829), e ha

scrittoun'introduzione che per la prima volta

avanzato l'importanza della metafisica

religiosa per la filosofia all'interno del

contesto accademico americano. Rispetto al

Locke e sistemi scozzese che ha condannato la

metafisica tedesca, Marsh ha suggerito che

l'idealismo non era così pericoloso o dannoso

come molti avevano supposto che fosse, e ha

suggerito che egli aveva raccolto questa

intuizione di venire sotto l'influenza del

"vitalista" Schellingean teoria della natura. 13

Più tardi, come il presidente della University of

Vermont, Marsh rivisto il curriculum di

includere molti elementi di Schelling

aturphilosophie. 14 Tra i suoi la maggior parte

dei giornali popolari consegnati capitato di

essere "Lineamenti di una disposizione

sistematica di i Dipartimenti della Conoscenza,

con vista della loro rapporti organici tra loro

in un Generale del sistema. " 15 Nel documento

Marsh discusso principi influenzato da

Schelling organizzazione della natura, tra cui

il posizionamento della fisica e delle scienze

della vita all'interno di un schema

categorialmente organizzata della conoscenza

umana dove ogni partizione della conoscenza

costruita sulla precedente in un sistema tipico

dei metafisici tedeschi. 16 Sarebbe queste

trasformazioni intellettuali primi che hanno

portato all'accettazione di Schelling nei primi

mesi in America e che di conseguenza ha

portato a interesse di Peirce per lo studio di

Schelling e di altri Idealisti tedeschi, tra cui

Kant e Hegel. 17 Un'altra linea cruciale di

pensiero che porta da Schelling a Peirce era

nuovo Inghilterra Trascendentalismo,

soprattutto vista di Emerson sulla

aturphilosophie . 18 Peirce aveva familiarità

con Emerson e il suo interesse per Schelling,

quindi non c'è dubbio che
pagina 229
220 Schellingeanism di Emerson sarebbe

venuto a influenzare Peirce e, bene o male,

come Peirce avrebbe mai ammesso. Emerson

ha dato conto di un Trascendentalista di

Schellingean La filosofia nel suo diario

personale. Egli scrisse: "I tedeschi credono

nella necessaria Trinità di Dio-The Infinite; il

finito, e il passaggio dalla Inf. Into Fin .; o la

creazione. Essa è caratterizzata nell'atto di

pensare. Mentre contempliamo siamo infinito;

l'abbiamo pensato Express è parziale e

limitata; l'espressione è la terza parte e è

equivalente all'atto di Creazione. L'unità dice

Schelling è sterile ". 19 A proposito di questi

discorsi Peirce malincuore ha osservato, Sono

nato e allevato nel quartiere di Concord -

voglio dire a Cambridge --at il momento in cui

Emerson, Siepe, ei loro amici sono stati

diffondendo le idee che avevano preso da

Schelling, e Schelling da Plotino, da Boehm, o

da Dio solo sa cosa le menti colpiti con la

mistica mostruosa d'Oriente. Ma l'atmosfera di

Cambridge ha tenuto molti un antisettico

contro Concord trascendentalismo; e io non

sono consapevoli di aver contratto una

qualsiasi di tale virus. Tuttavia, è probabile che

alcuni bacilli colta, qualche forma benigna

della la malattia è stato impiantato nella mia

anima, senza saperlo, e che ora, dopo una

lunga incubazione, si tratta in superficie,

modificato da concezioni matematiche e per la

formazione in indagini fisiche. 20 Chiaramente

i commenti di Peirce danno voce ad alcune

opinioni piuttosto forti e critiche circa

Schelling, ma come scrive Ejsing, "[questi

commenti] a mio giudizio, tuttavia, sono poco

più di carta sottile e, se sfidato, rapidamente

girare ambiguo, se non favorevole di La

posizione di Schelling. " 21 Peirce si era

immerso negli scritti di Kant e Hegel, e così

avevano letto di Schiller estetici lettere nella

fase iniziale della sua carriera . 22 Quindi, era

abbastanza familiarità con l'idealismo tedesco

e conosceva molto bene i suoi temi di lavoro .

Tuttavia,seconda solo a Kant, è stato quello di

Schelling che Peirce sembrava a dovere il più

intellettuale debito, nonostante il suo nome

rimanendo assente dal pragmatista è

pubblicato corpus. Uno non, tuttavia, rilevano

temi della aturphilosophie su una stretta
pagina 230
221 l'esame di filosofia di Peirce, soprattutto

all'interno della sua ontologia / cosmologia e

teoria fenomenologica. Così, si può affermare

che l'influenza di Schelling su Peirce era in

alcun modo obliquo, ma piuttosto significativo

se i punti di questa influenza può essere

identificato. Prima di esplorare questi punti di

influenza in dettaglio, io per prima identificarli

e ampiamente delineare le caratteristiche

principali in modo da presentare al lettore

come si riferiscono alla il mio progetto. temi

filosofici comuni Peirce e Schelling condivisi

sono i seguenti. Primo, entrambi forniti un

idealismo evolutiva e modello di sviluppo della

natura governata da leggi triadici. Per Peirce,

queste erano le leggi della Firstness,

Secondness, e Terzità, e per Schelling queste

erano le leggi di gravità [ Schwere ], luce-

essenza [ Licht-Wesen ], ela loro sintesi

temporanea nei prodotti della natura (o

epistemologicamente: l'intuizione, concetto, e

Idea.) 23 Entrambi i filosofi avevano un

modello triadico delle categorie di natura

essere. Per Peirce, l'essere della natura è stato

classificato in termini di Firstness-possibilità,

Secondità-realtà, e Terzità-generalità, e per

essere di Schelling natura era essenzialmente

tre "potenze divine", tra cui la possibilità (la

libertà), l'attualità (la necessità), e uno spirito

di sviluppo in natura, che è l'assoluto sempre

svolgimento. 24 Per entrambi filosofi, la prima

modalità di possibilità era una base o "terra"

trascendentale necessaria per il cosmo a

crescere ed evolvere. Entrambi hanno

sostenuto che senza questa terra la cosmo

sarebbe vacillare nel suo sviluppo e il risultato

sarebbe la stasi e la morte universale. La base

di questo sviluppo cosmica costituisce un lato

di una tensione opposta trovato tra due aspetti

iniziali della natura. La tensione viene risolto

se tramite un terzo, o nelle parole di Ejsing ",

una presentazione spontanea di un ordine

naturale." 25 Pertanto sia pensatori erano

dialogica o pensatori sintetiche in come essi

credevano la natura di risolvere i suoi
pagina 231
222 tensione per mezzo di una terza

caratteristica generale dell'esperienza. Questo

punto di vista ha portato alla cosmotheism

evolutivo dei due filosofi che ha affermato

l'aspirante convergenza di generalità nella

mente di Dio, evidenziato sia attraverso il

sentire e il diritto razionale trovato nella

natura. 26 Un secondo tema comune che si

trova nella filosofia di Peirce e Schelling è il

dimostrata necessità di un reclassificiation

delle discipline della conoscenza basata su

principi metafisici. 27 Tale si è resa necessaria

per l'unificazione della nuova metafisica

conoscenza fornita da idealismo evolutiva e

cosmotheism. Una nuova classificazione

conoscenza darebbe luogo ad una base

formale, strutturale, e teoricamente suono per

lo studio e la comprensione del cosmo sulla

base di una scienza del dispiegarsi vita divina.

Peirce pensava alla sua classificazione delle

varie partizioni di conoscenza per comprendere

la matematica, la fenomenologia e la

metafisica, e le partizioni di conoscenza di

Schelling inclusi i dettagliati modelli "storici"

della natura trovano nel settore industriale,

l'economia, la società, e il commercio. 28 Va

notato che Peirce fatto di volta in volta

tentativo di collegare la dispiegarsi della

natura del divino ai principi che si trovano

nella società, come quando, nel suo

"Evolutionary Love" (1893) saggio, egli

chiaramente snocciolate libertà per la crescita

di amore contro l'avidità dei consumatori del

XIX secolo, che pensava soffocato la crescita

sociale e individuale nello stesso modo. 29 Un

terzo tema comune che si trova nella filosofia

di Peirce e Schelling è come entrambi i filosofi

pensavano che la creatività, senso estetico, e

l'intuizione non razionale sono necessario per

la spiegazione scientifica e per la conoscenza

in generale. Per essere "scientifica" per questi

due filosofi significava approfondire la

conoscenza delle natura, che ha preso la forma

di creativo congetture per Peirce, e che ha

preso la forma di intuizione intellettuale per

Schelling.
pagina 232
223 La filosofia, essendo "scientifica" per

entrambi i filosofi, è stato quello di aiutare

nella comprensione di una crescente corpo di

conoscenze e di dati sperimentali. 30 Detto in

modo diverso, né filosofo ha avuto un

problema con la natura speculativa del

pensiero scientifico in quanto l'obiettivo di

comprendere l'universo e organizzare questa

comprensione in una vasta visione del mondo.

Entrambi i filosofi pensavano che l'aspetto

speculativo del pensiero scientifico era

fantasioso, creativo, e sulla base all'interno di

sentimento. Essi hanno sostenuto che il metodo

scientifico coinvolge sentimento, emozione, e

l'intuizione non razionale, e che la natura

meravigliosa, awe- fenomeni ispiratore suscita

scientifica interrogatorio-interrogatorio in

ultima analisi, guidata dal ideale di

intelligenza divenire della natura. 31 Qui l'idea

di Schiller che, "Solo attraverso mattina-gate di

bellezza, fai tu penetrare la terra della

conoscenza "si applica ad entrambi filosofi. 32

Forse in questo senso potrebbe non essere del

tutto inesatto dire che sostenendo una tale

importanza per la comprensione non razionale

all'interno di ricerca scientifica [ Wissenschaft

] pone il concetto di Peirce della scienza in una

posizione simile a quella del primoromantici

tedeschi, se non in una posizione simile alla

vita-filosofia e vitalismo della Idealisti

tedeschi, tra cui Schelling. 33 Così, dati i temi

comuni di cui sopra, ci sono, a mio avviso, i

punti significativi della somiglianza tra il

Schellingean e Peirce filosofie. INFLUENZA B.

Schelling su Heidegger Nessun tentativo sarà

fatto per includere ogni aspetto dell'incontro di

Heidegger con Schelling in questo capitolo

conclusivo. Piuttosto, un campione

rappresentativo viene offerto indicare, se non

altro genere, come i momenti Schellingean di

Heidegger mostrano temi chiave all'interno

della filosofia di Peirce. In usando Schelling

per confrontare Peirce e Heidegger, uno
pagina 233
224 può sviluppare un'ermeneutica che attinge

informazioni chiave da "dopo" corpus di

Heidegger, in particolare il suo lavoro dal

1930 , di costruire un po 'fratturato ma

coerentel'interpretazione del suo pensiero in

quanto riguarda Peirce. Prima di passare alla

mia interpretazione, tuttavia, io per prima

bisogno di sviluppare alcune delle vocabolario

di Heidegger e spiegare al lettore come si trova

all'interno della sua scrittura. Dovrei precisare

subito che, mentre terminologia tecnica di

Heidegger potrebbe inizialmente apparire

sconcertante e oscuro, spiegando le sue sottili

sfumature abbastanza presto vi aiuterà a

illustrare il suo debito a Schelling e la sua

rapporto di Peirce in maniera meno confusione

come questo lavoro procede. Spero che il

lettore sarà caritatevolmente tentativo di

seguire Heidegger mentre cercava di pensare

di essere nella sua Caratteristiche ancora

pervasivi più sfuggenti, e permetteranno la sua

terminologia per maturare come io applico nel

contesto e sviluppare la mia propria linea di

analisi. William J. Richardson ha

familiarmente incoraggiato gli studiosi di

dividere Heidegger lavorare in un periodo di

"precoce" e un periodo di "ritardo", separati da

una svolta [ morire Kehre .] 34 Di Heidegger

1930 saggio "Sulla essenza della verità" [ Vom

Wesen der Warheit ] "ufficialmente"segnato la

svolta che separava il suo lavoro precoce e

tardiva, o Heidegger I e Heidegger II. 35

Mentre questa distinzione può essere utile e

penetranti, non è necessariamente l'approccio

Preferisco prendere sul lavoro di Heidegger.

Tuttavia, si potrebbe affermare che Schelling

emerge come una figura centrale tra il lavoro

di Heidegger che si è concentrato sul

esistenziali analitica del Dasein in testi come

Essere e tempo [ Sein und Zeit ] (1927) , e testi

chefocalizzata sul movimento storico di ING-

essere la verità [ seynsgeschichtliche Denken. ]

36 io si concentrerà sui testi di Heidegger dal

1930 e seguire l'ortografia di "essere-ing", come

"Beyng" [ Seyn ] per contrassegnare chiaramente

come l'Essere [ Sein ] è stato capito ed

esplorato prima
pagina 234
225 la scrittura di Beiträge zur Philosophie (

Vom Ereignis ) (1936-1938), tradotto

comeContributi alla filosofia ( Da Enowning. )

37 Nei testi del 1930, Heidegger accreditato

l'ortografia del Beyng al secolo che conduce in

un'epoca di Schelling, di utilizzarlo per

rappresentare una non "onto-teologica", o pre-

metafisica, comprensione dell'essere. Come

Premessa del traduttore nei Contributi note,

"Heidegger usa l'ortografia del XVIII secolo

Sein, vale a dire, Seyn, al fine diindicano che,

quando scrive Sein, egli intende dire Sein è

afferrato metafisicamente e,quando scrive

Seyn, egli intende il modo in cui Sein non è più

afferrato metafisicamente ". 38 Questo

distinzione non è del tutto coerente, anche se

quando equiparando Seyn con BE-ing, nella

maggior parte deicasi, il significato rimane lo

stesso. Heidegger pensava che di tutti i filosofi,

Schelling si avvicinava di più a cogliere la

comprensione del "Beyng" quando si pone un

"Baratro" [ Abgrund ], vale a dire, un terreno

non fondamentale pre-personale per divenire

eself-disclosure, all'interno della realtà di Dio.

Prima di discutere il concetto di Abgrund ,

Idovrebbe fare attenzione nello spiegare solo

un po 'di più dei termini di Heidegger che

vengono utilizzati in insieme con esso. I

Contributi è stato uno dei tentativi di

Heidegger di offrire comprensione del

nucleoprocessi di auto-rivelazione di Beyng.

Ciò ha comportato ri-formulazione di un

perduto non "onto teologica "rapporto tra

Dasein e l'Essere. Con non "onto-

teologica"Heidegger ha significato il tipo di

rapporto tra mortale e divinità che era

prevalente prima della comparsa di una storia

metafisica. La tradizione "onto-teologica" è una

tradizione di pensiero che afferma Dio è un

"soprannaturale" Supremo e Causa Prima [

causa sui .] 39 Onto-teologia pone le

domande: "Quali sono gli esseri in quanto tali,

in generale?" E "Qual è il più grande essere?"

Qui il lettore potrebbe richiamare dal primo

capitolo che
pagina 235
226 Heidegger stava tentando di pensare alla

divina in un modo completamente diverso da

quella del "tradizionale" Dio della filosofia. In

un certo senso, Heidegger ha voluto cancellare

il Dio della metafisica e-teologia (Dio come

Supremo e Causa Prima) ancora parlare di

un'apertura degli esseri umani ad una realtà

che ha incluso il divino. Questo richiesto un

modo di pensare, e un vocabolario, molto

diverso da tutto ciò che aveva usato prima. In

particolare, nei testi come i Contributi ed il suo

1936 conferenza suSchelling, Heidegger ha

cercato di offrire la comprensione in un

essere-relazionalità attraverso il quale esseri

umani sono in grado di entrare in contatto con

una forma del divino che è non-onto teologico.

40 Heidegger ha sostenuto che entrare in una

relazione non-onto-teologico con Essere

richiede una trasformazione nella disposizione

di come gli esseri umani avvicinarsi altra

esseri e sono a pensare a sé disclosedness di

Essere. Così, in una transizione simile il modo

in cui Heidegger ha usato i termini essere e

Beyng, c'è anche un passaggio significativo nel

modo in cui ha usato il termine Dasein .

Mentre Dasein indicato il punto di partenza

per unontologia fondamentale e analitica

esistenziale, Da-sein (con trattino) ha indicato

il tipo diessendo che gli esseri umani devono

diventare al fine di sperimentare apparizioni

sacre deldivine. Heidegger di cui queste

apparizioni sacre come "il santo . " 41 Nel mio

progetto, di Heidegger "santa" è pari a circa il

mio concetto di "sacro", sviluppato nel capitolo

Uno. Anche in questo caso, seguirò la sua

ortografia di Dasein e Da-sein per indicare

questi basedifferenze metafisiche e

disposizionali. Beyng potrà di volta in volta

rivelare un "Verità", o come stanno le cose nel

loro essere, in una sorta di "evento" [ Ereignis ]

quando Da-sein entra in una relazione non-

onto-teologico con Beyng. In tal caso vi è un

concessione della divinità (ciò che Heidegger

indicato come "l'ultimo dio" o "divinità") nel
pagina 236
227 la divulgazione di ciò che è santo. 42

Credo che questa informazione è simile a

quella estatica di Peirce momento trovato nel

rapimento, anche se per Heidegger, ciò che è

santo, o sacro come lo chiamo io, è parlata da

poeta, piuttosto che rivelato un ricercatore

avventurarsi e la conferma ipotesi. Ora, non

voglio sviluppare le affermazioni di cui sopra

nella loro interezza perché potrebbero essere

oggetto di un altro progetto sostenuto del tutto.

Vorrei solo sottolineare come affermazioni

metafisiche di Heidegger assomigliano alcuni

dei problemi che ho presentato, mentre

discutendo Peirce. 43 D'altra parte,

Schellingean il concetto di Heidegger di un

non- fondamentale "a terra" [ Abgrund ] offre un

punto diretto di confronto tra Peirce

eHeidegger e si rivelerà la pena indagare in

modo più dettagliato. L'influenza Schellingean

specifico su Heidegger è emerso come la

necessità di discutere come una base o "terra"

della libertà e possibilità mantiene Beyng di

collassare in un sistema meccanicistico chiuso

della natura. Heidegger pensato per

visualizzare Beyng in termini di proprio

"dondolio" [ Wesung ], o processi generativi di

auto-rivelazione, piuttosto chepresentando

pensarci alle forze della razionalità moderna

più evidenti nel sotto forma hegeliana di

determinismo storico razionale. 44 Sembra che

Heidegger ha voluto risolvere come questo

terreno si orienta all'interno di un attivo,

dinamico, e la verità-generativa movimento

della Beyng auto rivelazione-la sua

dissimulazione e rivelando come αλήθεια, o

"Aletheia". 45 la stima di Heidegger per il

concetto di Schelling di terreno in tal modo ha

rappresentato un allontanarsi dalla razionalità

spinoziano-hegeliana incontaminata e

meccanicistica prepotente visione della natura

che ha superato la comprensione

contemporanea della natura durante la sua

vita. Secondo Friedrich Wilhelm von Hermann,

"Leaving ragione come misura per essenza degli

esseri comporta separazione con il sistema

della ragione. Ma tale separazione fa
pagina 237
228 Non terminare in disordine; piuttosto, si

procede in un ordine interiore trasformata che

traccia il dondolio della verità di be-ING come

enowning. " 46 Per alcuni, questa mossa pone il

pensiero di Heidegger molto vicino al processo

La filosofia di oggi, perché è suscettibile di

affermare che la vita divina comprende

possibilità, e questa possibilità rappresenta la

libertà della vita divina a diventare o divulgare

stesso prima esseri umani. 47 Mentre

Heidegger ha scritto che " 'Essere' ... .è non è

Dio e non un terreno cosmica, "ha fatto

affermare che si erge all'interno Essendo una

sfera fondamentale della" santo "dove si può

eventualmente incontrare Dio. 48 Così, come

alcuni commentatori come Schubert Ogden e

John R. Williams hanno notato, vista di

Heidegger sono in armonia con la "teologia

americana panenteistica" di Whitehead e

Hartshorne perché la sua Dio è in un certo

senso relativo alle condizioni per la possibilità

della sua diffusione. 49 Di Naturalmente per

Heidegger, eventuali condizioni di divulgazione

in ultima analisi, appartengono all'essere, e lui

pensò che non è compito della filosofia per

giudicare le affermazioni di religione o la

realtà Dio. 50 Tuttavia, il fatto che la

possibilità funge da terra per la divulgazione

della divina non posizionare il suo pensiero

molto a quello di Peirce. Per entrambi filosofi

c'è caratteristica della natura che è modale

non-reale e incondizionato, e che è una vera e

propria mancanza dideterminazione che

permette il sacro a farsi avanti. Questa vera e

propria mancanza di determinazione risulta

essere la libertà e possibilità, e come una

caratteristica incondizionata di esperienza

serve come condizione base per lo sviluppo

della natura e l'aspetto sacro. Come voglio io

mostrare in questo capitolo, per Heidegger

questa base è centrato nella differenza

ontologica all'interno di Essere, e rappresenta

quindi un terreno di differenza antecedente

l'identità di Essere. io spero di mostrare come

sia in Peirce e Heidegger, questa base, o "terra",

come lo chiamerò,
pagina 238
229 in ultima analisi, serve come un

meccanismo per una sorta di divulgazione di

"verità", divina o altrimenti, di come le cose sono

.Un attimo fa ho parlato circa l'importanza di

"terra" per Heidegger e Peirce. Grund, o in

inglese, "terra", deriva dal verbo arcaico che

significa 'a macinare'e in origine significava

"terra, sabbia grossa, o terreno sabbioso." 51

Dire che qualcosa è grundlos o "infondata"

significa dire che è non ha una causa o di

supporto. In tedesco filosofia, Grund ha dato

origine al concetto di Gründen , "per terra, ha

trovato, di base, istituito"e ergrunden , "per

capire, andare a fondo della '." 52 Il prefisso Ab

aggiunto Grund rigorosamente significa "terra

verso il basso (reparti)" come in "un sotterraneo

insondabile abisso." 53 appropriazione

Schellingean di Heidegger di questo termine

sembra venire fuori dalla sua lettura di Meister

Eckhart e Jacob Böhme. 54 Eckhart e Böhme

postulato un pre-personali "Terra" nel proprio

essere di Dio, in cui questa terra è stata

chiamata "la divinità" o " abisso." 55 Böhme

specificamente correlata l'abisso con la

propria terra pre-personale di Dio. John W.

Cooper spiega che per Böhme, Il principio

primordiale in Dio ... .è non-terra, di

fondamento, che è il suo termine per non essere

o non-cosa-cosa neoplatonici chiamano

l'Abisso, il divino profondità. Questo è 'No,' la

potenza negativa del non-essere, il caos, il

buio, e ira ... .ma non è la negazione assoluta

di essere. Esso contiene infinite potenzialità,

l'assoluta libertà di essere, e anche la volontà o

desiderio di essere. 56 Schelling anche leggere

Böhme e successive modifiche sviluppate del

concetto di "terra" rispetto a Dio. Schelling

contrasto Grund con sistenza , dicendo che le

opposizionicome reale e ideale, o di essere e

divenire, sono stati sciolti in assoluto

Indifferenz del Grund . In questo senso, Grund

ha rappresentato un "baratro" [ Abgrund ] dove

tutti
pagina 239
230 differenze disciolti in una base ontologica

di in-differenza. Così per la Schelling Abgrund

non è una cosa, ma è a base di pura differenza;

o si potrebbe dire che è unbase per le cose di

essere , ma è, in sé, non è .Per il "precoce"

Heidegger in Essere e tempo (1927), "terra"

significava la "ability-to-be "che entra in vista

quando Dasein progetti si" in cima possibilità in

cui siè stato gettato ... .it è stato rilasciato da

terra, non per sé, ma per se stesso. " 57 Dasein

non prevede il suolo o su base ma si trova "in

primo piano" di un terreno dipossibilità, che è

semplicemente la possibilità che inizialmente

affrontare Dasein . Dasein appropria queste

possibilità e auto-trascende; Dasein diventa .

In Essere e tempo Heidegger ha mostrato poco

interesse per l'idea che l'Essere è un terreno: "Il

senso di essere non può mai essere in contrasto

con gli esseri o con l'essere a supportare 'terra'

di esseri dal 'terra' è accessibile solo come

senso, anche se è in sé l'abisso [ Abgrund ]

diinsensatezza. ' " 58 Tuttavia, per il "dopo"

Heidegger, Essere è "terra" di esseri, e appare

così quando appropriato come Beyng. Egli

scrisse: "Beyng come la terra in cui tutti Gli

esseri in quanto tali prima vengono a loro

verità ... .il terreno in cui gli esseri lavandino

(abisso), il terreno in cui essi assumono anche

l'indifferenza . " 59 La connessione a Schelling è

il modo di Heidegger Abgrund funge da

ontologicabase che garantisce l'identità di

esseri, oltre a concedere lo "spazio" metafisica

libertà necessaria per la comunicazione

dell'essere come Beyng prima Da-sein -a

disclosuretrovato nel "cenno" di occultamento di

Essere e rivelatrice. Heidegger chiama questo

cenno il "dominio" o "caduta-aumento" di Beyng.

60 Il ondeggianti [ Wesung ] di Beyngha una

sua "essenza interiore di 'logica'" (un movimento

sigetic e il rilascio di verità) che è appropria

Da-sein in un evento estatica [ Ereignis. ] 61

Per Heidegger, questo evento è
pagina 240
231 parlato attraverso la poesia e ha discusso

questa idea nella sua conferenza sul poeta

tedesco Hölderlin. 62 Interpretato come tale,

l'influenza di Beyng assomiglia al peirciano-

Schellingean cosmo di sviluppo, o la vita

divina, in cui Abgrund corrisponde Firstness

nel senso chesi tratta di una base che sia i

permessi di movimento temporale-storico di

Beyng e la sua estatica rivelazione. Il

collegamento con Peirce è come Firstness è

l'origine e fonte possibilità e la sensazione, e

come tale permette il "cenno" e dispiegarsi del

cosmo come una vita divina. Se si prescinde

qualsiasi modo di essere, o di qualsiasi

elemento fenomenologico esperienza, Firstness

rimane la categoria, fondatore e "terra"

necessaria per qualsiasi le altre categorie.

Tutte le categorie riposano su di esso ed è

logicamente e cosmologicamente irriducibile.

Tuttavia, poiché Firstness non è una "cosa", ma è

piuttosto un modo di essere e un sentimento che

è incondizionato e indeterminato, è "senza terra"

o "Infondate". Come tale è una base per le

categorie, ma è, in sé, non è una cosa, si tratta

di un modale non . Pertanto, mi confronto

peirciano Firstness al Schellingean-

Heideggeranconcetto di terra come "terreno di

fondamento", o abisso [ Abgrund .] II.

Heidegger 1936 CONFERENZA SU

SCHELLING: la sua importanza per CAPIRE

peirceana Firstness IDEA A. Schelling di

libertà e l'indeterminato TERRA DI Firstness

Nel semestre estivo del 1936, Heidegger ha

offerto un corso di lezioni su Di Schelling

filosofiche indaga la Natura della Libertà e

cose umane Ad essa relativo, originariamente

pubblicato nel 1809 . 63 Il 1809 ha segnato

una speciale periodo per la storia

dell'idealismo tedesco, e in particolare per la

ricezione americana di esso.
pagina 241
232 Nel 1807, due anni prima che il trattato di

Schelling sulla libertà, di Hegel

Fenomenologia Spirit è apparso. 64 La

prefazione ha segnato una rottura definitiva tra

il Schelling e Hegel a causa di critiche indirette

di Hegel del lavoro di Schelling. La rottura tra

i due in questione il concetto dell'Assoluto

come l'identità e l'indifferenza di tutti gli

opposti, che Schelling aveva fatto l'idea

fondamentale della sua filosofia. Hegel

sosteneva che la Absolute consiste in altro che

l'identità astratta di A = A, dove c'è no- cosa a

tutti in assoluto perché in esso tutte le

differenze abbattere, o come era succintamente

messo: "tutto è uno". 65 L'Assoluto è uno stato di

determinato e completo la conoscenza, il punto

di vista di Hegel. 66 Si tratta di un fine-stato di

risultato che si svolge inevitabilmente,

sintetizzare tutte le opposizioni nel suo

percorso e che assorbe tutte le differenze al suo

interno in una unità dello spirito assoluto

(Mente, o Geist ): uno stato di "conoscenza

vacuo," la "notte in cuitutte le vacche sono nere ".

67 Tutte le distinzioni tra Essere e Nulla,

identità e Differenza, e anche la libertà e la

necessità scompaiono in aufgehoben. 68 Nella

prefazione alla Fenomenologia e in una lettera

che ha scritto a SchellingMaggio del 1807 ,

Hegel utilizzato la filosofia di Schelling come il

suo fioretto, anche se indirettamente. 69 Prima

di La fenomenologia è stato pubblicato, e dal

momento che Schelling ha lasciato Jena nel

1803, i due idealistiaveva comunicato solo

raramente. Rompere un silenzio di due anni e

mezzo, Hegel scritto una lettera a Schelling nel

1807 e citato la "opinione pubblica" che il

pensiero La filosofia di Schelling era "nonsense"

e "vuoto formalismo." 70 Oltre a una indiretto o

forse insulto intenzionale, Hegel non ha

affrontato se le sue osservazioni caustiche fatto

nella Prefazione alla Fenomenologia avevano

lo scopo di Schelling o no. Schellingrispondere

alla lettera di Hegel era in ritardo, e il suo

tono freddo e feriti: "Nella misura in cui si te

menzionato la parte polemica di essa

[Prefazione alla Fenomenologia ], decente
pagina 242
233 il rispetto di sé mi vieta di pensare così

poco a me stesso come a giudicare che questa

polemica si riferisce a me." 71 malcontento di

Schelling con Hegel è cresciuto soprattutto

perché pensava che la critica hegeliana della

sua filosofia non si adattava. 72 In cambio alle

critiche indirettamente puntato verso di lui,

Schelling criticato la hegeliana Assoluto come

troppo astratta e "troppo negativo ", dove l'idea

di assoluto nell'identità astratto trascurato"

concreto esistenza." 73 A causa di Hegel critica

intenzionale o no-Schelling avrebbe pubblicato

nulla nel corso dei prossimi 45 anni, e non ha

mai comunicato con Hegel di nuovo. 74

Schelling si ritirò dalla attività pubblica e visse

fino alla sua morte nel 1854 per iscritto, ma

mai la pubblicazione, un importante lavoro

pianificato che non ha mai avuto al di là della

forma di corsi di lezione. Suo figlio ha

pubblicato questi corsi di lezione come parte

delle opere raccolte pubblicate. Oggi potrebbe

sostenere che Schelling si ferma, per la

maggior parte, in ombra di Hegel Salva per un

lavoro importante: il Freiheitschrift, o "Libertà

saggio", come viene chiamato in breve sul

postodel titolo più lunghe, filosofiche indaga la

Natura della libertà umana e Le questioni ad

essi connessi (1809.) 75 Lo scopo della Libertà

saggio di Schelling è stato quello di prima,

definire il concetto di libertà, e in secondo

luogo, posto che il concetto all'interno di un

intero scientifico visione del mondo. Così,

Schelling cercato di "comprendere la natura

come una unità, che è auto-mantenimento e

che, contenuta in sé non richiede terreno al di

fuori di se stesso per il suo movimento e la

interconnessione. " 76 Guardando a come la

natura potrebbe essere una unità sistematica,

ma includere spazio per la crescita e lo

sviluppo in forma di libertà, Schelling pensato

di isolare lo studio della natura come un

"organismo universale" piuttosto che una

"macchina meccanico." 77 In termini di libertà

umana, la questione centrale per Schelling,

poi, era conciliare il necessità della natura e

delle sue indagini empiriche associate posato

da una scientifica
pagina 243
234 visione del mondo con affordance di

libertà di contingenza e l'esperienza personale

di esso. Per i miei scopi qui, io non sono tanto

preoccupati con gli interessi di Schelling in

libertà per quello che attiene alle questioni del

libero arbitrio; per esempio, la libertà della

volontà di scegliere il bene o il male. Piuttosto,

il mio interesse è nella sua idea che la libertà

dovrebbe assumere il ruolo di un base

ontologica o terreno per l'esperienza della

natura nel suo aspetto divino e dimostrano

come questa idea è pertinente alla categoria di

Firstness di Peirce. Questo collegamento

dovrebbe diventare chiara come tento di

rimanere con la difficile questione di come la

libertà potrebbe essere non trovato solo come

concetto nel contesto di una visione del mondo

scientifico, ma piuttosto esistere come realtà

all'interno di un sistema ordinato e necessaria

della natura. 78 Simile alla categoria di

Firstness di Peirce, Schelling ha chiarito in

anticipo che la libertà è stato dato in primo

luogo attraverso una "sensazione". 79 Schelling

ha detto che la sensazione di libertà è stato

"radicato in ogni individuo." 80 Tuttavia, la

sensazione di libertà, Schelling mantenuto, è

altrettanto sfuggente come è fortemente sentita.

Mentre fortemente sentito, non c'è garantire

che la libertà è infatti qualcosa di reale o parte

della natura, piuttosto che esistente come

sensazione soggettiva da solo. Così, se la

natura è sistematica, ordinata, e l'obiettivo,

sentimenti di la libertà potrebbe essere molto

sentito, ma possono essere semplicemente

personale e soggettivo, e quindi tenere alcuna

realtà all'interno di un sistema esterno di

natura. Se la natura è di essere obiettivo,

completo, e sistematico, quindi contingenza di

libertà potrebbe essere solo una sensazione, e

niente di più.Come Schelling ha scritto

nell'introduzione al saggio Libertà: "l'idea di

libertà è detto del tutto incompatibile con l'idea

di sistema e ogni filosofia che rende pretesa di

unità e completezza è detto di finire nel negare

la libertà. " 81 Così, l'affermazione era che se la

natura è un sistema completo e oggettivo,

allora la libertà non può esistere perché
pagina 244
235 libertà significa emergenza e un sistema

completo e oggettivo non ha spazio per

contingenza. Nella citazione di cui sopra,

Schelling si riferiva al sistema di panteismo di

Spinoza, per quel sistema identificato Dio

creatore con un sistema oggettivo e

meccanicistica natura. In mostra di Spinoza,

volontà creature o sensazioni soggettive di

libertà erano altro che modifiche paralleli

della volontà di Dio, e il risultato di questa

prospettiva, Schelling pensava, era il fatalismo

e il determinismo. 82 Ma allo stesso modo che

la mancanza di determinazione si trovano in

Firstness oppone Peirce tychism a hegeliana

razionale determinismo, così, anche, fa

l'insistenza Schellingean che la libertà è reale

distanza suo La filosofia di panteismo di

Spinoza. Pertanto, è stato il punto di Schelling

a posto libertà come concetto di coronamento e

la realtà all'interno di un sistema di carattere

nonostante la sua sfuggentee l'aspetto

indeterminato. Cioè, Schelling ha cercato di

creare un account sistematica di natura che

incluse la libertà, e quindi sfidare la tendenza a

dichiarare in anticipo cosa assolutamente e

razionalmente conta come un sistema

oggettivamente completato. In questo modo la

volontà di Dio possa riflettersi in un sistema

oggettivo e ordinata di natura, ma umana Gli

esseri potrebbero essere gratuito mentre

esistente in quella natura. Così, per Schelling,

"il sistema stesso è un sistema di libertà ". 83

Questo significava che la natura è stata presa

come "un sistema in grado di il metabolismo, la

crescita, lo sviluppo, l'autoregolamentazione,

la risposta agli stimoli, e spontanea attività

"opposto a" un sistema chiuso che riposa in un

equilibrio statico piuttosto che un stato

dinamico. " 84 Se la libertà è una realtà situato

all'interno di un obiettivo natura natura

compreso Dio e creatura, quindi né Dio né

creatura è stato possibile determinare. In

questo molto rispetto conto di Schelling della

natura considerata come un sistema di libertà

assomiglia Il modello di Peirce dell'universo,

per nell'universo di Peirce la rigidità della

sinecismo è
pagina 245
236 temperato dalla spontaneità della libertà

si trovano in tychism. La spontaneità, la

possibilità, possibilità, e la libertà sono a terra

nella realtà di Firstness e Firstness è di un

realtà oggettiva che aiuta struttura

categorialmente natura, anche se non ha

nessun obiettivo realtà (Firstness è possibile ed

anzi è una realtà, però.) A causa il concetto di

Schelling di libertà e di Peirce Firstness sono

così simili, mi riferisco a Schelling concetto di

libertà come "Firstness-libertà". Già si trova una

sfida a ciò che "libertà" dovrebbe significare qui,

tanto più che la libertà si trova in un conto

sistematica della natura. È un sistema di

libertà internamente impossibile? Detto in

termini di preoccupazione del mio progetto, in

grado diFirstness-libertà si trova in una vita

divina che si sviluppa in modo sistematico

verso Terzità generalità? Schelling ha risposto

che "se il parere essere avanzato che il concetto

di libertà contraddice il concetto di sistema

complesso e intrinsecamente, allora è

straordinario che una sorta di sistema deve

essere presente e coesistere con la libertà di

almeno nella comprensione divina. Per la

libertà individuale in qualche modo o l'altro ha

un posto nell'universo. " 85 Per argomentare

contro l'idea che sistematicità, ordine, o per

necessità deve occlude la libertà, Schelling

pensato per dimostrare come la mancanza di

necessità non è uguale disordine completo.

Cioè, un resoconto sistematico della natura

può essere dato che è sciolto abbastanza per

includere la libertà, ma che a sua volta è di un

ordine, vero e proprio, e necessaria natura. Nel

corso 1936 conferenza su Schelling, Heidegger

sembrava alle origini del parola "sistema" al fine

di rendere chiaro questo punto. Heidegger

sottolineato come l'origine della parola

σύστημα o "sunistemi" si riferisce a una "unità

visibile nella compagine più profondo delle

cose." 86 Con "compagine" [ Fuge ] Heidegger

significatoche cose diverse si uniscono per

formare un intero stesso; cioè, un "sistema".
pagina 246
237 Di conseguenza, un sistema può significare

un "accumulo" o un "patchwork" delle cose

seguenti un po 'di ordine preciso formare un

insieme unitario. 87 Eppure, in questo ordine,

non ci può esiste spazio per il cambiamento in

ordine delle cose. 88 Nella conferenza

Schelling, Heidegger purché il lettore con

l'esempio di una falange truppa modo da

rendere questo punto chiaro. In una falange,

c'è una forma esterna e raggruppamento

esterno per la Le truppe, e come si muovono le

truppe sul campo di battaglia ogni membro

capisce l'ordine necessario, in modo da

mantenere corso sul campo di battaglia. La

formazione falange pertanto rappresenta un

"sistema", un unità visibile delle cose unite

formano un tutto. la truppa membri

costituiscono il sistema, ma ogni membro

truppa possono adattarsi alle condizioni del

campo di battaglia come la formazione

richiede. Cioè, la formazione detiene mentre i

pezzi possono scegliere di cambiare la loro

posizione dato determinate condizioni di

campo. Questa comprensione di "Sistema",

afferma dunque che i membri aderito sono

individualmente abbastanza liberi di regolare a

il sistema nel suo complesso, ancora un

sistema di ordinazione per la formazione

rimane. Così un grado di libertà viene

esercitata entro un dato o disposti ordine, la

forma quadrata della falange formazione.

Credo che questa idea di sistema assomiglia

idea di Peirce di come funziona Firstness nella

natura come condizione di libertà, ma non

senza appartenere ad un ordine definito di la

realtà. il concetto di Peirce della natura

ammette ordinamento sistematico in virtù delle

categorie, ma la legge di Terzità-generalità è

abbastanza largo da cambiare mentre certa

categoriale ordinamento tiene sempre vero

come necessario. Terzità-legge può cambiare a

causa della la spontaneità data dal Firstness-

possibilità, ma per tutto il tempo una

formazione categoriale di la realtà detiene. In

sostanza, qui si sta identificando quale

condizione permette che la natura liberamente

sviluppare (contingenza) mentre la natura è

consentito di mantenere il funzionamento
pagina 247
238 regolarità e gli stati di legge simile

(necessità). Heidegger pensava che fosse

Schelling significativo nell'aiutare introdurre

questa idea nella storia della filosofia, perché

era Schelling che per primo ha messo la libertà

direttamente all'interno di un sistema ordinato

di natura non come un semplice concetto, ma

come base fondamentale della realtà. Per

Schelling, il risultato è stato che ci potrebbe

essere un assolutamente necessario e attuale

Dio (il cui "formazione" sarebbe il sviluppo della

storia e della natura empirica), ma un tale Dio

poteva contenere in sé abbastanza di

emergenza per "adattarsi alle condizioni" a

portata di mano, il che è dire che Dio poteva

possedere abbastanza libertà o la possibilità

per la crescita di diventare senza esistere come

chiusa o sistema assoluto. 89 In opposizione a

Dio di Hegel, Dio di Schelling è stato elevato

da negativo pensiero astratto di un positivo,

concreto, e la piena esistenza nel modo stesso

di il suo divenire. 90 Con la realtà della libertà

fermamente stabilita, Heidegger ha scritto,

"Schelling ... .wants per realizzare proprio

questo: portare una formulazione concettuale

come Dio non come un concetto di pensiero,

ma come la vita della vita, viene a se stesso.

Così un diventare Dio! " 91 Il concetto di un

Dio che si fa è stato uno dei più grandi

successi di Schelling in la storia della filosofia.

Egli sosteneva che il concetto di Dio non può

essere espresso in tradizionale onto-teologica

lingua: per esempio "prima", "antico" o

"necessario", ma piuttosto che Dio deve

contenere coppie di termini come "necessità e

libertà" a contrasto, "La gioia e la sofferenza",

"soggetto e oggetto," e "finito e infinito" al fine di

mettere in relazione e comprendere alla

creazione, oltre a esistente come vita divina

divenire. 92 come Schelling si espresse, "Il

concetto di Dio è di ampia, sì di portata più

ampia e non può essere articolato in una sola

parola. In Dio non vi è necessità e libertà ". 93

Il collegamento con Peirce e Heidegger è che

per uno a sostenere che un identico o "stesso"

cosa contiene
pagina 248
239 contrari (sia che si tratti della natura, un

sistema, Dio, o di essere) sembra implicare una

contraddizione. In entrambi i casi la natura è

un sistema chiuso o è libero di sviluppare.

Come potrebbe la natura davvero essere sia

determinato e libero? Schelling ha preso

questa domanda da porsi: come può un Dio

necessario cheè puro essere anche essere

abbastanza contingente modo di sussistere

come un essere liberamente divenire? Questo

significa che un Dio necessario detiene anche

una sorta di contingenza ed è un

contraddizione che ne risulta? Schelling

sottolineato che per predicato P ANDP (ad

esempio, necessità e non necessità) di un essere

individuale è alcuna contraddizione a

condizione che oppone predicati applicano ai

diversi aspetti di tale essere. 94 La rilevanza di

questa affermazione per Peirce e per

Heidegger è che l'identità di qualsiasi soggetto

predicato contiene "dentro" o "prima" è un

differenza fondamentale che serve come base

per la postulare dell'identità del soggetto come

un'identità. Nella filosofia di Peirce questo

terreno di funzioni di differenza come base per

predicazione semiotica. In modo che l'identità

possa essere , ci deve essere qualche base o

terreno suche l'identità è concesso. 95

Piuttosto che affrontare questo problema

attraverso la semiotica di Peirce e

indebitamente complicare la questione, per il

bene di economia cercherò di quello che ho già

stabilito con un esame di come il concetto di

funzioni di terra nella sua teoria

fenomenologica e cosmologica per mezzo di

Heidegger e Schelling. Questo base

differenziale è più adeguatamente formulata

dal concetto heideggeriano di "ontologica

differenza "e il concetto di Schelling di" terra ",

sia spiegato nella sezione successiva.
pagina 249
240 B. "GROUND fondamento" [ ABGRU D ] E

IL ONTOLOGICADIFFERENZA Finora mi è

stato chiesto quali basi ci potrebbe essere per

la natura di svilupparsi liberamente ancora

rimarrà un sistema ordinato con una qualche

forma di organizzazione categoriale. Cioè, io

sto alzando la questione se lo sviluppo di un

sistema ordinato di natura necessariamente

esclude la libertà. Sollevo la questione con lo

scopo di confrontare come Peirce e Heidegger,

attraverso un Schellingean ispirato

comprensione della natura, collocato una

caratteristica indeterminato di esperienza

direttamente nella natura. In questo modo,

credo, sarà tirare fuori al lettore come

Firstness-possibilità è anche Firstness-libertà.

Vorrei anche esplorare ulteriormente come

questa caratteristica indeterminato di

esperienza gioca la sua parte nella

divulgazione della natura presa come lo

sviluppo di tutto o-quello che ho

precedentemente chiamato "l'infinito" o "vita

divina". Questa caratteristica indeterminato di

esperienza si trova all'interno della natura, ed

è un "terreno" peresperienza che permette di

sviluppare la natura nel suo carattere infinita e

di auto-trasformazione. La filosofia di

Schelling è, in generale, una filosofia sulla

genesi della natura dalla sua "terra" e il

processo per cui questa generazione avviene,

fissato come processo sistematico dall'identità

di tutto il sistema. Con il termine "terra"

Schelling significava la base per le cose in

termini di generazione, per l'esistenza voleva

dire che le cose sono, e da Essendo voleva dire

identità. 96 Perché lui era un filosofo della

genesi, Schelling non deve solo descrive

l'identità del sistema (Essere, o Assoluto) ma

deve anche descrivere il terreno per l'esistenza

di Essere, così come la differenza tra i due. La

domanda di essere inclusi per Schelling la

distinzione "tra l'essere nella misura in cui

esiste, e Essendo in quanto è la semplice

ragione d'essere. " 97 Egli ha affermato che

entro la natura stessa vi è una differenza

fondamentale tra il terreno e l'esistenza, o una

differenza tra
pagina 250
241 ciò che genera o produce esseri, e gli

esseri esistenti reali o ciò che viene prodotto.

Cioè, Schelling ha affermato una differenza

ontologica fondamentale tra la natura preso

come produttività ed i prodotti della natura.

Questa differenza fondamentale è un'altra

formazione deldifferenza ontologica, o la

differenza tra essere ed ente, formulato da

Heidegger e il naturalismo estatico di

Corrington. Questa differenza ontologica è

stata discusso a lungo nel primo capitolo

quindi mi rinunciare a qualsiasi discussione

dettagliata di qui. La discussione circa la

differenza ontologica nel testo di Schelling

inizia con una discussione sulla legge di

identità. Identità significa tradizionalmente

"identità", come in A = A, e di solito è preso per

essere tautologicamente semplice ed evidente.

Schelling sfidò questa nozione del tutto

sostenendo che l'identità presuppone un

terreno differenziale di base identità resa

intelligibile come identità. 98 Con questa

comprensione dell'identità in mente, Schelling

ha affermato che le cose potrebbero

appartenere alla "stessa" realtà, come ad

esempio la realtà Dio, possiede ancora una

natura "diversa" distinta da quella realtà. 99 Per

esempio Schelling Detto questo, " 'Questo corpo

è blu,' non significa che il corpo e in ragione

della sua qualità di corpo è anche un corpo

blu, ma solo che l'oggetto designato come

questo corpo è anche blu anche se non nello

stesso senso. " 100 Ha poi continuato

affermando che, "anche una dichiarazione

tautologica, se non è del tutto priva di

significato, mantiene questo rapporto. Così, se

uno dice: Un corpo è corpo: egli è sicuramente

pensando qualcosa di diverso nel soggetto

della frase che in suo predicato. Nel primo,

cioè, si riferisce all'unità; e in quest'ultima alla

qualità individuali contenute nel concetto,

corpo, che sono collegati l'unità come

antecedens alle consequens. " 101 Heidegger ha

delineato un concetto simile di identità nel suo

saggio "Il principio di Identità "(1957) 102 In

quel saggio Heidegger sosteneva che A = A

contiene una prima
pagina 251
242 differenza fondamentale necessarie per

identificare l'oggetto A e la sua identità re-

affermato come Anella forma di una

tautologia. Heidegger ha scritto che il

principio di identità dice: "per ogni A, A è sé

stesso. " 103 Detto in modo negativo: "Ogni A è

diverso da ogni altro A dato, ma ogni A è lo

stesso per sé. " 104 Prendiamo ad esempio la

proposizione: "Un corpo è blu. "" Blue "(predicato)

appartiene al corpo, ma non è del tutto

identica ad essa. Uno potrebbe dire che il

predicato "blu" appartiene al soggetto "corpo", ma

non sono completamente stesso. Nell'affermare

la legge di identità, A = A, il secondo ri-

affermazione di un(Vale a dire: qualcosa = A)

deve essere pensato per appartenere alla prima

affermazione di A (cioè: A = qualcosa.) Così

l'ultima affermazione di A può anche essere

pensato come diversi o separati dalla prima

affermazione. Heidegger ha scritto che,

Secondo la comune idea di identità, questa

frase significa corpo e blu sono la stessa cosa.

Ma il corpo e il blu sono cose diverse ... .Se

entrambi sono ora la stessa secondo la

proposizione come espressione di identità,

possono solo essere tali se sono così in un

diverso rispetto ... .Cosa, poi, viene inteso nel

dichiarazione di identità? L'identità è

l'appartenenza insieme di ciò che è diverso a

uno. 105 Pensando la differenza tra soggetto e

predicato (rappresentata dalla copula "È")

avviene attraverso un pensiero che tenta di

pensare l'identità stesso di Essere. identità

identità qua è attivata per una differenza tra

due affermazioni del suo identità; nell'esempio

precedente, un "uguale" segno (=) o la copula "è"

rappresenta differenza all'interno di una

proposta di una identità selfsame. La copula "è",

ha detto Heidegger, "Riprende e rende possibile"

il predicato per il soggetto. 106 Nella

conferenza Schelling Heidegger ha osservato

che,
pagina 252
243 Il soggetto è mezzi predicato S motivi la

possibilità di essere di P, è il terreno che sta

alla base e quindi prima. 'S è P' significa S

'motivi,' dà P sua terra ... .A frase come 'Dio è

tutto' deve fin dall'inizio non essere intesa nel

senso di una mera, identità sconfinato di Dio e

tutte le cose senso di un miscuglio primordiale

senza legge. Se l'istruzione ha qualcosa

filosoficamente essenziale per dire, è solo la

questione di come la 'è' è di essere qui inteso.

107 Pertanto, nell'esempio di cui sopra, la

copula 'è' rappresenta la differenza ontologica

tra soggetto e predicato che dà identità in

quanto tale; IT motivi la possibilità di essere

un predicato per un soggetto. La differenza

ontologica o "tra relazione" della copula è un

"terreno" o base per possibili predicazione.

L'idea che la legge d'identità si basa su una

differenza ontologica fondamentale era la

spinta del ragionamento di Schelling contro il

panteismo di Spinoza. Schelling ha osservato

che una sostanza infinita "A" non può essere

infinito, identico a una delle sue conseguenze

"un." 108 Infatti, se "a" esiste in rapporto derivato

da "A" e "A" è infinito, allora come potrebbe "A"

essere una cosa particolare e finito,

riconoscibile come tale? 109 Dal punto di vista

panteismo, Schelling pensiero, l'identità

infinita di Dio sostituisce tutto all'interno di un

puro identità astratta, che di sostanza. Questo

Dio pone la propria volontà e determina solo

si. Tuttavia, come tutte le cose sono detto di

essere in Dio, volontà finiti non sono altro che

di Diovolontà infinita. Schelling ha scritto che

l'errore del sistema di Spinoza è in alcun modo

a causa del fatto che egli pone tutte le cose in

Dio, ma per il fatto che sono cose-alla

concezione astratta del mondo e le sue

creature, anzi di sostanza eterna stessa, che è

anche una cosa per lui ... .Egli considera la

volontà, anche, come cosa, e poi dimostra,

molto naturalmente, che in ogni caso il suo

funzionamento deve essere determinato da

qualche altra cosa ... e così via all'infinito.

Quindi il lifelessness del suo sistema, la

durezza della sua forma ... .Thence anche,

abbastanza coerentemente, la sua visione

meccanicistica della natura. 110
pagina 253
244 Schelling contestato la rigidità del sistema

di Spinoza, e credo, ha sfidato il determinismo

razionale di Hegel all'interno della stessa linea

di pensiero. Lo ha fatto perché entrambi

Spinoza e Hegel pongono identità di "stesso" -

creatures sono in Dio, e in tal modo le creature

sono Dio, la differenza tra i due, si confonde

con una identità assoluta. Per Spinoza che

l'identità è sostanza e per Hegel che l'identità è

la coscienza o spirito [ Geist .] Un altro modo

di porre il problema è che Schelling, al

contrario di Spinoza e Hegel, eraun filosofo

della differenza. Pensare e di essere, finito e

infinito, soggetto e oggetto sono semplicemente

differenze formali e modifiche parallele di una

sostanza infinita o Assoluto, e niente di più per

Spinoza e Hegel, secondo Schelling. Il suo

maggiore disaccordo con i sistemi spinoziana e

hegeliane era che lui pensava che solo

concettualmente postulato una differenza

ontologica tra Dio e la creatura o tra il finito e

infinito, e quindi pensava che hanno trascurato

la differenza ontologica lavorando alla base

della natura. Senza una reale differenza tra il

finito e l'infinito, l'infinito preso come assoluto

è una contraddizione in termini, perché è il

postulare di se stessa contro se stessa, e

nient'altro. In questo modo gli esseri finiti non

potrebbero essere . Heidegger ha sottolineato

come questo era vero della concezione

hegeliana della natura con riferimento a

Spinoza: "In Spinoza, Hegel trova il

completamente sviluppato 'punto di vista della

sostanza', che non può, tuttavia, essere il punto

di vista più alto, perché l'essere non è ancora

pensato allo stesso modo e fondamentalmente

come pensare pensiero stesso ... .Spinoza

appelli sempre di nuovo a tutta la pensare

dell'idealismo tedesco, e allo stesso tempo

provoca la sua contraddizione, perché lascia

pensare cominciare con l'assoluto. " 111 Detto

in altro modo, con un tradizionale

comprensione dell'identità, il pensiero inizia

con l'Assoluto e non lascia dietro. Differenza

tra il finito e l'infinito è stato pensato per

essere un contributo concettuale, ma
pagina 254
245 come Heidegger ha sottolineato, è

antecedente a qualsiasi postulare l'identità in

quanto tale, formale oin caso contrario, come

nel caso di molto proprio essere di un essere,

ontologicamente parlando. Heidegger ha

scritto: "Ogni volta che arriviamo al luogo in

cui siamo stati presumibilmente prima messa

differenza lungo come un presunto contributo,

abbiamo sempre trovato che l'Essere e gli

esseri nella loro differenza sono già lì. " 112

Corrington apre la strada nel tentativo di

visualizzare Peirce e Heidegger prese con

questa differenza ontologica già presente di

base che serve da base per tutti possibile

identità, ma che non è una qualsiasi stabilita o

sostanziale identità è di per sé .Cioè, questo

terreno, se assunto come differenza (una

fondamentale "non" all'interno di esperienza),

èse stesso senza "terra" ed è quindi anche "priva

di fondamento". Così la "terra" [ Grund ] èsenza

terra o "infondata" [ Ab-Grund .] Per analogia

parlando, si potrebbe immaginaredifferenza

ontologica come un "baratro" che permette

possibili significati di superficie dalle sue

profondità, ma che non si è uno qualsiasi di

questi significati singolarmente. reclami

Corrington che ammettere questo abisso in

"profondità" della natura fornisce una

spiegazione per come il vita divina, discusso

nei capitoli precedenti, esiste come una vita

divenire, che è, per lui, "Dio". 113 Corrington

poi sostiene che Schellingean terra rappresenta

la base differenza ontologica tra la natura

indole e la natura naturing, o "prodotti"

e"Produttività", dove la vita di Dio si gonfia e

picchi uscito da dentro ontologica differenza.

114 Al fine di esplorare questa differenza

ontologica, Corrington si trasforma in chiave

di Schelling descrizione del terreno

"indisciplinati". 115 Ciò significa che il terreno

resiste all'essere "raccolse sotto le braccia della

ragione e portato in una piena trasparenza ".

116 terra Schellingean è, per lui, "la terra di

tutti i motivi là del bene e del male." 117 Questa

idea risuona di
pagina 255
246 tesi di Schelling che il terreno per lo

sviluppo della natura rimane in Dio, ma non è

di natura divina. Come tale, il terreno entro

Dio permette la libertà di scelta tra il bene e il

male. 118 Più importante per Corrington è

come permessi di terra continuo atto di auto-

rivelazione, che è, credo, una caratteristica

estremamente importante di Dio esperienza per

le ontologie di Peirce e Heidegger. In Peirce, di

natura auto-rivelazione è la conferma di

un'ipotesi per un organismo indagare, e per

Heidegger è di essere auto-disclosedness

parlato dal poeta. "Sregolatezza" La terra è nulla

breve della sua libertà di resistere essere

portati in ordine, e come tale, come Firstness,

rimane un terreno non razionale di sentimento

e possibilità giace incomprensibilmente alla

base di tutto cose. dichiarazione più forte e

chiaro di Schelling di questa terra, ora

discusso in la sua piena importazione

ontologica, è il seguente. Dopo l'atto eterno di

auto-rivelazione, il mondo come noi ora

vediamo che, è tutto Di regola, l'ordine e la

forma; ma gli indisciplinati risiede sempre in

profondità come se si potrebbe di nuovo

sfondare, e l'ordine e la forma in nessun posto

sembra essere stato originale, ma Sembra

come se quello che era inizialmente stato

indisciplinato era stato portato su ordinazione.

Questo è la base incomprensibile della realtà

delle cose, il resto irriducibile che non può

essere risolto in ragione del più grande sforzo

ma rimane sempre nella profondità. Fuori di

questo, che è irragionevole, ragione nel vero

senso è nato. Senza l'oscurità che precede, la

creazione non avrebbe alcun realtà; il buio è il

suo patrimonio necessario. 119 Così, una vista

come Schelling ritiene che l'identità è possibile

solo a causa del terreno. Senza il precedente

"buio" delle profondità, la "indisciplinati" e "base

incomprensibili della realtà delle cose, "il

mondo non avrebbe una realtà. Un intravede

questi profondità di maniera di qualunque

"invertito direzionalità" di punti di attualità

indietro verso ciò che ha reso la realtà

possibile . Le realtà della natura, la natura

indole , o Schelling
pagina 256
247 Welt , puntare sempre di nuovo verso

questa terra come fonte per le proprie

possibilità. 120 Il punto da trarre per i miei

scopi qui è come questa terra prevede la

possibilità dell'essere dell'identità, e come tale,

assume una potenza di identità dazione in e

attraverso la propria lo stato incondizionato

come base o di terra per l'esperienza. Come

tutti i prodotti della natura rimanere "in" la

differenza di questa terra, nel senso che gli

esseri sono definite da questa fondamentale

"non" della natura, una priorità di compare a

terra, e in una certa misura, giustifica lo status

sacro. Corrington scrive: "Il terreno è migliore

indisciplinati compreso attraverso l'immagine

del mare zangolatura che è del tutto

indifferente qualunque possano verificarsi su o

sotto la superficie, ma che fornisca anche

nutrimento alla sua creature. Due aspetti di

questa relazione assumono priorità: la qualità

che comprende di il terreno indisciplinato, che

si farà riferimento a come il suo providingness

(Buchler) e il suo nutrizionale dimensione, che

si farà riferimento a come la sua forma di

grazia naturale ". 121 Ricordiamo dal capitolo

Tre mio uso del concetto di John McDermott di

"esistenza uterino." "Esistenza uterina" è uno stato

che comprende in cui l'organismo è immerso in

una sorta di profondità l'essere di natura che è

in nessun posto completamente al di là della

portata di rilevazione e che rimane un

incondizionato sacra fonte prevedendo

spirituale benessere dell'organismo.Eppure,

che cosa è questa fonte diversa pura

providingness o semplicemente un

totalizzantenatura? Corrington osserva che,

"Non abbiamo providingness ma nessun

fornitore, grazia naturale ma non dispensatrice

di grazia. ... Il fallimento di vivere in continuo

auto-ribaltamento del differenza ontologica ha

fatto sì che i tratti selezionati dagli ordini

pertinenti della natura indole sono stati

illegalmente contrabbando oltre il confine nel

dominio della natura naturing. " 122 In altre

parole, comportamento umano verso un

incomprensibile e terra differenziale spesso

pone i propri ritratti antropocentriche di ciò

che questo faccia di
pagina 257
248 tipo dovrebbero essere, come se fosse una

cosa , piuttosto che un terreno creativo e

sorgente per ilessere stesso della natura. Ho

già detto come questo terreno si trova "in-

between" natura naturing e la natura indole,

forse si potrebbe dire "in-between" in sé e come

tale essere-Ing costituisce l'identità stessa

dell'essere. Forse è per questo che Heidegger

sillabata Be- ing; in modo tale da segnare una

modalità non-onto-teologico appropriato di

Beyng [ Seyn ] nello sforzoper visualizzare la

"in-between" della differenza ontologica già

contenuta all'interno di Essere. Si pone la

questione se la "in-between" della differenza

ontologica è impossibile Attraversare; cioè, ci

si deve chiedere se la differenza ontologica

separa esseri finiti della natura dalla sorgente

infinita della natura naturing che li crea,

quindi può finite esseri mai capire o

intravedere l'infinito? Detto in altro modo, si

può affrontare direttamente il abisso e pensare

"di" differenza ontologica, come se si trattasse di

una rappresentazione, attraversando quindi

l'abisso tra finito e infinito? Si deve trovare un

ponte o compagine tra i due in modo che il

finito possono sia vedere se stesso come finito e

come relativa all'infinito, ma tutto il tempo si

deve mantenere una vera differenza tra i due,

in modo da onorare la loro parte identità.

Come risulterà evidente nella sezione seguente,

è commessura terra ed esistenza che realizza

questo compito e che permette esseri finiti da

incontrare l'infinito in atti di trascendenza. Per

riassumere i miei punti finora, credo che la

compagine di terra di Schelling è simile in

funzione a differenza ontologica di Heidegger,

ma concepito all'interno di un onto quadro

teologico. La differenza ontologica si rivela

essere una base per identificare esistenza in

quanto tale. In l'ontologia di Heidegger, terra

significa libero dono di sé di essere [ es gibt ] a

Dasein, e in Schelling di terra ontologia

significa la libertà di diventare per
pagina 258
249 la vita divina di Dio. 123 In entrambe le

ontologie, terra è una terra di libertà e per la

libertà, ma non è di per sé niente di specifico,

determinato, in assoluto, o sostanziale. Terra è

sempre "senza terra" [ Abgrund ], e così sfugge

ad ogni tipo di sostanza che

dell'ontologiapostula una fondazione in

calcestruzzo di riposo in fondo dell'esistenza.

Non si tratta di negare la la realtà di libertà

trovato in quella terra, ma piuttosto il

contrario. La mancanza di un concreto

fondazione postulato è un'affermazione

positiva della realtà di libertà sia per Dasein o

proprio la trascendenza di Dio come una vita

liberamente divenire. Heidegger si esprime

così: "La libertà è il terreno di terreno. Tuttavia

non semplicemente nel senso di tipo formale,

senza fine ... .freedom è l'abisso della terra [

Ab-Grund ] in Dasein. Non che la nostra

individuale,comportment libero è infondata;

piuttosto, nella sua essenza come trascendenza,

luoghi libertà Dasein , come potenzialità di

essere, in possibilità che gape aperto prima

della sua finitascelta." 124 E Schelling ha

dichiarato la sua idea del "fondamento" [

Abgrund ] in questo modo:Qui finalmente si

raggiunge il punto più alto di tutta l'inchiesta.

La questione ha stato a lungo sentito: Che cosa

è da guadagnare che prima distinzione tra

l'essere in quanto è fondamento, e di essere

nella misura in cui esiste? ... .Abbiamo già

spiegato ciò assumiamo nel primo aspetto: ci

deve essere un essere prima di ogni base e

prima di ogni esistenza, che è, prima di ogni

dualità a tutti; come possiamo designarlo se

non come 'terra primordiale', o meglio, come il

fondamento? Come precede tutto antitesi questi

non possono essere distinguibili in esso o

essere presente in qualsiasi modo. esso non

può quindi essere chiamato l'identità di

entrambi, ma solo l'assoluta indifferenza per

entrambi. 125 Senza la falda meno , i due-

foldness dell'identità, A se stesso uguale, A,

sarebbe un vuotoidentità, che dell'Assoluto. Se

una differenza ontologica non ha

antecedentemente rivendicare il l'identità

dell'Assoluto, allora qualsiasi formulato

identità distinta dal assoluto sarebbe non

essere possibile . Indipendentemente dalla sua

fonte ultima, la terra / rapporto con messa a

terra
pagina 259
250 postula la natura nella sua propria

identità e consente di differenza si trovano

all'interno del suo stesso proprio essere. Cioè,

la vita divina possono essere identificati come

una vita (un'identità unitaria o di un sistema di

ordinato la natura) e creature finite sono in

grado di riflettere su che la vita, e sotto la

propriavite. In questo modo gli esseri finiti

crescono e si sviluppano appartenenza alla

natura ma anche rimanere distinta. La

distinzione cruciale è la realtà della differenza

ontologica tra la terra e ciò che viene messo a

terra. A causa della natura di questa

differenza, trascendenza è davvero possibile. Si

potrebbe dire che una creatura che si fonda,

quando sperimentare la differenza tra se stesso

e ciò che è terreno o dà a terra, "Trascende" la

propria finitezza prendendo coscienza

trascendenza" mi riferisco alla mia precedente

discussione in questa dissertazione dove ho

parlato Peirce e Schelling "non ancora", o il

terreno di possibilità lavorando alla base della

natura che svolge un ruolo importante nel

contrasto tra creature finito e l'infinito cosmo.

Si è sostenuto che, quando in piedi su un

terreno di possibilità (possibilizing), creature

finite hanno il potenziale per ottenere un senso

della infinito in un atto di trascendenza

disponibile attraverso il rapimento. Ho

descritto questo evento come "estatico".

Heidegger ha parlato di un evento simile

estatica come una sorta di trascendenza, dove

Dasein arriva da sé a un mondo che è al di là

di esso, dove"Mondo" si intende un insieme di

significati e scopi entro i quali il Dasein può

agire e puòesseri incontro. 126 E 'questo "oltre",

verso la quale Dasein trascende di là della

natura, èesso soprannaturale? O, fa cadere la

trascendenza di Heidegger nei limiti della

realtà natura e quindi rispecchiano la Peirce

rapporto finito-infinito della trascendenza?
pagina 260
251 C. TERRA di trascendenza: POSSIBILITA '

Già nel 1928 nel saggio "Sulla natura di terra",

Heidegger ha scritto che "La trascendenza

significa che supera" [ Überstieg .] " 127 La

trascendenza è stato rivendicato da non

comportare una relazione con un essere

superiore come Dio, ma piuttosto ha detto a

coinvolgere le possibilità di Del Dasein

propria auto-superamento. 128 Come

superando, il verificarsi di trascendere "passa

'Da' un po 'a' qualcosa ". 129 Heidegger ha

scritto che, "A superando in tal modo ci

appartiene quella verso cui si verifica tale

superamento, ciò che è di solito, però

impropriamente, chiamato 'il trascendente.' "

130 Qui Heidegger appello ai religiosi motivo

della trascendenza, al fine di descrivere una

struttura più generale dell'essere-in-the-

mondo. Ma per Heidegger, la trascendenza è

finito, o come ho detto nel capitolo precedente,

trascendenza è sempre "laterale", perché ciò che

viene trasceso appartiene al regno della

natura, per forza di cose, gli esseri

appartengono all'essere. Detto in linguaggio di

Peirce, mentre uno può superare al di là di ciò

che è immediatamente sensibile, uno non

necessariamente superano il soprannaturale.

Così, Heidegger sta parlando di una forma

finita di trascendenza . Franco Schalow spiega

in questo modo: "Quando inteso come una

rivelazione finita, resti Essere ontologicamente

prima di un 'trascendente' Dio, che è un essere

". 131 Non vi è un supremo Essere la causa o la

prima contro la quale Dasein si pone e

trascende verso comeoggetto incondizionato.

132 Heidegger in tal modo ha cercato di

eliminare il concetto di trascendenza di tutti gli

"altri" o mondane sfumature "soprannaturali".

Questa sorta di trascendenza finita fa avere

spazio per un concetto di infinito, se ciò che è

infinito assume un diverso tipo di modulo di

quella di un essere che si ritiene infinita.In

considerazione di Heidegger della

trascendenza, che cosa, poi, viene superato?

Heidegger ha scritto che Dasein si supera

quando si trascende la propria situazione

attuale e fattizia
pagina 261
252 progetti in avanti verso il proprio futuro [

Jemeinigkeit .] 133 Il trascendente per

Heidegger significava semplicemente le

condizioni per il Dasein auto-superamento di

diventare un sé e"Prevalere" nel mondo. 134

"Transcendence" è sempre un sporgente-ahead

attivo nel senso che Dasein proietta un futuro

per sé, date le condizioni per la sua possibilità.

Queste condizioni di permesso possibilità

Dasein di diventare se stesso. Heidegger ha

scritto che,"La trascendenza costituisce

individualità. Ancora una volta, non è mai in

prima istanza costituisce solo individualità;

piuttosto, il superamento in ogni caso

intrinsecamente preoccupazioni anche Gli

esseri che Dasein 'sé' non è ". 135 Dasein si

supera solo sulla base di ciò che èNon : le sue

possibilità di ciò che può essere-possibile. In

questo senso, quindi, Dasein di trascendenza

dipende da una forma radicale di temporalità,

ma ancor più fondamentalmente su una forma

radicale di modalità ontologica. Raggiungendo

nel presente, il futuro, e il passato, Dasein va

oltre gli esseri all'essere. 136 Heidegger poteva

affermare che il suo progetto è trascendentale

se significherebbe dire che la struttura

temporale di Essere è una condizione per

Dasein di andare oltre gli esseri al loro essere.

137 Questo "andare oltre" costituisce la

momento estatico: vale a dire, si tratta di una

"standing out" [ ekstatische s] di ciò che è "in

piedi"[ Innestehen ] mondo. 138 Su un livello

più profondo, del Dasein propria possibilità

diventa la prima riconoscibili attraverso

undifferenza ontologica più fondamentale tra

ciò che è e ciò che permette a qualsiasi cosa

essere (o diventare possibilmente), piuttosto

che non essere. In altre parole, di Dasein

proprie possibilitàpoggiare su un più

originaria "non" appartenente alla struttura

dell'essere stesso. 139 Questo "non" appartiene

alla differenza ontologica discusso in

precedenza, o nelle parole di Heidegger, e in il

senso che sto discutendo qui, la differenza

ontologica è il "non tra gli esseri e di essere. "

140 Per Schelling, anche, l'essere umano si

trova "in" questo punto di fulcro di
pagina 262
253 differenza ontologica (in-differenza) tra gli

esseri tra Dio realizzata come Assoluto e la

terra di Dio di svolgersi in una vita divina.

Dasein esiste nel punto mediotra questo non-

essere e l'essere attualizzata, che è allo stesso

tempo una possibilità-for- essere e ciò che

Dasein già è o potrebbe essere in futuro. In un

sorprendentemente simileconfronto al di John

William Miller "MidWorld", Schelling ha detto

che "l'uomo occupa un posto di mezzo tra il

non-essere della natura e l'Essere assoluto, Dio

... .Egli è libero da Dio avere una radice

indipendente in natura; libera dalla natura per

il fatto che il divino si risveglia in lui, quello

che in mezzo alla natura è la natura sopra. "

141 Qui il lettore potrebbe voler ricordare

l'analogia scala dal Capitolo Due dove

inquirenti Peirce sono situati su un continuum

di essere nel cosmo. Nel 1936 conferenza,

Heidegger ha sottolineato come Dio di

Schelling si rivela in virtù di questo

fondamentale "non" all'interno del proprio

Essere. 142 Così, Dio contiene un ontologica

differenza all'interno della propria identità .

Come tale, questa differenza ontologica è una

base dipossibilità di molto proprio la

trascendenza di Dio come un sé o come una

vita. Heidegger ha spiegato come segue,

Schelling inizia mostrando questa distinzione

di terreno e l'esistenza in Dio. ... Possiamo dire

che il tipo di messa a terra rimane indefinita ...

.ground unico mezzo l'donde dell'esistenza di

Dio ... .Se Dio è l'essere esistente, allora il più

difficile e più grande deve essere sempre in lui

e questo divenire deve avere la più estrema

portata tra questo e il suo dove dove. Ma allo

stesso tempo, è vero che questo onde di Dio e

anche la dove possono ancora una volta essere

solo in Dio e come Dio stesso: Essere ... .Così

"esistenza" è intesa come anticipo "Emergere-da-

sé", rivelando se stessi e nel diventare rivelato a

se stessi venendo a se stessi. 143
pagina 263
254 Così, Dio è una vita divina per Schelling,

come lo è per Peirce: Dio esiste come quello

necessario Dio, ma è, così, un divenire di vita

che è un altro modo per dire che Dio è Dio, ma

non ancora "stesso", per usare il linguaggio

metafisico cristiana che Schelling impiegato.

Per diventare, Dio contiene un terreno di

diventare per la sua propria esistenza che è

"non" Dio, ma questo terreno è ancora "suo"

terreno. 144 Detto in termini utilizzato nel

terzo capitolo, l'identità di Dio è lentamente

riempita o modellato dai contesti di evoluzione

cosmica e la crescita di mentalità a livello di

universo. In questo modo, anche Dio auto-

supera se stesso, o trascende il proprio essere

come una vita. Che cosa, allora, è la

trascendenza per Peirce? Come Heidegger e

Schelling, Peirce potrebbe avere solo una

forma finita o "laterale" della trascendenza.

Nella filosofia di Peirce, trascendenza non

significa ascendente verso ciò che è al di fuori

delle categorie ordinarie, ma piuttosto

significava muoversi verso le condizioni che

stabiliscono la possibilità di esperienza.

Questo non vuol dire che Peirce pensava a se

stesso come un filosofo "trascendente", ma unico

che mantiene le categorie di base

dell'esperienza avrebbe diretto la natura e

formazione di tutte le domande possibili. Ha

scritto per esempio che, Un spiritualista

potrebbe sostenere che si tratta di un

'presupposto' indispensabile che c'è una vera

risposta a ogni domanda verificabile

intelligibile. Ho usato per parlare così, io

stesso; quando ero un bambino in filosofia mia

bottiglia è stata riempita da le mammelle di

Kant. Ma questa volta sono venuto a volere

qualcosa di più sostanziale. 145 Come stabilito

nel secondo capitolo e terzo capitolo, non c'è

nulla al di fuori della categorie di trascendere

a , almeno per quanto cognizione umana

potrebbe esperienza. Peirceha affermato che la

filosofia deve essere aperto alla possibilità

della rivelazione di esperienza,
pagina 264
255 e che il limite verso cui esperimento e

l'apprendimento scientifico tende, ma non ha

ancora raggiunto è "la conoscenza di un

individuo, insomma, Dio". 146 Tuttavia, per

Peirce, come Heidegger, si deve porre la

domanda: che cosa può essere sperimentato

diversa natura? In Termini heideggeriana: ciò

che può essere , altro che Dasein e mondiale?

Peirce sembravasostengono che ci si può porre

domande trascendenti su esperienza, ma non

necessariamente pensare al di fuori delle

condizioni di quella esperienza. Ha scritto,

Tengo ... .che uomo è così completamente

accerchiato dai limiti della sua possibile

l'esperienza pratica, la sua mente in modo

limitato ad essere lo strumento dei suoi

bisogni, che egli non può, in meno, significare

qualsiasi cosa che trascende i limiti ... .Per

lasciare lo provate mai così difficile pensare a

ciò che è al di là di tale limite, semplicemente

non può essere fatto. 147 Così per entrambi i

filosofi trascendenza è identico con la

possibilità di esperienza ma rappresenta nulla

al di là di esso. Finite o "laterale" trascendenza

può esercitare pressioni a dire che senza di là

che esiste in qualche modo "fuori" di esperienza

non ci poteva essere Dio, perché Dio è ex per

ipotesi al di là dell'esperienza e il mondo

naturale. Il concetto di Heidegger

ditrascendenza non ha avvalsa di tutto una

comprensione del divino, proprio come Peirce

comprensione della trascendenza non ha

bloccato la realtà dell'infinito. In modo da

esperienza divinità, un atto di "trascendenza" è

davvero necessaria, ma non è in alcun senso

tradizionale, come avanzato dalla storia della

metafisica. Piuttosto, era trascendenza detto di

essere prima di tutto un atto avviato da

all'interno di una specifica conoscenza di

Dasein come essere-nel-mondo, per usare il

linguaggio di Heidegger. Solo prima

considerazioneuno del mondo e le relazioni

immanenti al suo interno può uno iniziare a

considerare il divino come
pagina 265
256 qualcosa di "trascendentale", cioè, qualcosa

che stabilisce le condizioni per la possibilità di

esperienza finita. Questa può essere una

condizione di infinito o incondizionato, ma si

trova necessariamente in relazione a ciò che è

finito e deve sempre trovare la sua

divulgazione non c'è; altrimenti superare i

limiti dell'esperienza possibile. In questo modo,

il divino si trova in un rapporto diretto di

creature finite. Heidegger ha scritto, "The

ontologica l'interpretazione di Dasein come

essere-in-the-mondo dice né a favore né contro

la possibile esistenza di Dio. Si deve prima

ottenere un concetto adeguato di Dasein

illuminando trascendenza. Poi, considerando

Dasein, ci si può chiedere come il rapporto del

Dasein a Dio è ontologicamente costituito. "

148 III. PROFONDITÀ sacri della natura

FILOSOFIA A. Schelling DELLA NATURA

Finora ho sottolineato come gli atti di

trascendenza necessariamente collegamenti a

un abitato e vissuto mondo. Non è il caso che

Heidegger o Peirce negato la comparsa di

divinità. In realtà, è vero il contrario: la

rivelazione della divinità appartiene al modo in

cui le verità sono divulgate all'interno di

esperienza. E 'importante notare che la "identità"

della verità asserito è Non rigorosa identità,

ma l'identità di "indifferenza". Questo è, "verità", o

la rivelazione di come stanno le cose, significa

che l'invarianza e diventando di concetti sulla

base di una fondamentale differenza che

permette l'identità di essere. La struttura

trascendente della rivelazione di queste verità

riposa nel "sistema" in sé, o la natura. Non c'è

"fuori dal sistema" in nel senso che non ci può

essere una spiegazione coerente di ciò che è

rivelato. Tuttavia, c'è infatti qualcosa che è

oltre il sistema solo nel senso che non

appartiene al
pagina 266
257 intelligibilità astratto o razionale del

sistema, ma comunque vi appare, anche se in

sensazione o attraverso qualche

rappresentazione non razionale o evento. Così,

Heidegger filosofia della differenza punti

direttamente verso il potenziamento simultanea

ancora sfuggente natura peirceana Firstness in

quanto è una caratteristica incondizionato

della natura trovato all'interno esperienza che

anche sfugge esperienza, almeno per quanto si

può razionalmente tentareprendere in

considerazione la natura nella sua piena

espressione. Al fine di fare ulteriore luce su

questo terreno sfuggente ciò che è necessario

per la verità e l'aspetto della divina, mi deve

girare a guardare Schelling filosofia della

natura. Schelling specificamente articolata una

filosofia di terreno nonostante la sua

caratteristiche sfuggenti, e ha sviluppato un

modello di natura non dissimile dalla

Peircean- comprensione heideggeriana della

realtà. Come conto di Peirce della natura, la

natura di Schelling è una progressione di

coscienza dalle profondità di esperienza di

lavoro la sua strada verso l'auto coscienza.

149 Quindi vi è una progressione di mente

finita o limitata ad una infinita maggiore

mente, simile a quella continuità di Peirce

discusso nel terzo capitolo. Per colmare il

divario tra il finito e l'infinito entro metafisica

tradizionale, in genere si doveva attraversare

una spaccatura insanabile tra i due; in

particolare tra la creatura e Dio. Sopra Vista

di Schelling tuttavia, l'infinito si riflette nel

finito : "Il corpo è un infinite-ordinamento e-

finita di cosa, un individuo preciso, ma in

grado comunque di esibire la tutto l'universo

(presumibilmente registrando ogni

cambiamento di stato nella sua interazione

continua con il suo ambiente.) " 150 A suo

avviso, la realtà di Dio si riflette nel cosmo e

conti su come il divino e le sue verità si trovano

"all'interno del sistema." Questo è possibile

perché la realtà di Dio lavora attraverso la

natura, ma ha sempre un telos che si sforza

diandare oltre esso. 151 In questo modo la

teoria dello sviluppo cosmica e divina di

Schelling
pagina 267
258 assomiglia teoria dello sviluppo cosmica

di Peirce nel postulare una vita divina che è

riflessa attraverso gli aspetti finiti della

natura. Il fatto che la vita infinita, o divina,

può essere riflessa nel finito si basa su una

struttura di terra simile a quello trovato in

Peirce Firstness. Le stesse caratteristiche

ontologiche-cosmologiche e fenomenologiche

di Peirce terra operare all'interno concetto di

Schelling di terreno. Entrambe le versioni di

terreno permettono di potenziale rivelazione

del divino. Entrambe le versioni di terreno

permettono Ever- della divina diventando la

natura. Con "divenire" Schelling ha significato il

passaggio dal non-ancora-essere, o la

possibilità, per essere reale. Dal momento che

un "non" si verifica in questa fase di transizione,

la mancanza e quindi una finitezza di Dio è

suggerito. 152 Come è possibile che il divino

potrebbe contenere qualcosa non di sua natura,

un mancanza di essere reale? Schelling ha

risposto nel modo seguente.Sappiamo, invece,

che il concetto di divenire è l'unico adeguato

alla natura delle cose. Ma il processo del loro

divenire non può essere in Dio, visto

assolutamente, dal momento che sono distinti

da lui toto genere o più correttamente,

ineternità. Per essere separati da Dio

avrebbero dovuto portare avanti questo

divenire in un base diversa da lui. Ma dal

momento che non ci può essere nulla di fuori di

Dio, questo contraddizione può essere risolto

solo da cose che hanno la loro base in quella

in Dio che non è Dio stesso , in quella che è la

base della sua esistenza. Se vogliamoportare

questo Essere più vicini a noi da un punto di

vista umano, diciamo: è il desiderio che l'Uno

eterno si sente di dare alla luce se stesso.

Questo non è l'Uno stesso, ma è co-eterno con

esso. Questo desiderio si propone di dare vita a

Dio, vale a dire, l'insondabile unità. 153

Schelling parlava di un desiderio primordiale

della vita divina, che, attraverso una famelica

"In sé e per sé," viene portato in unità con un

principio superiore, e attraverso un mezzo di

sintesi porta sul mondo. Questo desiderio

nasce dalla terra primordiale, e rappresenta

una "scissione primordiale natura stessa." 154

Ground è, per analogia, un'origine
pagina 268
259 di gravità e il buio, o ontologicamente

parlando, è la fondamentale mancanza e

l'assenza di essere che cerca di affermarsi. Si

tratta di "ciò che oneri e tira, contratti e in

questo collegamento ciò che si ritira e fugge. "

155 Per questo motivo, Schelling ha dichiarato

che il terra primordiale è una base di "nulla di

proprio-ness", "isolamento", "sostenuta da niente,"

"Egoità puro" e "indifferenza" pura a tutti. 156 Ha

aggiunto che questo terreno è "vuoto" "Non-

essere", "nulla", "pura potenzialità", "contingenza",

"l'oscurità nel cuore di Dio "," l'inconscio ", e" la

non-terra [ Abgrund ] che è la terra

primordiale[ Urgrund .] " 157 In molti modi,

l'effimero, immateriale, e la natura effimera di

questo terra appare simile a Firstness,

soprattutto in quanto entrambi sono

considerati la deposizione delle uova creativo

letti delle leggi dell'essere secondo il rispettivo

di filosofia ogni filosofo cosmologia. La base

della natura sia per Schelling e Peirce sembra

essere un ontologica mancanza che cerca

realizzazione e il completamento. Tuttavia,

come modo di possibili essendo, questo

ontologica mancanza non può completare la

sua realizzazione, a meno che non è portato a

concretizzate in Secondità attraverso Terzità.

Un diverso modo di mettere questa idea è

affermare per tale motivo Schellingean / Peirce

Firstness non ha alcuna applicazione razionale

in sé e per sé, anche se non è necessariamente

antitetica al ragionamento sia. il concetto di

Schelling di terra è uno dei tre "potenziali

divini", chiamato anche "Potenze" [ morire

Potenzen ], che sono le forze fondamentali

della natura. La prima potenza divinaè il

potere degli abissi, o profondità [ Abgrund ]

menzionato un momento fa. 158 È il vero

dimensione libera, indeterminata, spontanea e

creativa in Dio. La seconda potenza è sempre

"la compensazione" per terra. 159 È

analogicamente descritto come "luce" e la

potenza che sviluppa gravità. 160 Ciò che è

"luce" è sempre la radura di "ciò che è intrecciate

e ingarbugliata, ciò che è velata e oscura. " 161

Oppure, come Heidegger chiarito
pagina 269
260 1936 conferenza, "Quello che deve essere

illuminato precede luce come fondamento che

la emerge per essere stessa luce ". 162 La

seconda potenza divina è "l'essenza di Dio, un

luce della vita che brilla nel buio profondo "," il

principio di essere, "" ragione "," ordine "

"Positività", e "il principio di amore." 163

esistenza realtà-personale di Dio o di vita è

l'eterno, necessario, auto-generato sintesi della

tensione tra i primi due potenze divine. 164

Cioè, realtà di Dio consiste nella unità delle

potenzialità divine e trova espressione in Idea,

intelligibilità, legge e coscienza di sé. 165

Oltre a manifestare la vita divina di Dio, lo

sforzo delle potenze risultati in un "Il

movimento primordiale" che la natura

rappresenta attraverso la materia. 166 Cioè, la

questione natura è il risultato temporaneo di

come ciascuna delle potenze interagiscono tra

loro in un forma di moto rotatorio che produce

un comune "prodotto", in questo caso i prodotti

di la natura o la natura indole . Il movimento

della natura è considerata la sua "produttività",

ola natura naturing . Le caratteristiche

antitetiche delle potenze, tra cui la coesione

eespansione, attrazione e repulsione,

assicurare che la produttività è infinita nella

sua creativa energia. Così, la tensione tra loro

è considerato incapace di assoluto o

risoluzione determinante e la natura è reso

infinito nel suo cenno. Come messo Schelling

esso, "Questa lotta non cesserà fino a quando

esiste un prodotto comune. Il prodotto, mentre

la formazione di per sé, procede da entrambi i

lati attraverso tutti i collegamenti intermedi

che si trovano tra il prodotto." 167 Schelling ha

spiegato come l'esistenza personale di Dio è

l'unificazione della eterna contraddizione tra le

prime due potenze in una terza natura divina:
pagina 270
261 L'essenza della base, o dell'esistenza, può

essere solo precedente a tutti base [ Urgrund ],

cioè l'assoluto visualizzato direttamente, il

fondamento [ Abgrund ] ... .Lainfondate si

divide in due origini altrettanto eterne solo in

modo che i due ... .Should diventato uno ... .it si

divide solo che ci può essere vita e l'amore e

l'esistenza personale. 168 In una bozza del

testo, le età del mondo (1815), Schelling fare

ulteriore luce su comeil moto rotatorio degli

elementi primordiali della natura costituisce

una "contraddizione essenziale" che spinge vita

infinita e divina di Dio. 169 In questo testo

particolare, e per citare il suo terminologia

metafisica specificamente cristiana, Schelling

ha scritto che Dio permette ciò che è Non

"stesso", o ciò che non è della propria natura di

esistere entro la propria realtà. 170 di Dio

permesso (vuole) per quello che è "non-io" di

esistere all'interno di ciò che è "sé" costituisce il

potere dietro il continuo sviluppo del cosmo e

come tale garantisce che la la vita divina è

infinita. Inoltre, la contraddizione consentito

spinge tutta la vita in moto come esseri cercano

di risolvere la tensione tra i due poli

contrastanti di essere trovati nelle potenze:

auto e non-self, essere e non-essere, la luce e la

gravità, e tutti gli altri opposizioni

fondamentali. Di Dio sé -positing aiuta a

personalizzare la contraddizione essenziale e

spingerela natura in avanti in un movimento

eterno che è la vita stessa del divino. Nella

libertà saggio, l'apertura di una natura divina

incondizionata spiega come possa essere

trovata male nell'universo. La possibilità del

male sta nella libertà di Dio, fornito dalla terra

che è senza alcuna valutazione. E ', nelle

parole di un commentatore, "L'abisso buio al di

là dell'amore e della ragione." 171 Nelle parole

di Schelling: "Affinché il male non dovrebbe

essere, Dio stesso avrebbe di non essere ... il

bene è di essere sollevato fuori tenebre alla

realtà, al fine di dimorare con Dio

eternamente; e il male deve essere separato
pagina 271
262 dal bene al fine di essere scacciato

eternamente in non-essere. Per questo è il

finale scopo della creazione. " 172 Il mio punto

qui, tuttavia, è quello di mostrare come per

Schelling, tutta la vitainizia in contraddizione e

desidera la sua risoluzione, anche la vita

divina. Cosa è interessante è che la tensione

della contraddizione trovato nella vita divina

non trova permanente risoluzione perché le sue

potenze costitutivi sono essenziali per l'essere

dell'universo, e come tale, il moto rotatorio e

l'alterazione delle potenze stimoli l'universo in

un stato infinito di sviluppo. Schelling ha

spiegato che: "Se la natura primordiale erano in

armonia con se stessa, rimarrebbe; ci sarebbe

stata una costante uno e non due, un

l'immobilità eterna senza progresso. Come

sicuramente c'è vita, non c'è contraddizione in

la natura primordiale. " 173 E, "L'Universo, che

si forma dal centro verso la periferia cerca il

punto in cui anche le antitesi estremi della

natura annullano se stessi, l'impossibilità di

questo annullamento garantisce l'infinità

dell'Universo ". 174 B. Schelling primo

potenziale DIVINO E peirciano Firstness I

paragoni con l'organizzazione categoriale di

Peirce del cosmo qui sono di gran lunga più

che evidente quando prima potenza di

Schelling è abbinato con peirciano Firstness.

Vari modi di essere coesistono e la loro

interazione pungola lo sviluppo del cosmo. Il

cosmo cresce progressivamente legge simile

attraverso la sintesi dei primi due Categorie.

Oppure, nelle parole di Schelling ", seguendo

l'atto eterno di auto-rivelazione. ... Crescere

pensieri chiari ". 175 Peirce immaginato questa

creazione di legge come un processo continuo

piuttosto di una volta-e-per-tutti happening.

Come Firstness crea ogni nuova legge

aggiunge una nuova creato realtà di un cosmo

in evoluzione. Così, per Peirce, e per Schelling,

vi è un dimensione organica e olistico alla

creazione divina che è sempre presente. Per

esempio,
pagina 272
263 Schelling ha scritto: "Dio allora non ha

inizio solo nella misura in cui non in nessun

all'inizio della sua inizio. L'inizio in Dio è

eterna principio, vale a dire, uno come era a

partire da tutta l'eternità, ed è tuttora, e anche

non cessa mai di essere all'inizio. " 176 Sul

Modello di Peirce-Schellingean, la creazione

avviene di nuovo con ogni momento che

passa.vista di Peirce della natura insistito sul

fatto che la creazione di legge si sviluppa verso

completato Legge Terzità. Natura tende ad

andare alla deriva verso questo obiettivo, ma

non necessariamente raggiungerla.In

Schelling, si trova qualcosa di simile:

"Dobbiamo immaginare il desiderio primordiale

in questo modo che gira verso la

comprensione, infatti, anche se non ancora

riconoscerlo, proprio come noi desiderio

desiderio sconosciuto, eccellenza senza nome. "

177 Il fatto che la natura derive verso una

stato di avanzamento, ma non ha come ancora

raggiunto è a causa di ciò che chiama il

Corrington "Dimensione profondità di una

natura auto-trasfigurante." 178 Questa

dimensione di profondità è fondamentalmente

pari al Schellingean-heideggeriana Abgrund .

Confrontando Firstness a Abgrund ,Firstness è

"il caos" o "nulla ... [che] antecedes

l'infinitamente lontana assoluto inizio del

tempo ... in cui non c'è varietà, ma solo un

specificability indefinita che il suo nulla, ma

una tendenza alla diversificazione del nulla ".

179 Corrington scrive che per Peirce, Il vero

potere originative dell'universo è un nulla

profondo che è più di un tendenza di una

piscina effettivo di possibilità diversificati. Noi

chiamiamo questo un dominio di potenze della

natura (per usare un termine da Schelling.) Le

potenze del nulla sono ontologicamente prima

le possibilità che ottengono in quello che

potremmo chiamare il minore nulla [possibilità

non attualizzata proposizionale o concettuale,

come contrasto possibilità reale modale.]

Questa è una sorta di magazzino di possibili

oggetti ed eventi, che non ha varietà interna,

ma che rende varietà possibile ... .Nothingness

è la zuppa cosmica di possibilità che possono

diventare attualizzato ogni volta Emergents

assumono abitudini. Più in profondità è

maggiore nulla che fornisce il pungolo

metafisica per cosmogenesi. Questo è il più

profonda dominio delle potenze della natura

fornisce la vera inquietudine che
pagina 273
264 costringe l'universo in esistenza. Il locus

della probabilità è quindi di interesse maggiore

è il nulla che è continuamente deposizione

delle uova possibilità, e attraverso la 'Agenzia'

di minore nulla, attualità (secondi), Peirce

vuole il necessitarian di andare al cuore della

natura, piuttosto che aggrapparsi alla sua

superficie fenomeni. 180 Qui Corrington

sottolinea appropriazione di Peirce delle

profondità Schellingean di cosmica Firstness

nel primo potenziale divino. "Firstness-libertà" è

appunto solo la tendenza per la possibilità di

diversificare dalla sua forma ontologicamente

modale reale primordiale in un "minore" nulla di

possibilità unactualized. Come possibilità fame

di diventare vero e proprio, un più alto

principio, quello della Secondità o la fattualità

del principio stabilito in Terzità, volontà tirarla

fuori dalle profondità della natura. Peirce ha

scritto anche come lo stato primordiale del

non-essere o contratti "nulla" e le nascite la

natura tanto quanto prima potenziale divino di

Schelling, che è una mancanza di essere,

contratti e le nascite della vita divina di Dio.

Peirce chiama questo particolare aspetto della

Firstness, "il caos", un termine interessante se

confrontato con di Schelling "indisciplinati"

terra. Il caos è la prima tappa della evoluzione

del diritto, ed è vaghezza che permette l'essere

tutte le cose in generale. Peirce ha detto, Il

caos è uno stato di più intensa sensazione,

anche se, la memoria e l'abitudine di essere

totalmente assente, è pura nulla ancora.

Sentimento ha esistenza solo in quanto esso è

saldato in sentimento. Ora la saldatura di

questa sensazione al grande intera sensazione

è solo tramite il riflesso di una data successiva.

Di per sé, quindi, è Niente; ma nella sua

relazione alla fine è tutto. 181 E L'evoluzione

delle forme inizia o, comunque, ha per una fase

iniziale di esso, un vago potenzialità; e che è o

è seguito da un continuum di forme aventi una
pagina 274
265 moltitudine di dimensioni troppo grandi

per le singole dimensioni per essere distinti.

esso deve essere da una contrazione della

vaghezza di quella potenzialità di tutto

generale, ma di niente in particolare, che il

mondo delle forme avviene. 182 Peirce quindi

aggiunto alla prima citazione sopra, "Se ciò che

è richiesto è un supporto teologico, o

antecedente razionale, al caos, che la mia

teoria fornisce completamente. " 183 Cosa

potrebbe supporto teologico apparire come se

peirciano Firstness è simile a Abgrund ?

Corrington ricorda come Peirce, come

Schelling, è "che ci chiede di riflettere sulla

questione dell'origine del mondo descritto in

termini di categorie. " 184 Come Raposa ha

sostenuto, e come ho sostenuto nel terzo

capitolo, per Peirce questo sembra essere una

questione teologica, in Oltre a un metafisico.

Firstness fonda Secondness e Terzità, e così è

chevaga base della realtà che consenta agli

ordini della natura sorgere, farlo in virtù della

possibilità modale e la libertà hanno trovato

all'interno di esso. Firstness è, per usare

l'espressione di Peirce, "la grembo di

indeterminatezza "dal di dentro che la natura di

prodotti sono nascere e dove libertà è di una

realtà. 185 Corrington scrive che, Peirce

voleva vedere la natura come in qualche modo

più grande della dominio articolato da parte

del scienze. La sua analisi di Firstness ha reso

possibile per lui a staccare il coperchio

proteggendo la dimensione pre-empirica del

mondo. Il suo tentativo di trovare uno scopo

nel mondo rappresentato uno sforzo per

mantenere aperto il futuro a novel

trasformazioni ... .La crescita è ... .Situato nel

baratro della natura naturing da cui le potenze

imprevedibili continuano ... .per produrre gli

innumerevoli ordini del mondo. 186 Così,

Peirce Firstness è una terra di libertà per lo

sviluppo, rappresenta un potere nella natura

che funzioni con un obiettivo simile come

primo potenziale divino di Schelling: a

consentire la crescita e una teleologia di

sviluppo. E 'un fatto che "io trasfigura" proprio

terreno natura della vita divina della libertà è

solo lo spazio necessario per di muoversi
pagina 275
266 verso una consumazione ideale nel sommo

bene , ma non senza un oppostodirezionalità,

un dove, sempre impellente divenire. Come

scrive Corrington, Il cosiddetto 'trascendente'

Peirce è in realtà il naturalista estatico che

sondato nella differenza ontologica (non

nominato come tale da Peirce), in modo che

poteva capire qualcosa di più profondo scopo

... .Peirce afferrò i bordi della differenza

ontologica e ha aperto la strada per una

radicalizzazione del naturalismo. In questa

radicalizzazione, il suo pragmatismo può

essere riconfigurato per corrispondere meglio

all'abisso nella natura, un abisso che ci viene

incontro pensiero in estasi naturalismo che

lascia andare la panrationalism che blocca il

cammino della pietà. 187 IV. CONCLUSIONE:

PEIRCE DA UN heideggeriana angolo visuale

Schelling ha suggerito che una parte di

appropriarsi natura nel suo aspetto divino

richiede un transizione dalla visualizzazione

natura puramente come un prodotto creato per

visualizzarlo nel suo processo di la natura

naturing, o in termini di creatività. Come si

realizza questo cambiamento di vista dipende

"cogliere il movimento del divenire", dove

"divenire" i riferimenti alle cenno della natura: il

moto rotatorio delle tre potenzialità divine in

esistente di Dio vita divina. 188 Così , come si

comprende la natura in ultima analisi, a

determinare ciò che si èin grado di capire la

vita divina. Heidegger ha sostenuto un

cambiamento simile nella Disposizione Dasein

in modo da visualizzare "esseri" non

semplicemente come le cose create "prodotte"ma

piuttosto come esseri palese che appartiene

all'essere. Questo cambiamento nella

disposizione sarebbe richiedere pensare alla

differenza ontologica fondamentale tra gli

esseri e l'essere, e appropriazione Essere. Qui,

in questa sezione finale, vorrei esplorare

questo cambiamento di disposizione; un

cambiamento nella comprensione consapevole

della natura di dispiegarsi in modo che uno

potrebbe essere consapevoli di ciò che

riflessioni sacri possono apparire nello

svolgersi della vita divina. Chiamo
pagina 276
267 una tale disposizione di visualizzazione

rivelazioni della natura di una "disposizione di

ricettività": rimanendo aperti ai suggerimenti

della natura, i suoi processi, e ciò che questi

processi potrebbe eventualmente rivelare. A.

NATURA e ondeggiare ESSENZIALE BEYNG'S

Commentando su Schelling, Heidegger ha

scritto che, natura creata non deve essere

intesa come la natura come è ora, come lo

vediamo, ma come non divenire, creando la

natura ... .Man è da intendersi come quella vita

familiare essere dotato di ragione che si aggira

su un pianeta e può essere sezionato in i suoi

componenti, ma come quella di essere che è in

se stesso il 'profondo abisso' dell'essere e allo

stesso tempo 'più alto dei cieli.'. ... Dio, la

natura e l'uomo si intendono fin dall'inizio in

modo diverso e tale deve solo ora ea la stessa

mossa tempo nel progetto essenziale della loro

divenire. Questo è diventando l'essenza

dell'essere. Così Essendo, inoltre, non può

essere intesa come il bruto esistenza di

qualcosa di costruito, ma deve essere intesa

come la compagine di terra e l'esistenza. 189

Mentre Heidegger non aveva in mente la

presentazione estatica di un Dio, lui era

d'accordo con uno spostamento disposizionale

richiesto dal Dasein , in modo da cogliere gli

esseri nella loro generativa oLa natura

"divenire". In altre parole, Dasein deve diventare

dell'esserci modo da ricevereverità concesso di

Beyng. Con questo punto di partenza in mente,

vorrei chiedere come Essere di Heidegger è

simile alla concezione di Peirce di un cosmo in

evoluzione e divina vita. In che modo è il

Abgrund presente all'interno Beyng,

costringerlo a nascondere erivelare "verità", vale

a dire, un disclosedness di come stanno le

cose? Fa questo heideggeriana primordiale

partita terreno in alcun modo con l'account di

Peirce della natura e presentare un terreno per

la la comunicazione estatica di una qualche

forma di divinità? Come potrebbe un "ricevere" e

sono pronte per questa rivelazione? Se

heideggeriana Beyng può essere interpretato

come un "vita" dispiegarsi (un
pagina 277
268 "Ondeggiando") [ Wesung ] e se questo

dispiegamento può essere correlato in modo

significativo allaPeirce vita divina, allora è

ragionevole affermare che Peirce e Heidegger

può essere situato più vicino insieme data la

loro reciproca comprensione Schellingean che

un differenziale terra è responsabile per la

natura del dispiegamento e la verità

divulgazione. Nella filosofia di Peirce, questo

terreno differenziale è rappresentato da

Firstness e corrisponde all'idea di Heidegger

che un fondamentale mancanza di essere è al

lavoro dentro l'Essere stesso. Se tale

affermazione ha qualche sostanza, penso che

Peirce e Heidegger, mentre non avendo mai

articolato una onto Dio teologica, tuttavia, ha

affermare che un processo dinamico verità-

generativa attiva,, della natura (una "vita")

possa divulgare al creature finite come stanno

le cose ( "verità"), e che queste rivelazioni

apparenze attuali della forma sacra (s) della

divinità. Ho brevemente raccontare nozione

heideggeriana della Beyng alla vita divina

peirciano prima a sostegno di questa

affermazione fornendo conclusive pensieri sul

mio progetto. Secondo Heidegger, essere era,

ad un certo punto della storia, vissuta in un

non- modo metafisica, quella di φύσις, o

"physis". 190 Phusis è tipicamente tradotto come

"natura" e deriva dal verbo di solito tradotto "a

crescere". 191 E 'stata vista di Heidegger che

che phusis originariamente significava "sorgere

e costante." 192 Phusis è un "vivente coming-to

presenza "[ Anwesen ] che è" vivente ", nel senso

che" il suo rendere presente non è un

inertepresente oggetto, un senza tempo cosa

presente a portata di mano, ma piuttosto un

processo di dinamicadispiegarsi. " 193 Il

termine si riferisce a ciò che nasce da se

stesso, quello che si svolge o si-in- aspetto e

persiste nel suo aspetto. 194 Heidegger

pensava che gli antichi greci intesa phusis in

modo non-onto-teologica. Hanno capito come

phusis apparendo -a modo di essere che "si

mette fuori." 195 Sulla interpretazione di

Heidegger pensiero greco, non c'è differenza

tra l'essere e l'apparire, "significa essere
pagina 278
269 apparire. Apparendo non significa

qualcosa di derivato. " 196 Così l'antica greci

(Soprattutto per lui, i presocratici) potevano

vedere la verità come residente principalmente

in esseri piuttosto che nel pensiero

proposizionale. Le cose stavano come

disvelatezza o αλήθεια, "Aletheia". 197 Per

Heidegger, il pensiero occidentale ha sostituito

questa comprensione primordiale di essere con

un prospettiva alternativa di onto-teologia e la

sostanza ontologia. Essere non era più inteso

come un happening o evento che ha

comunicato una consapevolezza tacita non solo

diesseri ma anche di essere in quanto tale

(quello che ha in seguito chiamato Seyn, come

ho già fatto notare). Ilcomprensione pre-

metafisica di essere guardato ad essa come

sorgente per ogni possibile apparizione di

esseri. Cioè, solo prendendo Essere come un

processo di svolgimento dinamico e appaiono

esseri potrebbe essere compreso. Heidegger

vicinissima al articolare una filosofia del

processo di natura analoga a quella di

Schelling e Peirce su questo punto. Inoltre,

Heidegger pensava che, per il pensiero greco,

c'è stata una lotta primordiale o tensione

regalo che prima attira gli esseri di

occultamento e permette loro di apparire come

tali e come aventi determinate caratteristiche

determinate in relazione tra loro (la loro

identità.) Questo aspetto si basa attraverso una

"lotta originario" consentito dalla base di cui gli

esseri venuto per essere affatto. 198 La

concessione identità di origine si verifica come

Πόλεμος o "polemos , "che significa "guerra" o

"conflitto". Tale caratteristica assomiglia alla

natura tumultuosa in cui Terzità emergenze

generalità delle categorie di Peirce, o la

tensione produttiva trovato tra i primi due

potenziali divini di Schelling produce realtà di

Dio. 199 Il lotte all'interno Essere appartiene

ad una disgiunzione o differenza fondamentale,

"nel conflittuale impostazione-apart-da-ogni-

altro [ Aus-einander-setzung ] (dell'essere).

Solo tale lotta ... .lets dei e gli esseri umani un

passo avanti nel loro essere. " 200
pagina 279
270 Questa disgiunzione fondamentale o

differenza all'interno dell'Essere, in generale,

possono essere rappresentato dalla differenza

ontologica. In parte, gli esseri sono esseri in

virtù di ciò che sono non . Quando prese

collettivamente e negata, gli esseri appello ad

una più primordialeforma di nulla ontologica

in virtù del fatto che gli esseri potrebbe non

essere affatto. Heidegger intitolato questo

primordiale non essere "il nulla". A parte l'

introduzione di Metafisica , ha affrontato "il

nulla" in diversi scritti privati ​​nel 1930,inclusi i

Contributi alla filosofia e dei suoi successori,

Mindfulness e la Storia di Beyng . 201 Qui cito

Heidegger nella sua prolusione al Friburgo

Università le facoltà che spiega il suo concetto

di "nulla". 202 La citazione è destinato a

dimostrare come vi è un terreno fondamentale

o sfondo del non-essere, "il nulla" che rende gli

esseri e di essere intelligibili, in modo che le

cose possono apparire e non apparire in un

senso attivo e generativa. Cioè, la terra del

non-essere non è uno sfondo statico, ma

piuttosto è una base attiva e generativa che è

simile a peirciano Firstness nella sua proprietà

ontologiche e funzione. Come Heidegger

succintamente messo, "Questo nulla per sé

nihilates. " 203 Noi affermiamo che 'il nulla' è

più originale che il 'non' di negazione. Se

questo tesi è giusta, allora la possibilità della

negazione come un atto dell'intelletto, e in tal

modo l'intelletto stesso, sono in qualche modo

dipendente dal nulla ... .La nulla è la negazione

completa della totalità degli esseri ... .Il

totalità degli esseri deve essere data in

anticipo, in modo da essere in grado di cadere

abbastanza subito a negation- in cui il nulla si

sarebbe quindi manifesta ... Non importa

quanto frammentato la nostra esistenza di tutti

i giorni può sembrare ... .it si occupa sempre

con gli esseri in una unità del 'tutto', anche se

solo in modo oscuro ... .questo '' nel suo

complesso 'noi-Supera 'irrompe.'
pagina 280
271 Heidegger poi continuato affermando che

per mezzo di un "sintonizzazione", o quello che io

chiamo un "Disposizione", Dasein resta aperta a

questa irruzione e incontrando "il

nulla"guadagna un senso del tutto, di Essere

molto nello stesso modo come il indagatrice

organismo rimane aperta alla possibilità di

verità comunicazione in caso di estatica

rapimento e poi si sente la propria finitezza tra

un cosmo infinito quando le ipotesi sono

confermato. Heidegger ha detto, "tale essere in

sintonia, in cui ci siamo '' in un modo o altro ...

.lets ci troviamo tra gli esseri nel suo

complesso. La modalità fondatore

sintonizzazione [ die Befindlichkeit der

Stimmung ] non solo rivela esseri nel suo

complessovari modi, ma questo rivelando ---

lungi dall'essere meramente accessorio ...

.reveals la Niente." 204 Nihilation in essere non

è un incidente fortuito. Piuttosto, è il "gesto

repellente verso tutta la ritirata degli esseri ".

205 Molto simile al "buio Schellingean nel

Cuore di Dio, "nulla di Heidegger, differenza, e

Abgrund -roughly termini di co-uguali inla loro

funzione-ciascuna, rispettivamente,

rappresentano la compensazione contro il

quale gli esseri sono divulgati nella loro

essenza; cioè nel modo in cui sono. Perché

questo nulla "nihilates," io prendere Heidegger a

significare nihilation è parte di una verità-

generativa attività all'interno di Essere. lui ha

scritto che in un certo senso più profondo del

nulla è "il tremore essenziale [ Erzitterung ] di

Be-ingsé ", è ciò che è responsabile per l'Essere

di apparire e il ritiro, e per la appropriazione

di Beyng come è appare in verità storica. E, "La

maturazione è incinta con l'originario 'non e'

... Qui è il notness essenzialmente dispiegarsi

di Be-ing come appropriazione. " 206 Questo

primordiale non-essere è simile a quella

categoria di Peirce del Firstness nel senso che

le prime sono sempre intangibile "First-ing":

attivamente e fornire le transitivamente base di

tutti gli esseri e la loro identità.
pagina 281
272 Ma Firstness resiste anche l'eventuale

attribuzione permanente di identità per sé per

sé . Così, Firstness sia dà e prende terra che è

"terra di fondamento". Detto in altro modo,

Firstness non è un'identità ma continuo

differimento di identità a causa del fatto che

manca qualsiasi essere reale. Questo non vuol

dire che Firstness è nulla, invece, è il Firstness

fenomenologico e ontologico "regione aperta"

contro il quale gli esseri possono venire a

prendere alla loro identità. In termini negativi

il nulla significa assenza di qualsiasi terreno

finale. A causa della natura infondata di

Firstness, questa funzione non può essere

definitivamente parlato. È la mancanza di

qualsiasi impedimento assoluto: essenziale

terreno ontologico ed epistemologico

(certezza), o altrimenti. Eppure, la "mancanza"

di Firstness è in realtà un positivo

phenomenon-è indispensabile in quanto è una

funzione di abilitazione per la condizione